User Tag List

Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 43
  1. #1
    INDIPENDENTISTA
    Data Registrazione
    11 Apr 2007
    Località
    Verona-Venetia
    Messaggi
    449
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Tolti i tricolori, inchiesta sugli Schützen

    IL NUOVO ESTREMISMO - Sono spariti dal Municipio, dalla scuola e dall’Ufficio postale
    Il sindaco denuncia tutto ai carabinieri

    Tolti i tricolori, inchiesta sugli Schützen

    Luca Masiello
    Villandro, davano «fastidio» alla sfilata fatti trovare arrotolati davanti al Comune
    Erano stati esposti accanto alla bandiera tirolese ed europea
    L’azione istigata dall’ex terrorista Mitterhofer
    VILLANDRO. Evidentemente quei tricolori esposti al municipio e negli altri uffici pubblici (per altro accanto alle bandiere europea e tirolese) «stonavano» con la celebrazione dei 50 anni della compagnia degli Schützen del paese; così, dopo l’accorato (e indignato) appello dell’ex dinamitardo Sepp Mitterhofer, qualcuno ha pensato di toglierli, lasciarli davanti al portone del Comune. Secondo quanto dichiarato dallo stesso Mitterhofer sulle pagine delle lettere del Dolomiten, sarebbe stato il comandante dei «tiratori» di Villandro, Hannes Rabensteiner, ad occuparsi di “risolvere la spiacevole situazione”. Il sindaco ha denunciato tutto ai carabinieri. La Procura sta per aprire un’inchiesta per vilipendio. «Andremo fino in fondo», promette il pm Secco.
    Per ora non ci sono nomi sul registro degli indagati; e dal punto di vista prettamente giuridico il reato in sé non è poi così grave: il colpevole rischia una multa fino a 10 mila euro. Ma dal punto di vista politico la questione è decisamente delicata, soprattutto se di mezzo c’è Sepp Mitterhofer, dinamitardo degli anni Cinquanta, presidente dell’Heimatbund, molto vicino ad Eva Klotz ed una delle “icone” del movimento pangermanista.
    Domenica scorsa Mitterhofer si è lamentato della presenza dei tricolori sul Municipio e sulla scuola, si è rivolto al capo degli Schützen e poi, due giorni dopo, ha spiegato pubblicamente e fieramente con una lettera aperta al Dolomiten che quest’ultimo “si è occupato di risolvere questa spiacevole faccenda”.
    Domenica scorsa Sepp Mitterhofer ha “fatto presente” al sindaco di Villandro, Josef Krapf, che sugli edifici pubblici del paesino c’erano i tricolori: «Faccia togliere quelle bandiere: sono una porcheria», ha ringhiato in faccia al primo cittadino. E quando il sindaco, diplomaticamente, tenta di fargli capire che non volevano essere un’offesa a nessuno, l’ex dinamitardo se n’è andato insultandolo: “Mi ha detto che con un uomo come me non ci voleva più parlare - spiega ancora sbigottito Krapf -, che fastidio potevano dargli quelle bandiere? Il giorno successivo, la donna delle pulizie le ha trovate arrotolate davanti al municipio...».
    Il problema era che domenica 28 settembre, a Villandro si festeggiava il cinquantesimo anniversario della fondazione del locale corpo degli Schutzen. Il paese era addobbato a festa, con i vessilli bianco e rossi ad ogni finestra; ma da quelle del Municipio, della scuola elementare e delle Poste sventolavano anche il tricolore e la bandiera europea. Tutto a norma di legge, perché - vuole il caso - un decreto del presidente della Repubblica impone ai Comuni di esporre la bandiera nazionale in memoria delle quattro giornate di Napoli (27 - 30 settembre 1943), quando la popolazione partenopea riuscì a liberare la città dai nazisti. Krapf ha provato a spiegarlo al leader dell’Heimatbund, ma non c’è stato nulla da fare. «Il giorno dopo, erano le 8 e 30 del mattino - continua Krapf - mi ha chiamato la donna delle pulizie del municipio, dicendomi che i tre tricolori erano stati rimossi ed adagiati dinanzi alla porta del palazzo municipale». Del fatto se ne sono occupati subito i carabinieri di Chiusa, che hanno avviato le indagini e informato la Procura, che, a sua volta, sta per aprire un fascicolo, come conferma il pm Igor Secco. Gli indizi sui responsabili non mancano, e porterebbero ad indicare l’ex terrorista ed il capo locale dei cappelli piumati almeno come “istigatori”: sull’edizione di mercoledì del quotidiano Dolomiten, infatti, sulla pagine delle lettere, c’è la «rivendicazione» a firma di Sepp Mitterhofer. L’ex bombarolo si sfoga contro il sindaco e contro tutta lo Svp, denunciando il fatto che su alcuni edifici erano esposti i tricolori: “Ho parlato con il sindaco, che non ne sapeva nulla - scrive -, poi mi sono rivolto al presidente degli Schutzen di Villandro, che si è dato da fare per risolvere questa spiacevole faccenda...”.


