User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 23
  1. #1
    Lombard
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Località
    Milan
    Messaggi
    609
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito federalismo fiscale: il no di Formigoni

    «Paghiamo più tasse e siamo in sofferenza per i trasporti locali»

    Federalismo, il no di Formigoni: «parte male»
    Il presidente della Regione denuncia «regalie» a Roma, Lazio e Catania: «Non siamo d'accordo, chiederemo ragione al Governo»

    Roberto Formigoni e Silvio Berlusconi
    MILANO - «Se parte così il federalismo fiscale parte male. Forse sarà necessario rifare i calcoli». Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, commentando la decisione del governo di stanziare nel decreto per il federalismo fiscale 150 milioni di euro per Catania, 500 milioni di euro per Roma e per avere sbloccato in Finanziaria una somma di altri 500 milioni per Roma, decisi dal governo Prodi, che dal 2010 verranno attribuiti alla capitale. Ieri il sindaco Moratti aveva lanciato l'allarme per il bilancio comunale, che nel 2009 potrebbe fare i conti con un buco di 150 milioni, rappresentato in gran parte dalle minori entrate: «I soldi che mancano a noi sono precisamente quelli che il governo ha regalato a Catania». «Domani - ha detto Formigoni - discuteremo di queste cose con le altri regioni. La settimana prossima al tavolo Stato-Regioni chiederemo ragione al Governo di queste decisioni che non ci trovano d'accordo». Formigoni ha quindi precisato: «se il Governo non accetterà emendamenti sarà difficile accettare un decreto di questo tipo».
    «REGALO» A ROMA - Formigoni si era già lamentato nelle scorse settimane per le «elargizioni» a Catania e a Roma, ma dalla lettura del decreto ha scoperto un ulteriore finanziamento per Roma, per cui ha sottolineato quella che giudica una disparità. «Abbiamo scoperto - ha spiegato - che la città di Roma avrà ogni anno 500 milioni per sanare il proprio deficit. Questo regalo permanente a Roma, che ha un'amministrazione dissestata, viene elargito proprio nel momento in cui con il federalismo fiscale si vorrebbe far partire un meccanismo virtuoso di superamento della spesa storica e l'avvio dei costi standard: lo Stato trasferisce fondi quando ci sono spese fatte in maniera efficiente».
    «TRASPORTI IN SOFFERENZA» - Secondo Formigoni si tratta di una «regalia enorme» a Roma: «Il federalismo fiscale non darà vantaggi superiori alla Regioni, anzi. Noi siamo in sofferenza su una serie di partite importanti come, per esempio, il trasporto pubblico locale. È dieci anni che i governi non adeguano il finanziamento. Noi abbiamo bisogno di garantire i trasporti attraverso treni e autobus e chiediamo 150 milioni di euro». Il timore di Formigoni è che «si vada verso una politica di regalie per coprire i buchi a chi ha creato deficit e che terrà in sofferenza le regioni virtuose».
    MAGGIOR CONTRIBUTO FISCALE - «Dalla Lombardia arriva nel monte fiscale dello Stato il contributo più alto - sottolinea Formigoni -, è giusto che i lombardi abbiano indietro ciò che è di loro competenza». Formigoni ha anche contestato il governo per uno stanziamento a fondo perduto per la sanità del Lazio: «Tutto questo configura un trasferimento di risorse per Roma, Lazio e Catania di fronte al quale gli altri comuni e regioni solevano la testa per dire che non è accettabile andare su questa strada».



    15 ottobre 2008


    http://www.corriere.it/vivimilano/po...rte_male.shtml

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ben svegliato! Fino ad ora dov'era?

  3. #3
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non aveva la Gelmini che gli tosava l' erba...

  4. #4
    Lombard
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Località
    Milan
    Messaggi
    609
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    è significativo che chi critica maggiormente questo "federalismo fiscale" (Formigoni e la Moratti) non appartenga alla Lega

  5. #5
    Pensiero Libero
    Data Registrazione
    16 Jun 2009
    Messaggi
    2,341
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Anders Visualizza Messaggio
    è significativo che chi critica maggiormente questo "federalismo fiscale" (Formigoni e la Moratti) non appartenga alla Lega
    Il teatrino va avanti, far finta di volere il federalismo è una cosa che tira...

