User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10
  1. #1
    sembra l'estate di cerrapungi
    Data Registrazione
    20 Jan 2006
    Località
    Non chiedermi di dove sono, perchè vuoi solo risposte brevi
    Messaggi
    1,640
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Talking Omero Ciai: chi era costui

    Quella notte a Buenos Aires con il compagno Omero
    Maurizio Matteuzzi


    Location: Buenos Aires. Un'ora imprecisata della notte. Per le strade del centro gente arrabbiata che batte sulle casseruole. Dialogo fra due giornalisti italiani arrivati per presenziare al collasso finale dell'Argentina iper-liberista di Menem e De la Rua. Primo giornalista: «Fortunati voi del Manifesto. Guadagnate poco ma almeno potete scrivere tutto quello che vedete e che volete. Non come noi». Secondo giornalista: non parla - non sa cosa dire anche se gli viene da pensare che magari un po' di soldi in più... -, rivolge uno sguardo di comprensione al collega che gli ha appena pagato la cena in un eccellente ristorante, capisce il dramma di uno che vorrebbe ma non può. Dissolvenza. Sono passati solo pochi anni anche se sembra una vita.
    Uno dei due giornalisti della scenetta nella notte bonaerense era Omero Ciai, esperto e inviato per l'America latina di la Repubblica. L'autore di quell'articolo apparso ieri che sotto le mentite spoglie di un servizio informativo nasconde (anzi non nasconde affatto, diciamo puzza di) intenti delatori. Omero ha preso di peso quello che ha scritto El Tiempo che ha preso di peso quello che vuole che si scriva Uribe che sciorina senza soste informazioni compromettenti che sgorgano torrentizie da quel vaso di Pandora che è il computer di Raul Reyes (nel frattempo miracolosamente moltiplicatosi per tre).
    Non ha pensato Omero che El Tiempo è l'organo di famiglia della genìa dei Santos - di cui uno è vice di Uribe e l'altro, suo cugino, ministro della difesa - e più in generale dell'oligarchia uribista. Per cui sarebbe stato più ragionevole filtrare con qualche grano salis quelle baggianate sulla «rete europea e anche una connessione italiana di appoggio ai "narcoterroristi" delle Farc», sui fiancheggiatori italiani dai misteriosi «nomi di battaglia» di «Ramon» e «Consolo», sui «cinque nuclei di appoggio». Ma Omero ha concluso che andava bene così. Perché andava bene così al suo giornale e al suo direttore. E anche a lui. In fondo è la stessa operazione del confratello spagnolo El Pais che giorni fa ha montato, sempre grazie al super-computer, una grottesca storia di una signora arrestata (poi liberata) «per collaborazione con un'organizzazione terrorista». L'Omero Ciai di Madrid è una donna ben nota. Si chiama Maite Rico.
    Non era necessario tanto mistero per chiarire gli addentellati italiani della rete «narcoterrorista». Bastava il penultimo annuario parlamentare per scoprire chi è il compagno «Ramon» (Mantovani). E non ci voleva molto anche per chiarire chi sia il compagno «Consolo» (Marco).
    Ne ha fatta di strada Omero da quella notte a Buenos Aires. Pensare che poco prima, quando nel 2000 chiuse l'Unità (dove allora lavorava il giovane Omero), telefonò al manifesto un prestigioso collega (e compagno) per consigliarci di non lasciarci scappare quel giovanotto. «Perché è bravo e perché è molto vicino alle vostre posizioni». Anche allora il manifesto era con le pezze al culo (come si dice) e non se ne fece niente. Per fortuna di Omero (e nostra). Che se ne andò a Miami e da lì cominciò a scrivere di America latina (e di Cuba) per la Repubblica. Dove adesso merita spesso gli onori della prima pagina. Anche grazie ad articoli come quello di ieri.
    Chissà che da una delle prossime rivelazioni del computer miracoloso non salti fuori che anche il manifesto è nella rete «narcoterrorista» delle Farc. In fin dei conti Raul Reyes venne più di una volta a trovarci nella redazione di via Tomacelli.
    Dai, Omero, denuncia anche noi.


    http://ilmanifesto.it/Quotidiano-arc...008/art58.html

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Teppista
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    Frivolezza & Libertà
    Messaggi
    35,075
    Mentioned
    71 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://ricerca.repubblica.it/repubbl...ll-italia.html

