User Tag List

Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 59
  1. #1
    tra Baltico e Adige
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    terra dei cachi
    Messaggi
    9,567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L'unità culturale degli italiani

    Capita ogni tanto di leggere su una fantomatica unità culturale degli italiani,per me è una boiata pazzesca ma magari qualcuno potrebbe farmi ricredere,preciso il mio punto di vista : se esco dalle grandi metropoli americane e entro nella “provincia americana”vedo (che si tratti dell'est o dell'ovest) case,cittadine e fattorie con inconfondibile stile nordico,le vecchie fattorie del mid-west sono uguali a quelle che si vedono in Svezia,questo ci ricorda che gli USA nascono da una colonizzazione e poi una immigrazione principalmente di tipo nordico (solo nella parte meridionale un tempo messicana si possono trovare costruzioni in stile spagnolo,tenute benissimo tra l'altro) con questo voglio dire che la cultura di un popolo non è quella “alta” è quella bassa e popolare,è come ti costruisci la casa (di tipo alpino o mediterraneo?) è come mangi (olio o burro per condire?) è come reagisci ai problemi (chissenefrega o coinvolgo la comunità?) come faccio a smaltire l'immondizia? Le canzoni popolari della mia zona sono corali (tipiche delle zone padano/alpine) o solistiche? (tipiche del sud e del mediterraneo) se giro per le campagne del profondo nord vedo paesini che con le dovute differenze ricordano più i paesini della campagna ungherese tedesca o francese,che i paesini mediterranei del sud,queste non sono differenze?

    Molti fascioitalioni dicono che gli italiani sono uniti culturalmente da Dante,Palladio,Leonardo ecc. cazzate,quei grandi del passato erano toscani,lombardi,veneti ecc. non italiani.

    Per esempio : Galileo comunicava regolarmente via posta con Keplero in latino per discutere di astronomia,che cazzo centra questo con la cultura italiana?Galileo aveva più cose in comune con Keplero che con i toscani del suo tempo,e Keplero aveva più cose in comune con Galileo che con i tedeschi del suo tempo.

    No!non è la cultura di questi personaggi che fa un popolo,a fare un popolo è quella bassa “viscerale” quella appunto popolare e da questo punto di vista nord e sud sono agli antipodi,il sud povero ha partorito la mafia per esempio,il nord povero no,vogliamo guardare dove sono le associazioni di volontariato?e queste non dipendono da una diversa sensibilità?da punti di vista differenti?

    Poi tirano fuori gli antichi popoli “italici”io credo che questi signori,nel caso malauguratamente l'Austria fosse italiana (qualche austriaco si sta toccando le palle) giustificherebbero l'italianità degli austriaci ricordando loro i reperti veneti e quindi italici presenti in Austria,e ovviamente la conquista romana,senza dimenticare (l'italia avrebbe imposto il toscano) che : "si parla italiano da Vienna a Lampedusa"



    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L'unità culturale degli italiani

    Io reitero il mio pensiero, che fa di me un corpo estraneo su questo forum. La nostra cultura è in parte distinta da quella dei meridionali. Molte cose che accadono da loro ci fanno ancora (non so per quanto) profondamente schifo, e non appartengono alla nostra storia. Ma le stiamo lentamente assimilando.

    Non vedo una levata di scudi, non vedo una ripulsa morale. Non vedo una sincera indignazione nei confronti degli affari italiani. C'è assuefazione, e manca l'indipendenza di pensiero necessaria per capire che QUESTA MERDA NON È L'UNICA VITA POSSIBILE. Il nord ha partorito una classe dirigente di malversatori, arraffoni, ladri, nepotisti, devastatori ambientali, cementificatori, mafiosi in colletto bianco. Da 20 anni e più il paese idaglia è guidato da una classe dirigente in larga parte settentrionale, eppure nulla ha impedito a questo paese di diventare un paese sudamericano in cui tutto è regolato dall'affiliazione politica e personale e poco o nulla dal merito e dall'impegno. In cui tutto è asservito agli interessi di pochi potenti, contro l'interesse generale, e tutto cospira contro il futuro e le speranze dei nostri figli.

