User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
  1. #1
    maat.it/livello2/catone-1.htm
    Data Registrazione
    13 May 2008
    Località
    Tusculum
    Messaggi
    993
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Il Nord comincia a sperimentare la dittatura.

    Tratto da beppegrillo.it

    1 Agosto 2008

    Vicenza: Lega e manganello




    Vicenza non vuole la nuova base militare Dal Molin. I vicentini lo confermeranno nel referendum di questo autunno. Nel frattempo protestano per la decisione del Consiglio di Stato a favore della base e subiscono cariche di “alleggerimento”, nel senso che sono manganellati alla “ndo cojo cojo” dai celerini.
    Certo, i vicentini non dovrebbero occupare la stazione. Devono trovare un altro modo per dirlo. Per spiegare che l’occupazione americana in Italia dura da 63 anni. Che le 90 bombe atomiche made in USA di Ghedi Torre e di Aviano offendono la coscienza civile del nostro Paese. Che Vicenza diventerà la base militare più grande di Europa. E che da questa base possono partire i bombardieri americani per uccidere.
    La nostra Costituzione ripudia la guerra, con che faccia il Governo autorizza che l’Italia sia la portaerei americana per bombardare oggi il Medio Oriente e domani chissà chi. Il muro di Berlino è caduto ma, vent’anni dopo, l’esercito americano è ancora qui. Quanto dovremo aspettare per riavere un’Italia libera da eserciti stranieri: il centenario della fine della seconda guerra mondiale?
    Maroni fa manganellare i vicentini perché non vogliono che il loro territorio si trasformi in un teatro di guerra. E’ il trionfo degli opposti. La Lega, nemica della globalizzazione, accoglie con un tappeto rosso le armate d’oltre oceano. Coca Cola no, bomba atomica si. Padroni a casa nostra con 90 ordigni nucleari tra Brescia e il Friuli. Padroni di che? Di prendere le impronte ai minori Rom? Lega di manganello e di Governo (l’olio di ricino lo porta La Russa). Forte con i deboli e debole con i forti.
    E’ arrivato a Vicenza il Commissario di Governo Paolo Costa. Ora, se i vicentini si opporranno in maniera non violenta alla base arriverà l’esercito. L’ho detto prima delle elezioni politiche: Berlusconi userà l’esercito contro i cittadini per governare, ma non potrà durare a lungo. Forza magnagatti. No a Dal Molin.

    ----------

    Ci siamo, dunque: Berlusconi si è fatto votare dalla Lega (determinante, stavolta) tutto l'apparato della dittatura:

    - potere mediatico tutto nelle mani del Premier-proprietario di mediaset-azionista pubblico RAI,

    - potere di usare l'esercito contro i civili nel territorio nazionale (!!!),

    - immunità totale per se stesso e altri tre porcellini che manovrano potere legislativo e giudiziario.

    Adesso, si passa all'azione: botte da orbi contro i no-base, i no-tav, i no-nuke ecc. (tutte antiche battaglie della Lega, prontamente abbandonate).

    Mi chiedo come faccia la Lega a sostenere tutto questo, specie se nel frattempo il federalismo, invece di avvicinarsi, si allontana (vedi l'abolizione progressiva della fiscalità locale, il taglio agli enti locali, la stroncatura di Berlusconi sul dialogo per le riforme...).


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    bah.. bastian contrario
    Data Registrazione
    27 Apr 2008
    Località
    profondo nord
    Messaggi
    311
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Cato censor Visualizza Messaggio
    Vicenza non vuole la nuova base militare Dal Molin. I vicentini lo confermeranno nel referendum di questo autunno. Nel frattempo protestano per la decisione del Consiglio di Stato a favore della base e subiscono cariche di “alleggerimento”, nel senso che sono manganellati alla “ndo cojo cojo” dai celerini.

    Corri troppo.

    Nessuno sa se Vicenza vuole o non vuole la base militare.
    Anzi, penso che una buona parte, forse la maggiore, la vuole.

    Io non sono fra chi dice che gli americani sono una imposizione... dovrebbero andarsene... la Nato non ha più senso... ci mettono le bombe atomiche vicino a casa bla bla bla bla.

    Trovo però sgraditissima la cosa che non si sia chiesta in maniera più democratica cosa ne pensano i Vicentini.
    Questo fatto ha reso possibile il crearsi di movimenti come il "no dal molin" che ormai stanno ereditando i mezzi e la forza di protesta tipica delle frange estremiste di sinistra, e di conseguenza polarizza gli altri sul lato opposto, anche se inizialmente non erano d'accordo sulla base.