  6. #6
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mi pare che addirittura loiero ha ritenuto "buona" la revisitazione fatta da calderoli del già squallido federalismo precedentemente proprosto.

    E questo la dovrebbe dire lunga.

  7. #7
    Lombard
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Località
    Milan
    Messaggi
    609
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    I 150 milioni non sono tutti imputabili ai mancati trasferimenti
    Rivolta contro il governo: schiaffo a Milano
    Comune, Regione e Provincia: troppi tagli al Nord. «Se questo è il federalismo, partiamo male»


    Formigoni e Moratti (Emblema)
    MILANO - Tutti contro Roma per i tagli al bilancio. Centrodestra e centrosinistra. Con sfumature differenti. Se il presidente della Regione, Roberto Formigoni attacca a testa bassa il governo amico per i soldi a Roma e Catania, il sindaco Letizia Moratti approfondisce gli aspetti tecnici dei mancati trasferimenti al Comune pari a 150 milioni di euro. Mentre, Filippo Penati, presidente democratico della Provincia, parla apertamente di scandalo: «Visto che i fondi sembrano essere distribuiti con il manuale Cencelli, a Milano forse sarebbe servito un sindaco di An come a Roma».
    Il piatto piange. Il governo azzurro ha tradito Milano e la Lombardia azzurra. «È stata una sorpresa molto negativa». Leggendo il decreto 154, il presidente Formigoni ha scoperto che, oltre ai 150 milioni di euro «regalati» a Catania e ai 30 a Roma «per coprire buchi di bilancio, non investimenti, prelevando dal fondo statale di riserva a disposizione delle regioni», lo Stato ha disposto che «dal 2010 ogni anno verranno girati 500 milioni di euro a Roma per coprire i disavanzi pregressi sulla parte corrente». Una scelta che «ci preoccupa davvero molto» e che dimostra che qualcosa non quadra: «Se il federalismo fiscale parte così, parte molto male».
    Formigoni pone anche il tema del trasporto pubblico locale perché giusto ieri l'assessore Raffaele Cattaneo ne ha discusso a Roma con il ministro Matteoli. Il commento di Cattaneo è meno contenuto: «O si dà una risposta alla drammatica situazione del finanziamento del trasporto pubblico locale o siamo pronti a restituire al Governo le deleghe. Non si possono gestire competenze se non vengono assegnate le risorse corrispettive».
    Aria tesa. Letizia Moratti è nera. I soldi a Catania suonano come uno sfregio. Ma non preme sull'acceleratore. «Non si tratta di criticare nessun comune, cosa che personalmente non ho mai fatto, ma si tratta di lavorare con il governo per assicurare a tutti i comuni quanto dovuto ». Va sul tecnico. «Non si tratta di un buco di bilancio, ma di mancati trasferimenti». Ma poco cambia rispetto alla ferita. Milano «virtuosa» si ritrova a dover grondare lacrime e sangue e far fronte a 150 milioni di mancati trasferimenti. Non tutti imputabili ai mancati trasferimenti. Ci sono gli 11 milioni in meno di Ecopass. «Ma significa che Ecopass ha raggiunto il suo scopo - dicono da Palazzo Marino - Evitare l'entrata in centro delle auto inquinanti». Ci sono i mancati dividendi Sea, meno 25 milioni. «Una situazione determinata da Alitalia e non certamente da Sea che nonostante la tempesta ha chiuso in pareggio».
    Quindi, dito puntato sul governo. E conseguenze per i milanesi. Da palazzo giurano che non ci saranno aumenti delle tariffe a partire da quella dei mezzi pubblici. Ma si ricorrerà alla certificazione Isee -la documentazione effettiva della ricchezza, che non si ferma al reddito - per tutti i servizi del Comune. Vuoi una tariffa agevolata? Dimostra che ne hai davvero bisogno. Inutile dire che il centrosinistra ci va a nozze e infila il dito nella piaga dei soldi a Roma e a Catania. «In un momento di difficoltà per le imprese e per le famiglie - attacca Filippo Penati è necessario che ci sia maggiore responsabilità nella distribuzione delle scarse risorse pubbliche disponibili. La bussola che deve orientare le scelte del governo sia il sostegno alle imprese e alle famiglie. Non le scelte o le convenienze politiche».


