User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Siena - Toscana
    Messaggi
    6,882
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito San Quirico, il paese degli over 85

    San Quirico, il paese degli over 85 sulle colline senesi si invecchia meglio - Repubblica.it

    In Val d'Orcia in 8 anni 40% di anziani in più. "Sevono lavorare. Se non hanno un orto di proprietà, ci pensa il Comune" . "Qui non esiste una casa di riposo. Ma l'assistenza domiciliare è organizzatissima" dal nostro invaito JENNER MELETTI
    SAN QUIRICO D'ORCIA (SIENA) - Inutile cercare. Nel paese dei vecchi - le signore e i signori con più di 85 anni dal 2002 ad oggi sono cresciuti del 40% - non c'è nemmeno un "posto dei vecchi". Non esiste un centro anziani, non c'è una casa di riposo. In piazza Libertà, alle 11 del mattino, ci sono due anziani che prendono il sole ma anche due mamme con quattro bambini. "Un ospizio per i nonni? Ma siamo matti?". Il sindaco, Roberto Rappuoli, quasi si arrabbia. "Lo sappiamo tutti che il "ricovero" è una disgrazia. Ci sono vecchi che se li porti lì muoiono in due giorni. Gli anziani stanno bene a casa loro e in mezzo agli amici. Gli anziani hanno bisogno di lavorare. Tanti hanno l'orto e il pollaio appena fuori paese. Chi non ce l'ha, viene in Comune e lo chiede a noi". Sulle colline senesi si vive in un'Italia diversa. Qui i vecchi non sono costretti a vivere in un supermercato per stare al caldo o al fresco, non stanno chiusi in condomini di periferia a guardare le finestre di altri condomini. La casa di riposo, qui, non è una "speranza" ma un pericolo da evitare. Nel paese dove i vecchi non hanno nessun posto riservato, se vuoi restare in forma non vai in palestra ma puoi affittare (gratuitamente) un orto sotto le mura o anche un paio dei 250 olivi di proprietà comunale. "Gli anziani - dice il sindaco - non debbono andare al bar a fare gli sfaccendati. Con un orto e un olivo hanno da lavorare tutto l'anno. Potano, seminano, raccolgono, vanno al frantoio e alla fine si mangiano la loro insalata condita con il loro olio e invitano a cena i figli o gli amici. Non si sentono inutili. E questo secondo noi è il segreto per vivere bene anche gli ultimi anni".

    Il posto è speciale. San Quirico è al centro del parco della Val d'Orcia che per la sua bellezza è stato dichiarato patrimonio dell'umanità dall'Unesco. Il bicchiere di vino al bar Centrale è un Brunello, il "giardinetto" del paese è stato disegnato nel '500 da Diomede Leoni, allievo di Michelangelo e a vedere questi "Horti Leonini" arrivano turisti anche dalla Finlandia. Sembra davvero di essere in un "paese dei vecchi felici" che per fortuna è circondato da tanti altri paesi dove essere anziani non è una disgrazia: in Toscana, negli ultimi quattro anni, sono stati contati trentamila ottantenni in più. Oggi quelli che hanno compiuto quattro volte i vent'anni sono 260.000, con una percentuale del 7% contro una media nazionale del 5,6. Ma in provincia di Siena gli ultra ottantenni sono l'8%. Qui a San Quirico, in particolare, nel 2002 si contavano 88 ottantacinquenni mentre ora sono 123.
    "La nostra scelta - dice l'assessore Cristiano Pellegrini - è semplice: dare una mano a chi è ancora in gamba, con tante proposte per riempirgli la giornata. E poi aiutare, ancora di più, chi comincia ad avere qualche problema". Difficile trovare giornate vuote, in questo paese ancora circondato dalle antiche mura. Già si prepara la Festa del Barbarossa (qui Federico incontrò i messi di papa Adriano IV) per la terza domenica di giugno. I quattro quartieri di Canneto, Borgo, Prato e Castello si sfideranno nel tiro con l'arco e con gare di sbandieratori. Gli anziani monteranno cucine e tavoli e soprattutto sceglieranno il vino giusto. Ci saranno cene preparatorie per raccogliere fondi, cene nella sera della festa e poi cene di vittoria e anche di consolazione. "Gli anziani - dice l'assessore - sono impegnati non solo nei giorni di festa. Il Comune ha preparato una convenzione con i 130 volontari dell'Auser e questi controllano i bambini che entrano o escono da scuola, sorvegliano parchi e giardini e vanno a fare la spesa per gli altri anziani che hanno problemi".

    Quando le forze vengono meno, trovi qualcuno che ti sorregge. "A 30 anziani consegniamo il pasto a domicilio. Per 12 persone c'è l'assistenza domiciliare leggera: per tre ore al giorno arriva l'aiuto di una persona che fa le pulizie, accompagna dal medico o al bar, per una passeggiata. Gli anziani in Rsa, come si chiama oggi la casa di riposo, sono quattro, ospiti nei comuni di Montalcino e Asciano. Anche noi ci siamo posti il problema di assistere chi non riesce più a vivere in casa sua. Abbiamo avviato i lavori per il "Condominio solidale" - sarà pronto in due anni, con una spesa di 2,3 milioni - con 13 appartamentini di trenta metri quadri. Ci saranno l'ambulatorio e la lavanderia, l'infermiere e anche un centro diurno, aperto a tutti, con una grande cucina. Non offriamo una stanza e un bagno ma una piccola casa dove porti i tuoi mobili e puoi invitare a cena i figli. Ci saranno anche sei appartamenti per le giovani coppie, così il condominio non sarà una moderna casa di riposo".

