User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    01 Jun 2004
    Messaggi
    3,135
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Terremoto politico in Trentino

    Ne parlavano stamane in radio,
    Satyan, per favore, ci illumini?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Un imprenditore disposto a tutto pur di aggiudicarsi la fetta più grande della torta degli appalti; professionisti ed amministratori compiacenti che gli avrebbero fatto conoscere in anticipo la «ricetta» vincente, in cambio di sostanziose ricompense

    Un imprenditore disposto a tutto pur di aggiudicarsi la fetta più grande della torta degli appalti; professionisti ed amministratori compiacenti che gli avrebbero fatto conoscere in anticipo la «ricetta» vincente, in cambio di sostanziose ricompense. Sullo sfondo un politico potente che avrebbe assecondato il sogno del costruttore, purché questi si fosse dimostrato «generoso» con una società di progettazione del fratello. Bastano i capi di imputazione contenuti nell'ordinanza di custodia cautelare in carcere chiesta dal procuratore capo Stefano Dragone e dal pm Pasquale Profiti e firmata dal gip Giulio Adilardi per un presunto giro di appalti pilotati, a dare la misura della bufera che si è abbattuta sul mondo politico ed economico trentino. Sono venti le persone indagate per reati che vanno dalla corruzione alla turbativa d'asta, nell'inchiesta «Giano Bifronte» condotta dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza. Per quattro persone si sono aperte le porte del carcere: si tratta di Fabrizio Collini, amministratore e socio della Collini spa (difeso da Marco Stefenelli e Monica Baggia); di Giacomino Osella e Giuseppe Todesca (difeso da Ettore Bridi e Roberto Bertuol), in qualità di presidente ed avvocato della Azienda intercomunale rotaliana, di Marco Angelini, architetto della società trentina Civil Engineering (avvocati da Pier Francesco Sica e Tommaso Vianello). Giuseppina Leonardi, geometra della Civil Engineering, si trova agli arresti domiciliari (difesa da Andrea Tomasi e Alberto Cunaccia). Ecco le accuse mosse dalla procura a ciascuno di loro. Fabrizio Collini . L'imprenditore deve rispondere di corruzione perché «al fine di ottenere l'aggiudicazione dell'appalto di costruzione - rifacimento della galleria termoidraulica situata a Mezzolombardo, prometteva a Osella e Todesca 260 mila euro». Da qui l'accusa conseguente in concorso con gli altri due indagati di turbativa d'asta. Sempre Collini è accusato di corruzione perché avrebbe promesso a «Leonardi e Angelini, la prima collaboratrice e poi dipendente tecnica dell'ente pubblico provinciale denominato Azienda pubblica di servizi alla persona "Beato de Tschiderer", il secondo progettista dell'opera e come tali pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio, un corrispettivo da erogarsi a seguito di apposita fatturazione della predetta Leonardi per una fittizia attività di "verifiche di computi" e l'elargizione di un corrispettivo relativo alle prestazioni rese da Leonardi ed Angelini per la presentazione dell'offerta tecnica e per l'attività svolta al fine di predisporre una modalità di gara che facilitasse l'aggiudicazione alla Collini». L'imprenditore originario di Pinzolo è inoltre accusato di corruzione perché «aderendo ad una richiesta di Grisenti Silvano (anche quest'ultimo è indagato per corruzione), presidente della società Autostrada del Brennero, già assessore ai lavori pubblici della Provincia, prometteva al medesimo, e successivamente, eseguiva la promessa di conferire alla Arca Engineering srl, società tra i cui soci risulta il fratello del predetto Grisenti, incarichi di progettazione da parte della stessa Collini, tra cui, ma non solo, quello relativo alla presentazione dell'offerta tecnica per la realizzazione del nuovo ospedale di Trento». Secondo l'accusa, questa promessa era effettuata per «ottenere agevolazioni a beneficio della Collini spa nell'assegnazione degli appalti sia della società autostradale che da parte della Provincia di Trento e di altri enti pubblici provinciali». In cambio, nell'ottica della procura, la Collini avrebbe ottenuto delle «agevolazioni». Si va dalla «modifica dei metodi di aggiudicazione», alla «possibilità di dare indicazioni o suggerimenti alle commissioni di aggiudicazione delle gare di appalto circa una valutazione favorevole alle offerte della Collini». Secondo gli inquirenti doveva diventare «l'impresa trentina di riferimento per ogni appalto pubblico cui la medesima impresa intendesse in qualsiasi modo partecipare, da intendersi nel senso di impresa che, attraverso i poteri ed il peso politico di Grisenti, avrebbe ricevuto valutazione favorevole in ordine all'offerta presentata ed in sede di esecuzione dell'appalto». Marco Angelini e Giuseppina Leonardi . Angelini deve rispondere di «corruzione» perché «in concorso con la Leonardi «accettava la proposta di Fabrizio Collini di ricevere l'elargizione di un corrispettivo relativo alle prestazioni rese» da entrambi per «la presentazione dell'offerta tecnica e per l'attività svolta al fine di predisporre una modalità di gara che facilitasse l'aggiudicazione a Collini dei lavori di realizzazione del centro socio sanitario dell'azienda Beato de Tschiderer. La Leonardi, in particolare, avrebbe accettato «un corrispettivo da erogarsi a seguito di apposita fatturazione per una fittizia attività di "verifiche computi"». Entrambi sono accusati di avere predisposto «un bando di gara in accordo con l'impresa Collini» e di avere fatto «tutto il possibile» affinché l'appalto fosse assegnato all'imprenditore arrestato «tra cui la concertazione dei nominativi dei membri della commissione di gara». La turbativa d'asta riguarda «il bando di gara, le condizioni ed i termini del medesimo» che sarebbero state concordate al fine di facilitare l'aggiudicazione alla Collini spa. La geometra Leonardi non si trova in carcere perché, secondo la procura, «pure avendo avuto un ruolo essenziale» avrebbe avuto un ruolo «operativo», risultando estranea alla «ideazione e organizzazione degli illeciti, riservata all'Angelini». Giacomino Osella e Giuseppe Todesca . Sono accusati di corruzione e turbativa d'asta perché in concorso fra loro «accettavano la promessa di Collini di ottenere 260 mila euro». I due per gli inquirenti «turbavano la gara relativa alla galleria idraulica di Mezzolombardo «attraverso la concertazione con l'impresa futura partecipante le condizioni, tempi e metodi di aggiudicazione della relativa gara, con conseguente adozione di provvedimenti e comportamenti conformi agli accordi tra l'impresa e i due concorrenti».


