User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Decreti attuativi, la tabella di marcia del Prof. Antonini

    L'intervista. Il professor Luca Antonini

    «Nonostante la Calabria fra due mesi avremo la spesa storica regionale»

    L’esperto che deve far decollare il federalismo: «Così ho scoperto i trucchi del Sud. E Vendola rema contro»




    Il professor Luca Antonini, docente di Diritto Costituzionale all’Università di Padova e Presidente della Commissione tecnica paritaria sul Federalismo fiscale.

    «Nonostante la Calabria fra due mesi avremo la spesa storica regionale» - Corriere del Veneto

    PADOVA — «Il Federalismo demaniale diventerà decreto legislativo alla metà di maggio». Parola di Luca Antonini, Presidente della Commissione tecnica paritetica sul Federalismo, l’uomo che per conto del ministro leghista Roberto Calderoli sta delineando la riforma in senso federalista dello Stato. Da quel giorno, ne dovranno trascorrere altri 240 (in pratica otto mesi) per il passaggio dei beni demaniali agli enti locali.

    E’ così professor Antonini?
    «L’iter che abbiamo tracciato è questo. In Commissione bicamerale abbiamo iniziato l’esame delle osservazioni e finora posso dire che abbiamo ricevuto un sostanziale apprezzamento da entrambi gli schieramenti».

    Parliamo delle spiagge, un argomento che al Veneto interessa molto. A chi andranno?
    «Alle Regioni, ma rimarranno in regime demaniale, ovvero saranno soggette al vincolo di inalienabilità».

    E chi incasserà i canoni demaniali?

    «Al momento posso dire le Regioni. Ma stiamo valutando anche ipotesi diverse».

    Del tipo?
    «Nel decreto attuativo si è pensato anche a una compartecipazione tra Regione e Comuni. L’importante è specificare che il canone va escusso nel rispetto delle concessioni vigenti (nel Veneto sono congelate fino al 2015, ndr)».

    C’è qualche «bene» che invece andrà direttamente ai Comuni?
    «Le caserme».

    Ma non sono del ministero della Difesa?
    «Sì, ma c’è una volonta di dismetterle».

    E quale sarà il guadagno per i Comuni?
    «Per le caserme i Comuni potranno studiare varianti urbanistiche. Ciò significa che il valore dell’area su cui sorgono queste strutture lieviterà in maniera esponenziale».

    Si era parlato anche del demanio idrico...
    «Certo, è un altro argomento importante. La Provincia autonoma di Trento, ad esempio, è già proprietaria dell’Adige e del Garda sul territorio di sua competenza».

    Che vantaggi si possono avere?
    «La gestione dell’acqua e delle centrali che producono energia elettrica».

    Professore veniamo ai trasferimenti statali. Sieti riusciti a rintracciarli tutti o questo rappresenta ancora il vero nodo da sciogliere?
    «E’ uno dei nodi e ammetto che c’è stato bisogno, e ce n’è ancora, per quantificare questi dati. Posso dire che si sta facendo un’operazione di importanti dimensioni che mira a stabilire criteri certi, smettendola con i trasferimenti per virare sull’autonomia impositiva».

    Traducendo....
    «Si sa chi fa che cosa e si chiedono i soldi per quel motivo. Il meccanismo che portiamo avanti è quello di limitare i costi».

    In pratica... bacchettate a chi sfora...
    «No, nessuna bacchettata. Ma con questa impostazione, basata sulla pubblica acquisizione di responsabilità, chi sfora dovrà chiedere conto direttamente ai suoi elettori e non a tutti gli italiani, com’è successo finora».

    Perché succedeva questo?
    «Vuole che le dica una cosa?».

    Prego professor Antonini...
    «Uno dei difetti maggiori è stato provocato dalla riforma del 2001 del governo di centrosinistra. Si tratta di quello che io definisco "federalismo contabile", che ha spinto ognuno ad andare per conto proprio. I problemi li abbiamo riscontrati adesso, quando ci siamo accorti che non c’era uniformità tra Regione e Regione nella classificazione della spesa storica».

