E' singolare che in Sardegna i due massimi vertici delle Istituzioni siano sotto inchiesta.Da una parte abbiamo il Presidente del Consiglio Regionale già rinviato a giudizio e dall'altra abbiamo il Preisidente della Giunta Regionale in procinto di esserlo. In altri tempi chiunque dei nostri politici ,che ricoprisse cariche istituzionali nelle medesime condizioni, si sarebbe dimesso o lo stesso Consiglio Regionale li avrebbe invitati a fare questo doveroso passo.
Sono tra quelli che sostengono la presunzione di innocenza fino all'ultimo grado di giudizio,nondimeno,quando si tratta di rappresentanti delle Istituzioni,pongo la questione morale e affermo che le dimissioni sono d'obbligo per salvaguardare le stesse Istituzioni democratiche.
Attenzione perchè spesso ci si dimentica che il potere viene dal popolo e che questo popolo va rispettato e onorato con i comportamenti coerenti di chi è chiamato a rappresentarlo.