    Il referendum voluto dal sindaco, se si farà, non servirà a niente, questo lo sanno tutti.
    Ma, sia che vincano i pro o i contro, rimarrà un segnale a quella Roma che vuole imporci tutte le sue direttive fregandosene di chi dovrà averci a che fare nella vita di tutti i giorni.

  3. #3
    Indipendentista
    Data Registrazione
    08 Mar 2002
    Località
    veneto
    Messaggi
    925
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Cato censor Visualizza Messaggio
    Tratto da beppegrillo.it

    1 Agosto 2008

    Vicenza: Lega e manganello




    Vicenza non vuole la nuova base militare Dal Molin. I vicentini lo confermeranno nel referendum di questo autunno. Nel frattempo protestano per la decisione del Consiglio di Stato a favore della base e subiscono cariche di “alleggerimento”, nel senso che sono manganellati alla “ndo cojo cojo” dai celerini.
    Certo, i vicentini non dovrebbero occupare la stazione. Devono trovare un altro modo per dirlo. Per spiegare che l’occupazione americana in Italia dura da 63 anni. Che le 90 bombe atomiche made in USA di Ghedi Torre e di Aviano offendono la coscienza civile del nostro Paese. Che Vicenza diventerà la base militare più grande di Europa. E che da questa base possono partire i bombardieri americani per uccidere.
    La nostra Costituzione ripudia la guerra, con che faccia il Governo autorizza che l’Italia sia la portaerei americana per bombardare oggi il Medio Oriente e domani chissà chi. Il muro di Berlino è caduto ma, vent’anni dopo, l’esercito americano è ancora qui. Quanto dovremo aspettare per riavere un’Italia libera da eserciti stranieri: il centenario della fine della seconda guerra mondiale?
    Maroni fa manganellare i vicentini perché non vogliono che il loro territorio si trasformi in un teatro di guerra. E’ il trionfo degli opposti. La Lega, nemica della globalizzazione, accoglie con un tappeto rosso le armate d’oltre oceano. Coca Cola no, bomba atomica si. Padroni a casa nostra con 90 ordigni nucleari tra Brescia e il Friuli. Padroni di che? Di prendere le impronte ai minori Rom? Lega di manganello e di Governo (l’olio di ricino lo porta La Russa). Forte con i deboli e debole con i forti.
    E’ arrivato a Vicenza il Commissario di Governo Paolo Costa. Ora, se i vicentini si opporranno in maniera non violenta alla base arriverà l’esercito. L’ho detto prima delle elezioni politiche: Berlusconi userà l’esercito contro i cittadini per governare, ma non potrà durare a lungo. Forza magnagatti. No a Dal Molin.

    ----------

    Ci siamo, dunque: Berlusconi si è fatto votare dalla Lega (determinante, stavolta) tutto l'apparato della dittatura:

    - potere mediatico tutto nelle mani del Premier-proprietario di mediaset-azionista pubblico RAI,

    - potere di usare l'esercito contro i civili nel territorio nazionale (!!!),

    - immunità totale per se stesso e altri tre porcellini che manovrano potere legislativo e giudiziario.

    Adesso, si passa all'azione: botte da orbi contro i no-base, i no-tav, i no-nuke ecc. (tutte antiche battaglie della Lega, prontamente abbandonate).

    Mi chiedo come faccia la Lega a sostenere tutto questo, specie se nel frattempo il federalismo, invece di avvicinarsi, si allontana (vedi l'abolizione progressiva della fiscalità locale, il taglio agli enti locali, la stroncatura di Berlusconi sul dialogo per le riforme...).

    Ma quale botte da orbi??? non diciamo falsità per piacere....
    - se i 3.000 votanti la lista NO DAL MOLIN sono la maggioranza dei cittadini non ci siamo proprio.
    - trattasi di consultazione e non di referendum. Viene spedita la letterina a casa di ogni cittadino da riconsegnare in punti di raccolta.
    - ma quale portaarei da cui partiranno aerei! Basta falsità, agli americani non interesa loa pista perchè non sono previsti voli. anzi loro la vorrebbero eliminare ma settori trasversali della città stanno facendo di tutto per salvarla per poter continuare a mangiare soldi con la società Aereporti Vicentini! sai quanti soldi pubblici sono stati mangiati in tutti questi anni????
    - perchè poi non diciamo che la proprietaria del terreno su cui sorge il tendone del presidio aveva fatto richiesta per costruire dei dei palazzi con degli appartamenti??? che ci sia un pò di conflitto di interessi?

