User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    www.cmperugia.org
    Data Registrazione
    08 May 2007
    Località
    www.controventopg.splinder.com
    Messaggi
    1,158
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La vetrina del mese. [Settembre 2008]

    La vetrina del mese. [Settembre 2008]

    Diamo inizio, a partire da questo mese, ad una importante iniziativa con la quale intendiamo ribadire il valore che attribuiamo alla formazione culturale, ideologica ed esistenziale del militante nazionalrivoluzionario e dell' uomo differenziato. L'opera di selezione e di diffusione libraria è finalizzata alla coltura delle "idee senza parole", affinchè possano essere contemplate le qualità dell'uomo di vetta pure nell'oscurarsi dei cieli.

    A cura di Mario Cecere, per ordinazioni: controventopg@libero.it




    Jaques Isorni
    , Il processo Brasillach, Prefazione di Maurice Bardéche, Edizioni di Ar, Padova, 2007, pp128, Euro 15


    "La superbia dell' idea e la profonda discrezione dell' uomo, un uomo fatto funzione, fatto destino. Il decoro dell' obbedienza assoluta, che è un abbandonarsi certo prima ancora di comprenderne il motivo. La fede, la sicurezza del cuore e i buoni istinti. Il disprezzo della più svenevole di tutte le dèe: l'anti-dea per eccellenza (e potrebbe mai essere una dea?) ragione, morta suicida soggiacendo al principio di non-contraddizione che l'ha generata. La grande passione e il tumuilto e l'assenza di bene o di male. L'innocenza della voluttà e della voluttà di potenza. I fervori del sacrificio. La consanguineità di fuoco e cielo, il bianco nulla del morire secondo giustizia, la magnificenza della giustizia che uccide." Anna K. Valerio, Controluce

    "PRESIDENTE. La corte condanna Brasillach Robert alla pena di morte; ne ordina la fucilazione; UNA VOCE DAL PUBBLICO. E' una
    vergogna! BRASILLACH. E' un onore!"




    Fiammetta Oselladori, Scilp. La prigione del vizio, Le librette di controra, Ar, Salerno, 2004, pp 149, Euro 9.50

    Dalla quarta di copertina: "Una ricca e raffinata signora della repubblica calvinista svizzera, estenuata dalla fiacchezza degli amanti della sua classe, un giorno esclamò: 'Solo i criminali sanno fare l' amore'".





    Franco G. Freda
    , In alto le forche! il '68 e il nichilismo, a cura di Vincenzo Campagna, Edizioni di Ar, Padova, 2008, pp 52


    "Questo libro è dedicato a quelli che hanno avuto il coraggio di sputare il rospo e di dire che il re era nudo, anzi, che rischiava di diventare meticcio e si sono fatti la galera. E' dedicato ai nostri figli che giocano ai pirati. E' dedicato a chi osa, a chi non si ricrede, ai paracarri, ai brutti ceffi, a tutti i miliziani con e senza guerra. E crepi chi non è come noi! Da Brest a Bucarest!






    Stefano Fabei
    , Mussolini e la resistenza palestinese, Mursia, 2005, pp 268, Euro 23.50


    "Tra il 1936 e il 1938 l'Italia versò al Gran Mufti di Gerusalemme, leader della rivolta palestinese contro la Gran Bretagna e i sionisti, circa 138.000 sterline. Questo contributo fu deciso dal Duce non solo a sostegno del nazionalismo arabo e in funzione antinglese, ma anche in omaggio all' anticolonialismo del Mussolini socialista rivoluzionario e del primo fascismo."

    "Settant'anni fa, nel più assoluto segreto, l'Italia fascista si adoperava validamente nel tentativo di dare una patria agli arabi della Palestina. Non si trattava solo di un appoggio politico, ma di un autentico sostegno materiale."

    http://controventopg.splinder.com/po...e.+%5BSettembr

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    www.cmperugia.org
    Data Registrazione
    08 May 2007
    Località
    www.controventopg.splinder.com
    Messaggi
    1,158
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Le foyer du soldat in pillole. [Ottobre 2008]

    A cura di Mario Cecere, per ordinazioni: controventopg@libero.it

    ____________________________________

    Saint-Paulien, I leoni morti - la battaglia di Berlino, Ritter, Milano, 2007, euro 20

    "I leoni morti appartengono anch'essi alla storia, pur se l'Autore definisce "romanzo" questa sua opera che venne così giudicata dal colonnello delle SS Otto Skorzeny nella rivista tedesca "Das Ritterkreutz", organo dei Cavalieri della Croce Tedesca:
    "Posso affermare che gli ultimi combattimenti svoltisi intorno alla Cancelleria del Reich sono descritti da Saint-Paulien con rigorosa esattezza. Impegno tutti i miei camerati a leggere questo libro e posso solo rimpiangere che un'opera siffatta non sia stata scritta da un Tedesco."

