User Tag List

Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 59
  1. #1
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito "Liberals" : la Sinistra americana, nata da "una" delle Destre

    http://www.youtube.com/watch?v=RYZGNKT2_e0

    La strada dalla Pennsylvania Station sembrava attraversasse il continente
    come se non tornasse più all' indietro, ma andasse sempre avanti ad occidente
    fra tombe in ferro-vetro, pianura, pali e gente.
    E indietro invece e in fretta ci tornai, ma in certi miei momenti forse oziosi
    mi chiedo dove sei e che cosa fai e come passi i tuoi giorni noiosi,
    io che non ti risposi in questa casa mia che sai e non sai.

    E immagino tu e lui, due americani sicuri e sani, un poco alla John Wayne,
    portare avanti i miti kennedyani e far scuola agli indiani:
    amore e ecologia lassù nel Maine.

    E là insegnare alla povera gente per poco o niente, vita quasi pia,
    fingendo o non sapendo proprio niente di quello che può ancora far la CIA,
    santi dell'occidente, per gli USA, e così sia...
    Mi ha detto chi t' ha vista là da poco che sei rimasta quella che eri allora,
    un po' più vecchia, ma quasi per gioco e forse solo appena un po' signora,
    vorrei vederti ora perchè il ricordo mi diventa fioco...

    E provo a immaginare in un momento per ridere di stare qui con te,
    ma sarebbe poi stato un cambiamento? Ci penso, ma non sento
    che un' altra ancora ha i soliti perchè...

    Però tu sai che è il gioco d' un istante perchè da allora già lo sentivamo
    che possibilità ce ne son tante per quei due tipi che allora eravamo:
    io son quasi importante, tu cosa sei, e chi siamo?
    Ma forse almeno tu hai conservato quell' ideale che avevamo in testa,
    probabilmente in te cenni ha lasciato,ogni cosa alla lunga mi molesta
    e cerco un' altra festa e poi le feste in fondo mi han stancato...

    Poi erano ideali alla cogliona fatti coi miti del '63,
    i due Giovanni e pace un po' alla buona, Ramblas di Barcellona,
    la prima crisi dura dentro in me...

    Io credo che sappiamo che è diverso se le cose son state poi più avare,
    le accetti, tiri avanti e non hai perso se sono differenti dal sognare
    perchè non è uno scherzo sapere continuare.
    E scusami se sono qui a pensare a te, alle tue parole e ai tuoi sorrisi,
    come il "Matto" fra carte da giocare può risolvere un attimo di crisi,
    anche se allora smisi, ora vado, e "via andare"...

    Non voglio far felice proprio adesso tua madre che odiò l' italiano istrione
    quando disse a tuo padre che era un fesso lui e il liberal-progresso
    e urlò "rivoluzione!".

    Son cose spero che perdonerai com' io ti ho perdonato ormai a quest' ora,
    come se fossi solo un piantaguai, il "but I love him" che gli urlasti allora,
    così ti canto ancora in questa casa mia che sai e non sai...


    Dopo questa canzone, che mi sembra sottolineare bene la differenza forte, culturale e politica, tra il mondo del "Liberalism" americano e la Sinistra Europea (anche la più moderata, non dimentichiamoci che nei '60-'70 Guccini votava PSI e Radicali), vorrei aprire un dibattito su questa corrente del movimento Liberale.

    E' un dato di fatto che, apologismo Monsù-viano a parte , questo filone non riscuota grande simpatia in questo Forum, fino a venire sprezzantemente ritenuto da alcuni forumisti un Socialismo in disguise. Tuttavia, vorrei soffermarmi sulla storia del partito che storicamente viene identificato con queste posizioni, tanto per sfatare alcuni luoghi comuni ...



