Osservatorio per la Salvaguardia della Valle Olona
Coordinamento di Associazioni, Persone ed Enticon sede alla Cascina Scenna - loc. Barlam - Cairate (VA)
www.valleolona.splinder.com



COMUNICATO DEL 29 SETTEMBRE 2008 SU QUESTIONE LEPORI-KATAOIL.

Mentre continua la situazione di degrado e incertezza per il patrimonio ambientale della Valle Olona, alcuni rappresentanti dell'Osservatorio hanno partecipato venerdģ scorso all'assemblea organizzata a Lonate Ceppino dal Partito Democratico. Dedicata al tema dell'ampliamento della ditta Lepori – Kataoil, la serata avrebbe dovuto contribuire a far chiarezza circa la compatibilitą del progetto di questa azienda posta in riva al fiume Olona, la quale intende ampliarsi con un impianto di smaltimento di oli e terre esauste.

Sorvolando sull'ingenua mancanza di posizione da parte del partito organizzatore, il cui unico commento si č rivelato in un invito a sperare nella salvezza tramite il progresso tecnologico e la "fede nella ragione", dobbiamo registrare l'atmosfera di seria (e molto pił pragmatica) preoccupazione da parte della popolazione intervenuta, ora pił che mai seriamente intenzionata a capire quale rischio verrą generato dalla nuova produzione in termini di salute pubblica ed ambientale. Quali sostanze verranno veramente condotte e trattate sulle rive dell'Olona? Quale la possibilitą che il fiume torni a prendersi i suoi territori alluvionali, portando con sč oli pericolosi e inquinanti? Quale il reale vantaggio in termini di occupazione, a fronte dei disagi che l'azienda porterą?

Risposte che non sono state esaurite - a detta di tutti i presenti, fra i quali alcuni medici - anche per la mancanza di un contraddittorio, essendo tutti i relatori presenti direttamente o indirettamente parte della dirigenza dell'azienda Lepori!

Ma al di lą del metodo e rispettando la buona fede di chi ha organizzato, l'Osservatorio dell'Olona non puņ esimersi da una riflessione pił coraggiosa e assolutamente non provocatoria: č ancora nell'interesse della nostra gente e rispettoso per la nostra Terra, concedere altre concessioni industriali sul fondovalle dell'Olona? Noi crediamo che il vero progresso sia la qualitą della vita e il riequilibrio di un territorio, non il perseguimento di un modello industriale che non č pił proprio di questi tempi e di questa valle. E, una volta per tutte, smettetela con la storia che siamo solo dei giovani visionari, perché dei danni provocati dai vecchi ormai ne hanno tutti le scatole piene.