  4. #4
    maat.it/livello2/catone-1.htm
    Data Registrazione
    13 May 2008
    Località
    Tusculum
    Messaggi
    993
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da cabernet Visualizza Messaggio
    Ma quale botte da orbi??? non diciamo falsità per piacere....
    - se i 3.000 votanti la lista NO DAL MOLIN sono la maggioranza dei cittadini non ci siamo proprio.
    - trattasi di consultazione e non di referendum. Viene spedita la letterina a casa di ogni cittadino da riconsegnare in punti di raccolta.
    - ma quale portaarei da cui partiranno aerei! Basta falsità, agli americani non interesa loa pista perchè non sono previsti voli. anzi loro la vorrebbero eliminare ma settori trasversali della città stanno facendo di tutto per salvarla per poter continuare a mangiare soldi con la società Aereporti Vicentini! sai quanti soldi pubblici sono stati mangiati in tutti questi anni????
    - perchè poi non diciamo che la proprietaria del terreno su cui sorge il tendone del presidio aveva fatto richiesta per costruire dei dei palazzi con degli appartamenti??? che ci sia un pò di conflitto di interessi?

    Stai a vedere che tutto è partito da un'equivoco (sulle modalità di utilizzo della base) e da un conflitto d'interessi (di chi vorrebbe costruire dove c'è il tendone).

    Suvvia...il problema resta: la Lega anti-global, che protestava con i no-tav e che andava a manifestare ad Aviano contro le basi USA dov'è finita?

    Ora tifa per la TAV e la mega-base di Vicenza.

    Dov'è la Lega che tifava per la giustizia e la morale in politica, che lottava contro tangentopoli, che denunciava il conflitto d'interessi di Berlusconi?

    Ora vota per l'immunità totale dei politici e per le frequenze a rete4.

    Invece dovrebbe tornare da dove viene, perchè il 9% che ha avuto gli è stato dato per quello, se i suoi elettori fossero interessati alle mega-opere, alla lotta contro i magistrati, alla tutela del patrimonio personale del Premier, avrebbero votato direttamente PDL, non quella che dovrebbe essere il cane da guardia della coalizione.

    Perchè si limita a fare il cagnetto da compagnia del Cavaliere nel salotto di Arcore?

    Che ci facciamo con quel centinaio di leghisti che bivaccano fra Montecitorio e Palazzo Madama?
    ------------------

  5. #5
    Preferirei di no...
    Data Registrazione
    16 Nov 2006
    Messaggi
    519
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    mmm... un regime che sappia bastonare a dovere gli amigos arcobalenati di Carlito Giuliani (e magari anche qualche suo parente finito al senato pagato lautamente coi soldi nostri) potrebbe risultare molto popolare tra la gente comune

  6. #6
    TORINO E' GRANATA
    Data Registrazione
    26 Mar 2004
    Località
    BOUGIA NEN autentico, cioè come per l'Esercito Piemontese, io NON ARRETRO MAI !!
    Messaggi
    16,463
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ervesto Visualizza Messaggio
    mmm... un regime che sappia bastonare a dovere gli amigos arcobalenati di Carlito Giuliani (e magari anche qualche suo parente finito al senato pagato lautamente coi soldi nostri) potrebbe risultare molto popolare tra la gente comune
    effettivamente sarebbe una piccola cosa positiva...

  7. #7
    bah.. bastian contrario
    Data Registrazione
    27 Apr 2008
    Località
    profondo nord
    Messaggi
    311
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Siamo alle solite:

    Chi ha antipatia per gli americani ed ha una visione politica sinistrorsa, appoggia i NO dal Molin

    Chi invece è filoamericano ed ha una politica destrorsa, li critica.

    La cosa comune di questi due fazioni è che sono degli ITAGLIOTI piccoli piccoli.


    Il vero problema in questo caso è il mancato RISPETTO del governo... SIA DI PRODI CHE DI BERLUSCONI (chiaro??? lo devo ripetere???) SIA DI PRODI CHE DI BERLUSCONI..
    (vi è entrato in testa??) nei confronti di chi subirà il cambiamento.

    ... a-s-c-o-l-t-a-r-e c-h-i v-i-v-e n-e-l t-e-r-r-i-t-o-r-i-o

    ma questo ha poca rilevanza, gli Itaglioti sono in maggioranza ed è meglio continuare a lobotomizzarli con le scariche di contrapposizione comunisti-piduisti.

    I Vicentini devono stare zitti, prendersela nel didietro e non lamentarsi. Non sono all'altezza di essere consultati, guai se prendono coscienza di ciò. Se un ordine arriva da Roma, devono mettersi a 90° ed eseguire. Non possono nemmeno dire di essere favorevoli.