    Faccia qualche esempio...
    «La Calabria era inattendibile. L’advisor KPMG, non certo l’ultimo arrivato, non è riuscita a decifrare i conti della Regione calabrese sulla sanità. Alla fine ci siamo riusciti grazie alle dichiarazioni verbali dei dg delle Usl. E abbiamo anche saputo che c’erano 1.200 decreti ingiuntivi... in cantina».

    Una situazione drammatica...
    «Mancavano gli elementi fondamentali di un bilancio. Nella ricostruzione della spesa storica siamo volutamente andati a scoperchiare una pentola. Quello che c’è dentro è un disastro ».

    Ma questa sua affermazione vale per tutta Italia o solo per alcune Regioni?
    «Non si può generalizzare, ma soprattutto nel Meridione abbiamo riscontrato mancanza di trasparenza e inefficenza. Questi enti si devono riorganizzare, perché lo Stato, a riforma avvenuta, non ripianerà più».

    Ma c’è qualcuno che, a livello politico, rema contro il Federalismo fiscale?
    «Non si può fare un discorso discriminatorio nei confronti dell’Italia del Sud. Certo, ci sono politici come Vendola che cercano di mettere i bastoni tra le ruote. E c’è chi alimenta voci allarmistiche e false».

    Cioè?
    «Che il Federalismo fiscale aumenterà i costi. Non è vero. Anzi, li diminuirà. Perché al Sud non si potranno più fare parti cesarei a gogò in quanto fonti di maggior guadagno e se si vorrà pagare una garza dieci volte di più di quanto realmente costa... chi lo farà chiederà conto solo ai suoi elettori. Intendo dire che Bassolino non potrà più essere eletto con percentuali bulgare perché bravo a farsi dare i soldi dallo Stato. Lo Stato, in più, non darà un euro. E, soprattutto, le regioni del Nord non daranno più un euro».

    Ma quando si arriverà alla determinazione della spesa standard?
    «In tempi ragionevolmente brevi, direi a fine giugno, avremo quella per le Regioni».

    E Comuni e Province?
    «Novembre o dicembre, non oltre».

    L’approvazione della riforma?
    «Maggio 2011. Poi ci sarà un periodo transitorio di 5 anni durante il quale ogni ente locale dovra passare dalla spesa storica a quella standard al ritmo di un 20% l’anno».

    Antonio Spadaccino

    03 maggio 2010
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,712
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Decreti attuativi, la tabella di marcia del Prof. Antonini

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem Visualizza Messaggio
    [I]
    L’approvazione della riforma?
    «Maggio 2011. Poi ci sarà un periodo transitorio di 5 anni durante il quale ogni ente locale dovra passare dalla spesa storica a quella standard al ritmo di un 20% l’anno».
    ostridicolo: ostridicolo: ostridicolo:

    campa cavallo iaociao: iaociao: iaociao:

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Decreti attuativi, la tabella di marcia del Prof. Antonini

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem Visualizza Messaggio
    L'intervista. Il professor Luca Antonini

    [
    «Maggio 2011. Poi ci sarà un periodo transitorio di 5 anni durante il quale ogni ente locale dovra passare dalla spesa storica a quella standard al ritmo di un 20% l’anno».

    Antonio Spadaccino

    03 maggio 2010
    Continuano a prenderci in giro con le promesse temporali.

    Alla fine dei 5 anni bisognerà sapere quando denari abbiamo mandato in più al Sud, e quanti debiti hanno fatto in più le regioni meridionali.

    Hanno una fede incrollabile nella credulità del Nord.

    Purtroppo Bossi ha inseganto a roma come si fa a turlupinare i Padani.

  4. #4
    Drugrillo
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    38,723
    Mentioned
    332 Post(s)
    Tagged
    51 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Rif: Decreti attuativi, la tabella di marcia del Prof. Antonini

    Citazione Originariamente Scritto da jotsecondo Visualizza Messaggio
    Continuano a prenderci in giro con le promesse temporali.

    Alla fine dei 5 anni bisognerà sapere quando denari abbiamo mandato in più al Sud, e quanti debiti hanno fatto in più le regioni meridionali.
    Però anche fossero onesti , non si potrebbe mai attuare il "federalismo fiscale" dall'oggi al domani , cadrebbe qualsiasi governo.

