User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    maat.it/livello2/catone-1.htm
    Data Registrazione
    13 May 2008
    Località
    Tusculum
    Messaggi
    993
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Berlusconi riporta la Lega nell'angolo: "riforme da soli".

    Tratto da repubblica.it

    Roma, 14:01

    BERLUSCONI: TEMO DIALOGO NON CI SARA', AVANTI DA SOLI

    Il dialogo con l'opposizione? "Sarebbe auspicabile ma non vedo segnali da parte dell'opposizione in questa direzione". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, rispondendo ad una domanda nel corso di un'intervista a 'Studio Aperto'. Berlusconi si e' mostrato pessimista e ha spiegato che se l'opposizione non si aggreghera', la maggioranza andra' avanti da sola: "Noi andremo avanti comunque per mantenere gli impegni presi in campagna elettorale, per ammodernare il paese, andremo avanti con le nostre forze. Se l'opposizione si aggreghera', come tra l'altro auspica il Capo dello Stato, noi saremo felici. Temo questo non possa succedere". Secondo il premier, "il comportamento di ostruzione in Parlamento, le dichiarazioni di alcuni esponenti dell'opposizione e cio' che si legge sui giornali" dimostrano che "manca quel minimo di rispetto e un comportamento leale dell'opposizione indispensabili per lavorare insieme".






    Queste parole giungono dopo la presa di posizione di Bossi e della Lega, che invece auspicano il dialogo sulle riforme perchè altrimenti "col referendum finisce come l'altra volta" (Bossi dixit).

    E' evidente che Berlusconi, dopo aver incassato l'OK della Lega su Rete 4, immunità totale per se stesso, trattato UE, ecc. ecc. intende premiare i leghisti nello stesso modo della scorsa legislatura: 5 anni ad inseguire Nania, Tremonti e D'Onofrio in mezzo alle montagne senza acqua calda, per poi andare a sbattere contro la mobilitazione del sud centralista e del centro sinistrorso al referendum.

    Se l'altra volta si diceva che la Lega non poteva fare niente perchè aveva il 3% e pochi parlamentari, oggi che ha il 9% ed è determinante in Parlamento cosa aspetta per ribellarsi?

    E' chiaro che le riforme federaliste o si fanno con destra e sinistra e quindi non si va al referendum, oppure si fanno con la sinistra e poi si vince il referendum, con i voti del nord che si saldano ai voti delle regioni rosse.

    La strada auspicata da Berlusconi (riforme avanti da soli) è la stessa dell'altra volta: buono o cattivo che sia, il federalismo PDL-Lega verrebbe bocciato dalle regioni rosse del centro-nord insieme a quelle assistenzialiste del sud.
    -------------------------------------------------------------------

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,748
    Mentioned
    11 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Cato censor Visualizza Messaggio
    Tratto da repubblica.it

    Roma, 14:01

    BERLUSCONI: TEMO DIALOGO NON CI SARA', AVANTI DA SOLI

    Il dialogo con l'opposizione? "Sarebbe auspicabile ma non vedo segnali da parte dell'opposizione in questa direzione". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, rispondendo ad una domanda nel corso di un'intervista a 'Studio Aperto'. Berlusconi si e' mostrato pessimista e ha spiegato che se l'opposizione non si aggreghera', la maggioranza andra' avanti da sola: "Noi andremo avanti comunque per mantenere gli impegni presi in campagna elettorale, per ammodernare il paese, andremo avanti con le nostre forze. Se l'opposizione si aggreghera', come tra l'altro auspica il Capo dello Stato, noi saremo felici. Temo questo non possa succedere". Secondo il premier, "il comportamento di ostruzione in Parlamento, le dichiarazioni di alcuni esponenti dell'opposizione e cio' che si legge sui giornali" dimostrano che "manca quel minimo di rispetto e un comportamento leale dell'opposizione indispensabili per lavorare insieme".






    Queste parole giungono dopo la presa di posizione di Bossi e della Lega, che invece auspicano il dialogo sulle riforme perchè altrimenti "col referendum finisce come l'altra volta" (Bossi dixit).

