User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Teppista
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    Frivolezza & Libertà
    Messaggi
    35,075
    Mentioned
    71 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Scudo missilistico Usa Rice firma l'accordo a Varsavia E Mosca minaccia ritorsioni

    L'intesa dopo diciotto mesi di trattative con il premier polacco Tusk
    Scudo missilistico Usa
    Rice firma l'accordo a Varsavia
    E Mosca minaccia ritorsioni
    Lech Kaczyski e Condoleeza Rice ieri a Varsavia. Negli ultimi venti anni gli Usa hanno speso più ...
    Matteo Alviti
    Seconda tappa europea per il segretario di stato statunitense Condoleezza Rice, che dopo aver raccolto un magro successo martedì, nel vertice Nato di Bruxelles, ha pareggiato ieri i conti riportando a Washington l'accordo per la costruzione della base antimissilistica Usa in Polonia, dopo 18 lunghi mesi di trattative.
    Entro il 2012 sul suolo polacco, in una base militare attualmente in disuso vicino alla costa baltica, saranno posizionati 10 missili intercettori - «difensivi», ha specificato la Rice -, che con il radar costruito nella vicina Repubblica Ceca, completeranno la parte europea del sistema di difesa antimissilistica globale, quel famigerato "scudo spaziale", di cui esistono già alcune strutture in Groenlandia e Gran Bretagna. Negli ultimi venti anni gli Usa hanno speso più di 100 miliardi di dollari per il loro controverso progetto di difesa.
    Il premier polacco Tusk durante la cerimonia ha ricordato che firmando l'accordo sullo scudo spaziale gli Usa si sono anche impegnati a garantire una maggiore sicurezza per la Polonia installando una batteria di missili antimissile di medio raggio tipo Patriot. Una questione su cui Tusk ha trattato a lungo fin dal suo insediamento, lo scorso novembre. Per il presidente Kaczynski, con la firma dell'accordo è stato raggiunto uno dei scopi strategici del suo mandato, quello di «bloccare certe influenza» all'interno della Polonia, alludendo a quegli ambienti politici favorevoli a privilegiare i rapporti con la Russia rispetto a quelli con gli Stati Uniti.
    «E' un accordo che ci aiuterà a confrontarci con le minacce del ventunesimo secolo, dai missili a lunga gittata di paesi come l'Iran o la Corea del Nord», ha detto la Rice. Il documento, firmato a Varsavia dal ministro degli esteri Radoslaw Sikorski, dovrà ora essere approvato dal parlamento. Una formalità, considerato che sia la maggioranza di governo, che il principale partito d'opposizione sono favorevoli. Alla cerimonia erano presenti anche il primo ministro polacco, il liberal-conservatore Donald Tusk, e il presidente ultraconservatore Lech Kaczyski.
    L'Europa potrà dunque dormire tra due guanciali, certa che eventuali missili "canaglia", o di al Qaeda, lanciati a far strage di civili sul Vecchio Continente saranno prontamente distrutti dagli intercettori statunitensi. Meno tranquilla è sembrata Mosca, che alla storia della protezione degli Stati Uniti non crede molto, e vede l'influenza crescente degli Usa in quei paesi che fino a vent'anni fa erano sotto il loro cappello come una seria minaccia alla propria sicurezza. «E' un peccato che in un periodo di difficoltà come quello che stiamo vivendo, gli Stati Uniti vogliano esacerbare la situazione nelle relazioni tra Usa e Russia», ha detto il generale Anatoly Nogovitsyn, vicecapo di stato maggiore. La Russia ha accusato Usa e Polonia, che negano, di aver accelerato oltremisura la chiusura dell'accordo in risposta alla guerra russo-georgiana. In effetti le trattative avevano subito un rallentamento a luglio sulla questione dei missili patriot, fino all'improvvisa chiusura, poco meno di due settimane dopo l'intervento russo. Lo stesso Tusk si era però più volte detto preoccupato per la Polonia, il più grande ex satellite sovietico, dopo la pesante reazione armata di Mosca. Nei giorni scorsi, nel clima estremamente teso per il post-intervento russo, politici e generali di primo rango a Mosca avevano avvisato Varsavia di prepararsi a un attacco preventivo per la distruzione dell'apparato missilistico statunitense. «Vuota retorica» per Washington. La stessa Nato - che in aprile nel vertice di Bucarest aveva avallato, seppur con qualche pesante perplessità i progetti statunitensi - martedì ha liquidato come «inaccettabili» le minacce russe.