    La speranza è che non cada ugualmente quando verrà l'anno del taglio del primo 20%...
    intanto i finiani si stanno già muovendo , loro sono il braccio del sud , il resto (leggi ad personam , giustizia , immigrazione , bioetica etc) sono mere foglie di fico , per ammantare di politica una guerra che è di sola pecunia.
    Salvini, finto sovranista e vero neocon (sionista, americanista, ricchista)
    Maduro ce l'ha duro e ve lo mett'ar culo!

  5. #5
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,703
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Decreti attuativi, la tabella di marcia del Prof. Antonini

    Citazione Originariamente Scritto da Robert Visualizza Messaggio
    Però anche fossero onesti , non si potrebbe mai attuare il "federalismo fiscale" dall'oggi al domani , cadrebbe qualsiasi governo.

    La speranza è che non cada ugualmente quando verrà l'anno del taglio del primo 20%...
    intanto i finiani si stanno già muovendo , loro sono il braccio del sud , il resto (leggi ad personam , giustizia , immigrazione , bioetica etc) sono mere foglie di fico , per ammantare di politica una guerra che è di sola pecunia.
    Staremo a vedere.

    Lasciamo che siano altri ad agitarsi.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  6. #6
    Tyr
    Tyr è offline
    Forumista senior
    Data Registrazione
    02 Sep 2009
    Località
    MARCA DI VERONA E AQUILEIA
    Messaggi
    2,058
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Decreti attuativi, la tabella di marcia del Prof. Antonini

    Citazione Originariamente Scritto da Robert Visualizza Messaggio
    Però anche fossero onesti , non si potrebbe mai attuare il "federalismo fiscale" dall'oggi al domani , cadrebbe qualsiasi governo.

    La speranza è che non cada ugualmente quando verrà l'anno del taglio del primo 20%...
    intanto i finiani si stanno già muovendo , loro sono il braccio del sud , il resto (leggi ad personam , giustizia , immigrazione , bioetica etc) sono mere foglie di fico , per ammantare di politica una guerra che è di sola pecunia.
    Infatti, oggettivamente se si vuole una "indipendenza democratica" che separi il nord dal sud è evidente che il processo debba essere progressivo e durare anni.
    L'alternativa è la guerra civile (non che la cosa spaventi - ormai tra crisi economica, clientelismo, corruzione i Padani sono con la bava alla bocca).
    Vedremo: sicuramente questo è l'ultimo treno per una soluzione pacifica della questione.

    Una soluzione militare spaccherebbe in due anche l'esercito (in cui vi sono ufficiali e truppa non meridionale - compresi marchigiani e laziali) e le famiglie.
    Peggio ancora che nella ex Jugoslavia.
    E creerebbe una tensione fortissima a livello europeo: una guerra ai confini di Austria, Svizzera e Francia. Uno stato canaglia (a presidenza camorrista) a far da ponte tra Islam ed Europa.
    I finiani sono semplicemente l'esempio vivente di gente che non capisce un cazzo. Ha detto bene un dirigente leghista ospite di Lerner "il federalismo è l'unico modo per non fare scoppiare un conflitto in un Paese che è diviso OGGI (ed è sempre più diviso al passare del tempo).
    Comunque se si vuole la soluzione armata (e sarà questa la conseguenza della politica finiana) che soluzione armata sia.
    Una guerra che, se non si rivolvesse in una scissione, diverrebbe una guerriglia infinita.
    Abbiamo le spalle larghe: se c'è da fare a botte si fa a botte, se c'è da creapre, si crepa.
    Fanculo i terroni.
    Ultima modifica di Tyr; 04-05-10 alle 19:00
    Europeo, Veneto - Friulano, Longobardo. Non italiano

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Decreti attuativi, la tabella di marcia del Prof. Antonini

    Citazione Originariamente Scritto da Robert Visualizza Messaggio
    Però anche fossero onesti , non si potrebbe mai attuare il "federalismo fiscale" dall'oggi al domani , cadrebbe qualsiasi governo.

    La speranza è che non cada ugualmente quando verrà l'anno del taglio del primo 20%...
    intanto i finiani si stanno già muovendo , loro sono il braccio del sud , il resto (leggi ad personam , giustizia , immigrazione , bioetica etc) sono mere foglie di fico , per ammantare di politica una guerra che è di sola pecunia.

    Fare il federalismo per gradi.