    I cittadini delle nostre terre sono degli ectoplasmi che non hanno neppure il coraggio di parlare sottovoce delle porcherie che vedono accadere ogni giorno, lasciamo stare il coraggio di ribellarsi come popolo. Abbiamo eletto in modo plebiscitario per 4 volte (cosa che è illegale) un presidente della regione che ha fatto della spartizione e lottizzazione dei posti pubblici la sua sfacciata e impunita bandiera. Abbiamo tributato un consenso bulgaro a un minus habens che è stato designato su base PURAMENTE nepotistica come l'erede del nostro "movimento di liberazione nazionale" (mi scappa da ridere).

    La nostra società è marcia, certo non quanto quella meridionale, ma ci sono le basi perché il gap venga presto colmato. Le nostre casette brianzole sono costruite con i soldi della 'ndrangheta. Noi abitiamo in palazzine mal costruite e insalubri, pronte a crollarci in testa, prodotte con i proventi della peggior società criminale e sanguinaria del mondo. Lo sappiamo ma fingiamo di non saperlo.

    Per questo a mio avviso ispirarci alle nostre radici "etniche" e alle nostre tradizioni "culturali" come perno per la nostra futura rivalsa è futile e sciocco. Siamo un popolo di schiavi millenari, profondamente ignoranti, e nella nostra millenaria ignoranza c'è la chiave non già della nostra posibile riscossa, MA DELLA NOSTRA ATTUALE MISERIA.

    È solo dalla cosciente ripulsa, dal disgusto viscerale verso la "cultura" e l'"etica" italiana, e dal superamento della nostra codarda acquiescenza, che può nascere la nostra liberazione da quella merda cosmica chiamata italia. Questa liberazione passa per il coinvolgimento dei cittadini e di quanto di buono c'è nei loro principi, dal fornire loro gli strumenti deliberativi per elaborare DAL BASSO un sistema di regole TOTALMENTE NUOVO, MAI ESISTITO PRIMA. Passa per la costruzione non già di un nuovo "stato sovrano" (si vedano i proclami di Palmerini di un paio di giorni fa), ma di una nuova comunità federale di CITTADINI SOVRANI.

    Onestamente non spero più. Siamo troppo stolti e meschini perché si possa sperare. Schiavi millenari, altro che celti e longobardi.
    Ultima modifica di semipadano; 02-05-10 alle 10:39
    L'occasione fa l'uomo italiano

  3. #3
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    7,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L'unità culturale degli italiani

    Citazione Originariamente Scritto da Quayag Visualizza Messaggio
    il sud povero ha partorito la mafia per esempio,il nord povero no,vogliamo guardare dove sono le associazioni di volontariato?e queste non dipendono da una diversa sensibilità?da punti di vista differenti?


    iaociao:iaociao:iaociao:

  4. #4
    Forumista
    Data Registrazione
    13 Sep 2009
    Messaggi
    371
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L'unità culturale degli italiani

    Anch'io sono abbastanza pessimista come lo e' semi-padano e ho visto, drammaticamente, i popoli padano-alpini divenire via via e sempre piu' una "copia sbiadita" di quelli a cui li hanno uniti. Meno furbi, ovviamente, ma di fondo hanno perso molto coraggio, tenacia, onesta' e tutte quelle doti che li avevano riscattati.

    Eppure di fondo e di base siamo molto piu' vicini ai NordEuropei che ai Mediterranei, dai grandi ai piccoli aspetti culturali. Pero' la nostra classe dirigente MAI e poi MAI accetterebbe la secessione (Lega in primis, non credo serva dirlo) e perche' secondo voi, a parte il fatto che alcune regioni arriverebbero ai livelli dello Zaire in cinque giorni?