    E' evidente che Berlusconi, dopo aver incassato l'OK della Lega su Rete 4, immunità totale per se stesso, trattato UE, ecc. ecc. intende premiare i leghisti nello stesso modo della scorsa legislatura: 5 anni ad inseguire Nania, Tremonti e D'Onofrio in mezzo alle montagne senza acqua calda, per poi andare a sbattere contro la mobilitazione del sud centralista e del centro sinistrorso al referendum.

    Se l'altra volta si diceva che la Lega non poteva fare niente perchè aveva il 3% e pochi parlamentari, oggi che ha il 9% ed è determinante in Parlamento cosa aspetta per ribellarsi?

    E' chiaro che le riforme federaliste o si fanno con destra e sinistra e quindi non si va al referendum, oppure si fanno con la sinistra e poi si vince il referendum, con i voti del nord che si saldano ai voti delle regioni rosse.

    La strada auspicata da Berlusconi (riforme avanti da soli) è la stessa dell'altra volta: buono o cattivo che sia, il federalismo PDL-Lega verrebbe bocciato dalle regioni rosse del centro-nord insieme a quelle assistenzialiste del sud.
    -------------------------------------------------------------------

    riforme se ne potrebbero fare parecchie senza
    andare al referendum, semplicemente usando
    le modifiche costituzionali varate dalla sinistra.

    semplici leggi ordinarie ma efficaci.
    purtroppo realizzare quello che è possibile,
    non è consentito per via di una realtà socio-politica
    che sancirebbe la spaccatura dell'itaglia.

    meglio quindi l'ammuina, che garantisce a tutti
    5 anni di tranquillità, con la possibilità di raccontare
    agli elettori a fine mandato, che:
    "l'opposizione non ci ha consentito di governare..."

    dateci più voti, e vi stupiremo...

  3. #3
    maat.it/livello2/catone-1.htm
    Data Registrazione
    13 May 2008
    Località
    Tusculum
    Messaggi
    993
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Maxadhego Visualizza Messaggio
    riforme se ne potrebbero fare parecchie senza
    andare al referendum, semplicemente usando
    le modifiche costituzionali varate dalla sinistra.

    semplici leggi ordinarie ma efficaci.
    Hai perfettamente ragione, infatti mi riferivo solo a quelle costituzionali.

    Le riforme ordinarie, finora, sono state anti-federaliste, come la questione ICI (vedi 3d apposito) e tutti i tagli agli enti locali di Tremonti nella legislatura 2001-2006.

    Figuriamoci quindi se su quelle costituzionali Berlusconi non ci rimanda tutti a sbattere il grugno contro un bel referendum.
    -------------------------------------------

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Si continua con i rimproveri alla lega di far nulla..
    La lega fa quello che il suo capo Illuminato persegue da sempre.
    Bidonare il Nord.

    Se parlando di politica ciascuno si mettesse nei panni di Bossi, e poi pensasse che cosa si dovrebbe fare in quel momento per continuare a fregare il Nord, indovinerebbe la strategia della lega.

    L’unica avvertenza è che il Bossi, essendo comunque una mente eccezionale, ottiene lo scopo per cui è stato da sempre ottimamente condizionato,con il metodo più velato possibile.

    Qui sta una delle prerogative che fanno grande politicamente la lega.
    Non farsene accorgere.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Dec 2009
    Messaggi
    1,042
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Cato censor Visualizza Messaggio
    Hai perfettamente ragione, infatti mi riferivo solo a quelle costituzionali.

    Le riforme ordinarie, finora, sono state anti-federaliste, come la questione ICI (vedi 3d apposito) e tutti i tagli agli enti locali di Tremonti nella legislatura 2001-2006.

    Figuriamoci quindi se su quelle costituzionali Berlusconi non ci rimanda tutti a sbattere il grugno contro un bel referendum.
    -------------------------------------------
    Hei, Cato, ma tu proprio vuoi insistere con l'ICI che per te e quelli che la pensano come te e come Calderali sarebbe un'imposta federalista! Ma lo vuoi capire o no che l'ICI NON SAREBBE POSSIBILE IN NESSUNA REPUBBLICA FEDERALE, perché in tali forme di stato e di governo la legge deve sempre essere LEGITTIMATA dalla maggioranza dei cittadini responsabili che votano i FATTI (l'ici, in quanto imposta, è un FATTO), e non solo le PERSONE. L'ICI non è un'imposta federalista perché riscossa a livello locale: è prima un'imposta ingiusta ed illegittima che qualsiasi popolo di buon senso e con un pò di coraggio avrebbe eliminato a suon di legnate ai propri rappresentanti. Il federalismo non c'entra niente con l'ICI, anche se è giusto che i Comuni abbiano la possibilità di imporre tasse per soddisfare le proprie competenze, senza che ci siano trasferimenti al centro o dal centro (In uno stato federale fra i diversi livelli di governo è necessario separe tutto ciò che può essere separato e dividere tutto ciò che può essere diviso). Sei toscano, vero? Di dove sei?

