User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    www.pnveneto.org - PNV
    Data Registrazione
    18 Aug 2006
    Località
    Trevixo - Venetia
    Messaggi
    1,133
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Adexion ała manifestasion in favor de na połisia veneta indipendente

    COMUNICATO STANPA

    ---

    Adexion ała manifestasion in favor de na połisia veneta indipendente

    Apogio e adexion ala manifestasion organixada del movimento Veneti luni matina 4 agosto a Padova

    El Partito Nasional Veneto aderise ała manifestasion indeta dal movimento Veneti par luni 4 de agosto ale 11 de matina davanti ala prefetura de Padova contro l'invio de soldai tałiani in Veneto.
    El PNV invita tuti i veneti a parteciparghe.
    La sielta połitica de mandar soldà tałiani xe infati na gran provocasion contro ła voja de independensa deła Nasion Veneta: metar soldai inpreparai nele nostre sità venete xe na decixion inutiłe e anca dispendioxa.
    L'obietivo credemo che in realtà sipia n'altro.
    Sicome che no existe pì ła naja, che ultimamente xera el serbatoio de riserva par łe forse de l'ordine tałiane, pa ver omeni da doparar a pochi schei e dato che i straordinari ałe forse del’ordine i vien senpre pagai in ritardo e no se ne połe pì far, el governo tałian el mete i soldai su serti posti e par serte inconbense pa mandar in ferie anca i połisioti e i carabinieri.
    Se ai soldai i ghe faxese far i piantonamenti ałe anbasiate o a obietivi fisi sconti e via cusì, sto inpiego podarìa anca tornar bon pa libarar forse del’ordine, ma che i fasa anca far łe patuje a piè co i poisioti, o i carabinieri ła xe na sielta che farà anca star mal i połisioti e i carabinieri stesi.
    De pì, soto el profiło deła sicuresa, sta decixion xe puro fumo in tei oci par niente,.
    Soto el profiło połitego, ła xe na grave provocasion e tentativo de "normałixar" l'uxo dei soldai par conpiti de połisia: robe che sucede soło che inte i regimi miłitari dełe republiche dełe banane.

    Riportemo infine łe parole del nostro presidente Paolo Bernardini che spiega ben l’asurdità del provedimento del goerno tałian.

    Partito Nasional Veneto

    ---

    Il Veneto se ne va e l’Italia lo sa

    Di solito, le strade pattugliate dai militari le guardiamo in televisione, o nei libri di storia. In entrambi i casi, si tratta dell’azione di dittature, le molte che ancora piagano il mondo, le numerosissime ormai relegate in quel che – per fortuna – è passato remoto o prossimo. L’invio di truppe – cento soldati, un terzo degli Spartani di Leonida, il numero degli avversari di uno dei primi albi di Tex Willer – da parte dello Stato italiano nelle strade di Padova e Verona, a partire da Agosto (“Agosto, dignità mia non ti conosco”, per parafrasare il celebre titolo di un romanzo fortunato e datato) è un chiaro segno per il Veneto. Non si tratta certo di garantire maggiore “sicurezza”, l’ordine pubblico è uno dei vessilli più agitati ma meno risolti dei grandi stati europei in declino rapidissimo, si tratta invece, chiaramente, di mostrare la mano di ferro, in guanto di ferro ( i denari per i velluti certo non ci sono più, nelle italiche casse ) ai poveri veneti. Qual è la loro colpa? Sono munti e rimunti tanto da essere un poco smunti, ormai, insieme a Lombardi, Emiliani, e pochi altri, mantengono una colossale macchina inutile, che senza di loro andrebbe a pezzi. Come premio, si vedono inviati i soldati come se Padova e Verona fossero le nuove Nassirya, le nuova frontiere del Male. Il disprezzo che l’Italia come stato ha per il Veneto e la Venetia è immane, non lo ha attenuato certo il contentino di render ministro qualche veneto, anzi. Il potere centrale magari poi manda Benigni a nitrire in veneto, per mostrare che “ci vogliono bene”, e qualcuno perfino plaude e applaude. La verità è un’altra. E’ ormai ben chiaro allo Stato centrale italico che vi sono in Veneto, e non solo in Veneto, forti, anche se disorganiche e disunite, tendenze centrifughe, che sono fatte proprie da tutte le forze politiche, questa volta. Come a dire: rendiamoci per intanto autonomi, o addirittura, che bello, indipendenti, e poi, all’interno della Venetia libera e sovrana, ritorneremo a confrontarci sul serio, su idee e programmi, liberisti contro statalisti, comunisti (se ce ne sono ancora) contro centro-destristi. Insomma, è questo quello che teme il governo neonato e già in sfacelo, alle prese con promesse che i numeri, prima che la storia (recente) dicono non mantenibili, ad esempio il “federalismo fiscale”. Intanto l’Italia decade inesorabilmente, e il Veneto la segue a ruota. Presto perfino i greci avranno un reddito pro-capite superiore al nostro, e ci troveremo a competere con montenegrini e slovacchi, con estoni e lituani. Per fare capire che non possiamo scendere dalla barca Italia che si inabissa, purtroppo neanche la Nazionale di Calcio, questa nuova divinità laica, ci ha dato la gioia di arrivare a fine mese senza più soldi per mangiare ma Campioni d’Europa (di miseria?) lo Stato manda l’esercito. Faranno di Piazza delle Erbe la nuova Tien An Men? Ma quali saranno i loro nemici? Spareranno agli spacciatori ma scusandosi per aver sbagliato mira colpiranno i capi dei movimenti indipendentistici, autonomistici, localistici, etc.? Di chi hanno veramente paura? Forse è giunto il momento di guardare in faccia la realtà: la povertà si trasforma pian piano in miseria, anche di idee.
    Ma l’unica strada praticabile, l’indipendenza del Veneto, viene messa altrettanto lentamente, ma inesorabilmente, a fuoco, da tutte o quasi le “tradizionali” forze politiche. Di questo, i poteri centrali hanno enorme paura. E mandano le forze armate. Perché la ragione di stato, alla fine, sono sempre le ragioni delle armi. Purtroppo.