    18/09/2008
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  4. #4
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Un politico in grado di decidere a chi assegnare lavori pubblici, di favorire i progettisti e gli imprenditori amici, di controllare gli appalti della Provincia anche dalla sede di via Berlino dell'A22, di dare consulenze e lavoro ai propri parenti, di distribuire sponsorizzazioni a società sportive vicine al suo entourage e financo di minacciare guai seri a chi tenta di frapporre ostacoli ai suoi disegni

    Un politico in grado di decidere a chi assegnare lavori pubblici, di favorire i progettisti e gli imprenditori amici, di controllare gli appalti della Provincia anche dalla sede di via Berlino dell'A22, di dare consulenze e lavoro ai propri parenti, di distribuire sponsorizzazioni a società sportive vicine al suo entourage e financo di minacciare guai seri a chi tenta di frapporre ostacoli ai suoi disegni. È il quadro di Silvano Grisenti, per certi versi inquietante, tratteggiato nell'ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari Giulio Adilardi. «Caterpillar» o «calcagiara» è stato ribattezzato in passato il presidente dell'Autobrennero, più che altro alludendo alla sua passione per nuovi lavori pubblici, in particolare opere stradali. Ma il soprannome si attaglia anche alla determinazione, corredata da potente capacità persuasiva, che l'uomo politico dimostra in alcuni colloqui intercettati dagli uomini della guardia di finanza. Il culmine si raggiunge nella vicenda che riguarda il progetto di realizzazione di un tratto autostradale in Emilia Romagna, la Cispadana (si veda box a lato, ndr) . L'Autobrennero, in questo caso, si è proposta non come stazione appaltante ma come appaltatrice in qualità di capofila (al 51%) di un consorzio di imprese, aggiudicandosi l'opera. Ma le cooperative rosse, in prima fila Cmb e Ccc, hanno presentato un ricorso al Tar che ha mandato in bestia il presidente dell'Autobrennero al punto da minacciare le imprese emiliane di non accedere più ad alcuna assegnazione futura di lavori pubblici né in Trentino né tantomeno lungo l'autostrada del Brennero. È quanto emerge con forza in una conversazione con l'imprenditore Fabrizio Collini registrata nell'ufficio del presidente dell'Autobrennero la mattina dello scorso 7 febbraio: «Grisenti - scrive il gip Adilardi - non si limita a comunicare il suo disappunto per il ricorso, ma aggiunge avvertimenti che in altri luoghi non si esiterebbe a definire "mafiosi", chiaramente facendo intendere il pesante pregiudizio che quelle cooperative ricorrenti avranno per gli appalti del Trentino, per le gare dell'A22 e di quelle cui l'A22 parteciperà». Per questo lo stesso giorno, il 7 febbraio, nel pomeriggio il presidente dell'Autobrennero riceve nel suo studio anche Vigilio Nicolini che, grazie ai suoi rapporti con le cooperative emiliane, dovrà riferire loro di farsi da parte. Grisenti: noi ci mettiamo il 51% in questa operazione, no niente. E io in questo 51% (incomprensibile) che ci fossero solo le aziende del Trentino. Adesso questi qui fanno i coglioni, allora io dico: o che questi capiscono la complessità della situazione