  6. #6
    Rifondazione Leghista
    Data Registrazione
    25 Jun 2006
    Messaggi
    1,028
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'ICI non può essere considerata un'imposta federalista solo perchè è riscossa a livello comunale. Il solo fatto che la sua esistenza sia decisa a livello centrale lo esclude. Le tasse in un sistema federale devono essere decise dallo stato federale che deve garantire l'equità del carico fiscale, ma devono essere riscosse a livello locale (regionale) ed utilizzate prevalentemente per i servizi degli stessi territori che le hanno generate. Le imposte dovrebbero invece essere decise oltre che riscosse dal sistema locale, per determinare le condizione di concorrenza che rendono il federalismo una forma organizzativa virtuosa. Lo spostamento della riscossione fiscale a livello locale produce lo spostamento della responsabilità verso il basso, obbligando le amministrazioni che incassano alla corresponsione di servizi adeguati al prelievo. La compensazione per mantenere livelli omogenei di standard rispetto alla capacità di fornire servizi con le tasse riscosse, nel caso di governi regionali poco virtuosi, deve avvenire attraverso l'imposizione locale (p.es. decidendo un'imposizione sulla proprietà immobiliare o altro), che determina il gradimento o meno dei cittadini amministrati nei confronti degli amministratori. Togliendo allo stato centrale la "gestione" e spostandola verso le responsabilità locali si ottiene una riduzione della spesa pubblica improduttiva ed una conseguente riduzione della pressione fiscale generale. Ma non di certo con un sistema che coniuga l'aggettivo "solidale" alla continuazione di un sistema assistenziale sprecone e sottratto da ogni responsabilità. Certo che finchè c'è ancora qualche pirla che sostiene, anche in Padania, che il federalismo fiscale, prima che istituzionale, contribuisce ad aumentare la distanza tra Nord e Sud...