    Paolo Bernardini
    Presidente PNV

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Indipendenza!
    Data Registrazione
    07 Apr 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    64
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    sarebbe una gran cosa!

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 May 2009
    Messaggi
    3,847
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da giane Visualizza Messaggio
    COMUNICATO STANPA

    ---

    Adexion ała manifestasion in favor de na połisia veneta indipendente

    Apogio e adexion ala manifestasion organixada del movimento Veneti luni matina 4 agosto a Padova

    El Partito Nasional Veneto aderise ała manifestasion indeta dal movimento Veneti par luni 4 de agosto ale 11 de matina davanti ala prefetura de Padova contro l'invio de soldai tałiani in Veneto.
    El PNV invita tuti i veneti a parteciparghe.
    La sielta połitica de mandar soldà tałiani xe infati na gran provocasion contro ła voja de independensa deła Nasion Veneta: metar soldai inpreparai nele nostre sità venete xe na decixion inutiłe e anca dispendioxa.
    L'obietivo credemo che in realtà sipia n'altro.
    Sicome che no existe pì ła naja, che ultimamente xera el serbatoio de riserva par łe forse de l'ordine tałiane, pa ver omeni da doparar a pochi schei e dato che i straordinari ałe forse del’ordine i vien senpre pagai in ritardo e no se ne połe pì far, el governo tałian el mete i soldai su serti posti e par serte inconbense pa mandar in ferie anca i połisioti e i carabinieri.
    Se ai soldai i ghe faxese far i piantonamenti ałe anbasiate o a obietivi fisi sconti e via cusì, sto inpiego podarìa anca tornar bon pa libarar forse del’ordine, ma che i fasa anca far łe patuje a piè co i poisioti, o i carabinieri ła xe na sielta che farà anca star mal i połisioti e i carabinieri stesi.
    De pì, soto el profiło deła sicuresa, sta decixion xe puro fumo in tei oci par niente,.
    Soto el profiło połitego, ła xe na grave provocasion e tentativo de "normałixar" l'uxo dei soldai par conpiti de połisia: robe che sucede soło che inte i regimi miłitari dełe republiche dełe banane.

    Riportemo infine łe parole del nostro presidente Paolo Bernardini che spiega ben l’asurdità del provedimento del goerno tałian.

