User Tag List

Pagina 1 di 10 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 93
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    25 Mar 2008
    Messaggi
    398
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Wink The genetic map of Europe

    Biologists have constructed a genetic map of Europe showing the degree of relatedness between its various populations.
    All the populations are quite similar, but the differences are sufficient that it should be possible to devise a forensic test to tell which country in Europe an individual probably comes from, said Manfred Kayser, a geneticist at the Erasmus University Medical Center in the Netherlands.
    The map shows, at right, the location in Europe where each of the sampled populations live and, at left, the genetic relationship between these 23 populations. The map was constructed by Kayser, Dr. Oscar Lao and others, and appears in an article in Current Biology published on line on August 7.
    The genetic map of Europe bears a clear structural similarity to the geographic map. The major genetic differences are between populations of the north and south (the vertical axis of the map shows north-south differences, the horizontal axis those of east-west). The area assigned to each population reflects the amount of genetic variation in it.
    Europe has been colonized three times in the distant past, always from the south. Some 45,000 years ago the first modern humans entered Europe from the south. The glaciers returned around 20,000 years ago and the second colonization occurred about 17,000 years ago by people returning from southern refuges. The third invasion was that of farmers bringing the new agricultural technology from the Near East around 10,000 years ago.....


    ......The map also identifies the existence of two genetic barriers within Europe. One is between the Finns (light blue, upper right) and other Europeans. It arose because the Finnish population was at one time very small and then expanded, bearing the atypical genetics of its few founders.
    The other is between Italians (yellow, bottom center) and the rest. This may reflect the role of the Alps in impeding free flow of people between Italy and the rest of Europe.
    Data for the map were generated by gene chips programmed to test and analyze 500,000 sites of common variation on the human genome, although only the 300,000 most reliable sites were used for the map. Kayser's team tested almost 2,500 people and analyzed the data by correlating the genetic variations in all the subjects. The genetic map is based on the two strongest of these sets of correlations.
    http://www.iht.com/articles/2008/08/...e/13visual.php

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Juv
    Juv è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    03 Jun 2006
    Località
    Quel Posto Davanti al Mare
    Messaggi
    32,725
    Mentioned
    52 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito

    Bravo. Grazie per ricordarci che in itaglia esistono due gruppi distinti. IT2 IT1


  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    25 Mar 2008
    Messaggi
    398
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da JuvSP Visualizza Messaggio
    Bravo. Grazie per ricordarci che in itaglia esistono due gruppi distinti. IT2 IT1

    Tutto il materiale che contribuisce ad approfondire il tema è ben accetto
    Grazie.

  4. #4
    La mia autorità morale SONO IO
    Data Registrazione
    30 Oct 2004
    Località
    Martesana, Insubria, Europa.
    Messaggi
    1,355
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Allora da una sfogliata veloce di 30 secondi al testo dello studio mi pare di capire che :

    innanzitutto IT2 rappresenta solo le marche (non ho letto il motivo, se c'è)
    Gli altri sono tutti in IT1, quindi credo che it2 si possa ignorare.

    La cosa interessante è un altra : l'altezza della regione denominata IT1:




    L'altezza indica la variazione interna al singolo gruppo rispetto alla direzione geografica nord-sud, e dato che l'altezza del gruppo IT1 è amplissima, occupa quasi metà del quadrante, significa che nel gruppo considerato come "Italiano" NON c'è una omogeneità che invece è presente in misura maggiore negli altri gruppi che infatti sono abbastanza "concentrati in piccole aree tondeggianti" e che nel gruppo preso come "Italiano " in direzione nord-sud c'è una differenza ABISSALE nella popolazione considerata, la maggiore differenza esistente in tutta Europa, nei gruppi considerati.

    La parte superiore infatti lambisce il gruppo svizzero e quello francese.

    Se esistesse un gruppo Padano e uno Italiano è semplice intuire che probabilmente quello italiano occuperebbe la posizione isolata in basso mentre quello padano sarebbe innestato assieme agli altri gruppi europei.


    Ci sono altre immagini presenti nell'articolo penso siano più esplicative, dove la Padania è NON SOLO a se stante rispetto al resto dello stato itaGliano, ma addirittura per buona parte considerata componente del gruppo superiore, quello con anche Francia e Germania


    Figure 2. Geographic Distribution of Two Measures of Genetic Diversity across the European Population
    (A and B) Isoline map (A) of Europe based on the mean observed heterozygosity in each of 23 European subpopulations with (B) corresponding spatial autocorrelogram.
    (C and D) Isoline map (C) of Europe based on the mean observed linkage disequilibrium based on HR2 in each of 23 European subpopulations with (D)
    corresponding spatial autocorrelogram.

