User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    11 Jan 2007
    Messaggi
    2,008
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Protesta autisti: «Troppi anziani sui bus»

    http://altoadige.repubblica.it/detta...%C2%BB/1499931
    Protesta autisti: «Troppi anziani sui bus»

    Conducenti contro passeggeri over 60. La causa dello scontro sono gli utenti che sfruttano tariffe agevolate e corse gratis. I conducenti protestano: «Sono lenti a salire e hanno richieste assurde. Pretendono di scendere vicino a casa, anche se non esiste la fermata. Così è impossibile garantire il servizio»
    di Franz Giordano


    BOLZANO. Scoppia la guerra degli autobus. Autisti contro passeggeri over 60. La causa dello scontro? «Abo 60+», tariffa agevolata voluta dall'assessorato ai Trasporti. La sfruttano migliaia di utenti, ma i conducenti hanno già mandato una lettera di protesta all'assessore.

    «E' un assalto. Usano gli autobus come taxi. Così è impossibile garantire il servizio». Gli autisti Sasa non ce la fanno. Scoppia la guerra dei bus. Su un fronte i conducenti, che subiscono le esigenze degli utenti over sessanta; sull'altro le centinaia di ultrasessantenni pronti a sfruttare le corse in autobus a costo zero. Poi ci sono i politici, che in vista delle elezioni provinciali sono intenzionati a garantire un servizio a prezzi accettabili ad una fascia di popolazione economicamente debole.

    Le micce del conflitto si chiamano «Abo 60+» e «corse gratis». E la bomba è già scoppiata. La protesta dei conducenti, infatti, arriva a breve distanza dalla partenza ufficiale delle due iniziative promosse dall'assessorato provinciale alla Mobilità: abbonamenti annuali da 100 euro per gli over sessanta e viaggi gratuiti per gli over 70. Negli ultimi giorni le richieste sono schizzate a quota 33mila e, in attesa di ricevere per posta il nuovo biglietto, l'esercito di utenti ha cominciato ad usufruire delle agevolazioni. Fino a fine 2008 per viaggiare gratis o con un abbonamento da 100 euro basterà solamente esibire la carta d'identità.

    «Sono tantissimi - dice Gianni Paparella, delegato sindacale Sasa - sono lenti a salire e hanno richieste assurde. Pretendono di scendere vicino a casa, anche se non esiste la fermata. E'giusto favorire gli anziani, ma i politici non capiscono che il servizio peggiora. Gli over 60 rallentano il lavoro. Rischiamo di accumulare ritardi e venire attaccati dai passeggeri». Gli autisti Sasa hanno anche scritto una lettera di protesta all'assessore alla Mobilità Thomas Widmann.



    «Abbiamo spiegato che a causa dei ritardi siamo costretti a correre. Un pericolo per passeggeri e pedoni. A volte facciamo frenate brusche e gli anziani - che dovrebbero trarre vantaggi dall'iniziativa - rischiano di farsi male». L'assalto è iniziato e l'aumento degli over sessanta ha già provocato alcuni effetti. Un esempio: corsa 10A, andata e ritorno dall'ospedale. In mezzo 43 fermate. Tempo ufficiale di percorrenza 45 minuti. Tempo reale? «Non teniamo neanche più il conto e la gente protesta per i ritardi - risponde Paparella - ma non ci sono solo gli anziani. Le corsie preferenziali sono insufficienti e gli autobus a metano hanno un sistema di apertura porte più lento rispetto ai modelli passati. Siamo costretti a correre e i pericoli aumentano. Inutile partire con tariffe agevolate se mancano le infrastrutture».

    La Sasa, però, difende l'operazione «Abo 60+»: «E'ancora presto per le polemiche - replica Mauro Bertoldi, presidente dell'azienda - E' vero, a volte gli anziani utilizzano gli autobus come se fossero taxi, ma per i nostri autisti la vicenda «Abo 60+» è un alibi in vista delle battaglie sindacali autunnali». «Presto? - rispondono i conducenti - Ora siamo in estate e il traffico è ancora abbastanza scorrevole, ma cosa accadrà a partire dal 10 settembre, inizio della stagione invernale, quando apriranno le scuole e ci sarà anche l'invasione degli studenti?».