    W San Marco.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Dec 2009
    Messaggi
    1,042
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In un giorno di autunno del 1999 alle due di notte a Vicenza eravamo in tre a commentare il voto quasi unanime appena espresso dal consiglio comunale della città vaneta che decretava il fallimento della Petizione al Comune di Vicenza per introdurre nello Statuto comunale il referendum popolare deliberativo e l'elezione popolare diretta del Difensore civico. La chiarezza e la straordinaria lucidità con cui Enzo Trentin aveva presentato al Consiglio le due proposte di modifica, avrebbe dovuto almeno turbare la coscienza di qualcuno. Invece tutti d'accordo meno un consigliere di A.N (incredibile caso di coscienza e di intelligenza) che minacciò pubblicamnte di dimettersi a causa della votazione contraria alle richieste indicate nella Petizione. Quando si tratta di cambiare pacificamente le istituzioni negando loro la "sovranità" che per diritto naturale spetta solo ai cittadini, al popolo, vuoi del comune, vuoi della regione o dello stato, i risultati sono questi. Quasi contemporanemente ho fatto la stessa cosa nella mia città presentando una Petizione per gli stessi motivi che avevamo studiato insieme ad Enzo, a Franco ed altri aderenti all'Unione per l'Autogoverno. Peggio: qui il sindaco comunista (un saldatore sindacalista della Breda ferroviaria oggi deputato per meriti di partito e di sindacato) non ha neppure creduto di dover dare una risposta scritta agli oltre duecento cittadini che avevano sottoscritto la Petizione. Dov'erano allora quelli che oggi invocano il referendum non sapendo distinguere fra un referendum propositivo, abrogatio, consultivo, ecc., e quelli deliberativo (comune e provincia) e legislativo (regione e stato). Dove erano tutti i pettegoli senza cultura e senza idee che, oggi come allora, protestano e criticano ad ogni piè sospinto senza MAI avere la capacità ed il coraggio di impegnarsi per qualcosa di concreto e di possibile. Ricordo ancora quella notte: per sostenere Enzo in consiglio comunale a Vicenza tornai a casa le cinque del mattino, meditando sulla difficoltà di far comprendere alla gente che una possibilità, una strada per il cambiamento esiste e può essere percorsa in tutti i comuni, dove una sola persona può presentare Petizioni per introdurre nello Statuto comunale i referedum deliberativi, che consentono agli aventi diritto al voto di stabilire a maggioranza le regole comunali senza che dall'alto o dal di fuori qualcuno possa modificare le decisioni del popolo. Questa è la strada del federalismo. Se la Lega l'avesse davvero voluto, e se in ogni comune dove è in maggioranza avesse adottato questa strategia, la rivoluzione federale sarebbe già a portata di mano. Ma i geni della politica che ci governano dall'alto della loro presunzione non tengono in alcuna considerazione le cose semplici, quelle che tutti possono capire e realizzare, perché sanno che "chi lascia la via vecchia per la nuova, sa quel che perde, ma non sa quel che trova". E loro sanno di sicuro che perderebbero la tanto sospirata cadrega, mentre noi, popolo, non siamo coscienti che così facendo ci salveremo dalla schiavitù; non importa se di Roma, di Vicenza, di Milano, della Lombardia, della Toscana, del Veneto, del Sud, ecc.. E' così difficile da capire tutto questo?

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 Aug 2009
    Messaggi
    728
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    No alle basi americane in territorio italiano !
    Riprendiamoci la nostra sovranità !

  10. #10
    Iscritto
    Data Registrazione
    30 Mar 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    181
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da zaratu Visualizza Messaggio
    No alle basi americane in territorio italiano !
    Riprendiamoci la nostra sovranità !
    Non condivido affatto:siamo il ventre molle europeo, da noi arrivano a centinaia di migliaia, e non si sa chi e' il vero disperato e chi viene per delinquere.
    Comunque: nel caso delle basi americane, andrebbero regolarizzate alcune cosette: tipo che chi delinque sul suolo italiano viene giudicato, condannato e si "spara" la pena in un carcere italiano ( possibilmente con il 41 bis che vale per i mafiosi).
    Ricordo che D' Alema, capo del governo all'epoca svendette i cadaveri del Cermis ( morti per le "bravate" aeree dei gringos), con la liberazione della Baraldini.
    E non capisco perche' al tribunale dell'Aja oggi Karadzic non possa guardare negli occhi il "buon" Massimo D' Alema.

    Moss

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Volete sperimentare il jetblast?
    Di Oli nel forum Fondoscala
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 26-05-07, 18:59
  2. Lega nord -canto del cigno - 1 si comincia
    Di dentaku65 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 27-06-06, 14:05
  3. L’inquietudine del Nord comincia nell’Ottocento
    Di padus996 (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 07-04-04, 17:15
  4. L’inquietudine del Nord comincia nell’Ottocento
    Di padus996 (POL) nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-04-04, 13:51

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226