e si tirano da parte pur di fronte anche alle beghe emiliane... allora io sto fermo e zitto, e sennò, ragazzi, comincio io a far la guerra. Sai litigare... si fa sempre presto ma non si fa... non si sa dove si va a finire, però ragazzi, è finita eh! Ma è finita qui nel Trentino, perché determino io le scelte... basta accordi... Nicolini: sì, loro hanno intuito 'sto discorso. Grisenti: Gavio mi dice, per contro, per il suo amministratore delegato, noi siamo disponibili, abbiamo capito, ci tiriamo ... eh.. però Ccc non ne vuole capire per beghe emiliane... io dico, va buono.. perfetto, però ragazzi, attenzione, che tutto ciò che sta fuori dall'Emilia Romagna, che mi vede di mezzo a me, hanno finito di vivere, eh, a partire da tutti i suoi interessi nel Trentino, non ci sono santi né madonne. Analoga missione in mattinata il presidente dell'A22 aveva affidato a Collini: «Grisenti - si legge nell'ordinanza - pretende che il ricorso della cordata avversaria all'A22 sia ritirato; non ne fa mistero ed anzi vuole che Collini porti il suo chiaro messaggio minaccioso ai concorrenti». Ma ecco il dialogo: Grisenti: ecco, bisogna parlare chiaro e tondo con Saetti (consigliere delegato della Cmb, ndr). Collini: coi rossi. Grisenti: sì, bisogna dire: guardate ragazzi voi dovete capire una cosa, volete rimanere in Trentino? Allora non dovete rompere i coglioni sulla... Collini: allora, posso dire... Grisenti: perché altrimenti, altrimenti io comincio a rompere i coglioni, cioè qui cominciano adesso e glielo dirò per tempo di cambiare cavallo velocemente. Collini: se lei mi autorizza... il discorso lo faccio, eh. Grisenti: no no, ma è da fare perché Saetti è venuto da me e mi ha detto: allora noi abbiamo capito, ok, ti chiediamo di poter... siamo usciti dalla porta, entrar dalla finestra. Ho detto: non ti preoccupare, purché ci sia chiarezza. Mi sembra di capire però che questo discorso non valga per Ccc. O vogliono rompere i coglioni? Collini: mi autorizza? Grisenti: vai tranquillo. Per essere ancora più chiaro il presidente dell'A22 l'11 febbraio convoca nel suo ufficio anche Giorgio Benedetti, legato alla cooperativa Ccc. Grisenti: sappiate che dobbiamo dare anche un minimo di voce alle imprese altoatesine, trentine, veronesi e mantovane, nel rispetto di qualche sono il minimo di equilibrio territoriale, perché non vado in casa d'altri a rompere le palle, dico solo che chiedo un minimo, e così è stato! Oggi, trovarmi in difficoltà con un soggetto Ccc che ritengo il punto di riferimento del mondo dell'impresa cooperativa, ok, perché noi abbiamo rispettato le regole del gioco, questo non mi va.... Per ora non aspettatevi tranquillità da parte del soggetto A22 di colui che rappresenta tu hai ben detto siamo un soggetto d'asse, ma del soggetto A22 di colui che rappresenta l'A22, non il signor nessuno anche nel Trentino, quindi non solamente rispetto a ciò che io sono A22, ma ciò che Silvano Grisenti è nel sistema trentino e quindi si ridiscute tutta la presenza Ccc nel Trentino. Lo dico papale, papale. Allora io dico, farsi del male si fa presto purtroppo, non si sa mai dove si finisce. Manco Grisenti, spiato dalla cimice, lo poteva immaginare.