    ____________________________________

    Rutilio Sermonti, Omaggio alla R.S.I. Controcorrente, Napoli, 2006, euro 10 "Il nostro onore sichiama fedeltà. Non ci sono ragionamenti, analisi, tentennamenti. Bisogna riscattare l' onore d'Italia. Nasce così la Repubblica Sociale Italiana. Un' epopea fantastica, che coinvolse in un paesaggio magico, le energie e la volontà della meglio gioventù d'Italia, quella che gioiosa e beffarda cantava le donne non ci vogliono più bene."

    ____________________________________

    Marino Perissinotto, Il Servizio Ausiliario Femminile della Decima Flottiglia MAS, Ermanno Albertelli Editore, Parma, 2003 euro 25La prima formazione militare femminile della storia italiana descritta attraverso immagini e documenti, con una intervista della Comandante, Fede Arnaud, ed il diario inedito della Vice Comandante, Luciana Cera.

    ____________________________________


    Romolo Demarin, Ettore Muti, un eroe dimenticato, Greco/Greco, Milano, 2005, euro 11
    "Muti era un fascista, un puro, un uomo pulito, schietto leale, semplice, non arrogante; era un uomo che detestava il sottobosco squallido che da sempre infesta la polica ma soprattutto era un uomo d'azione, un combattente nato, un uomo estremamente coraggioso..."

    ____________________________________

    Roberto Occhi, Siam fatti così! Storia della Legione Mobile "Ettore Muti", Ritter, Milano, 2002, euro 40
    "Viene dopo le finte battaglie, il giorno in cui c'è da fare sul serio, e si ristabiliscono di colpo le gerarchie naturali, avanti gli ultimi e i dimenticati, i malvisti e i derisi. Essi ebbero la fortuna di non fare carriera, anzi di non volerla fare, di non smarrire le proprie virtù nel frastuono degli elogi mentiti e dei battimano convenzionali. Essi ebbero la fortuna di assaporare amarezze rare, ire sane, conoscere lunghi silenzi, sacrifici ostinati e senza lacrime, solitudini di pietra, amicizie non sottoposte all' utile e non imperniate sull' intrigo." BERTO RICCI

    ____________________________________



    http://controventopg.splinder.com/po...at+in+pillole.

  3. #3
    www.cmperugia.org
    Data Registrazione
    08 May 2007
    Località
    www.controventopg.splinder.com
    Messaggi
    1,158
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Le foyer du soldat in pillole. [Novembre 2008]

    A cura di Mario Cecere, per
    ordinazioni: controventopg@libero.it


    Ludwig Gumplowitcz, Il concetto
    sociologico dello stato, Ar, Padova, 2007

    "Nato a Cracovia nel 1838 e morto a
    Graz nel 1909, il sociologo di orogini ebraiche Ludwig Gumplowitcz, è stato uno
    dei maggiori rappresentanti della cosiddetta 'Konfliktsoziologie', ossia di
    quella corrente sociologica che ha individuato nel conflitto uno dei principali
    motori della vita sociale. Ragion per cui in un'epoca come l'odierna, che tenta
    in qualsiasi modo di rimuovere il conflitto da ogni 'luogo' della politica e
    della società in nome di un astratto ecumenismo irenistico, tornare a
    Gumplowitzc rappresenta non uno sterile esercizio storico-documentario ma il
    tentativo di sollecitare nuovamente una riflessione sulla centralità del
    conflitto".


    Cristina Di Giorgi, Note alternative, la musica emergente dei
    giovani di destra, Edizioni Trecento, Roma, 2008

    La musica alternativa è un
    fenomeno complesso assai poco conosciuto al di fuori dell'ambiente della
    giovane destra che nell'arco di oltre trent'anni ha tradotto in note le le
    tensioni e aspirazioni della propria militanza politica. Le canzoni alternative
    o rock identitario come sono state in seguito definite, originariamente
    ristrette alla marginalità che contraddistingueva l'area della destra più o
    meno 'radicale' o semplicente anti-conformista, sono oggi "un fondamentale
    ponte di comunicazione tra i ragazzi di destra e il restante mondo giovanile".
    Motivo per cui sempre più vitale si rende la ricerca sul linguaggio e in genere
    si amplia la materia da cui traggono ispirazione e contenuti i giovani
    cantautori metapolitici del terzo millennio. Cristina Di Giorgi, che conosce
    dall' interno la realtà che descrive, fornisce al pubblico di destra e non una
    preziosa testimonianza diretta tratta dagli stessi protagonisti.


    Georg
    Simmel, Il conflitto della cultura moderna, Ar, Padova, 2001

    "Mentre la
    Grande Guerra si andava spegnendo, Georg Simmel dava alle stampe una conferenza
    dedicata al conflitto inevitabile fra la "vita" e le forme della cultura. Il
    contenuto di questa conferenza raffigura efficacemente la lacerazione che
    contrassegna il moderno inteso come propaggine estrema della modernità. Alla
    fine delle "grandi narrazioni" metafisiche, la cultura moderna è la
    consapevolezza del carattere necessariamente aperto del conflitto tra fluire
    dela vita e forme culturali, della relatività e della provvisorietà di ciascuna
    forma culturale."