    Questa caricaturale immagine che i Repubblicani danno dei loro avversari dell'Asinello è, da ciò che ho potuto vedere, nient'altro che la pura verità : laddove il GOP era un partito piuttosto omogeneo (almeno fino a quando Nixon non ne allargò la base sociale ai vecchi States' Rights), il Partito Democratico nasce come reazione di una parte dei patrioti americani, come Thomas Jefferson (su questi lidi additato come il padre del Libertarismo anarcocapitalista) e James Madison. Avversari del Partito Federalista di Hamilton e Adams, raccoglievano una vasta coalizione di personalità sotto l'ombrello dell'allora Democratic Republican Party: Democratici erano i pionieri che andavano verso ovest, le minoranze etniche che cominciavano a affluire nella nascente America e che venivano emarginate dalla maggioranza WASP del Nord Est, i gruppi religiosi eterodossi (dai cattolici ai quaccheri) che da quella stessa maggioranza di solida matrice puritana venivano malvisti, i primi gruppi di lavoratori organizzati che diffidavano della borghesia industriale del Nord Est, ma paradossalmente anche l'aristocrazia conservatrice del Sud, WASP purosangue ma aliena alla cultura mercantile del Nord. In questa prima fase, pensate un pò, il riferimento economico dei Democratici era il Liberalismo Classico che oggi viene additato a bandiera della Destra: all'epoca, infatti, i Federalisti da cui poi discesero i Whig e che si amalgamarono con la destra del DRP per creare il Partito Repubblicano, erano nettamente contrari al "libero mercato globale" e difendevano sì lo sviluppo capitalistico, ma col supporto di un pesante sistema di protezionismo.

    Il Partito Democratico continuò a lungo su questa linea di "Siamo tutti quelli che si contrappongono ai Repubblicani" : arrivati nel '900, erano democratici i Dixies nostalgici della Confederazione, gli immigrati europei di obbedienza socialista e anarchica chiusi in ghetti, i primi sindacati, gli ebrei. Nel Partito continuava la tendenza liberoscambista, identificata da personaggi come Al Smith o il Presidente Wilson, noto nemico di quei monopoli e trusts che supportavano i Repubblicani e controllavano l'economia americana. Ci volle il New Deal perchè i Democratici accettassero l'intervento del Governo Federale, e iniziassero a penetrare anche nella popolazione Nera.

    Oggi, i Democratici rappresentano indubbiamente la Sinistra dello schieramento politico americano: ma un'analisi di quella che è la loro base sociale rivela in maniera abbastanza chiara come il meccanismo che dall'800 a oggi ha contraddistinto la storia di questo Partito (rappresentanti dell'America "altra" da quella dei centri di potere) sia immutato:

    Correnti Politiche

    - Liberals : discendenti dei Wilsoniani progressisti di inizio secolo, sono la maggioranza dei membri del Partito, fortemente influenzati dalle lotte per i diritti civili degli anni '70. Sono divenuti dominanti nella composizione del Partito dopo il New Deal, quando hanno fatto da collante tra le varie e frastagliate anime della coalizione rooseveltiana.

    -Civil Libertarians: pochi, ma ci sono e hanno anche un loro caucus parlamentare : sono i Libertari di Sinistra, che pur mantenendo un approccio liberista all'economia, considerano fondamentale l'aspetto delle libertà civili. Sono i discendenti, dando per buona la teoria del Jefferson primo anarcocapitalista, degli antenati del Partito, i cosiddetti Bourbon Democrats.

    -Blue Dogs : I democratici conservatori del Sud e dell'Ovest, in particolare tra i cattolici; hanno oramai abbandonato il razzismo dei Dixies, ripiegando sul social conservatism; favoriscono una politica di tasse basse e protezionismo economico.

    -Centrist: le "persone normali" all'interno del Partito Democratico, che non si pongono grossi problemi ideali e guardano con pragmatismo e moderazione ai problemi. In questa categoria ritroviamo oramai gran parte dei vecchi "Reagan Democrats" e ancora prima del Labour organizzato che diede la vittoria a Roosevelt.

    Osserviamo la collocazione di questi gruppi nello scenario sociale americano:

    - I Liberals si identificano oramai col fricchettonismo , di conseguenza sono per eccellenza gli "Altri" d'America, come eredi diretti della protesta studentesca, delle lotte per i diritti civili, più residualmente delle lotte per i diritti sociali.

    - I Civil Libertarians, in un'America da sempre orgogliosa delle proprie radici religiose, rappresentano una eccezione vistosa, in quanto per la rigorosa difesa delle libertà individuali da ingerenze della religione in politica; sono poi altrettanto isolati sul piano economico in un Paese dove monopoli e multinazionali la fanno da padrone, e il governo continua a inondare di sussidi mentre spende in deficit.

