Perugia per l'ottantesimo anniversario dell'Opus Dei

In occasione dell’ottantesimo anniversario della fondazione dell’Opus Dei (2 ottobre 2008) sono state organizzate a Perugia delle iniziative per sottolinearne la specificità del messaggio. Pubblichiamo di seguito un testo e il link ad un video, che introducono, descrivono e promuovono i vari incontri che si terranno sulla figura di san Josemaría e sull'Opera.

23 settembre 2008



Video: "Che cosa significa per te amare il mondo appassionatamente?"

Perugia, 20 settembre 2008.-

Si è inaugurata questa mattina la mostra fotografica sulla vita di san Josemaría Escrivá (1902-1975) ubicata nel chiostro del Duomo di Perugia. Questa manifestazione si inserisce nel quadro degli eventi organizzati per ricordare l’80° anniversario di fondazione dell’Opus Dei, che ricorre il 2 ottobre prossimo. Prima dell’apertura della mostra una conferenza stampa – promossa dagli organizzatori - ha presentato il programma e le ragioni di queste iniziative.

Il dott. Antonio Margiotta ha preso la parola in qualità di presidente dell’Associazione del Lauro, illustrando le attività che l’istituzione promuove in Umbria da più di vent’anni attraverso i suoi centri: incontri, corsi, gruppi di studio, attività culturali, indirizzate sia ai giovani che a professionisti. L’Associazione ha voluto promuovere la celebrazione di questo prossimo anniversario in quanto la cura pastorale di coloro che frequentano tali attività è affidata alla prelatura dell’Opus Dei.

L’ing. Ruggero Cozzani, direttore dell’Accademia delle Volte, ha spiegato come si possono proporre, in modo adeguato ai diversi tipi di partecipanti, le idee guida del messaggio dell’Opus Dei: trovare Dio nelle realtà ordinarie, servire gli altri attraverso il proprio lavoro, favorire la comprensione e l’amicizia fra gli uomini alla ricerca di una speranza ragionevole di salvezza, di cui, come ricorda il Papa Benedetto XVI, continua ad esserci un enorme bisogno.

Il prof. Giovanni Stelli, filosofo e saggista, ha sottolineato il bisogno di senso avvertito dalla società contemporanea, dopo il fallimento delle diverse ideologie che propugnavano una salvezza basata solo sul progresso umano. La proposta cristiana – ha detto Stelli – è prima di tutto una proposta “umana” che viene incontro alle più profonde aspirazioni di tutti, presenti anche in coloro che non credono. Don Bernardo Estrada, biblista e docente alla Pontificia Università della Santa Croce di Roma, ha motivato l’espressione scelta quasi come “logo” delle attività del programma perugino: amare il mondo appassionatamente. In realtà si tratta del titolo di una famosa omelia, pronunciata da san Josemaría Escrivá nel 1967 davanti a decine di migliaia di persone, per ricordare uno snodo centrale della fede cristiana: il mondo è buono perché è uscito dalle mani creatrici di Dio e perché è il luogo e l’ambito del nostro incontro personale con Lui. Chi riesce a fare questa “scoperta” si accorge che tutti gli itinerari onesti del nostro mondo possono diventare la via che ci conduce a Dio.

Ha concluso la presentazione il dott. Francesco Calogero, dell’Ufficio Stampa del Convegno, il quale ha ribadito che l’apporto dell’Opus Dei a iniziative di carattere educativo, formativo, sanitario, sportivo, ecc. si configura come un servizio cristiano alla società, all’insegna di una visibilità e apertura verso tutti coloro che sono sinceramente interessati, senza discriminazioni di sorta.

Trovare Dio nelle realtà ordinarie, servire gli altri attraverso il proprio lavoro, favorire la comprensione e l’amicizia fra gli uomini sono alcuni degli aspetti del messaggio dell'Opus Dei che non è altro che una ulteriore attuazione della speranza cristiana nella storia dell’uomo. E’ una speranza ragionevole di salvezza, di cui l’uomo moderno, come ci ricorda il Papa Benedetto XVI, continua ad avere bisogno.

Questo anniversario può essere anche, per chi lo desidera, l'occasione di conoscere non solo la figura del Fondatore dell'Opus Dei, san Josemaría Escrivá, ma anche la sua spiritualità ed il senso delle iniziative realizzate, anche in Umbria, da questa Istituzione della Chiesa Cattolica.

L'Associazione del Lauro, via della Pescara 49, ha promosso i seguenti "eventi" per offrire alla cittadinanza perugina, e umbra più in generale, un'informazione specifica in proposito:

> sabato 20 settembre 2008, ore 11,00
Inaugurazione della Mostra fotografica su San Josemaría Escrivá (1902-1975)
Sala del Dottorato, Chiostro del Duomo, Piazza IV Novembre -
aperta fino al 23 settembre - ore 19

> venerdì 26 settembre 2008, ore 18,00
Anteprima nazionale del film animato sull'infanzia di san Josemaría Escrivá (prodotto da Mondo TV)
Teatro del Pavone, Corso Vannucci -

> domenica 28 settembre 2008, ore 10,00
Convegno “Amare il mondo appassionatamente”
Sala dei Notari, P.za 4 Novembre -

RELAZIONI:

- Apparenza e realtà della crisi dei valori.

Luca Diotallevi Docentedi Sociologia all’Università di Roma Tre

- Radici storiche ed attualità della proposta cristiana

Alberto Torresani Docente di Storia della Chiesa (Istit. Superiore di Scienze Religiose all’Apollinare, Roma)

COMUNICAZIONI:

- L’Università CAMPUS BIO MEDICO di Roma

Laura Ceni Dirigente Responsabile Area Servizi Accademici

- Il CENTRO ELIS di Roma

Pierluigi Bartolomei Direttore della Scuola di formazione

Elisabetta Ciavarella Vice Presidente della Cooperativa per le attività educative

- L’ASSOCIAZIONE DEL LAURO di Perugia

Antonio Margiotta Presidente del Consiglio di Amministrazione

Introduce e modera Giorgio Assumma Presidente della SIAE

> giovedì 2 ottobre 2008, ore 18,15
Concelebrazione Eucaristica nella Basilica di San Pietro, a Perugia,
presieduta da S.Em.R. cardinal Julián Herranz

Contatti: dr. Vincenzo Silvestrelli, 335 281239 – email: v.silvestrelli@elis.org
dr. Francesco Calogero, 349 7858069 – email: calogero@pusc.it
website: www.accademiadellevolte.info