User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18
  1. #1
    Austrian libertarian
    Data Registrazione
    22 Sep 2007
    Località
    L'ignoranza del pubblico è un fattore necessario per il buon funzionamento di una politica governativa inflazionistica. Ludwig von Mises
    Messaggi
    10,020
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La crociata estiva contro Tim e Vodafone nasconde la tentazione di prezzi regolati

    C'è differenza fra chiedere liberalizzazioni e credere nella libertà di mercato? I gruppi organizzati di consumatori stanno affilando le spade contro i due giganti della telefonia mobile, Tim e Vodafone, accusati di aver modificato le loro tariffe nel mezzo dell'estate. Il ritocco ai prezzi sarebbe quello che in gergo tecnico si definisce «una furbata»: farebbe perno sulla tradizionale distrazione estiva dei consumatori, che fra una scarpinata in montagna e un tuffo al largo non avrebbero modo di accorgersi di eventuali rincari.

    Di più, il fatto che i due maggiori operatori abbiano agito nella stessa stagione conduce il Codacons a parlare di «contemporaneità sospetta» e ad appellarsi «all'Antitrust e all'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni per verificare se tale operazione non nasconda un accordo tra i due gestori».

    La prassi seguita dalle due aziende, però, non manca di trasparenza. Ai consumatori è stato lasciato giustamente del tempo, per prendere visione delle offerte e decidere sul da farsi. Le nuove tariffe di Tim scatteranno ai primi di settembre, quelle Vodafone a ottobre. La comunicazione "estiva" può pure indispettire, ma due mesi sembrano una finestra di tempo sufficiente, anche per il più impegnato degli utenti, per decidere che fare del proprio telefonino.

    Le carte in tavola vengono rimischiate solo per piani tariffari ricaricabili, nel caso di Vodafone introdotti fra il 1998 e il 2003 e per giunta non più sottoscrivibili. Non si toccano i contratti su abbonamento né le offerte successive al marzo 2007. In buona sostanza, è un'operazione di riordino, necessaria sia per razionalizzare le opzioni disponibili per i consumatori (che dopotutto per anni hanno biasimato la confusione della «jungla tariffaria»), sia perché il telefonino di oggi è un pronipote di quello del 1998. Ogni tanto sorge persino il dubbio che ci sia effettivamente qualcuno che continua ad usarlo (solo) per telefonare. È stata la tecnologia a cambiarne le modalità di utilizzo. È normale che chi vende servizi cerchi di spingere i consumatori ad una fruizione più intensa, smaliziata, consapevole e (per sé) più remunerativa.

    Visto l'ovvio interesse di noi tutti per trarre beneficio dal piano tariffario più vicino alle nostre esigenze, non stupisce la mobilitazione di blog, siti, e gruppi di consumatori. I quali annunciano indicazioni puntuali per «difendersi dai rincari». Fanno bene le associazioni di utenti a dare consulenze su quale piano scegliere. Ma nel momento in cui qualsiasi consumatore ha a disposizione tre, chiarissime possibilità: accettazione del nuovo piano tariffario, scelta di una tariffa differente, o cambio di operatore telefonico, è davvero difficile comprendere dove starebbe il danno.

    Liberalizzazioni, libertà di mercato. Le prime vengono chieste, di solito, per abbassare l'asticella dei prezzi. È un ottimo motivo, in tempi di vacche magre e in Paesi dove interi settori dell'economia sono eccessivamente intermediati, a tutto vantaggio di chi presidia talune rendite di posizione. Però i prezzi bassi non sono un fine in sé. In un mercato, il prezzo viene continuamente "scoperto", adattato, ripensato in una serie infinita di transazioni. È normale che cambi, a seconda delle priorità di offerta e domanda, delle evoluzioni della tecnologia, dell'innovazione produttiva.