    21/08/2008

    http://liberazione.it/giornale_artic...rticolo=394059

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Teppista
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    Frivolezza & Libertà
    Messaggi
    35,075
    Mentioned
    71 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://liberazione.it/giornale_artic...rticolo=394060




    Per bloccare il sistema basterebbero dei palloni aerostatici
    Un programma di difesa
    che non può funzionare
    E che arricchisce i militari

    George Monbiot
    Il governo americano insiste nel dire che gli intercettatori, che saranno posizionati sulle coste del Baltico, non hanno nulla a che vedere con la Russia: il loro scopo è difendere l'Europa e gli Stati Uniti dai missili intercontinentali di Iran e Corea del Nord. Missili che però non posseggono. E' la ragione per cui quel sistema è stato posteggiato in Polonia, che come ogni studente del Texas sa, confina con i due stati canaglia.
    Questo ci permette di guardare ad un futuro radioso, nel quale il sistema missilistico di difesa, secondo quanto afferma il Pentagono, proteggerà «la nostra nazione... e i nostri amici e alleati». Questo se i russi aspetteranno che funzioni, prima di annientarci con le atomiche. La buona notizia è che, all'attuale stato dei lavori, un sistema di difesa affidabile sarà pronto solo tra 50 anni. La cattiva notizia è che negli ultimi 60 anni il sistema è sempre stato a 50 anni dalla realizzazione.
    Hanno iniziato a svilupparlo nel 1946 e fino a oggi non hanno ottenuto niente. Avreste tutt'altra impressione leggendo i comunicati stampa del Pentagono: la parola «successo» appare più spesso di qualsiasi altro vocabolo. E' vero che sono stati in grado di colpire due missili sui cinque lanciati negli ultimi cinque anni nel corso dei test effettuati. Ma questi test non hanno alcuna similitudine con un vero attacco nucleare.
    Tutti i tentativi fatti, sia falliti che riusciti, sono stati organizzati. L'obiettivo, il tipo e la destinazione erano conosciuti prima che i lanci fossero programmati. E' stato impiegato un solo tipo di missile nemico, in quanto il sistema non ha alcuna speranza di abbatterne due o tre insieme. E se venissero utilizzati missili esca, sarebbero identificati come tali ancora prima di un lancio. Tanto che il Pentagono ha deciso di non usarli più per testare il sistema. Questo mette in luce uno dei principali, e insolubili, problemi del sistema: è difficile capire come gli intercettatori possano battere in astuzia un tentativo del nemico di confonderli. Come ha sottolineato Phil Coyle, ex ufficiale del Pentagono responsabile dei sistemi di difesa, ci sono innumerevoli modi in cui è possibile ingannare il sistema. Per ogni missile nemico lanciato ne possono essere esplosi altrettanti finti con gli stessi sistemi radar e di infrarossi. Così come basterebbero dei palloni aerostatici o frammenti di metallo per bloccare il sistema. Si può ridurre la percezione di un missile del 90% semplicemente dipingendolo di bianco. Questa "alta tecnologia", che si può ottenere dal ferramenta sotto casa, di fatto rende un'altro elemento del multimiliardario sistema di difesa obsoleto. Oppure ci si può semplicemente dimenticare dei missili balistici e ricorrere ai cruise, contro i quali il sistema è inutile.
    Il programma è talmente costoso, mentre i modi per bypassarlo così economici, che se il governo degli Stati Uniti fosse seriamente intenzionato a farlo funzionare potrebbe portare il paese alla bancarotta, esattamente come la corsa agli armamenti ha portato l'Unione Sovietica alla rovina. Washington ha già speso tra i 120 e 150 miliardi di dollari sul progamma da quando Reagan rilanciò il progetto nel 1983. Sotto George Bush i costi sono cresciuti. Il Pentagono ha richiesto 62 miliardi da spendere ogni 5 anni, questo significa che il costo totale tra il 2003 e il 2013 sarà di 110 miliardi di dollari. E non esistono serie prospettive di successo. Il Pentagono si è inventato un nuovo meccanismo che permette al programma di difesa missilistico di ottenere finanziamenti fuori dal normale bilancio.