    - I Blue Dogs sono minoritari nelle loro terre di insediamento non tanto per fattori di tipo religioso, ma per una riedizione dei fattori culturali che isolavano la gentry sudista: se una volta il Sud favoriva il Libero Commercio per la sua posizione dominante nell'economia agricola mondiale e non voleva invasioni di campo dello Stato Federale che ne limitassero la forza, oggi l'economia del Sud è in pericolo per la sua fragilità strutturale che i singoli Stati non riescono a superare. Da qui l'inversione di prospettiva rispetto ai Dixies per i diritti degli Stati.

    -Centristi: il centrismo è una coalizione variegata, sostanzialmente leale ai Clinton, che riprende tematiche del primo Partito Democratico (libero commercio, internazionalismo) ma le mescola con le posizioni dei blue collars che sono i suoi principali sostenitori, realizzando un mix a tratti più liberista, a tratti più socialdemocratico (ad esempio sulla Sanità, dove il piano di Hillary è nettamente Europeo). Sono la faccia di un'America che vuole essere rassicurata perchè si sente dimenticata dallo Stato e smarrita, e sono i degni discendenti di quei gruppi di immigrati che cercavano fortuna agli inizi del secolo e che vedevano nei democratici alieni dalla cupola del potere federale il miglior appoggio (anche perchè controllavano il potere locale, e un lavoro lo trovavano ).

    Guardiamo invece l'insediamento per classi e gruppi sociali:

    - Professionisti dei servizi: laddove molte lobbies del professionismo sono tradizionalmente repubblicane, i lavoratori della nuova economia basata sui servizi, per fattori sia culturali sia economici, favoriscono i democratici. I fattori culturali sono chiari, quelli economici nascono dall'identificazione, ancora una volta, dei Repubblicani come Big Business' Party.

    -Economisti: circa i due terzi degli economisti americani supportano il DPUSA. Mediamente le posizioni che esprimono sono safety regulations, gun control, redistribution, public schooling, and anti-discrimination laws," while opposing "tighter immigration controls, government ownership of enterprise and tariffs.. Si tratta di posizioni tradizionalmente associabili al Liberalismo americano e non solo: si potrà dire che il vero Liberale deve privatizzare la scuola pubblica e difendere il possesso delle armi, ma non dimentichiamoci che la vasta diffusione delle armi ha portato città come Detroit a venire letteralmente devastate dagli omicidi (cosa notoriamente non buona per gli affari) mentre è una tradizione tipica delle piccole città americane avere la loro scuola di Paese in cui tutti imparano: sopratutto, è una tradizione jeffersoniana.

    Accademici e Studenti Universitari: questo è un trend che è diventato evidente con la fine del monopolio di fatto sull'istruzione che in precedenza avevano le università d'elite del Nord Est, a lungo dominate dal tradizionalismo religioso, e con fattori culturali.

    Lavoratori: vedi sopra, alla voce centristi.

    Minoranze etniche: qui, il ruolo dei Democratici è rimasto lo stesso, ma sono cambiate, ovviamente le minoranze di riferimento.

    Insomma, mi sembra evidente che, se è naturalmente cambiata la composizione sociale del Partito, non è mutato il suo ruolo e, a una attenta analisi, nemmeno la sua lealtà alle idee liberali. Certo, il Liberalismo adottato oggi è quello Sociale di matrice inglese progressista, e non quello Classico, ma di sicuro non stiamo parlando di "pericolosi socialisti" ( ). Tantopiù che la Globalizzazione è stata la bandiera del Clintonismo !

    Che ne pensate ?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Scusate se il tutto è un pò confuso, ma l'ho scritto di getto e l'è lungo

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    26,812
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito

    L'America è nata dalla sinistra, essendo un frutto del progressismo e del repubblicanesimo, quindi i liberal non sono affatto nati dalla destra.
    Libero mercato e welfare state: le parole del Democratic Party, le parole del benessere.
    I liberal non sono solo figli delle lotte per i diritti civili ma sono i rappresentanti dell'America sognatrice, colta e progressista e al tempo stesso orgogliosamente americana.

