User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    **********
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Savona
    Messaggi
    13,231
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Una lapide in ricordo di Umberto II

    Nell'ambito delle manifestazioni per il 25° anniversario della morte di S.M. il Re Umberto II, alla presenza delle LL.AA.RR. i Principi Amedeo, Silvia e Maria Gabriella di Savoia, una lapide suggellerà il ricordo dell'ultimo sovrano d'Italia a Villa Italia, che ospitò il suo lungo esilio.



    Era doveroso ricordare con un segno durevole l'esilio di Umberto II a Villa Italia, a Cascais.
    Per decenni Villa Italia fu meta di italiani (e non solo) che, monarchici o no, volevano il rientro immediato in patria del sovrano il cui motto era "L'Italia innanzitutto". E' bello che il ricordo del Re venga scoperto alla presenza del Capo della Casa Reale, Amedeo di Savoia, con la Consorte, la Duchessa Silvia di Savoia, e di S.A.R. la Principessa Maria Gabriella di Savoia, impareggiabile custode delle memorie sabaude.
    Gli italiani sono grati a chi esorta alla storia, come avviene oggi a Cascais: antico proposito dell'Unione Monarchica Italiana. Dalla lapide oggi posta a Villa Italia giunge un monito fermo e pacato: traslare al Pantheon, in Roma, le salme di Vittorio Emanuele III e di Umberto II e delle Regine Elena e Maria José.
    Nel 90° della Vittoria è il minimo che gli italiani debbono a se stessi.
    L'art. 87 della Costituzione recita che il presidente della repubblica "rappresenta l'unità nazionale" e "può inviare messaggi alle Camere". Auspichiamo perciò che in vista del 150° dell'Unità Nazionale, o più esattamente della proclamazione del Regno d'Italia (17 marzo 1861), l'attuale Capo dello Stato Giorgio Napolitano, proprio per la sua veste, esorti Governo e Parlamento a restituire all'Italia le salme dei sovrani, che sono consustanziali alla sua storia profonda.
    Da Villa Italia echeggia il voto espresso da Giosue Carducci nell'Ode Piemonte: "A i morti, a i vivi, rendi la Patria, Dio; rendi l'Italia agli Italiani".

    Roma, 30 Luglio 2008
    Il Presidente della Consulta dei Senatori del Regno
    Aldo Alessandro Mola



    Mercoledì 30 luglio 2008 si terrà un concerto alla presenza di S.A.R il Principe Amedeo e di S.A.R la Principessa Maria Gabriella di Savoia per ricordare S.M. il Re Umberto II nei luoghi che fecero da cornice alla sua vita da esule. La memoria si riconcilia con i luoghi in cui visse colui che tutta la gente del luogo chiamava, con rispetto reverenziale e insieme affettuosa condivisione, "O Rei": così l'evento vedrà anche lo scoprimento di una lapide, eseguita nel tipico marmo portoghese, recante le semplici e suggestive parole volute dal Principe Amedeo e dalla Principessa Maria Gabriella, nella duplice versione in italiano e in portoghese.
    Alla cerimonia, oltre alle LL.AA.RR. i Principi Amedeo e Silvia di Savoia, in qualità di rappresentanti della Casa Reale, ed alla Principessa Maria Gabriella, in rappresentanza dei figli del Re, saranno presenti la sig.ra Auziria Gomes, proprietaria del complesso Villa Italia, l'ing. dott. Celestino Morgado, amministratore delegato del Gruppo Bernardino Gomes, il sig. Manuel Tamagnini, Direttore Generale ed il sig. Joao Pedro Amorim, Direttore Commerciale, inoltre una rappresentanza delle autorità locali, ed una rappresentanza dell'Ambasciata d'Italia in Portogallo, oltre ad altre personalità culturali portoghesi.
    S.M. il Re Juan Carlos di Spagna ha fatto pervenire un messaggio, trasmesso tramite l'Ambasciata Spagnola a Roma, che sarà letto nel corso della cerimonia ufficiale.

    A fare da cornice all'evento sarà il Grande Real Villa Italia Hotel & Spa, inaugurato lo scorso anno e nato incorporando gli edifici in cui visse Umberto II nei suoi 37 anni di esilio in terra portoghese: la prima Villa Italia, che ospitò il sovrano dal 1950 al 1961, e la seconda Villa Italia, abitata dal 1961 al 1982.
    L'importante evento si colloca nell'ambito della prolifica attività organizzativa e culturale svolta da RnT - Libero Movimento per l'Italia, in sintonia con la Segreteria della Reale Casa di Savoia.



    http://www.crocerealedisavoia.it/index.php

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    18,319
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bellissima iniziativa questa!!!
    Sono molto contento che siano i rappresentanti della Casa Reale d'Italia a promuoverla !!!
    Sono contento anche dell'interessamento di Re Juan Carlos e della presenza dei rappresentanti dell'Ambasciata Italiana in Portogallo.
    NOI SIAMO LA VERA ITALIA !
    RICOSTRUIAMO LA NOSTRA PATRIA !

  3. #3
    **********
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Savona
    Messaggi
    13,231
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Post

    Cascais (Portogallo), 30 luglio 2008 - Una lapide alla memoria di S.M. il Re Umberto II è stata scoperta sul lato principale di Villa Italia per ricordare l'edificio, ora incorporato in un grande complesso alberghiero, che fu la dimora principale del Re Umberto II durante i 37 anni del suo lungo esilio. Una vera e propria casa degli italiani, i quali, a migliaia, raggiungevano il lontano Portogallo per salutare e rendere omaggio all'amato sovrano.

    Sarebbe stato più giusto, per la memoria storica, non vendere Villa Italia e trasformarla in un museo del Re, proprio come è stato fatto per la casa nella quale è morto Carlo Alberto, visitata da migliaia di persone.

    Alla sobria cerimonia erano presenti le LL.AA.RR. i Principi Amedeo e Silvia di Savoia, il Capo della Real Casa del Portogallo S.A.R. Dom Duarte Pio (Principe che godette sempre della stima e dell'affetto del Re Umberto II) ed il primo Consigliere dell'Ambasciata d'Italia a Lisbona; hanno aderito S.A.R. la Principessa Maria Gabriella di Savoia, S.A.R. il Principe Aimone di Savoia, la Consulta dei Senatori del Regno presieduta dal Prof. Aldo A. Mola e l'Unione Monarchica Italiana, che, va ricordato per amor di verità, un anno fa si adoperò per la realizzazione della lapide.

    Il Re Umberto II ebbe la sua grandezza e sopportò l'ingiusto esilio con grande dignità. Egli fu sovrano non abdicatario che sognò sempre la Patria lontana.
    La lapide avrebbe dovuto essere firmata semplicemente "gli Italiani".










    http://www.monarchia.it/news.html#lapide

 

 

Discussioni Simili

  1. La Lapide
    Di Ulrich Realist nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-06-08, 11:19
  2. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 17-09-06, 19:52
  3. La Lapide
    Di Ulrich Realist nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-08-05, 16:28
  4. La Lapide
    Di Ulrich Realist nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-08-05, 10:50
  5. La Lapide
    Di Ulrich Realist nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-03-05, 20:18

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225