    Per il semplice fatto, che nel sistema-italia, chi ha potere fa il cazzo che vuole. In Austria, Germania, Regno Unito, Svezia eccetera, il 90% della nostra classe dirigente sarebbe in galera, anzi, non sarebbe mai arrivata dov'e' perche' li' se ti beccano con una micro-mazzetta vai in galera senza passare dal via, nel sistema-italia funziona completamente a rovescio.
    Quindi chi e' intrallazzone, mafioso, ladro, prepotente coi sottoposti e servile coi capi e quant'altro, avra' una brillante carriera davanti a se', piu' merdosamente si comportera' e piu' privilegi e promozioni otterra'. Non e' da oggi che funziona cosi' e per prevenire la sveglia dei polentoni si e' fatto storicamente di tutto, dalle moltitudini di caserme in paesini di montagna quando la gente del posto emigrava in massa ai posti pubblici dati in esclusiva a chi viene da certe regioni fino allo specchietto per allodole chiamato Lega Nord, movimento-setta che ha solo il compito di fare caciara per mettere l'anello al naso a chi ha un (ormai sempre di meno vista la deriva fascistoide) sentimento piu' o meno indipendentista.

    Se poi penso che tra un mesetto o poco piu' arriveranno i mondiali e un sacco di coglioni con il portafogli sempre piu' vuoto faranno un pandemonio per tifare la squadra del paese occupante, mi viene veramente un'incazzatura pazzesca...........

  5. #5
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L'unità culturale degli italiani

    Stamattina ho acceso la radio e ho sentito il duro e puro Busi su RPL. Aveva al telefono un certo Angelo che era stato in Svizzera ad assistere a un'assemblea popolare in cui i cittadini legiferavano ed eleggevano i giudici. L'Angelo in questione diceva che quello sì che è un popolo che va a votare anche quando c'è un tempo da lupi mentre i nostri stanno a casa.

    Allora ho telefonato per dire che io ero un federalista e che mi faceva piacere che il 2 maggio 2010 qualcuno descrivesse cosa sia veramente il federalismo (i.e. un sistema politico in cui sovrani sono i cittadini, non i politici) ma mi dolevo del fatto che l'Angelo in questione non avesse capito un cazzo. Infatti il popolo Svizzero va a votare per costruire la società che vuole, ed ha l'ultima parola, senza discussioni, invece noi andiamo a votare per dare l'ennesima delega in bianco a una classe dirigente che cala sulle nostre teste una serie interminabile di abusi di potere, e chi votiamo non conta nulla, perché l'alternativa è solo apparente.

    Busi ha commentato che si vede che io non ero un padanista, e che questi federalisti gli hanno rotto le palle. Beata sincerità. Meglio tardi che mai.

    Saluti a tutti i Busi di questo forum. Giù la maschera, perdìo.
    Ultima modifica di semipadano; 02-05-10 alle 14:02
    L'occasione fa l'uomo italiano

  6. #6
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,715
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L'unità culturale degli italiani

    Citazione Originariamente Scritto da semipadano Visualizza Messaggio
    Stamattina ho acceso la radio e ho sentito il duro e puro Busi su RPL. Aveva al telefono un certo Angelo che era stato in Svizzera ad assistere a un'assemblea popolare in cui i cittadini legiferavano ed eleggevano i giudici. L'Angelo in questione diceva che quello sì che è un popolo che va a votare anche quando c'è un tempo da lupi mentre i nostri stanno a casa.

    Allora ho telefonato per dire che io ero un federalista e che mi faceva piacere che il 2 maggio 2010 qualcuno descrivesse cosa sia veramente il federalismo (i.e. un sistema politico in cui sovrani sono i cittadini, non i politici) ma mi dolevo del fatto che l'Angelo in questione non avesse capito un cazzo. Infatti il popolo Svizzero va a votare per costruire la società che vuole, ed ha l'ultima parola, senza discussioni, invece noi andiamo a votare per dare l'ennesima delega in bianco a una classe dirigente che cala sulle nostre teste una serie interminabile di abusi di potere, e chi votiamo non conta nulla, perché l'alternativa è solo apparente.