    Intanto i vertici Sasa contestano la posizione degli autisti sui tempi di percorrenza. «La verità sugli orari di viaggio - dice Bertoldi - la presenteremo a fine novembre, quando usciranno i dati di una ricerca comparata con i servizi in altre città italiane».

    Prima della pubblicazione dei risultati della ricerca, però, gli autisti propongono una soluzione: «Aumentiamo i tempi di percorrenza: da 48 minuti ad un'ora, una corsa ogni quindici minuti e un servizio più sicuro per tutti. Intanto aspettiamo la risposta di Widmann».
    (10 agosto 2008)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    10 Jun 2009
    Località
    Modena.
    Messaggi
    6,832
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pellizza1802 Visualizza Messaggio
    http://altoadige.repubblica.it/detta...%C2%BB/1499931
    Protesta autisti: «Troppi anziani sui bus»

    Conducenti contro passeggeri over 60. La causa dello scontro sono gli utenti che sfruttano tariffe agevolate e corse gratis. I conducenti protestano: «Sono lenti a salire e hanno richieste assurde. Pretendono di scendere vicino a casa, anche se non esiste la fermata. Così è impossibile garantire il servizio»
    di Franz Giordano


    BOLZANO. Scoppia la guerra degli autobus. Autisti contro passeggeri over 60. La causa dello scontro? «Abo 60+», tariffa agevolata voluta dall'assessorato ai Trasporti. La sfruttano migliaia di utenti, ma i conducenti hanno già mandato una lettera di protesta all'assessore.

    «E' un assalto. Usano gli autobus come taxi. Così è impossibile garantire il servizio». Gli autisti Sasa non ce la fanno. Scoppia la guerra dei bus. Su un fronte i conducenti, che subiscono le esigenze degli utenti over sessanta; sull'altro le centinaia di ultrasessantenni pronti a sfruttare le corse in autobus a costo zero. Poi ci sono i politici, che in vista delle elezioni provinciali sono intenzionati a garantire un servizio a prezzi accettabili ad una fascia di popolazione economicamente debole.

    Le micce del conflitto si chiamano «Abo 60+» e «corse gratis». E la bomba è già scoppiata. La protesta dei conducenti, infatti, arriva a breve distanza dalla partenza ufficiale delle due iniziative promosse dall'assessorato provinciale alla Mobilità: abbonamenti annuali da 100 euro per gli over sessanta e viaggi gratuiti per gli over 70. Negli ultimi giorni le richieste sono schizzate a quota 33mila e, in attesa di ricevere per posta il nuovo biglietto, l'esercito di utenti ha cominciato ad usufruire delle agevolazioni. Fino a fine 2008 per viaggiare gratis o con un abbonamento da 100 euro basterà solamente esibire la carta d'identità.

    «Sono tantissimi - dice Gianni Paparella, delegato sindacale Sasa - sono lenti a salire e hanno richieste assurde. Pretendono di scendere vicino a casa, anche se non esiste la fermata. E'giusto favorire gli anziani, ma i politici non capiscono che il servizio peggiora. Gli over 60 rallentano il lavoro. Rischiamo di accumulare ritardi e venire attaccati dai passeggeri». Gli autisti Sasa hanno anche scritto una lettera di protesta all'assessore alla Mobilità Thomas Widmann.



    «Abbiamo spiegato che a causa dei ritardi siamo costretti a correre. Un pericolo per passeggeri e pedoni. A volte facciamo frenate brusche e gli anziani - che dovrebbero trarre vantaggi dall'iniziativa - rischiano di farsi male». L'assalto è iniziato e l'aumento degli over sessanta ha già provocato alcuni effetti. Un esempio: corsa 10A, andata e ritorno dall'ospedale. In mezzo 43 fermate. Tempo ufficiale di percorrenza 45 minuti. Tempo reale? «Non teniamo neanche più il conto e la gente protesta per i ritardi - risponde Paparella - ma non ci sono solo gli anziani. Le corsie preferenziali sono insufficienti e gli autobus a metano hanno un sistema di apertura porte più lento rispetto ai modelli passati. Siamo costretti a correre e i pericoli aumentano. Inutile partire con tariffe agevolate se mancano le infrastrutture».

