Venezia 4 settembre 2008


On.
GIANFRANCO FINI
Presidente
Camera dei Deputati
MONTECITORIO - ROMA


Oggetto: Il quadro su Lepanto ritorni al suo posto.


Onorevole Presidente,
nel marzo del 2007 il Suo predecessore on. Fausto Bertinotti dispose la rimozione dalla Sala del Cavaliere (o Sala Gialla) di Montecitorio di un dipinto raffigurante la battaglia di Lepanto, forse per non urtare la suscettibilità di qualche ospite più o meno illustre.
Non mi dilungo a sottolineare l’importanza che la battaglia di Lepanto (7 ottobre 1571) ebbe per le sorti della civiltà cristiana e dell’intera Europa: credo che, all’avvicinarsi dell’anniversario, la ricollocazione della tela nella Sala in questione sarebbe un gesto doveroso e particolarmente apprezzato da tutti coloro che ricordano l’eroico sacrificio di tanti giovani cristiani.
Un sacrificio che viene ancor oggi ricordato con particolare emozione qui nella terra di San Marco: la Serenissima Repubblica pagò un prezzo altissimo in vite umane (si calcola che su 7.500 cristiani morti ben 4.700 furono veneti) esprimendo altresì figure determinanti per le sorti della battaglia come Sebastiano Venier e Agostino Barbarigo.
Una data, un anniversario che purtroppo continua a non essere valorizzato dal mondo della politica, della cultura e dell’informazione.
Perché proprio dalla Sua alta carica non parte una campagna di sensibilizzazione e di valorizzazione di ciò che ha rappresentato e rappresenta la battaglia di Lepanto?
Si pensi, per esempio, alla toponomastica.
E’ possibile che nei nostri Comuni si trovino intitolazioni le più disparate ma raramente si trovi una via o una piazza Lepanto?
La ringrazio, Onorevole Presidente, per la Sua attenzione, distintamente

ETTORE BEGGIATO
Responsabile cultura Progetto Nordest
e-mail: [email protected]
www.ettorebeggiato.org