    Se questa affermazione è detta con abilità dialettica pare persino una cosa accettabile.

    Ma è solamente la solita stupidata per tirare avanti.
    Il passaggio per gradi serve solamente per mettere in condizioni le regioni di attivare un moltiplicatore per fare altri debiti, ed alleggerire il debito romano.

    Il federalismo dall'oggi al domani non si può fare; ma in un anno non sarebbe difficile.
    Non si riesce a capire come mai non si possa interrompere le ruberie in breve tempo.

    I cinque anni sono necessari perché tra tre anni ci saranno le votazioni , e si avrà la scusante che non vi è ancora alcun cambiamento perché bisogna attendere ancora qualche anno.

    Poi dopo le votazione del 2013, vi saranno ancora 5 anni per depredare.
    Dopo chiunque è consapevole che il marcio dovrà esplodere.

    Esploderà perché i Tedeschi danno l'impressione di non essere in grado di mantenere PIGS e compagnia.

    Infatti oggi è calata la Borsa del 4,40%.
    Sarà per la Grecia che ha bisogno di altri denari o per i Tedeschi che non sono all'altezza??
    Che alla Grecia i soldi promessi servono poco o niente, a fronte i suoi problemi, lo sanno tutti.

    Si era detto 110 miliardi solo per non spaventare le popolazioni che devono sborsare. .

  8. #8
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    35,320
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Decreti attuativi, la tabella di marcia del Prof. Antonini

    Il federalismo tanto decantato dalla Lega quale massimo risultato raggiungibile dai popoli del nord, ha un unico scopo, esplicitato in modo inequivocabile da Calderoli all'Annunziata: la realizzazione in modo definitivo dell'unità d'Italia!
    Lo scopo stesso dell'esistenza della Lega.

  9. #9
    Valsesiano-Padano-Europeo
    Data Registrazione
    07 Jan 2010
    Località
    Valsesia
    Messaggi
    1,635
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Decreti attuativi, la tabella di marcia del Prof. Antonini

    Una guerra che, se non si rivolvesse in una scissione, diverrebbe una guerriglia infinita.
    Abbiamo le spalle larghe: se c'è da fare a botte si fa a botte, se c'è da creapre, si crepa.
    Fanculo i terroni.
    Quando si dice parlar chiaro...

    Non so quanti Padani ci siano disposti a dare il via all'ipotetico conflitto: penso effettivamente molto pochi, ma credo altresì che molti di più non aspettino che una "miccia accesa" per aggregarcisi...
    In poche parole credo ci siano molte più persone che nel caso ci fosse una nuova iniziativa eclatante (ex. il tanko in piazza S. Marco), non rimarrebbero solo a guradare, ma cercherebbero di prenderci parte.

    In che maniera poi non so (forse si risolverebbe solo in una bolla di sapone), ma sarebbe bello provare a vedere...:sofico:

  10. #10
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,712
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Decreti attuativi, la tabella di marcia del Prof. Antonini

    Citazione Originariamente Scritto da cgs71 Visualizza Messaggio
    Quando si dice parlar chiaro...

    Non so quanti Padani ci siano disposti a dare il via all'ipotetico conflitto: penso effettivamente molto pochi, ma credo altresì che molti di più non aspettino che una "miccia accesa" per aggregarcisi...
    In poche parole credo ci siano molte più persone che nel caso ci fosse una nuova iniziativa eclatante (ex. il tanko in piazza S. Marco), non rimarrebbero solo a guradare, ma cercherebbero di prenderci parte.

    In che maniera poi non so (forse si risolverebbe solo in una bolla di sapone), ma sarebbe bello provare a vedere...:sofico:

    la miccia scatenante, in una società benestante e debosciata, può essere solo ed esclusivamente la perdita dello "status quo" o, peggio ancora, la fame

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. REGOLAMENTI ATTUATIVI DI COMPETENZA PRESIDENZIALE
    Di occidentale nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 17-11-12, 04:21
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-06-10, 15:05
  3. Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 21-05-10, 16:30
  4. condannati per diffamazione antonini e sansonetti
    Di Andrea nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-02-10, 21:52
  5. Morti sul lavoro: ma dove sono i decreti attuativi di Prodi?!
    Di diegol22 nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 04-03-08, 00:51

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226