    Ecco l'articolo di Omero CIA...oops, Ciai

    Ecco chi aiuta le Farc dall' Italia

    Repubblica — 04 agosto 2008 pagina 12 sezione: POLITICA ESTERA
    C' è una rete europea ed anche una "connection" italiana di appoggio ai «narcoterroristi» delle Farc. è questa l' accusa che arriva dalla Colombia e che ieri veniva riportata in prima pagina dal quotidiano El Tiempo di Bogotà. Lavorando sui computer sequestrati al numero due delle Farc, Raul Reyes, ucciso dall' esercito colombiano il primo marzo nel corso di un attacco al suo accampamento nella selva dell' Ecuador, a pochi chilometri dalla Colombia, gli investigatori hanno ricostruito i legami internazionali dell' organizzazione. Secondo El Tiempo le principali pedine delle Farc all' estero sarebbero quattro spagnoli, due italiani, un danese ed un australiano. Degli italiani si conoscono solo i "nomi di battaglia" estratti dal computer di Reyes ("Ramon" e "Consolo") ma, sempre secondo El Tiempo, la polizia italiana ne conosce la vera identità e l' ha già comunicata ai colombiani. Secondo il dossier colombiano si tratta di persone in contatto fra loro che hanno rapporti diretti con il Segretariato, la cupola delle Farc, ed hanno svolto in Europa diverse attività: da quelle di propaganda, con la partecipazione ad eventi e congressi internazionali, fino alla raccolta di fondi. Tutto è cominciato con l' arresto, il 26 luglio scorso, in Spagna di Maria Remedios Garcia, alias "Irene", considerata dall' antiterrorismo colombiano il capo europeo della rete pro-Farc. La donna era incaricata di raccogliere fondi per la guerriglia in Spagna ed è stata rilasciata su cauzione in attesa di processo. Per quello che riguarda l' Italia, oltre a "Ramon" e "Consolo" è emersa la vicenda di una piccola associazione, Nuova Colombia, che possiede un sito web e ha realizzato atti e manifestazioni in favore delle Farc in varie città d' Italia. Le informazioni su questa piccola "rete" sono state già trasmesse dalla polizia italiana agli investigatori colombiani. Questi cosiddetti "nuclei di appoggio" - ma è ancora tutto da chiarire se si tratta semplicemente di giovani appassionati che difendono la guerriglia colombiana per ragioni ideologiche o se c' è dell' altro - citati nel rapporto inviato a Bogotà sono cinque. E si trovano quasi tutti in Piemonte, tra Torino, Ivrea e Vercelli. L' attività dei nuclei è totalmente pubblica e nel sito www.nuovacolombia.net si scopre che negli ultimi mesi hanno organizzato dibattiti universitari e cene di solidarietà. Secondo El Tiempo «la polizia italiana ha consegnato ai colombiani anche una documentazione fotografica dei membri di questi nuclei». Ben diverse invece le relazioni, citate dal procuratore antimafia Pietro Grasso, tra alcune organizzazioni criminali italiane legate alla camorra e alla 'ndrangheta e le Farc. In questo quadro risultano contatti e scambi, di solito partite di cocaina in cambio di armi per i guerriglieri. - OMERO CIAI




  3. #3
    Vamos bien!
    Data Registrazione
    02 May 2005
    Messaggi
    3,847
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    c....o cche scoop! Mantovani in un articolo tempo fa diceva che con Reyes sono stati in trattoria a Roma e hanno pure suonato la chitarra, lui, Reyes e il mediatore del govenro colombiano...
    Terroristi amatriciana

  4. #4
    Teppista
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    Frivolezza & Libertà
    Messaggi
    35,075
    Mentioned
    71 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://ricerca.repubblica.it/repubbl...e-farc-ci.html

    Mantovani e Consolo gli amici delle Farc Ci sono stati incontri, l' Italia sapeva tutto