  5. #5
    La mia autorità morale SONO IO
    Data Registrazione
    30 Oct 2004
    Località
    Martesana, Insubria, Europa.
    Messaggi
    1,355
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Aggiungo: lo studio prende in considerazione 103 persone considerate nel gruppo itaGliano.
    Probabilmente un po' pochine, ma questo passa il convento

  6. #6
    Il Guiscardo
    Data Registrazione
    08 Jun 2006
    Località
    Principato di Salerno
    Messaggi
    64
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Max_s Visualizza Messaggio
    La parte superiore infatti lambisce il gruppo svizzero e quello francese.
    LAMBISCE...di fatto siete nello stesso gruppo di Rumeni, Spagnoli e Portoghesi rendetevi conto...
    Poi francamente non vedo come voi ignorantoni (scientificamente parlando) possiate interpretare una mappa del genere...

  7. #7
    Tyr
    Tyr è offline
    Forumista senior
    Data Registrazione
    02 Sep 2009
    Località
    MARCA DI VERONA E AQUILEIA
    Messaggi
    2,058
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Compagno, non si può riportare uno studio in questo modo.
    Innanzitutto l'articolo va letto nella sua totalità.
    L'articolo non ha come titolo la "mappa genetica d'europa" ma:
    Lao O, et al.
    Correlation between Genetic and Geographic Structure in Europe.
    Curr Biol. 2008 Aug 6.
    Esso va letto nella sua totalità cosa che io feci, prima che la rivista diventasse a pagamento.
    Fino ad alcune settimane fa l'articolo si poteva scaricare gratuitamente.
    Le popolazioni di cui si parla nello studio sono "macropopolazioni", non si distingue, non solo tra celti, latini, germani, ma nemmeno tra indoeuropei e non indoeuropei.
    E' uno studio che fa una analisi veramente "grossolana".
    Per valutare le differenze tra popolazioni (o la genesi e le commistioni di popolazioni) si ricercano geni specifici (solitamente portatori di malattie).
    Per semplificare: assumiamo che la popolazione irlandese sia celtica; la frequenza del gene "C", responsabile della malattia M, è dell'1% nella popolazione.
    La frequenza del gene C nei Friulani è dell'0,5%, la frequenza del gene C, nei Campani è del 0,005%.
    Ergo: i Friulani sono più celtici dei Campani (o anche: i Friulani sono celtici e i Campani no).
    Studi di questo tipo, si stanno facendo e sono stati fatti, per:
    - stabilire le origini e le migrazioni delle popolazioni;
    - definire interventi sanitari preventivi (es. screening per l'emocromatosi nelle regioni del nord italia a prevalente impronta celtica).
    Non solo: gli studi condotti sull'emocromatosi (una patologia da accumulo di ferro nell'organismo) confermano i dati storico archeologici (dove è maggiore la frequenza del gene per l'emocromatosi vi è una maggior presenza celtica/scandinava anche dal punto di vista storico e archeologico). Alcuni studi di questo tipo sono stati condotti anche sulla popolazione italiana:


    Mariani et al.
    Prevalence of HFE mutations in upper Northern Italy: study of 1132 unrelated blood donors.
    Dig Liver Dis. 2003 Jul;35(7):479-81.

    Salvioni et al.
    Prevalence of C282Y and E168X HFE mutations in an Italian population of Northern European ancestry.
    Haematologica. 2003 Mar;88(3):250-5.

    Candore et al.
    Frequency of the HFE gene mutations in five Italian populations.
    Blood Cells Mol Dis. 2002 Nov-Dec;29(3):267-73.

    Melis et al.
    Frequency of hemochromatosis C282Y and H63D mutations in Sardinia.
    Genet Test. 2002 Winter;6(4)27-9.

    Pozzato et al.
    Haemochromatosis gene mutations in a clustered Italian population: evidence of high prevalence in people of Celtic ancestry.
    Eur J Hum Genet. 2001 Jun;9(6):445-51.


    Camaschella et al.
    Allelic association of microsatellites of 6p in Italian hemochromatosis patients.
    Hum Genet. 1996 Apr;97(4):476-81.


    CONCLUSIONI.

    1) Lo studio di Lao et al., per la tecnica utilizzata, non è in grado di distingure le diverse popolazioni presenti in italia.