    Partito Nasional Veneto

    ---

    Il Veneto se ne va e l’Italia lo sa

    Di solito, le strade pattugliate dai militari le guardiamo in televisione, o nei libri di storia. In entrambi i casi, si tratta dell’azione di dittature, le molte che ancora piagano il mondo, le numerosissime ormai relegate in quel che – per fortuna – è passato remoto o prossimo. L’invio di truppe – cento soldati, un terzo degli Spartani di Leonida, il numero degli avversari di uno dei primi albi di Tex Willer – da parte dello Stato italiano nelle strade di Padova e Verona, a partire da Agosto (“Agosto, dignità mia non ti conosco”, per parafrasare il celebre titolo di un romanzo fortunato e datato) è un chiaro segno per il Veneto. Non si tratta certo di garantire maggiore “sicurezza”, l’ordine pubblico è uno dei vessilli più agitati ma meno risolti dei grandi stati europei in declino rapidissimo, si tratta invece, chiaramente, di mostrare la mano di ferro, in guanto di ferro ( i denari per i velluti certo non ci sono più, nelle italiche casse ) ai poveri veneti. Qual è la loro colpa? Sono munti e rimunti tanto da essere un poco smunti, ormai, insieme a Lombardi, Emiliani, e pochi altri, mantengono una colossale macchina inutile, che senza di loro andrebbe a pezzi. Come premio, si vedono inviati i soldati come se Padova e Verona fossero le nuove Nassirya, le nuova frontiere del Male. Il disprezzo che l’Italia come stato ha per il Veneto e la Venetia è immane, non lo ha attenuato certo il contentino di render ministro qualche veneto, anzi. Il potere centrale magari poi manda Benigni a nitrire in veneto, per mostrare che “ci vogliono bene”, e qualcuno perfino plaude e applaude. La verità è un’altra. E’ ormai ben chiaro allo Stato centrale italico che vi sono in Veneto, e non solo in Veneto, forti, anche se disorganiche e disunite, tendenze centrifughe, che sono fatte proprie da tutte le forze politiche, questa volta. Come a dire: rendiamoci per intanto autonomi, o addirittura, che bello, indipendenti, e poi, all’interno della Venetia libera e sovrana, ritorneremo a confrontarci sul serio, su idee e programmi, liberisti contro statalisti, comunisti (se ce ne sono ancora) contro centro-destristi. Insomma, è questo quello che teme il governo neonato e già in sfacelo, alle prese con promesse che i numeri, prima che la storia (recente) dicono non mantenibili, ad esempio il “federalismo fiscale”. Intanto l’Italia decade inesorabilmente, e il Veneto la segue a ruota. Presto perfino i greci avranno un reddito pro-capite superiore al nostro, e ci troveremo a competere con montenegrini e slovacchi, con estoni e lituani. Per fare capire che non possiamo scendere dalla barca Italia che si inabissa, purtroppo neanche la Nazionale di Calcio, questa nuova divinità laica, ci ha dato la gioia di arrivare a fine mese senza più soldi per mangiare ma Campioni d’Europa (di miseria?) lo Stato manda l’esercito. Faranno di Piazza delle Erbe la nuova Tien An Men? Ma quali saranno i loro nemici? Spareranno agli spacciatori ma scusandosi per aver sbagliato mira colpiranno i capi dei movimenti indipendentistici, autonomistici, localistici, etc.? Di chi hanno veramente paura? Forse è giunto il momento di guardare in faccia la realtà: la povertà si trasforma pian piano in miseria, anche di idee.
    Ma l’unica strada praticabile, l’indipendenza del Veneto, viene messa altrettanto lentamente, ma inesorabilmente, a fuoco, da tutte o quasi le “tradizionali” forze politiche. Di questo, i poteri centrali hanno enorme paura. E mandano le forze armate. Perché la ragione di stato, alla fine, sono sempre le ragioni delle armi. Purtroppo.

    Paolo Bernardini
    Presidente PNV
    Splendida iniziativa, avanti così.


  4. #4
    INDIPENDENTISTA
    Data Registrazione
    11 Apr 2007
    Località
    Verona-Venetia
    Messaggi
    449
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    PADOVA&VERONA
    NON LE XE
    KABUL!

 

 

Discussioni Simili

  1. MANIFESTASION PA LA LENGOA VENETA - 28/11 Venesia
    Di SinistraPiave nel forum Lega
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 08-01-10, 13:35
  2. MANIFESTASION PA LA LENGOA VENETA - 28/11 Venesia
    Di SinistraPiave nel forum Veneto
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 29-11-09, 12:27
  3. La to Sità, Libera, Indipendente, Veneta
    Di giane nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-09-08, 14:34
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 02-08-08, 14:53

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226