    http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local//2043555

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Aug 2007
    Messaggi
    2,353
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Credo sia il caso di fare un encomio solenne a Mitterhofer per il patriottismo e per il rispetto dimostrato nel ripiegare e riporre con cura i tricolori

  3. #3
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,694
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    solidarietà ai SUdtirolesi

    grande Mitterhofer

  4. #4
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Wento Visualizza Messaggio
    Credo sia il caso di fare un encomio solenne a Mitterhofer per il patriottismo e per il rispetto dimostrato nel ripiegare e riporre con cura i tricolori
    Quoto in pieno

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    9,909
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Wento Visualizza Messaggio
    Credo sia il caso di fare un encomio solenne a Mitterhofer per il patriottismo e per il rispetto dimostrato nel ripiegare e riporre con cura i tricolori
    Mi associo e aggiungo "ed anche a toglierli da dov'erano"

  6. #6
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Grande Mitterhofer! Südtirol ist nicht Italien!


    La reazione degli alleati della Lega Nord:

    Gli Schuetzen devono assolutamente essere posti al bando dal Governo nazionale e il loro corpo paramilitare immediatamente sciolto!

    http://www.unitalia-movimento.it/com...i-stampa.dhtml

    Gli appelli di Mitterhofer, noto alle cronache per la sua attività criminale anti italiana, hanno raggiunto lo scopo: qualcuno ha eliminato le bandiere tricolori a Villandro! E il sindaco denuncia il tutto ai carabinieri; i carabinieri alla Procura; la Procura apre un fascicolo ipotizzando il reato di “vilipendio alla bandiera”. Altra propaganda per lo scempio anti italiano promosso e sponsorizzato in Alto Adige dai soliti scriteriati. Tutto finirà così, mentre a Roma, il governo di centro destra, da noi già sollecitato, tace e colpevolmente acconsente, alla manifestazione oceanica degli Schuetzen prevista a Bolzano nel mese novembre. Organizzata allo scopo dichiarato di offendere tutto ciò che è Italiano: la nostra storia, la nostra tradizione, i nostri monumenti: da sempre, in Alto Adige, non solo gli Schuetzen, che rappresentano un corpo paramilitare agguerrito e colpevolmente sopportato anche dal Governo nazionale, tendono strumentalmente di confondere il fascismo con l’italianità. Ebbene è ora di finirla: quando erano all’opposizione AN e FI, in diverse occasioni, chiesero la messa al bando degli schuetzen e il loro conseguente scioglimento coatto in quanto organizzazione para militare contraria all’unità nazionale. Ora che sono al Governo che eseguano con determinazione tutto ciò che chiedevano quando erano all’opposizione, preso atto che non sono nemmeno capaci di pretendere, dall’Austria, che l’aberrante tabella posta al Brennero dalle stesse organizzazioni anti italiane venga definitivamente eliminata Si muovano con ogni mezzo, se credono in ciò che predicano quando vengono a Bolzano in campagna elettorale, per zittire ogni rigurgito pan tirolese: hanno gli strumenti giuridici e costituzionali per farlo. E, prima di tutto, facciano in modo che la adunata di novembre che vedrebbe Bolzano invasa da orde di brache di cuoio non venga assolutamente autorizzata. La ragione? Questioni legate alla garanzia dell’ordine pubblico! Chi ha orecchie per intendere la smetta di fingere di non capire che i bolzanini vogliono finalmente avere il sacro santo diritto di sentirsi a casa propria e quindi in Italia!