    La libertà di mercato non è solo la libertà di scelta dei consumatori. È anche il diritto dei produttori di vendere i beni o servizi che mettono in commercio, alle condizioni che ritengono più opportune. Dall'incontro di queste due libertà, emerge un mercato efficiente. Ma così come la logica degli operatori non è quella della beneficenza, è velleitario pensare e attuare una rappresentanza "sindacale" dei consumatori. In primo luogo perché i consumatori hanno interessi spesso non convergenti, e preferenze diversissime (se per me il "costo" di informarmi sulle nuove tariffe dei cellulari è più alto del beneficio percepito, non sono un consumatore truffato: sono un consumatore pigro). In secondo luogo perché scioperi e boicottaggi sul mercato avvengono senza clamore e ogni giorno. Nel mercato liberalizzato della telefonia mobile, milioni di italiani hanno cambiato gestore, fruiscono di diverse offerte di differenti operatori, protestano con i rispettivi servizi clienti, "votano con i piedi" a seconda di promozioni, regali che premiano il consumo, nuovi modelli di telefonino disponibili.

    Tutto questo non è un atto politico, e per fortuna. Se i gruppi di utenti vogliono attivare l'attenzione dei consumatori a dettagli che possono sfuggire loro, le classiche frasi in piccolo nei contratti, svolgono una funzione utile. Se si agitano per imporre prezzi regolati, ad una soglia inferiore al prezzo di mercato, possono spuntare qualche minimo beneficio di breve periodo causando vistosi danni nel lungo.

    Nei lunghi anni in cui abbiamo avuto prezzi amministrati, avevamo imparato che i calmieri producono un'offerta sottodimensionata alla domanda - cui i rimedi sono tristemente noti: razionamento, liste d'attesa, mercati paralleli. L'effetto di un "prezzo politico" è lo stesso del "18 politico". Un sollievo per alcuni oggi, un peggioramento della qualità per tutti domani.

    Da Il Riformista, 22 agosto 2008

    http://www.brunoleoni.it/nextpage.aspx?codice=7013

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    text
    Data Registrazione
    25 Nov 2006
    Messaggi
    1,531
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    I consumatori Italiani sono dei co..ni.Invece di fare portabilità.preferiscono tenersi l'operatore "di marca".
    Molta gente è legata al marchio,alla pubblicità e a quello che gli dice l'amico.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    20 May 2002
    Messaggi
    1,239
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da malox Visualizza Messaggio
    I consumatori Italiani sono dei co..ni.Invece di fare portabilità.preferiscono tenersi l'operatore "di marca".
    Molta gente è legata al marchio,alla pubblicità e a quello che gli dice l'amico.
    Alcune considerazioni in merito:

    ho un abbonamento TIM da sempre (dal 1993) e negli anni, con alcune utenze aziendali, ho usato Wind dei tre guitti e Tre tutta chiachhiere e Littizzetto: una skifezza! Ergo, resto con TIM.

    Quello che non mi piace è il modo unilaterale e via sms, per comunicare gli aumenti.
    Oltre a considerere se sia legittimo questo modo, potevano farlo più personale, sprecano tanta carta - un foglio in più non dilapidava i bilanci! - oppure via sms ma in modo più chiaro, non con le sigle dei ragazzini.
    L' sms lo ha ricevuto mia figlia che ha un prepagato.
    Cambierà profilo, non operatore.
    Perchè cambiare operatore, forse pochi lo sanno, non è poi così semplice.

  4. #4
    Austrian libertarian
    Data Registrazione
    22 Sep 2007
    Località
    L'ignoranza del pubblico è un fattore necessario per il buon funzionamento di una politica governativa inflazionistica. Ludwig von Mises
    Messaggi
    10,020
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da vacanze romane Visualizza Messaggio
    Oltre a considerere se sia legittimo questo modo, potevano farlo più personale, sprecano tanta carta - un foglio in più non dilapidava i bilanci! - oppure via sms ma in modo più chiaro, non con le sigle dei ragazzini.
    bè, io ho vodafone, e il messaggio l'ho ricevuto il 16/08, quindi un mese e mezzo prima del cambio...non mi pare una truffa o un dramma.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    20 May 2002
    Messaggi
    1,239
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Abbott Visualizza Messaggio
    bè, io ho vodafone, e il messaggio l'ho ricevuto il 16/08, quindi un mese e mezzo prima del cambio...non mi pare una truffa o un dramma.
    A parte il fatto che fare un'operazione del genere a ferragosto è abbastanza discutibile, cmq potevano pianificare per tempo ed avvisare ad esempio ad ottobre che "dal 1.1.2009" sarebbero cambiate le tariffe, facendo terminare il 31.12.08 tutti i contratti in essere.
    Tutta questa fretta mi sembra sospetta (un 45 gg di cui almeno 15 gg poco utilizzabili x ferie e chiusure varie) ... mi sembra la solita furbata all'italiana.