    La Sasa, però, difende l'operazione «Abo 60+»: «E'ancora presto per le polemiche - replica Mauro Bertoldi, presidente dell'azienda - E' vero, a volte gli anziani utilizzano gli autobus come se fossero taxi, ma per i nostri autisti la vicenda «Abo 60+» è un alibi in vista delle battaglie sindacali autunnali». «Presto? - rispondono i conducenti - Ora siamo in estate e il traffico è ancora abbastanza scorrevole, ma cosa accadrà a partire dal 10 settembre, inizio della stagione invernale, quando apriranno le scuole e ci sarà anche l'invasione degli studenti?».

    Intanto i vertici Sasa contestano la posizione degli autisti sui tempi di percorrenza. «La verità sugli orari di viaggio - dice Bertoldi - la presenteremo a fine novembre, quando usciranno i dati di una ricerca comparata con i servizi in altre città italiane».

    Prima della pubblicazione dei risultati della ricerca, però, gli autisti propongono una soluzione: «Aumentiamo i tempi di percorrenza: da 48 minuti ad un'ora, una corsa ogni quindici minuti e un servizio più sicuro per tutti. Intanto aspettiamo la risposta di Widmann».
    (10 agosto 2008)
    Non si potrebbe gazarli sti anziani ? Acc...........dimenticavo sono del 44. Ciao

  3. #3
    T34
    T34 è offline
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    A, A
    Messaggi
    25,263
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da moro1944 Visualizza Messaggio
    Non si potrebbe gazarli sti anziani ? Acc...........dimenticavo sono del 44. Ciao
    Con gli imbecilli che circolano di questi tempi farei attenzione a dare queste imbeccate...

  4. #4
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    14,734
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Protesta autisti: «Troppi anziani sui bus»

    Protesta autisti: «Troppi anziani sui bus»

    Conducenti contro passeggeri over 60. La causa dello scontro sono gli utenti che sfruttano tariffe agevolate e corse gratis. I conducenti protestano: «Sono lenti a salire e hanno richieste assurde. Pretendono di scendere vicino a casa, anche se non esiste la fermata. Così è impossibile garantire il servizio»
    di Franz Giordano

    BOLZANO. Scoppia la guerra degli autobus. Autisti contro passeggeri over 60. La causa dello scontro? «Abo 60+», tariffa agevolata voluta dall'assessorato ai Trasporti. La sfruttano migliaia di utenti, ma i conducenti hanno già mandato una lettera di protesta all'assessore.

    «E' un assalto. Usano gli autobus come taxi. Così è impossibile garantire il servizio». Gli autisti Sasa non ce la fanno. Scoppia la guerra dei bus. Su un fronte i conducenti, che subiscono le esigenze degli utenti over sessanta; sull'altro le centinaia di ultrasessantenni pronti a sfruttare le corse in autobus a costo zero. Poi ci sono i politici, che in vista delle elezioni provinciali sono intenzionati a garantire un servizio a prezzi accettabili ad una fascia di popolazione economicamente debole.

    Le micce del conflitto si chiamano «Abo 60+» e «corse gratis». E la bomba è già scoppiata. La protesta dei conducenti, infatti, arriva a breve distanza dalla partenza ufficiale delle due iniziative promosse dall'assessorato provinciale alla Mobilità: abbonamenti annuali da 100 euro per gli over sessanta e viaggi gratuiti per gli over 70. Negli ultimi giorni le richieste sono schizzate a quota 33mila e, in attesa di ricevere per posta il nuovo biglietto, l'esercito di utenti ha cominciato ad usufruire delle agevolazioni. Fino a fine 2008 per viaggiare gratis o con un abbonamento da 100 euro basterà solamente esibire la carta d'identità.