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Dec 2009
    Messaggi
    1,042
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da marcagioiosa Visualizza Messaggio
    L'ICI non può essere considerata un'imposta federalista solo perchè è riscossa a livello comunale. Il solo fatto che la sua esistenza sia decisa a livello centrale lo esclude. Le tasse in un sistema federale devono essere decise dallo stato federale che deve garantire l'equità del carico fiscale, ma devono essere riscosse a livello locale (regionale) ed utilizzate prevalentemente per i servizi degli stessi territori che le hanno generate. Le imposte dovrebbero invece essere decise oltre che riscosse dal sistema locale, per determinare le condizione di concorrenza che rendono il federalismo una forma organizzativa virtuosa. Lo spostamento della riscossione fiscale a livello locale produce lo spostamento della responsabilità verso il basso, obbligando le amministrazioni che incassano alla corresponsione di servizi adeguati al prelievo. La compensazione per mantenere livelli omogenei di standard rispetto alla capacità di fornire servizi con le tasse riscosse, nel caso di governi regionali poco virtuosi, deve avvenire attraverso l'imposizione locale (p.es. decidendo un'imposizione sulla proprietà immobiliare o altro), che determina il gradimento o meno dei cittadini amministrati nei confronti degli amministratori. Togliendo allo stato centrale la "gestione" e spostandola verso le responsabilità locali si ottiene una riduzione della spesa pubblica improduttiva ed una conseguente riduzione della pressione fiscale generale. Ma non di certo con un sistema che coniuga l'aggettivo "solidale" alla continuazione di un sistema assistenziale sprecone e sottratto da ogni responsabilità. Certo che finchè c'è ancora qualche pirla che sostiene, anche in Padania, che il federalismo fiscale, prima che istituzionale, contribuisce ad aumentare la distanza tra Nord e Sud...
    Se per "sistema locale" intendi il "lvello regionale", siamo alle solite. Non cè sostanziale differenza fra uno stato accentrato ed una regione o un comune accentrati. Il centralismo equivale al regionalismo: in entrambi i casi lle persone sono coinvolte nel sistema di potere imposto dall'alto senza possibilità di partecipazione alle scelte di governo: sono sudditi, non cittadini. Il senso del federalismo consiste nel restituire la sovranità della comunità, sia essa locale, sia regionale, sia statale, alle persone. Il federalismo è un "personalismo". Le leggi dello stato, della regione e gli atti aventi valore di legge dei comuni, devono essere un effetto degli interessi e delle attese della maggioranza dei cittadini responsabili su FATTI limitati, una tassa, un'imposta, una scuola, un ponte, una strada, un'autostrada, il modo di gestire le comunicazioni, il sistema idrico, gli ospedali, la scuola e via dicendo. Il federalismo è un meccanismo istituzionale che tende a conciliare le diversità attraverso forme "contrattuali" di autogoverno. Se le istituzioni e la costituzione di una comunità sono decise a tavolino da rappresentanti o partiti, o capi, o lobby di potere, il sistema perde la "spontaneità" che deve caratterizzare l'ordine sociale in ogni sua manifestazione. Lo "stato minimo" cui tendono le istituzioni effettivamente federali, si riassume nel meccanismo della spontaneità dell'ordine sociale e politico. E' un processo lungo e difficile da realizzare al quale potremo giungere solo attraverso una rivoluzione culturale rispetto alla scriteriata e vergognosa cultura diffusa dall'attuale regime di occupazione dello stato, realtivamente al significato ed ai contenuti del federalismo. Da una parte abbiamo l'ottusità della destra e della sinistra che non vedono oltre una concezione statalista e falsamente democratica della comunità che favorisca gli interessi di certi gruppi di potere per ragioni di voti e di privilegi; dall'altra l'unico partito che si proclama federalista ha abbandonato, per gli stessi motivi, i suoi ideali originari e non riesce a superare la profonda crisi culturale in cui si trova. Con queste premesse c'è poco da stare allegri!

  8. #8
    maat.it/livello2/catone-1.htm
    Data Registrazione
    13 May 2008
    Località
    Tusculum
    Messaggi
    993
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da paulus Visualizza Messaggio
    Hei, Cato, ma tu proprio vuoi insistere con l'ICI che per te e quelli che la pensano come te e come Calderali sarebbe un'imposta federalista! Ma lo vuoi capire o no che l'ICI NON SAREBBE POSSIBILE IN NESSUNA REPUBBLICA FEDERALE, perché in tali forme di stato e di governo la legge deve sempre essere LEGITTIMATA dalla maggioranza dei cittadini responsabili che votano i FATTI (l'ici, in quanto imposta, è un FATTO), e non solo le PERSONE. L'ICI non è un'imposta federalista perché riscossa a livello locale: è prima un'imposta ingiusta ed illegittima che qualsiasi popolo di buon senso e con un pò di coraggio avrebbe eliminato a suon di legnate ai propri rappresentanti. Il federalismo non c'entra niente con l'ICI, anche se è giusto che i Comuni abbiano la possibilità di imporre tasse per soddisfare le proprie competenze, senza che ci siano trasferimenti al centro o dal centro (In uno stato federale fra i diversi livelli di governo è necessario separe tutto ciò che può essere separato e dividere tutto ciò che può essere diviso). Sei toscano, vero? Di dove sei?


    Riesci a sentire l'accento anche in un post?

    A parte gli scherzi, abbiamo già chiarito che l'ICI è ingiusta anche per me, ma sostituirla con un ipotetico e del tutto arbitrario trasferimento statale è quanto di più centralista si possa fare per eliminarla.

  9. #9
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Alla Lega il dialogo non serve più. Ha già ottenuto una legge elettorale su misura per le europee

 

 

Discussioni Simili

  1. Giustizia, Berlusconi: "Riforma anche soli"
    Di TiziusMCMLXVI nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 16-10-09, 20:40
  2. Bologna, la Lega dice no a Guazzaloca. "Correremo da soli"
    Di Laura Galvani nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 13-10-08, 19:03
  3. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 17-05-08, 15:45
  4. Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 22-03-06, 19:28
  5. Lega: "O le riforme subito o elezioni anticipate!"
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 28-06-04, 18:31

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226