    Imo Cesari, classe 1924, ha appena ricevuto il pasto del Comune a casa. "Pastasciutta, fettina, verdura, frutta... Non mi lamento. Quando ero bimbo io, nemmeno mi immaginavo uno della mia età, 86 anni. Adesso tutti dicono che la vita degli anziani è migliore: io dico che è più lunga e che bisogna darsi da fare per affrontarla nel modo migliore. Io ho sempre fatto il muratore e mi sono occupato anche della vita degli altri. Per vent'anni ho fatto il consigliere e l'assessore. Ma certe cose che interessano i vecchi le capisci solo quando anche tu sei vecchio: ci sono ad esempio le panchine con l'avvallamento, che ti siedi e non riesci più ad alzarti... Bisogna abolirle. Ci sono quelle lettere e quelle bollette che arrivano a casa e che a una certa età ti spaventano perché non le capisci. Ci vuole un ufficio in Comune dove andare e farsi spiegare. Andrò a parlare con questi giovani amministratori".

    L'edificio più importante del paese - 2.769 abitanti - è un palazzo in pietra, sede della Pia associazione Misericordia. Qui trovi sempre i due medici di base e una volta la settimana gli specialisti. A disposizione ci sono l'otorino, l'agopuntore, l'angiologo, l'ortopedico, il nutrizionista, l'oculista, il dentista, il fisioterapista, il cardiologo... "I professionisti usano gli ambulatori della Misericordia - dice il vice governatore dell'associazione, Mario Cingottini - e così fanno prezzi più bassi, dal 30 al 50% in meno. Chi ha bisogno di un trasporto all'ospedale di Siena, per un ricovero o una visita, può contare su di noi: con l'ambulanza o il furgone, nel 2009 abbiamo fatto quasi mille trasporti". Davanti all'ambulatorio del dottor Andrea Martellini, medico di base, come ogni giorno c'è la fila. "I miei pazienti - dice - sono un poco strani. Da una parte ci sono quelli che stanno sempre bene e li vedi alle 6 del mattino prendere il caffè al bar prima di andare in cantiere anche se hanno 80 anni. Altro che semolino: questi si fanno i "pici" al sugo e poi la bistecca e se non vanno al cantiere vanno all'orto, ai polli, alle passeggiate... Ci sono poi quelli che sono sempre qui e ti chiedono l'esame del sangue anche se l'hanno fatto un mese fa e vogliono la Tac al cervello perché la zia vent'anni fa ha avuto l'ictus e non si sa mai. E non sono contenti se non gli ordini una boccettina di vitamine che non serve a nulla perché basterebbe un po' di frutta. La pagano venti euro in farmacia ma proprio non ne fanno a meno. La presenza degli ultra ottantenni è davvero un miracolo. Trent'anni fa, quando ho cominciato a fare il medico, i "vecchi" erano quelli di 60 - 70 anni. Ora il mondo si è spostato in avanti di vent'anni e il merito è dell'aria buona, del buon cibo e soprattutto della medicina. Anche quelli che si sentono bene, quando arrivano a una certa età, si guardano attorno, leggono i nomi dei loro coetanei nei necrologi e allora vengono qui e chiedono una serie infinita di esami e controlli. Si campa di più, si sta anche meglio, ma la paura di morire ancora non è stata sconfitta".
    Nel pomeriggio, nessun anziano in piazza Libertà. "Ci sono i trapianti da fare", spiega Mario, 75 anni, nel suo orto oltre le mura. "Le piantine costano tanto ma almeno sai cosa mangi e ti passi il tempo". Per gli olivi è tempo di potatura e tutti vogliono l'olivo più curato sperando nell'olio più buono. Al venerdì mattina, alle 9,30, c'è un nuovo servizio: il trasporto al cimitero. "Ma che ha capito? Non è certo quello definitivo", dice il vice governatore della Misericordia. "Il cimitero è lontano dal paese e allora abbiamo messo a disposizione un furgone. E nemmeno questo è un servizio riservato agli anziani. Anche un giovanotto può prendersi una storta al piede. E noi non si chiede certo la carta d'identità".
    ---------------------------------------
    Non morirò fiorentino...
    ---------------------------------------

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Visitors Addicted
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    We are everywhere
    Messaggi
    31,883
    Mentioned
    71 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Rif: San Quirico, il paese degli over 85

    Quando la civiltà ha ancora qualcosa da insegnare...

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 05-10-13, 09:58
  2. Risposte: 49
    Ultimo Messaggio: 09-09-13, 15:46
  3. Il paese degli ortolani 1
    Di pomponio leto nel forum Fondoscala
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 24-03-11, 17:49
  4. il paese degli archivi segreti
    Di enteomane nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-01-09, 19:35
  5. Il Paese degli Asini
    Di Neva nel forum Salute e Medicina
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 13-03-08, 12:39

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226