    "Spiral development" significa, stando alle parole della direttiva del Pentagono che «i requisiti finali non sono noti all'inizio del programma». Di fatto il sistema potrà essere sviluppato secondo i criteri che verranno decisi dai militari. Il risultato è che nessuno ha la più vaga idea di quale sia l'obiettivo del programma. Non ci sono date, né costi, certi. Nessuna penale in caso di fallimenti o ritardi. Nessuno standard con il quale compararlo e giudicare il suo funzionamento. E questo mostruoso schema è ancora incapace di realizzare quello che alcune centinaia di dollari di seria diplomazia potrebbe raggiungere in un pomeriggio.
    C'è da chiedersi perché impegnare questo pozzo infinito di miliardi in un programma che è destinato a fallire? Vi darò qualche indizio: la risposta è sottointesa nella domanda. Esiste perché non funziona.
    La politica Usa, a causa dei fallimenti dei Repubblicani e dei Democratici nel contrastare queste spese, è malata. E con Bush la corruzione ha raggiunto qualità nigeriane. Il governo federale è un stato sociale corporativo, premia le aziende che donano milioni di dollari ai politici con contratti dal valore di miliardi. Il sistema di difesa missilistico è la magica torta che non finirà mai, non importa quanta ne mangi. I fondi diretti alla difesa e a tutti coloro che lavorano al progetto non finiranno perché il sistema non funzionerà mai.
    Per poter mantenere il flusso di denaro l'amministrazione deve esagerare le minacce provenienti da nazioni senza atomica e allo stesso tempo ignorare le possibili risposte che potrebbero arrivare da chi invece il nucleare ce lo ha. E la stessa Russia non è innocente. Si può immaginare il sorriso sui volti dei generali russi: grazie a questo nuovo scudo missilistico hanno trovato una nuova scusa per accrescere il loro potere e i loro budget.
    Se proviamo a capire la politica estera statunitense in termini di impegni razionali rispetto ai problemi internazionali, o anche solo come affermazione di potere, stiamo guardando nel posto sbagliato. Gli interessi del governo Usa sono sempre stati provinciali. Il loro obbiettivo è tranquillizzare i lobbisti, influenzare l'opinione pubblica in occasione di passaggi cruciali del ciclo politico, accontentare le fantasie dei fondamentalisti cristiani e fare i ruffiani con compagnie televisive controllate da miliardari eccentirici. Gli Stati Uniti non hanno una vera politica estera. Né politiche nazionali da proiettare oltre i suoi confini. Il fatto che abbiano minacciato il mondo con ben 57 metodi di distruzione non è tema che interessa l'attuale amministrazione. L'unico loro interesse è chi sarà pagato e che tangente politica produrrà.


    21/08/2008



  3. #3
    Teppista
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    Frivolezza & Libertà
    Messaggi
    35,075
    Mentioned
    71 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sinceramente il secondo articolo è interessante dal punto di vista tecnico, ma ha un'analisi della situazione insufficiente.
    Se è vero che la politica statunitense è in mano alle lobby, non si può ignorare quello che emerge dal primo articolo: lo scudo spaziale è uno strumento nelle mani dell'imperialismo americano, che lo usa per tenere sotto la sua influenza l'Europa.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-02-10, 21:01
  2. Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 22-10-09, 23:05
  3. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 20-08-08, 14:00
  4. Scudo spaziale: Mosca minaccia Usa
    Di Spartacvs nel forum Politica Estera
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 25-12-07, 12:13
  5. Scudo spaziale: Mosca minaccia Usa
    Di fnmontesilvano nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-12-07, 23:45

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226