    «Sono tantissimi - dice Gianni Paparella, delegato sindacale Sasa - sono lenti a salire e hanno richieste assurde. Pretendono di scendere vicino a casa, anche se non esiste la fermata. E'giusto favorire gli anziani, ma i politici non capiscono che il servizio peggiora. Gli over 60 rallentano il lavoro. Rischiamo di accumulare ritardi e venire attaccati dai passeggeri». Gli autisti Sasa hanno anche scritto una lettera di protesta all'assessore alla Mobilità Thomas Widmann.


    «Abbiamo spiegato che a causa dei ritardi siamo costretti a correre. Un pericolo per passeggeri e pedoni. A volte facciamo frenate brusche e gli anziani - che dovrebbero trarre vantaggi dall'iniziativa - rischiano di farsi male». L'assalto è iniziato e l'aumento degli over sessanta ha già provocato alcuni effetti. Un esempio: corsa 10A, andata e ritorno dall'ospedale. In mezzo 43 fermate. Tempo ufficiale di percorrenza 45 minuti. Tempo reale? «Non teniamo neanche più il conto e la gente protesta per i ritardi - risponde Paparella - ma non ci sono solo gli anziani. Le corsie preferenziali sono insufficienti e gli autobus a metano hanno un sistema di apertura porte più lento rispetto ai modelli passati. Siamo costretti a correre e i pericoli aumentano. Inutile partire con tariffe agevolate se mancano le infrastrutture».

    La Sasa, però, difende l'operazione «Abo 60+»: «E'ancora presto per le polemiche - replica Mauro Bertoldi, presidente dell'azienda - E' vero, a volte gli anziani utilizzano gli autobus come se fossero taxi, ma per i nostri autisti la vicenda «Abo 60+» è un alibi in vista delle battaglie sindacali autunnali». «Presto? - rispondono i conducenti - Ora siamo in estate e il traffico è ancora abbastanza scorrevole, ma cosa accadrà a partire dal 10 settembre, inizio della stagione invernale, quando apriranno le scuole e ci sarà anche l'invasione degli studenti?».

    Intanto i vertici Sasa contestano la posizione degli autisti sui tempi di percorrenza. «La verità sugli orari di viaggio - dice Bertoldi - la presenteremo a fine novembre, quando usciranno i dati di una ricerca comparata con i servizi in altre città italiane».

    Prima della pubblicazione dei risultati della ricerca, però, gli autisti propongono una soluzione: «Aumentiamo i tempi di percorrenza: da 48 minuti ad un'ora, una corsa ogni quindici minuti e un servizio più sicuro per tutti. Intanto aspettiamo la risposta di Widmann».

    http://altoadige.repubblica.it/detta...%C2%BB/1499931

  5. #5
    31°
    Data Registrazione
    10 Sep 2003
    Località
    romagna
    Messaggi
    1,107
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    che bello avere di questi problemi!
    in altre città hanno la spazzatura a l primo piano, in altre tutti devono pagare il pizzo, in altre ancora c'hanno i rom.
    a bozen i pulman fanno un po' di ritardo.
    sto pensando di emigrare

  6. #6
    Viribus Unitis
    Data Registrazione
    02 Oct 2007
    Località
    Giro il mondo
    Messaggi
    1,148
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da massena Visualizza Messaggio
    che bello avere di questi problemi!
    in altre città hanno la spazzatura a l primo piano, in altre tutti devono pagare il pizzo, in altre ancora c'hanno i rom.
    a bozen i pulman fanno un po' di ritardo.
    sto pensando di emigrare

    Il fatto "allucinante" e' che a protestare sono gli autisti per non riuscire a rendere un buon servizio. Sai quanto gliene frega a un autista romano o milanese se fa ritardo a causa dei passeggeri....

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 72
    Ultimo Messaggio: 18-05-11, 08:45
  2. Messina, 340 autisti per 21 bus
    Di Bèrghem nel forum Padania!
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 27-11-08, 13:41
  3. Troppi tagli in Finanziaria, la protesta dei ciechi contro il governo
    Di Alex il Rosso nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 13-11-08, 00:26
  4. Gli anziani sono " troppi "
    Di Neva nel forum Salute e Medicina
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 22-08-08, 20:17
  5. bolzano: troppi anziani sui pullman,, gli autisti protestano
    Di anton nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 11-08-08, 09:19

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226