    Busi ha commentato che si vede che io non ero un padanista, e che questi federalisti gli hanno rotto le palle. Beata sincerità. Meglio tardi che mai.

    Saluti a tutti i Busi di questo forum. Giù la maschera, perdìo.
    busi ?!?! :gratgrat: iango:

  7. #7
    tra Baltico e Adige
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    terra dei cachi
    Messaggi
    9,567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L'unità culturale degli italiani

    Citazione Originariamente Scritto da Druso Visualizza Messaggio


    iaociao:iaociao:iaociao:
    Non so chi sia il tipo della foto,ma immagino sia un delinquente settentrionale,è il solito vostro trucco,o solita ipocrisia (è così che riuscite a sopportare la vergogna di una mafia meridionale che ci squalifica in tutto il mondo?) al sud ci sono associazioni mafiose sostenute dalla popolazione?e che vuol dire?anche al nord ci sono delinquenti è normale cazzo!...contenti voi.

    Perchè non posti in un forum svedese la foto di un calabrese biondo e dimostri a quei superpolentoni che calabresi e svedesi sono della stessa razza?



  8. #8
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,715
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L'unità culturale degli italiani

    a prescindere da ogni considerazione morale o etnica, io con gli appartenenti alle regioni peninsulari non sento di aver niente da spartire, ma NON perchè mi reputo superiore (come si deve giudicare poi la superiorità?!) ma solo perchè completamente diverso: siamo solo accomunati da un'unità linguistica e statale forzosa e calata dall'alto, difatti mai avvenuta

  9. #9
    tra Baltico e Adige
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    terra dei cachi
    Messaggi
    9,567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L'unità culturale degli italiani

    Citazione Originariamente Scritto da semipadano Visualizza Messaggio
    Io reitero il mio pensiero, che fa di me un corpo estraneo su questo forum...Ma le stiamo lentamente assimilando...
    Ma guarda che la penso esattamente come te,è proprio perché noto queste enormi falle nella società settentrionale che voglio la secessione,il sud in questi 150 anni ha dimostrato di non essere più culturalmente europeo e non solo,il delirio della loro classe dirigente è arrivato al punto da essere convinti che,attraverso i loro insegnanti e alla televisione possono esportarci la loro "cultura" e trasformaci in meridionali,se guardiamo a loro peggioreremo.

    Noi dobbiamo guardare all'Europa franco/germanica per migliorarci siamo ancora in tempo,siamo ancora diversi da loro,loro si stanno suicidando e non se ne rendono conto,non fa parte della loro mentalità rendersene conto.



  10. #10
    phasing out
    Data Registrazione
    08 Nov 2009
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L'unità culturale degli italiani

    Citazione Originariamente Scritto da sciadurel Visualizza Messaggio
    a prescindere da ogni considerazione morale o etnica, io con gli appartenenti alle regioni peninsulari non sento di aver niente da spartire, ma NON perchè mi reputo superiore (come si deve giudicare poi la superiorità?!) ma solo perchè completamente diverso: siamo solo accomunati da un'unità linguistica e statale forzosa e calata dall'alto, difatti mai avvenuta
    Anch'io mi sento estraneo e distante una galassia e disgustato dal loro modo di essere. Mi conosci e lo sai bene. Ma il modo in cui evolve il nostro mondo suggerisce che siamo stati al gioco. La "purezza etnica" non ci ha aiutati in alcun modo. Ci vuole un altro tipo di purezza, molto più impegnativo.
    L'occasione fa l'uomo italiano

 

 
Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-08-11, 15:39
  2. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 01-02-09, 18:36
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17-03-06, 03:56
  4. Associazione Culturale degli Artisti Inediti
    Di News Online nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-09-05, 15:10

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226