User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    Austrian libertarian
    Data Registrazione
    22 Sep 2007
    Località
    L'ignoranza del pubblico è un fattore necessario per il buon funzionamento di una politica governativa inflazionistica. Ludwig von Mises
    Messaggi
    10,020
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Tutto il peggio del nuovo Parlamento

    Nel nuovo “Focus” (PDF) dell’Istituto Bruno Leoni, Silvio Boccalatte esamina “il meglio del peggio delle proposte di legge in discussione”. L’attività legislativa, nella nuova legislatura, è infatti partita di gran carriera ma non necessariamente col piede giusto.

    Mentre vi è accordo fra le maggiori forze politiche sulla necessità di razionalizzare se non abolire le Province, in Parlamento sono state depositate proposte tese ad istituire la Provincia di Lanciano-Vasto-Ortona, a modificare il nome della Provincia di Catanzaro per trasformarlo in “Provincia di Catanzaro – Lamezia Terme”, o a creare la Provincia della Valcamonica.

    Mentre vi è larga consapevolezza, nella società italiana, dell’inutilità di buona parte degli ordini professionali, in Parlamento sono state depositate proposte tese ad istituirne di nuovi: per “tecnici laureati in ingegneria”, per la “figura professionale dei medici stomatologici”, per “pedagogisti”, “informatori scientifici del farmaco”, “cuochi professionisti” e “statistici”. Ma il Parlamento è pronto a varare nuove norme per “gli insegnanti di fitness”, traduttori e interpreti, nonché a disciplinare la professione di “consulente filosofico”.

    “Questa panoramica di Silvio Boccalatte ci restituisce un quadro tanto surreale quanto desolatamente vero, dei cantieri su cui sono impegnati oggi i nostri rappresentanti”, dice Alberto Mingardi, direttore generale dell’IBL. “Dalla determinante riforma dell’albo professionale nazionale dei centralinisti telefonici e degli operatori della comunicazione minorati della vista, alla patente europea della pizza, il Parlamento degli italiani anziché semplificare continua ad inondare il Paese di norme con la sola utilità di riuscire a strapparci, ogni tanto, un sorriso”.

    “Parlamento, i primi cento giorni. Il meglio del peggio delle proposte di legge in discussione”, di Silvio Boccalatte, è liberamente scaricabile qui (PDF).

    http://www.brunoleoni.it/nextpage.aspx?codice=6940

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Austrian libertarian
    Data Registrazione
    22 Sep 2007
    Località
    L'ignoranza del pubblico è un fattore necessario per il buon funzionamento di una politica governativa inflazionistica. Ludwig von Mises
    Messaggi
    10,020
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Nei primi 100 giorni in Parlamento proposte per rilanciare i balli del Salento, le sfoglie emiliane e regolamentare i «consulenti filosofici»

    Le riforme indispensabili per rilanciare l’Italia? Calma, nei primi cento giorni della legislatura c’era da pensare innanzitutto al rilancio della pizzica e dei balli tradizionali salentini, o all’introduzione della patente europea dei pizzaioli, o all’albo dei centralinisti con problemi di vista, o alla promozione della sfoglia emiliano-romagnola (la piadina) e «disciplina della relativa professione». Bankitalia lancia l’allarme recessione? Naturale, finché nel Paese non passano norme fondamentali come l’istituzione del 19 marzo, san Giuseppe, nuova festa nazionale, o non ci si decide, con un bel dialogo bipartisan, a venire a capo di un nodo improcrastinabile per il Paese: il riconoscimento della lingua italiana dei segni.

    Guai a dire che i parlamentari lavorino poco, anzi, a scorrere le pagine sulle proposte di legge di onorevoli e senatori (come ha fatto in un divertente dossier Silvio Boccalatte, ricercatore dell’Istituto Bruno Leoni) verrebbe da dire che spesso lavorano pure troppo. Di fantasia. Il ministro della Semplificazione Roberto Calderoli è avvisato. Mentre lui sforbicia qua e là leggi ed enti inutili, altri colleghi si danno da fare per crearne di nuovi, spinti da chissà quali urgenze.

    Così se gli italiani fanno i conti con la benzina alle stelle e i salari ridicoli, il Parlamento si occupa invece dell’importantissimo problema di regolamentare la figura del «consulente filosofico» (ddl firmato dalla dipietrista Silvana Mura), dell’introduzione di nuove norme sui maestri di fitness (idea del leghista Piergiorgio Stiffoni), oppure della creazione di un Consiglio superiore della lingua italiana, una specie di Csm dei puristi del bello stile (a quando la separazione delle carriere tra gli esperti di grammatica e quelli di sintassi?).