    06 ottobre 2008
    Il Consigliere Provinciale di UNITALIA Donato Seppi

  7. #7
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,603
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da giacomocrop Visualizza Messaggio
    IL NUOVO ESTREMISMO - Sono spariti dal Municipio, dalla scuola e dall’Ufficio postale
    Il sindaco denuncia tutto ai carabinieri

    Tolti i tricolori, inchiesta sugli Schützen

    Luca Masiello
    Villandro, davano «fastidio» alla sfilata fatti trovare arrotolati davanti al Comune
    Erano stati esposti accanto alla bandiera tirolese ed europea
    L’azione istigata dall’ex terrorista Mitterhofer
    VILLANDRO. Evidentemente quei tricolori esposti al municipio e negli altri uffici pubblici (per altro accanto alle bandiere europea e tirolese) «stonavano» con la celebrazione dei 50 anni della compagnia degli Schützen del paese; così, dopo l’accorato (e indignato) appello dell’ex dinamitardo Sepp Mitterhofer, qualcuno ha pensato di toglierli, lasciarli davanti al portone del Comune. Secondo quanto dichiarato dallo stesso Mitterhofer sulle pagine delle lettere del Dolomiten, sarebbe stato il comandante dei «tiratori» di Villandro, Hannes Rabensteiner, ad occuparsi di “risolvere la spiacevole situazione”. Il sindaco ha denunciato tutto ai carabinieri. La Procura sta per aprire un’inchiesta per vilipendio. «Andremo fino in fondo», promette il pm Secco.
    Per ora non ci sono nomi sul registro degli indagati; e dal punto di vista prettamente giuridico il reato in sé non è poi così grave: il colpevole rischia una multa fino a 10 mila euro. Ma dal punto di vista politico la questione è decisamente delicata, soprattutto se di mezzo c’è Sepp Mitterhofer, dinamitardo degli anni Cinquanta, presidente dell’Heimatbund, molto vicino ad Eva Klotz ed una delle “icone” del movimento pangermanista.
    Domenica scorsa Mitterhofer si è lamentato della presenza dei tricolori sul Municipio e sulla scuola, si è rivolto al capo degli Schützen e poi, due giorni dopo, ha spiegato pubblicamente e fieramente con una lettera aperta al Dolomiten che quest’ultimo “si è occupato di risolvere questa spiacevole faccenda”.
    Domenica scorsa Sepp Mitterhofer ha “fatto presente” al sindaco di Villandro, Josef Krapf, che sugli edifici pubblici del paesino c’erano i tricolori: «Faccia togliere quelle bandiere: sono una porcheria», ha ringhiato in faccia al primo cittadino. E quando il sindaco, diplomaticamente, tenta di fargli capire che non volevano essere un’offesa a nessuno, l’ex dinamitardo se n’è andato insultandolo: “Mi ha detto che con un uomo come me non ci voleva più parlare - spiega ancora sbigottito Krapf -, che fastidio potevano dargli quelle bandiere? Il giorno successivo, la donna delle pulizie le ha trovate arrotolate davanti al municipio...».
    Il problema era che domenica 28 settembre, a Villandro si festeggiava il cinquantesimo anniversario della fondazione del locale corpo degli Schutzen. Il paese era addobbato a festa, con i vessilli bianco e rossi ad ogni finestra; ma da quelle del Municipio, della scuola elementare e delle Poste sventolavano anche il tricolore e la bandiera europea. Tutto a norma di legge, perché - vuole il caso - un decreto del presidente della Repubblica impone ai Comuni di esporre la bandiera nazionale in memoria delle quattro giornate di Napoli (27 - 30 settembre 1943), quando la popolazione partenopea riuscì a liberare la città dai nazisti. Krapf ha provato a spiegarlo al leader dell’Heimatbund, ma non c’è stato nulla da fare. «Il giorno dopo, erano le 8 e 30 del mattino - continua Krapf - mi ha chiamato la donna delle pulizie del municipio, dicendomi che i tre tricolori erano stati rimossi ed adagiati dinanzi alla porta del palazzo municipale». Del fatto se ne sono occupati subito i carabinieri di Chiusa, che hanno avviato le indagini e informato la Procura, che, a sua volta, sta per aprire un fascicolo, come conferma il pm Igor Secco. Gli indizi sui responsabili non mancano, e porterebbero ad indicare l’ex terrorista ed il capo locale dei cappelli piumati almeno come “istigatori”: sull’edizione di mercoledì del quotidiano Dolomiten, infatti, sulla pagine delle lettere, c’è la «rivendicazione» a firma di Sepp Mitterhofer. L’ex bombarolo si sfoga contro il sindaco e contro tutta lo Svp, denunciando il fatto che su alcuni edifici erano esposti i tricolori: “Ho parlato con il sindaco, che non ne sapeva nulla - scrive -, poi mi sono rivolto al presidente degli Schutzen di Villandro, che si è dato da fare per risolvere questa spiacevole faccenda...”.
    SÜDTIROLER ÜBER ALLES.