  6. #6
    Austrian libertarian
    Data Registrazione
    22 Sep 2007
    Località
    L'ignoranza del pubblico è un fattore necessario per il buon funzionamento di una politica governativa inflazionistica. Ludwig von Mises
    Messaggi
    10,020
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da vacanze romane Visualizza Messaggio
    A parte il fatto che fare un'operazione del genere a ferragosto è abbastanza discutibile, cmq potevano pianificare per tempo ed avvisare ad esempio ad ottobre che "dal 1.1.2009" sarebbero cambiate le tariffe, facendo terminare il 31.12.08 tutti i contratti in essere.
    Tutta questa fretta mi sembra sospetta (un 45 gg di cui almeno 15 gg poco utilizzabili x ferie e chiusure varie) ... mi sembra la solita furbata all'italiana.
    sinceramente tutta sta furbata non la vedo...se l'avessero comunicato pochi giorni prima capirei, ma l'hanno comunicato quasi due mesi prima (e non dimentichiamoci che voci a riguarda circolavano da tempo)...in due mesi chiunque può tranquillamente valutare pro e contro e decidere.

  7. #7
    Ottircsi
    Data Registrazione
    24 Mar 2008
    Messaggi
    6,997
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    e' una vergogna, la concorrenza nel mercato telecom.

    dovrebbero ispirarsi alle banche o alle assicurazioni, dove c'e' vera concorrenza.

  8. #8
    Speriamo non sia tardi
    Data Registrazione
    08 Mar 2006
    Località
    Quello che resta dell'Italia
    Messaggi
    21,282
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Abbott Visualizza Messaggio
    bè, io ho vodafone, e il messaggio l'ho ricevuto il 16/08, quindi un mese e mezzo prima del cambio...non mi pare una truffa o un dramma.
    Anch'io ho Vodafone ed anche a me l'hanno messo in quel posto (avevo tariffe del 1999). Li mando a cagare e cambio operatore se non altro per il trattamento a pesci in faccia riservatomi.

  9. #9
    Obama for president
    Data Registrazione
    10 Apr 2003
    Località
    Venezia
    Messaggi
    29,096
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    la manovra tocca solo le ricaricabili

  10. #10
    Obama for president
    Data Registrazione
    10 Apr 2003
    Località
    Venezia
    Messaggi
    29,096
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da vacanze romane Visualizza Messaggio
    A parte il fatto che fare un'operazione del genere a ferragosto è abbastanza discutibile, cmq potevano pianificare per tempo ed avvisare ad esempio ad ottobre che "dal 1.1.2009" sarebbero cambiate le tariffe, facendo terminare il 31.12.08 tutti i contratti in essere.
    Tutta questa fretta mi sembra sospetta (un 45 gg di cui almeno 15 gg poco utilizzabili x ferie e chiusure varie) ... mi sembra la solita furbata all'italiana.
    non è vero che è difficile è che hai fatto una portabilità da wind a tim e tra le due corrono pessimi rapporti

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Crociata contro la pizza
    Di capitan Cilento nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 55
    Ultimo Messaggio: 18-12-08, 00:47
  2. La crociata estiva contro Tim e Vodafone nasconde la tentazione di prezzi regolati
    Di Abbott (POL) nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 08-09-08, 18:46
  3. L'ultima crociata contro l'Islàm
    Di Basiji nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-06-04, 17:43
  4. L'ultima crociata contro l'Islàm
    Di Basiji nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-06-04, 17:43
  5. L’insostenibile crociata contro la libertà
    Di FORCES CAMPANIA nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 06-01-03, 18:19

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226