User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    Libertarian
    Data Registrazione
    20 Mar 2008
    Messaggi
    3,882
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs down Il governo socialista Berlusconiano colpisce ancora

    Troppa concorrenza fa male alla salute.

    di Giorgio Gilestro, 13 Settembre 2008
    Ve lo ricordate il decreto Bersani? Quegli scampoli di liberalizzazione che fanno capolino timidamente? Ve lo ricordate il provvedimento che permetteva di poter vendere alcuni farmaci al supermercato e nelle parafarmacie? Ecco, se dovesse passare un disegno di legge proposto dal senatore Gasparri, dovremmo dimenticarcelo.



    Ecco l'introduzione della proposta:
    Onorevoli Senatori. – Il servizio farmaceutico territoriale italiano, cosı come è attualmente configurato, rappresenta indiscutibilmente un insieme di strutture sanitarie a disposizione dei cittadini di più semplice accesso, capillarmente distribuite sul territorio, efficacemente organizzate ed in grado di svolgere un servizio di elevata qualità. Negli ultimi anni sono state avanzate critiche al sistema regolatorio che impone norme rigide per l’istituzione di nuove sedi farmaceutiche e che, soprattutto, necessita di tempi lunghi per l’espletamento di farraginose procedure concorsuali. Molte competenze in materia di servizio farmaceutico sono delegate all’autorità regionale ma, soprattutto in considerazione delle peculiarità e della delicatezza del settore dei farmaci per la protezione della salute dei cittadini, appare necessaria l’adozione di una normativa-quadro nazionale che permetta di migliorare ulteriormente l’efficienza e la qualita del servizio evitando situazioni di stressata competitività commerciale che andrebbero solo a scapito degli aspetti professionali della distribuzione dei farmaci. Questi aspetti sono stati ribaditi piu volte anche dalla Corte costituzionale che ha riconosciuto la prevalenza dell’efficienza del servizio rispetto alla competitività commerciale. Il presente disegno di legge prevede dunque norme semplificate per l’apertura di nuove farmacie, procedure transitorie per l’espletamento rapido di tutti i concorsi per l’assegnazione di sedi farmaceutiche non ancora banditi o, se gia banditi, non ancora portati a compimento. Inoltre sono previste norme per meglio regolamentare la distribuzione dei farmaci superando leggi che, di fatto, provocano distorsioni rilevanti nel mercato a danno, non solo di alcuni operatori dell’industria e della distribuzione, ma, anche e soprattutto, a scapito dei cittadini costretti a rifornirsi di farmaci presso strutture pubbliche di difficile accesso.
    Da qui. Non credo siano necessari ulteriori commenti. Solo alcuni numeri:
    Il nuovo settore di distribuzione introdotto da Bersani, per quanto fosse marginale e nonostante toccasse solo sfiorandola la casta dei farmacisti, aveva rosicchiato in un paio d'anni circa il 5% del mercato alle farmacie tradizionali nei farmaci da banco, facendo calare i prezzi anche del 20%, e, secondo le associazioni di parafarmacie, dando lavoro a circa 5000 neolaureati in farmacia (da qui). Ma, ovviamente, creava stressata competitività commerciale, che, si sa, fa male alla salute.
    La nuova proposta Gasparri-Tommasini propone di tornare ad una situazione in cui solo le farmacie possano vendere la quasi totalità dei farmaci con l'eccezione di
    medicinali, non soggetti all’obbligo di vendita dietro presentazione di ricetta medica, che, per tipo di principio attivo, per dose unitaria, per numero di unità posologiche contenute nella singola confezione e per tipo di forma farmaceutica, possano essere vendute anche al di fuori delle farmacie e senza obbligo della presenza di un farmacista.
    Non è ben chiaro quali ma mi sembra di capire che per fortuna sarà ancora possibile comprare una aspirina al supermercato (o una bella supposta, per quel che vale).
    Ovviamente non mancano i grandi classici. Perle come questa:
    art 1, comma 11, b) la distanza minima da soglia a soglia, misurata per la via pedonale piu breve, tra le farmacie dello stesso comune non puo essere inferiore ai 500 metri; nei centri con popolazione residente superiore ai 100.000 abitanti, tale distanza può essere ridotta sino a 300 metri.
    La domanda ovviamente è: perché ci dobbiamo complicare la vita fino a questo punto?



    http://www.noisefromamerika.org/inde...a_salute.#body

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Liberale Dubbioso
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    6,765
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sinceramente non percepisco il rischio di "situazioni di stressata competitività commerciale". Nemmeno Marx avrebbe usato questo dicitura per avversare il libero mercato.

  3. #3
    Anarcocapitalista
    Data Registrazione
    02 Feb 2007
    Località
    Li dove ho inalzato mura solide a difesa dell'agressore Socialista. Li dove la strada ha il mio nome. Li dove ho costruito una torre bene armata in difesa della Libertà. Li dove sono Sovrano e i messi dello Stato non sono i benvenuti.
    Messaggi
    11,362
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Poveri noi.

  4. #4
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    23 Sep 2009
    Messaggi
    6,415
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    parliamoci chiaro : ogni atto del Bersani non era volto a tutelare il cittadino consumatore, ma a dare ancor maggior spazio alle coop rose che, sembra, siano la più grande catena di distribuzione italiana.

    I farmacisti, invece, fanno parte della base elettorale della destra, sia essa Partito delle libertà, sia essa Lega Nord.

    Se il Bersani avesse avuto a cuore il cittadino consumatore, avrebbe potuto fare in modo che fosse utile l'approvigionamento della vecchia, cara penicillina, che, poichè costa troppo poco, sta rischiando di sparire dai canali distributivi.

 

 

Discussioni Simili

  1. Il Governo Vaticano colpisce ancora...
    Di Hope nel forum Laici e Laicità
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 09-08-09, 13:05
  2. ETA...colpisce ancora.
    Di danko (POL) nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-12-08, 16:36
  3. Risposte: 60
    Ultimo Messaggio: 22-09-08, 16:04
  4. Risposte: 95
    Ultimo Messaggio: 25-01-08, 19:07
  5. Il veneto sionistissimo governo colpisce ancora
    Di I'm Hate nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 26-09-06, 15:46

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226