    18/09/2008
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    01 Jun 2004
    Messaggi
    3,135
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Rotgaudo Visualizza Messaggio
    Ne parlavano stamane in radio,
    Satyan, per favore, ci illumini?
    Ti ringrazio!
    E scusami per non aver scritto correttamente il nome!
    Quindi queste vicende dovrebbero favorire
    il PDL alle prossime elezioni provinciali di Novembre ...

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    la sinfonia non cambierà di sicuro.

  7. #7
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Rotgaudo Visualizza Messaggio
    Ti ringrazio!
    E scusami per non aver scritto correttamente il nome!
    Quindi queste vicende dovrebbero favorire
    il PDL alle prossime elezioni provinciali di Novembre ...
    Francamente spero proprio di no. Magari un bel commissariamento della provincia Passare dai ladri corruttori ai corruttori ladri non mi pare sia un passo in avanti, visto che tra gli indagati c'è anche un noto esponente di fi e il candidato governatore per il pdl è un leghista
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Quello che vi è di bello in italia che tutto dove tocchi vi è del marcio. Fa stupire che sui giornali si parla di queste notizie poco edificanti.

    Se si vorrebbe dare una notizia sensazionale sarebbe sufficiente indicare un ente pubblico in cui vige l’onesta. Questa notizia sarebbe uno scoop.

    Però non è possibile, perché se un giornale cita che finalmente si è trovato un ente onesto, i lettori si metterebbero a ridere.
    Conseguentemente sicuri che la notizia di un ente onesto è un falso e il giornale perderebbe di credibilità e non verrebbe più acquistato.

    Ossia siamo arrivato ad un limite di corruzione che parlare dell’onesta in politica è sicuramente una notizia falsa.

  9. #9
    Registered User
    Data Registrazione
    01 Jun 2004
    Messaggi
    3,135
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Shaytan Visualizza Messaggio
    Francamente spero proprio di no. Magari un bel commissariamento della provincia Passare dai ladri corruttori ai corruttori ladri non mi pare sia un passo in avanti, visto che tra gli indagati c'è anche un noto esponente di fi e il candidato governatore per il pdl è un leghista
    Già, una Lega totalmente sinergica al PDL.
    Cavallo di Troia per espugnare il Trentino e non solo.

 

 

Discussioni Simili

  1. terremoto politico imminente al sud
    Di Mirage nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 02-12-08, 22:31
  2. Il terremoto politico in Israele
    Di Outis nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-09-06, 16:54
  3. Sicilia verso il terremoto politico?
    Di Ezechiele (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 23-02-06, 18:13
  4. Terremoto politico in Gran Bretagna
    Di benfy nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 25-01-06, 14:43
  5. Stiria, terremoto (politico) previsto per le 18.30
    Di fabbio2 nel forum Politica Estera
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 05-10-05, 15:24

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226