    Maurizio Giannattasio
    16 ottobre 2008

    http://www.corriere.it/vivimilano/po...i_penati.shtml

  8. #8
    Lombard
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Località
    Milan
    Messaggi
    609
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Federalismo fiscale, Formigoni non ci sta

    "Se parte così, il federalismo fiscale parte male. Forse sarà necessario rifare i calcoli"
    di Andrea Montanari
    Roberto Formigoni e il governo Berlusconi di nuovo ai ferri corti. «Il governo offende Milano e la Lombardia e regala 500 milioni di euro l´anno a Roma per ripianare il suo deficit. Se questo è il federalismo fiscale, parte molto male». Poi addirittura una minaccia: «Forse bisogna rifare tutti i calcoli». Motivo del contendere è il già contestato decreto 154, che il Pirellone ha scoperto contenere non solo l´una tantum di 150 milioni per salvare dal fallimento Catania e di 500 per ripianare il deficit della capitale, ma che questi ultimi diventeranno strutturali dal 2010.

    «Una regalìa permanente enorme - denuncia il governatore - a favore di un´amministrazione dissestata, per coprire buchi di chi ha creato deficit. Un provvedimento che viene elargito proprio nel momento in cui con il federalismo fiscale si vorrebbe far partire un meccanismo virtuoso di superamento della spesa storica con lo Stato che trasferisce fondi quando ci sono spese fatte in modo efficiente».

    Si tratta dello stesso decreto che contiene i fondi per l´introduzione del federalismo fiscale, quelli per compensare i comuni del taglio dell´Ici e per coprire per tutto il 2009 la spesa sanitaria senza reintrodurre il ticket di dieci euro sulle visite e gli esami. L´affondo del Pirellone arriva alla vigilia della conferenza delle Regioni, che si riuniranno oggi a Roma in vista della Conferenza Stato Regioni della prossima settimana, che dovrà dare il giudizio definitivo sulla Finanziaria. «Se non ci saranno emendamenti - annuncia Formigoni - sarà difficile accettare una manovra di questo tipo». Anche perché «ogni volta che la Lombardia chiede da anni i 150 milioni per finanziare il trasporto pubblico locale, le viene risposto di no. Che non ci sono soldi».

    Una protesta che è stata ribadita ieri anche dall´assessore regionale alle Infrastrutture, Raffaele Cattaneo, nel corso di un incontro con il ministro Altero Matteoli. «Se le risorse ci vengono negate - ha aggiunto Formigoni - si andrà in una situazione di sofferenza. Dalla Lombardia arriva nel monte fiscale dello Stato il contributo più alto, è giusto che i lombardi abbiano indietro ciò che è di loro competenza».


    La protesta del governatore lombardo è condivisa anche dal presidente della Provincia, Filippo Penati: «Visto che i fondi sembrano essere distribuiti con il manuale Cencelli, a Milano forse sarebbe servito un sindaco di An come a Roma. È una cosa scandalosa». E' dello stesso avviso il capogruppo del Pd in Regione, Carlo Porcari: «Formigoni ha ragione a denunciare l´iniquità con cui si stanziano i fondi per Catania e Roma. Bisogna costruire un´alleanza virtuosa tra regioni, comuni e tutti i livelli degli enti locali, a partire dalla Lombardia e noi del Pd siamo pronti a fare la nostra parte, tenendo alto il confronto con il governo, perché la Finanziaria incida sulle spese davvero inutili, ma non colpisca i servizi per le persone e non svuoti le tasche dei cittadini».

    http://milano.repubblica.it/dettagli...ci-sta/1527624

    chissà se fanno sul serio.........

  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,824
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Ricordo solo che anche nella scorsa legislatura di cdx, berlusconi si era impegnato con Albertini a devolvere a Milano 192 milioni di euro (una bazzecola se rapportata a quanto invece si devolve altrove per le "emergenze") per il prolungamento della metropolitana, e che poi negò i fondi con la scusa della "mancanza di soldi".
    Se non mi sbaglio fu proprio in quella occasione che Tremonti pronunciò la famosa frase : "delle loro (= di Milano) richieste non me ne frega un caxxo".
    Milano e la Lombardia dai governi di cdx, così come da quelli di csx, non hanno mai avuto niente, se non due dita in un occhio nel vero senso della parola (ossia, almeno alle altre amministrazioni locali a cui si negano dei fondi, il governo non risponde in questo modo arrogante e offensivo: basti vedere le mielose parole di Berlusconi ai siciliani che temevano di perdere i fondi stanziati dal gov precedente per le infrastrutture , per la copertura del taglio dell'ICI: una sviolinata da brividi).