    Luca Fantini, Gli ultimi fascisti: gli Arditi della Muti,
    Selecta Editrice, Città di Castello, 2007

    "Per amore di patria cade dunque il
    29 aprile '45 l'ultimo fascista, Franco Colombo. Per amore di patria il
    Comandante con coerenza va incontro all' assassinio per mano nemica. Amore di
    patria fascisticamente concepito, cioè quale missione spirituale, quale
    compimento universale che si incarna in un popolo, quale forza mistica capace
    di abbattere la demoniaca tracotanza del materialismo e dell' edonismo che
    avevano, allora come oggi, infettato l'umano". Questo libro di Luca Fantini che
    segue "Essenza mistica del fascismo totalitario" del 2004 è l'omaggio rivolto
    a una delle più esemplari incarnazioni di quella mistica fascista che risorge
    in RSI dopo la caduta dell' otto di Settembre. Insieme alle Brigate Nere di
    Alessandro Pavolini, la Legione Autonoma Ettore Muti comandata da Franco
    Colombo farà rivivere l'essenza di quello spirito ardito e antiborghese dello
    squadrismo delle origini che, solo in apparenza e isolatamente "plebeo", farà
    in realtà risaltare valori -quando tutti i benpensanti e i "realisti" avranno
    tradito da un pezzo- di limpidezza e forza, di onore, di cameratismo e di
    fedeltà, sino all' estremo sacrificio di sè. La Legione Autonoma Ettore Muti,
    che già nel nome volle rievocare una delle figure più maestose del Fascismo
    radicale, Ettore Muti, da D'Annunzio soprannominato 'Gim', seppe essere fedele
    all'alleato tedesco senza tollerare i tentativi di inquadramento e
    irregimentazione di chicchesia. Si guadagno' l'ammirazione incondizionata di
    Mussolini che la definì "la mia pupilla". Affrontò il nemico eroicamente e con
    accanimento, ma sempre con lealtà, tanto da riuscire a strappare tanti
    Italiani, anche gravemente compromessi, dalla deportazione nei campi di lavoro
    germanici. Il Fascismo come redenzione: agli occhi del Comandante Colombo,
    fascista della prima ora, per di più infamato e allontanato dal PNF durante il
    Regime, Il Fascismo doveva essere un'ideale di Redenzione e mai un sistema
    afflittivo. In base a questi assunti, in più occasioni Colombo, che pure patì
    ingiustamente il carcere durante il Regime, mostrò la generosità e la nobiltà
    d'animo dell' autentico uomo fascista: spalancando le porte dei riformatori
    milanesi, consapevole della potenza di quel concetto e di quella prassi di
    rivoluzione morale incarnato dal Fascismo che portò un gran numero di giovani
    galeotti a seguire comunque il Capo della Muti e ad arruolarsi e morire nelle
    fila della LAM, in atto di estrema fedeltà al Duce a all'Italia.
    Tentando di
    raggiungere il Duce nell'ultimo tragico atto del Fascismo repubblicano e
    rivoluzionario, il Comandante fu riconosciuto ad un posto di blocco e subito
    tratto in arresto dai partigiani.
    Così morì l'ultimo squadrista: "E' sereno e
    guardandoli negli occhi dice: Femm dumà prest. (Fate solamente presto!)"



    Riccardo Bacchelli, Un amore in guerra, Le librette di controra, Salerno, 2007


    Riccardo Bacchelli, 'arbiter elegantiae' della narrativa italiana, coniuga in
    questo capolavoro letterario, e rende consanguinei, amore e guerra e rinnova
    quella voce presocratica che dice dell'impermanenza di tutte le cose,della
    necessaria opposizione e infine della resa al Destino. In figure d'inizio
    novecento, come quella del protagonista De Nada schierata tra le trincee della
    I Guerra Mondiale, già forgiate dalle tempeste d'acciaio dal Nichilismo: "Lo
    scontento di De Nada cresceva tuttavia, ed egli ripeteva a sé stesso d'essere
    un disutile, di professare ora rispetto per la virtu' militare dell'obbedienza,
    solo per contraddizione, per posa, come per posa, per l'innanzi, aveva
    criticato".



    www.controventopg.splinder.com

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 06-11-08, 19:24
  2. Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 14-09-08, 09:17
  3. La vetrina del mese. [Settembre 2008]
    Di TyrMask (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 11-09-08, 20:38
  4. 11 settembre 2001 - 11 settembre 2008 Siamo ancora tutti americani.
    Di Ronnie nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 11-09-08, 19:15
  5. Produzione industriale -0.2% a Marzo 2008 in EU-15 (mese/mese)
    Di Dragonball (POL) nel forum Politica Estera
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 16-05-08, 11:56

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226