    Repubblica — 05 agosto 2008 pagina 15 sezione: POLITICA ESTERA
    Subito svelato il mistero intorno all' identità dei due "fiancheggiatori" italiani dei guerriglieri delle Farc finiti in un dossier "europeo" dell' antiterrorismo colombiano perché rivelati dai computer di Raul Reyes. Sono Ramon Mantovani e Marco Consolo, due noti dirigenti di Rifondazione che si sono a lungo occupati di relazioni internazionali per il partito e che, ieri, in una conferenza stampa hanno smentito qualsiasi "relazione illegale" con l' ex numero due delle Farc. «Che i nostri nomi fossero in quei computer - ha detto Mantovani - non mi stupisce affatto, ma il fatto che sia io sia Marco ci firmassimo sempre con i nostri nomi e non con nomi in codice (o "nomi di battaglia", come scritto nel dossier colombiano) dimostra che non avevamo proprio nulla da nascondere». Quindi, almeno per quel che riguarda l' Italia, la rete europea pro-Farc evapora davanti al portone della sede nazionale di Rifondazione, in via del Policlinico a Roma. In sostanza, Mantovani e Consolo, ammettono di aver avuto contatti con i guerriglieri ed anche di averli aiutati, ma sempre alla "luce del sole" e per "favorire il processo di pace". Mantovani incassa anche l' unica intervista concessa da Marulanda, il fondatore delle Farc deceduto nel marzo di quest' anno, ad un giornalista italiano. «Fui io - dice - a portare Ettore Mo da "Tirofijo"». Altrimenti, sottintende, quell' intervista non l' avrebbe mai avuta. «Accusa ridicola», dunque, quella contenuta nel dossier colombiano che cita "Ramon" e "Consolo" come "pedine delle Farc" soprattutto perché - spiega Mantovani - «i nostri rapporti sono sempre stati ufficiali ed istituzionali, al punto che ne erano informati gli ultimi tre presidenti della Camera, l' ambasciata italiana e la Farnesina». Dopo la morte di Reyes, ucciso il primo marzo in Ecuador, i contatti - aggiunge Mantovani - si sono interrotti. Ma anche il governo colombiano conosce benissimo "Ramon" e "Consolo" e tutte le attività da loro svolte in Colombia sono state concordate con i vertici istituzionali di quel paese. Forse - ipotizza Mantovani - dopo il blitz che ha liberato la Betancourt, Uribe vuole "criminalizzare" tutti coloro che nel mondo si sono battuti per una soluzione negoziata della guerra civile, tagliando i ponti internazionali delle Farc. Forse. O forse qualcuno a Bogotà sospetta che dietro le relazioni "alla luce del sole" ci possa essere stato anche altro e ha lanciato il sasso. Di certo "l' ode" in morte del "compagno Raul Reyes" scritta da Mantovani e pubblicata su Liberazione ai colombiani non dev' essere piaciuta proprio. Lavorare per il processo di pace è un conto, "tifare" per un' organizzazione che, anche secondo Bruxelles, fa "narcoterrorismo" rischia di diventare altro. - OMERO CIAI




  5. #5
    Vamos bien!
    Data Registrazione
    02 May 2005
    Messaggi
    3,847
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    che schifo...

  6. #6
    Teppista
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    Frivolezza & Libertà
    Messaggi
    35,075
    Mentioned
    71 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da PRC-Enna Visualizza Messaggio
    che schifo...
    Vergognati, "narcoterrorista"!

  7. #7
    Vamos bien!
    Data Registrazione
    02 May 2005
    Messaggi
    3,847
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    narco-marxista, lo preferisco! :-)

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    26 Apr 2007
    Messaggi
    244
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Secondo me è un amico di Angela Nocioni.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    21 May 2010
    Messaggi
    5,561
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ma non era per il pacifismo mantovani?

  10. #10
    Nessun vincitore crede al caso
    Data Registrazione
    12 Apr 2006
    Località
    Maiori forsan cum timore sententiam in me fertis quam ego accipiam
    Messaggi
    2,278
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il mio commento su questo personaggio non ha passato nemmeno la mia auto-censura, per cui mi è impossibile scriverlo qui.

 

 

Discussioni Simili

  1. OMERO NELL'EGEO OD OMERO NEL BALTICO?
    Di GBC1977 nel forum Paganesimo e Politeismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 21-03-10, 19:11
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29-01-10, 16:34
  3. Omero E S. Cirillo Alessandrino
    Di damasceno nel forum Chiesa Ortodossa Tradizionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-11-07, 11:26
  4. Omero nel Baltico
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-11-03, 19:11
  5. Omero nel Baltico
    Di runen nel forum Esoterismo e Tradizione
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 17-11-02, 01:04

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226