    Immaginiamo la pressione delle lobby, delle innumerevoli categorie, associazioni professionali varie che si aspettano dall’onorevole un aiutino per quella questione lì. Solo così si spiegano le dozzine di nuovi albi professionali in cantiere nei ddl dei nostri parlamentari. A dar retta a loro, c’è assoluto bisogno di un Albo degli interpreti, di un Albo dei cuochi professionisti, dell’Ordine dei pedagogisti, di quello degli informatori del farmaco, dell’Albo dei tecnici laureati in ingegneria, dell’Ordine degli statistici, dell’Albo dei centralinisti telefonici e degli operatori della comunicazione minorati della vista, o di quello degli agenti di polizia privata presso il ministero dell’Interno. Come altro spiegare la preoccupazione del senatore Filippo Berselli (Pdl) per la regolamentazione della «professione intellettuale dell’ufficiale giudiziario»? Ma quanti sforzi anche per le categorie disagiate. Ecco il senatore del Pdl Michele Saccomanno che si impegna per la promozione della «piena partecipazione delle persone sorde alla vita collettiva», altri pensano a introdurre Disposizioni per la promozione dell'attività fisica e sportiva negli istituti penitenziari, o per l'ammissione dei soggetti fabici nella Polizia.

    Per non parlare del tragicomico capitolo delle nuove Province, dove i parlamentari seguono il principio del Not in my backyard, cioè: aboliamo le province inutili, ma solo quelle degli altri. Per quanto riguarda invece il loro bacino elettorale i parlamentari lavorano alacremente per moltiplicarle. Ecco dunque il ddl per creare l’indispensabile Provincia della Valcamonica, nel Bresciano (ddl del bresciano Caparini, Lega nord), o il disegno di legge per istituire la Provincia di Lanciano-Vasto-Ortona, zona Chieti (ddl del chietino Angeli, deputato Pdl), o quello per una riforma eccezionale della Provincia di Catanzaro: si chiamerà Provincia di Catanzaro-Lamezia Terme (ddl della catanzarese Ida D’Ippolito, deputata Pdl). E sono lì in attesa le proposte di legge costituzionali per la trasformazione in Province autonome delle Provincie di Belluno, Bergamo, e Verbano-Cusio-Ossola, promosse per contiguità geografica da parlamentari eletti nelle medesime Province. Un commuovente attaccamento alla terra d’origine, esemplare nell’onorevole Domenico Zinzi, casertano dell’Udc, che propone l’istituzione di una corte d’appello a Caserta e sempre nella sua città l’istituzione dell'università degli studi di Caserta «mediante la trasformazione della seconda università degli studi di Napoli».

    Con l’estate alle porte c’è da ringraziare i deputati del Pd che hanno sollevato il problema della disciplina dei centri benessere, ma anche quelli che vogliono la patente nautica a punti o i promotori della Giornata nazionale della solidarietà. E i professori in vacanza pregano perché si trasformi in legge la proposta per il riconoscimento della qualifica di «lavoro usurante» per l’attività svolta dai docenti delle istituzioni scolastiche pubbliche di ogni ordine e grado.

    Da Il Giornale, 31 luglio 2008

    http://www.brunoleoni.it/nextpage.aspx?codice=6942

  3. #3
    direttamente dall'Inferno
    Data Registrazione
    19 Jan 2007
    Località
    nel girone che preferite
    Messaggi
    25,543
    Mentioned
    141 Post(s)
    Tagged
    16 Thread(s)

    Predefinito

    beh,che i parlamentari propongano cose assurde è temo fisiologico,quel che dovrebbe controllarsi è che nessuna di questa passi come legge

  4. #4
    Austrian libertarian
    Data Registrazione
    22 Sep 2007
    Località
    L'ignoranza del pubblico è un fattore necessario per il buon funzionamento di una politica governativa inflazionistica. Ludwig von Mises
    Messaggi
    10,020
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da perplesso666 Visualizza Messaggio
    beh,che i parlamentari propongano cose assurde è temo fisiologico,quel che dovrebbe controllarsi è che nessuna di questa passi come legge
    bè, dopo la provincia di Monza, possiamo aspettarci qualsiasi provincia...

  5. #5
    direttamente dall'Inferno
    Data Registrazione
    19 Jan 2007
    Località
    nel girone che preferite
    Messaggi
    25,543
    Mentioned
    141 Post(s)
    Tagged
    16 Thread(s)

    Predefinito

    allora aspettiamoci Chiavari e Bassano.....