  4. #4
    direttamente dall'Inferno
    Data Registrazione
    19 Jan 2007
    Località
    nel girone che preferite
    Messaggi
    25,543
    Mentioned
    141 Post(s)
    Tagged
    16 Thread(s)

    Predefinito

    che gli USA siano nati dalla sinistra te lo 6 sognato stanotte.....

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    26,812
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da perplesso666 Visualizza Messaggio
    che gli USA siano nati dalla sinistra te lo 6 sognato stanotte.....
    Gli USA nascono da una rivoluzione repubblicana e progressista, i patrioti erano detti "Whig" (la sinistra inglese liberale) mentre i lealisti alla Corona britannica erano detti "Tories" (la destra inglese conservatrice).
    Gli Stati Uniti d'America sono l'unico stato del mondo ad essere nati dalla "sinistra" anche se il termine nacque in Francia con la rivoluzione Francese, che peraltro gli statunitensi appoggiarono soprattutto nel Partito Democratico Repubblicano (e già questi due aggettivi sono, soprattutto erano ai tempi, di sinistra anche piuttosto radicale) con Thomas Jefferson (credo il primo leader non religioso di una nazione occidentale) e James Madison e la partecipazione straordinaria di Benjamin Franklin.

  6. #6
    Classic Liberal
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    The Waste Land
    Messaggi
    1,721
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Manfr Visualizza Messaggio
    -Economisti: circa i due terzi degli economisti americani supportano il DPUSA. Mediamente le posizioni che esprimono sono safety regulations, gun control, redistribution, public schooling, and anti-discrimination laws," while opposing "tighter immigration controls, government ownership of enterprise and tariffs.. Si tratta di posizioni tradizionalmente associabili al Liberalismo americano e non solo: si potrà dire che il vero Liberale deve privatizzare la scuola pubblica e difendere il possesso delle armi, ma non dimentichiamoci che la vasta diffusione delle armi ha portato città come Detroit a venire letteralmente devastate dagli omicidi (cosa notoriamente non buona per gli affari) mentre è una tradizione tipica delle piccole città americane avere la loro scuola di Paese in cui tutti imparano: sopratutto, è una tradizione jeffersoniana.
    Mi soffermo in particolare su questa parte del testo che è per me quella più interessante.
    Curiosamente i motivi che spingono i due terzi degli economisti a supportare i Democrats sono proprio quelli che, se avessi la cittadinanza americana, mi spingerebbero lontano dal partito dell'asinello.
    Si tratta delle misure deresponsabilizzanti ed egualitaristiche che sono in totale contrasto con il mio modo di vedere il liberalismo e delle quali abbiamo sperimentato ampiamente i "pregi" in Europa (forse l'unico campo in cui gli americani sono più "avanti" è quella delle anti discrimination laws, salvo poi trattare i fumatori e i ciccioni come degli stupratori di vecchiette) .
    Comunque su una cosa hai ragione, rispetto alle sinistre socialdemocratiche europee questi sono enormemente più liberali.

  7. #7
    Classic Liberal
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    The Waste Land
    Messaggi
    1,721
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Monsieur Visualizza Messaggio
    Gli USA nascono da una rivoluzione repubblicana e progressista, i patrioti erano detti "Whig" (la sinistra inglese liberale) mentre i lealisti alla Corona britannica erano detti "Tories" (la destra inglese conservatrice).
    Gli Stati Uniti d'America sono l'unico stato del mondo ad essere nati dalla "sinistra" anche se il termine nacque in Francia con la rivoluzione Francese, che peraltro gli statunitensi appoggiarono soprattutto nel Partito Democratico Repubblicano (e già questi due aggettivi sono, soprattutto erano ai tempi, di sinistra anche piuttosto radicale) con Thomas Jefferson (credo il primo leader non religioso di una nazione occidentale) e James Madison e la partecipazione straordinaria di Benjamin Franklin.
    Sinistra e Destra sono soltanto parole, è insensato paragonare la Sinistra e la Destra di oggi a quelle del '700.