    Non hanno capito che la Lombardia è in emergenza, dal punto di vista infrastrutturale, come nessun'altra regione d'itaglia: che ha cantieri aperti ovunque che rischiano di rimanere tali, aperti.
    Fa ridere la giustificazione data da berlusconi sui grandi investimenti di Catania nelle infrastrutture, cosa che avrebbe giustificato i primi 140 milioni di euro: forse non viene da molto tempo a Milano, forse non sa quante opere infrastrutturali sono in programma.

    E dulcis in fundo, come se questo non bastasse, questo governo così nordista, pronto ad "ascoltare il grido di dolore che viene dal nord" (che retorica stucchevole), a luglio ha impugnato la legge lombarda sulle infrastrutture che avrebbe dato più poteri e competenze alla regione nell'iter procedurale sulle infrastrutture, perchè "la disciplina delle infrastrutture è esclusiva potestà statale".

  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,824
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Anders Visualizza Messaggio
    Aria tesa. Letizia Moratti è nera. I soldi a Catania suonano come uno sfregio. Ma non preme sull'acceleratore. «Non si tratta di criticare nessun comune, cosa che personalmente non ho mai fatto, ma si tratta di lavorare con il governo per assicurare a tutti i comuni quanto dovuto ». Va sul tecnico. «Non si tratta di un buco di bilancio, ma di mancati trasferimenti». Ma poco cambia rispetto alla ferita. Milano «virtuosa» si ritrova a dover grondare lacrime e sangue e far fronte a 150 milioni di mancati trasferimenti. Non tutti imputabili ai mancati trasferimenti. Ci sono gli 11 milioni in meno di Ecopass. «Ma significa che Ecopass ha raggiunto il suo scopo - dicono da Palazzo Marino - Evitare l'entrata in centro delle auto inquinanti». Ci sono i mancati dividendi Sea, meno 25 milioni. «Una situazione determinata da Alitalia e non certamente da Sea che nonostante la tempesta ha chiuso in pareggio».
    Quindi, dito puntato sul governo. E conseguenze per i milanesi. Da palazzo giurano che non ci saranno aumenti delle tariffe a partire da quella dei mezzi pubblici. Ma si ricorrerà alla certificazione Isee -la documentazione effettiva della ricchezza, che non si ferma al reddito - per tutti i servizi del Comune. Vuoi una tariffa agevolata? Dimostra che ne hai davvero bisogno. Inutile dire che il centrosinistra ci va a nozze e infila il dito nella piaga dei soldi a Roma e a Catania. «In un momento di difficoltà per le imprese e per le famiglie - attacca Filippo Penati è necessario che ci sia maggiore responsabilità nella distribuzione delle scarse risorse pubbliche disponibili. La bussola che deve orientare le scelte del governo sia il sostegno alle imprese e alle famiglie. Non le scelte o le convenienze politiche».


    Maurizio Giannattasio
    16 ottobre 2008

    http://www.corriere.it/vivimilano/po...i_penati.shtml
    Sul fatto che non ci saranno aumenti di tariffe sui mezzi pubblici però devo dire che non sono d'accordo con la Moratti, o meglio:è completamente assurdo che un cittadino che fa una tratta che comprende un pezzo di rete extraurbana debba pagare il biglietto molto di più di uno che invece circola esclusivamente all'interno della rete urbana: è una questione di equità l'alzare le tariffe dei mezzi pubblici per la rete urbana introducendo il biglietto unico.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. FINANZIARIA, FORMIGONI: A REPENTAGLIO FEDERALISMO FISCALE
    Di Ortodossia nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-05-10, 18:48
  2. Formigoni, Maroni e il federalismo fiscale.
    Di jotsecondo nel forum Padania!
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 06-10-08, 23:14
  3. Federalismo fiscale?
    Di El Criticon nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 07-09-04, 14:18
  4. Formigoni:"Subito il federalismo fiscale"
    Di Dragonball (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 11-05-03, 11:55
  5. Formigoni, Bossi ha ragione sul federalismo
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 16-09-02, 14:39

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226