    2) Lo studio di Lao et al. non prova assolutamente che gli italiani siano un popolo geneticamente omogeneo (in conseguenza della barriera fisica costituita dalle Alpi).

    3) Studi condotti ricercando geni associati a specifiche malattie testimoniano come l'italia sia costituita da popolazioni geneticamente distinte.

    4) Tale distinzione era già nota in medicina, da prima che si sviluppassero gli studi genetici, come testimonia la diversa frequenza dell'anemia mediterranea nella penisola.
    Dal Segatore/Poli, Dizionario Medico Scientifico Divulgativo, Istituto Geografico de Agostini, 1967.
    "Anemia mediterranea. Denominata anche anemia eritroblastica, anemia microcitemica, thalassemia major, malattia di Cooley (dal nome del medico americano che, nel 1925, a Detroit, per primo descrisse questa malattia, da lui riscontrata, in una famiglia di emigranti italiani). E' una forma morbosa assai grave e quasi sempre mortale che ha netto carattere di eredità familiare e razziale; infatti la malattia si trasmette lungo l'asse delle generazioni di una famiglia e si riscontra specialmente in Grecia, o in altri Paesi mediterranei - Italia compresa- ma soltanto in individui di origine (anche lontana) greca, o che con la stirpe ellenica hanno avuto, anche secoli fa, commistioni matrimoniali di sangue. Per quanto specificatamente concerne l'Italia, la grave affezione risulta presente al meridione e nelle isole, ma anche e soprattutto nelle province di Ferrara e Rovigo, ossia tra le popolazioni del delta padano e delle valli di Comacchio. Il che facilmente si spiega ove si tenga presente che in mezzo a detta popolazione sono numerosi gli individui di lontana origine greca, discendenti degli antichi abitanti della città greco- etrusca di Spina (V secolo a. C.); infatti, durante gli ultimi scavi archeologici di tale antichissima città, posta nelle valli di Comacchio (ove da molti secoli trovasi completamente sommersa dalle acque) , sono stati rinvenuti nelle tombe crani umani che presentano le caratteristiche lesioni ("cranio a spazzola") proprie di questo male. Prova irrefutabile, questa, che nella zona di Comacchio la grave affezione era presente fin da parecchi secoli prima di Cristo (cioè da oltre 2000 anni). (.....)."

    Compagno comunista, a me non hanno mai dato nè il 30 politico nè il 6 politico.
    Copincollare due righe da internet può andare bene per le propaganda rossa. Lo studiare ed il sapere sono altre cose, presuppongono LAVORO (il nemico mortale del comunista).

  8. #8
    Forumista
    Data Registrazione
    14 Apr 2010
    Messaggi
    374
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    l'anemia mediterranea è caratteristica di territori dove era presente la malaria a prescindere da commistioni con popolazioni elleniche.

  9. #9
    Il Guiscardo
    Data Registrazione
    08 Jun 2006
    Località
    Principato di Salerno
    Messaggi
    64
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Un dizionario medico-divulgatico De Agostini del 1967 per una persona seria che ne capisce davvero di medicina oggi come oggi è solo carta straccia (e si vede), dato che si basa su argomenti obsoleti e inesistenti come le razze senza tener conto della loro inconsistenza davanti alle moderne ricerche nel campo della genetica che sono FONDAMENTALI.

  10. #10
    Registered User
    Data Registrazione
    08 Apr 2006
    Località
    Parma - " 'me ela, sior Frarén, che so' fiö al va in gir in machina e lù inveci in biciclèta?!" - "Parché me fiö l'e fiö d'un sior e mi a son fiö d'un povret".
    Messaggi
    508
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da hellas Visualizza Messaggio
    Copincollare due righe da internet può andare bene per le propaganda rossa. Lo studiare ed il sapere sono altre cose, presuppongono LAVORO (il nemico mortale del comunista).
    Sono in linea di massima d'accordo con te...ma per le vecchie generazioni di comunisti questo non era affatto vero. Fatti un giro nella campagna reggiana, dove anche gli alberi sono rossi, e poi mi dici che tipo di lavoratori sono...

 

 
Pagina 1 di 10 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 17-09-12, 13:52
  2. VIDEO [Modern Europe vs Ancient Europe]
    Di el Doge 91 nel forum Destra Radicale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 04-10-08, 16:10
  3. finn's genetic roots
    Di Felix (POL) nel forum Hdemia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-09-04, 03:53
  4. Air Europe
    Di Triple8 nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 30-11-03, 14:44
  5. Ex Air Europe 777
    Di italex nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 15-04-03, 19:44

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226