  6. #6
    Austrian libertarian
    Data Registrazione
    22 Sep 2007
    Località
    L'ignoranza del pubblico è un fattore necessario per il buon funzionamento di una politica governativa inflazionistica. Ludwig von Mises
    Messaggi
    10,020
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    già quella della Valcamonica sarebbe fantastica...

  7. #7
    Austrian libertarian
    Data Registrazione
    22 Sep 2007
    Località
    L'ignoranza del pubblico è un fattore necessario per il buon funzionamento di una politica governativa inflazionistica. Ludwig von Mises
    Messaggi
    10,020
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L' 11 giugno scorso è stata presentata in Parlamento una proposta di legge sulla «professione del consulente filosofico e l'istituzione del relativo albo professionale ». Fa il paio con quelle per la creazione di un «albo professionale dei cuochi professionisti » e per il rilascio di una «patente europea pizzaioli (Pep)». L'aspirante pizzaiolo — per ottenere l'abilitazione — dovrebbe frequentare un corso di 120 ore, così suddivise: 60 di pratica; 20 di lingua straniera; 40 di scienza dell'alimentazione, igiene e somministrazione di alimenti. Non sono i soli esempi della vocazione corporativa dei nostri parlamentari citati in uno studio di Silvio Boccalatte dell'Istituto Bruno Leoni («Parlamento: i primi cento giorni»).

    Depositate ci sono anche le proposte per la costituzione di un ordine dei «tecnici laureati in ingegneria», dei «medici stomatologi», dei «pedagogisti», degli «informatori scientifici del farmaco», degli «statistici », degli «ufficiali giudiziari», dei «traduttori e interpreti »; per la creazione dell'albo degli «agenti di polizia privata», dei «centralinisti telefonici e degli operatori della comunicazione minorati della vista»; per la formalizzazione di una disciplina «delle professioni di agenti di scorta e di pubblica sicurezza», «dell'accesso professionale dei laureati in scienze motorie», delle «norme per i maestri di fitness », «per la valorizzazione della professione di conservatore dei beni culturali ». I lettori — compresa la mia amica Letizia Gonzales, presidente dell'Ordine dei giornalisti lombardi, che mi perdonerà l'«eresia» — sanno quale è la mia idea sugli ordini e gli albi professionali, compreso quello cui appartengo da una vita. E' la stessa di Luigi Einaudi. Il quale, equiparando i giornalisti ai poeti, si era chiesto se, per scrivere una poesia, così come un articolo, fosse proprio necessario appartenere a un ordine o a un albo professionale o non fossero piuttosto sufficienti qualcuno, amatore o editore, che apprezzasse la poesia o l'articolo, e un sindacato che ne tutelasse gli interessi. Ma, di fronte a questi esempi, il mio giudizio non si limita alla legittimità teorica o all'utilità pratica degli ordini e degli albi professionali, bensì riguarda il futuro stesso di questo nostro infelice Paese. Quei parlamentari non sanno neppure che cosa sia una società aperta. Disciplinare per legge i processi di elaborazione del pensiero — con l'istituzione di un albo professionale dei filosofi — o imbrigliare la creatività di un cuoco e congelare nella prassi la perizia di un pizzaiolo sono una mostruosità culturale, sociale, economica e giuridica.

    Naturalmente, le ragioni di tanta passione regolatrice sono quelle (apparentemente) nobili addotte da ogni spirito autoritario. Tutelare chi frequenta ristoranti, pizzerie, palestre, convegni, musei, eccetera eccetera, garantendone la qualità, invece di lasciare al mercato, cioè ai loro fruitori, il giudizio. Perciò, io dico: Dio salvi gli italiani da chi vuole il loro bene.

    Dal Corriere della Sera, 02 agosto 2008

    http://www.brunoleoni.it/nextpage.aspx?codice=6954

  8. #8
    direttamente dall'Inferno
    Data Registrazione
    19 Jan 2007
    Località
    nel girone che preferite
    Messaggi
    25,543
    Mentioned
    141 Post(s)
    Tagged
    16 Thread(s)

    Predefinito

    dato che per scetticismo mio,non starei ad aspettare l'intervento divino,propenderei invece per un intervento più terreno della neurodeliri,per chi propone certe cose....

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 01-06-12, 16:28
  2. Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 30-05-12, 22:14
  3. Il Parlamento? No Mediaset e rai sono il nuovo Parlamento
    Di FLenzi nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 34
    Ultimo Messaggio: 19-06-09, 10:45
  4. Tutto il peggio del nuovo Parlamento
    Di Abbott (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 31-07-08, 11:32
  5. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 10-06-02, 16:21

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226