  8. #8
    Libertarian Party
    Data Registrazione
    16 Apr 2008
    Località
    Molte persone vogliono che il governo protegga il consumatore. Un problema molto più urgente è proteggere il consumatore dal governo
    Messaggi
    4,364
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Monsieur Visualizza Messaggio
    Gli USA nascono da una rivoluzione repubblicana e progressista, i patrioti erano detti "Whig" (la sinistra inglese liberale) mentre i lealisti alla Corona britannica erano detti "Tories" (la destra inglese conservatrice).
    Gli Stati Uniti d'America sono l'unico stato del mondo ad essere nati dalla "sinistra" anche se il termine nacque in Francia con la rivoluzione Francese, che peraltro gli statunitensi appoggiarono soprattutto nel Partito Democratico Repubblicano (e già questi due aggettivi sono, soprattutto erano ai tempi, di sinistra anche piuttosto radicale) con Thomas Jefferson (credo il primo leader non religioso di una nazione occidentale) e James Madison e la partecipazione straordinaria di Benjamin Franklin.
    L'unica cosa certa è che gli USA sono nati da una rivolta fiscale di stampo liberale. Invece il discorso sinistra e destra del 1700 con termini coniati successivamente ai fatti ha davvero poco senso.

  9. #9
    Libertarian
    Data Registrazione
    20 Mar 2008
    Messaggi
    3,882
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Manfr Visualizza Messaggio

    -Economisti: circa i due terzi degli economisti americani supportano il DPUSA. Mediamente le posizioni che esprimono sono safety regulations, gun control, redistribution, public schooling, and anti-discrimination laws," while opposing "tighter immigration controls, government ownership of enterprise and tariffs.. Si tratta di posizioni tradizionalmente associabili al Liberalismo americano e non solo: si potrà dire che il vero Liberale deve privatizzare la scuola pubblica e difendere il possesso delle armi, ma non dimentichiamoci che la vasta diffusione delle armi ha portato città come Detroit a venire letteralmente devastate dagli omicidi (cosa notoriamente non buona per gli affari) mentre è una tradizione tipica delle piccole città americane avere la loro scuola di Paese in cui tutti imparano: sopratutto, è una tradizione jeffersoniana.
    Fonti????

  10. #10
    Libertarian
    Data Registrazione
    20 Mar 2008
    Messaggi
    3,882
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Dopo aver letto questo libro continuo a pensare che i democrat americani siano semplicemente dei socialisti.
    http://www.ibs.it/code/9788842086574...a-liberal.html

    Riassunto:
    Franklin Delano Roosevelt traghettò una nazione prostrata dalla crisi verso una ripresa economica, politica e sociale di così vasto respiro da durare per i trent'anni successivi. Grazie a lui gli Stati Uniti del dopoguerra poggiavano su forti valori democratici ed egualitari, incarnazione di una società di ceto medio dove il boom dei salari aveva elevato decine di milioni di americani dalla povertà a una vita agiata, livellando il reddito medio degli individui a scapito della concentrazione dei capitali. Poi le cose sono precipitate sempre più in fretta lungo un crinale scosceso fatto di crescenti disuguaglianze e di strisciante corruzione politica: "Durante gli anni Settanta, la destra radicale ha assunto il controllo del Partito repubblicano, incoraggiato le imprese a sferrare un attacco contro il movimento sindacale, ridotto drasticamente il potere contrattuale dei lavoratori, abbassato le aliquote fiscali applicate ai redditi elevati". I risultati disastrosi sono sotto gli occhi di tutti. Oggi, sostiene Krugman, il tempo è maturo per un'altra grande era di riforme, per un altro New Deal. Cosa dovrebbe fare la nuova maggioranza? Nell'interesse della nazione, dovrebbe attuare un programma imprescindibilmente progressista, che promuova l'espansione della rete di sicurezza sociale e riduca la disuguaglianza.





 

 
Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-11-11, 14:11
  2. La doppia morale delle destre: USA la Pali candidata "nudista"
    Di Myrddin-Merlino nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 05-09-08, 22:27
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-01-08, 22:00
  4. La "democrazia nata dalla resistenza" è andata a "puttane".
    Di Affus nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-01-08, 18:18
  5. Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 18-09-06, 20:24

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226