User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Allegri amici! E' in arrivo la Porcata n°2

    Sempre più su in fondo al nostro cu...

    Leggete

    http://rassegna.governo.it/rs_pdf/pdf/J1P/J1PA0.pdf

    con tanti saluti agli amici indipendentisti ed autonomisti...

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Nov 2007
    Messaggi
    362
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Argomento e argomentazioni identiche a quelli esposti su questo forum qualche settimana fa. Alla buon'ora, Riformista...

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    La situazione italiana è drammatica.
    Non possono permettersi in futuro voci diverse dai due partiti PD, sia quello con la L sia quello senza la L.

    Per ora le due voci differenti IDV e lega sono solamente state salvate in quanto essendo partiti basati sulla persona non creano alcun problema perché gestiti a livello personale.

    Con lo sbarramento al 5% rimangono solamente più 4 partiti.

    Vi è in sospeso il MPA del Sud che può presentarsi alle votazioni europee anche senza raccogliere le firme, però sarà tagliato fuori.
    Inoltre devono ripristinare il marchingegno per UV ed al SVP, per cui avevano la possibilità di ottenere un deputato attraverso il superamento di un certo numero di preferenze ed un apparentamento con l’ulivo, non sulla scheda, ma attraverso un accordo cartaceo burocratico.

    Lo sbarramento serve per alzare la percentuale attraverso cui si ottiene il rimborso elettorale, per cui togliere ossigeno alle forze minori.

  4. #4
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Da "IL MESSAGGERO" di giovedì 4 settembre 2008

    Berlusconi piega la Lega:
    via le preferenze dalla legge per le Europee CORRETTO IL TESTO-BASE SBARRAMENTO Al 4% Dissensi in An Ma il Cavalie e vuole spezzare il filo ma il Pcl e i potenziali alleati di CLAUDIO SARDO ROMA - Già per due volte la bozza di Roberto Calderoli è arrivata in Consiglio dei ministri e in entrambi i casi Silvio Berlusconi ha preferito il rinvio ad un compromesso a lui sgradito. Ora l`ostacolo pare rimosso: il ministro leghistaha ceduto al pressing del premier e gli ha fatto sapere di essere disposto a cancellare le preferenze dal testo-base della riforma elettorale per le Europee.
    Proprio sulla legge per le europee Calderoli aveva sperimentato il suo metodo di consultazione con le opposizioni, poi applicato anche al federalismo fiscale. E, mediando tra le varie istanze, era arrivato a fissare i tre punti-cardine del progetto:
    soglia di sbarramento al 4% (tra il 5 richiesto da Forza Italia e il 3 proposto da Pd, Udc e Rifondazione); preferenza unica (tra Forza Italia che ne chiedeva l`abolizione e il Pd che ipotizzava la doppia preferenza, per un uomo e per una donna); dieci circoscrizioni elettorali invece delle attuali cinque (comunque con il riparto nazionale dei seggi in modo da rispettare la clausola di sbarramento).
    La mediazione aveva il benestare di Umberto Bossi, ma non ha mai avuto quello di Berlusconi. Che ha insistito a più riprese con i vertici della Lega. Due gli argomenti usati dal premier. Il primo: «Non posso cedere subito sia sulla soglia al 4% che sulla preferenza.
    Se il testo esce così da Palazzo Chigi, in Parlamento la soglia si abbasserà al 3 e chi nel Pd strizza l`occhio a Udc e Rifondazione l`avrà vinta».
    Come dire: una successiva trattativa sarà sempre possibile, ma il Pd dovrà rinunciare o alla preferenza o a ridurre la soglia sotto il 4%. Secondo argomento di Berlusconi: «Nonostante le apparenze, a Veltroni e alla sua parte del Pd potrebbe convenire questa soluzione».
    La complicazione per il governo è che sulle preferenze le opinioni sono diverse anche nella maggioranza. La Lega ostenta indifferenza sul merito.
    Ma in An molti sono contrari all`abolizione. Tra questi il ministro Ignazio La Russa, che ieri ha suggerito un nuovo rinvio della decisione. Favorevoli alle preferenze sono anche Roberto Formigon.i e Gianni Alemanno, che al Meeting di Cl hanno fatto di questo uno dei punti salienti del- la loro alleanza dentro il Pdl.
    Berlusconi comunque non intende lasciare ad altri il pallino del negoziato istituzionale con il Pd. A Bossi e Caldei-oli l`ha fatto capire anche quando scherzosamente li ha chiamati «compagni», rimpoveran do loro la partecipazione alla Festa di Firenze.
    Con la correzione sulle preferenze invece il testo Calderoli diventa per il premier una buona base di partenza: soglia al 4%, liste bloccate, dieci circoscrizioni.
    Berlusconi lo difenderà sostenendo che, per le Europee, le preferenze sono escluse anche in Germania, Francia, Gran Bretagna, Spagna.
    Dovrà vedersela con chi tirerà in ballo anche le liste bloccate per il Parlamento nazionale, segnalando che solo da noi i vertici di partito nominano i parlamentari ad ogni livello. Ma la legge elettorale sulle Europee è solo il primo dei dossier al tavolo delle riforme.
    E il negoziatore Berlusco- ni, in questa fase, intende rafforzare le proprie posizioni di partenza. Senza concessioni gratuite.
    Peraltro, le preferenze non sono solo una questione controversa nel Pdl. Possono anche diventare una mina nel percorso di unificazione tra Forza Italia e An, ad esempio scatenando battaglie tra leader locali in nome delle vecchie appartenze. In più Berlusconi ha promesso protezione ai suoi parlamentari di Strasburgo e, certo, la preferenza non è il regalo migliore per molti di loro.
    La patata più bollente comunque passerà nelle mani del Pd. La preferenza è la battaglia comune con l`Udc. Mentre sul 3% rischia di spezzarsi anche l`ultimo filo del dialogo con Rifondazione. La mossa di Berlusconi punta a mettere il Pd con le spalle al muro. A spezzare le sue relazioni o verso il centro, o verso sinistra (a primavera si terranno le amministrative poco prima delle Europee).
    In ogni caso, questa battaglia può allargare le divisioni nel partito di Veltroni.
    Non è ancora detto che il testo-base approdi al prossimo Consiglio dei ministri, tra il 10 e il 12 settembre. Ma ormai la griglia di partenza pare definita.
    [.]

 

 

Discussioni Simili

  1. Gregorio Allegri - Miserere
    Di Frescobaldi nel forum Musica
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 16-01-10, 22:49
  2. Risposte: 51
    Ultimo Messaggio: 24-01-09, 07:13
  3. Legge per le Europee: porcata bis in arrivo?
    Di Bèrghem nel forum Padania!
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 04-11-08, 15:39
  4. Allegri alle 18...
    Di RibelleSano nel forum Destra Radicale
    Risposte: 40
    Ultimo Messaggio: 05-06-07, 17:44
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-10-05, 23:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226