    In culo ai tricolori.

  8. #8
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,603
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito



  9. #9
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,694
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem Visualizza Messaggio
    Grande Mitterhofer! Südtirol ist nicht Italien!


    La reazione degli alleati della Lega Nord:

    Gli Schuetzen devono assolutamente essere posti al bando dal Governo nazionale e il loro corpo paramilitare immediatamente sciolto!

    http://www.unitalia-movimento.it/com...i-stampa.dhtml

    Gli appelli di Mitterhofer, noto alle cronache per la sua attività criminale anti italiana, hanno raggiunto lo scopo: qualcuno ha eliminato le bandiere tricolori a Villandro! E il sindaco denuncia il tutto ai carabinieri; i carabinieri alla Procura; la Procura apre un fascicolo ipotizzando il reato di “vilipendio alla bandiera”. Altra propaganda per lo scempio anti italiano promosso e sponsorizzato in Alto Adige dai soliti scriteriati. Tutto finirà così, mentre a Roma, il governo di centro destra, da noi già sollecitato, tace e colpevolmente acconsente, alla manifestazione oceanica degli Schuetzen prevista a Bolzano nel mese novembre. Organizzata allo scopo dichiarato di offendere tutto ciò che è Italiano: la nostra storia, la nostra tradizione, i nostri monumenti: da sempre, in Alto Adige, non solo gli Schuetzen, che rappresentano un corpo paramilitare agguerrito e colpevolmente sopportato anche dal Governo nazionale, tendono strumentalmente di confondere il fascismo con l’italianità. Ebbene è ora di finirla: quando erano all’opposizione AN e FI, in diverse occasioni, chiesero la messa al bando degli schuetzen e il loro conseguente scioglimento coatto in quanto organizzazione para militare contraria all’unità nazionale. Ora che sono al Governo che eseguano con determinazione tutto ciò che chiedevano quando erano all’opposizione, preso atto che non sono nemmeno capaci di pretendere, dall’Austria, che l’aberrante tabella posta al Brennero dalle stesse organizzazioni anti italiane venga definitivamente eliminata Si muovano con ogni mezzo, se credono in ciò che predicano quando vengono a Bolzano in campagna elettorale, per zittire ogni rigurgito pan tirolese: hanno gli strumenti giuridici e costituzionali per farlo. E, prima di tutto, facciano in modo che la adunata di novembre che vedrebbe Bolzano invasa da orde di brache di cuoio non venga assolutamente autorizzata. La ragione? Questioni legate alla garanzia dell’ordine pubblico! Chi ha orecchie per intendere la smetta di fingere di non capire che i bolzanini vogliono finalmente avere il sacro santo diritto di sentirsi a casa propria e quindi in Italia!

    06 ottobre 2008
    Il Consigliere Provinciale di UNITALIA Donato Seppi

    che merde itagliote ...

    Berghem tienici aggiornato sulla manifestazione e andiamo anche noi a manifestare contro lo schifoitaglia (tra l'altro a Bozen ci sono stato per un anno, naja e quindi la conosco molto bene)

  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'unico che dovrebbe essere indagato è il sindaco.. Per alto tradimento alla Patria Tirolese nonostante abbia il cognome tedesco si è dimostrato fino in fondo un idagliano vero
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

 

 
Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-11-12, 05:59
  2. Inchiesta sugli slogan su Nassiriya
    Di sunrise (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 73
    Ultimo Messaggio: 21-02-06, 23:28
  3. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 03-08-05, 19:39
  4. Informazioni sugli Schützen
    Di Dragonball nel forum Padania!
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-09-02, 22:20
  5. Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 10-05-02, 23:48

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226