Nelle cronache degli ultimi tempi i napoletani si stanno impegnando a fondo per dare un'immagine di loro quanto mai significativa, come a voler ribadire i concetti caratteristici della napoletanità.

Ora con una tentata fruffa alla mostra del cinema di Venezia. Roba che neache Totò.

http://www.adnkronos.com/IGN/Regioni...1.0.2452044121


"Si spacciava per regista e produttore e in realta' era un noto truffatore. Nell'ambito del potenziamento dei servizi di controllo del territorio previsti dal Questore a Venezia per la 65 Mostra del Cinema, personale del Commissariato San Marco ha identificato un uomo di 33 anni, nato a Napoli e ivi residente, noto alle forze dell'ordine. Il 33enne aveva eletto a suo luogo di lavoro il palazzo del Casino' e l'hotel Excelsior ma e' stato riconosciuto dal personale di polizia preposto alla vigilanza dei varchi di accesso alla zona della mostra. (...)"