User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Elezioni in Canada, bene il Bloc Quebecois

    Tutto da copione, vince Harper

    Un altro governo di minoranza, promossi gli 11 deputati italocanadesi uscenti

    Di ANGELO PERSICHILLI



    È ancora governo di minoranza ed è ancora conservatore ma il Canada rimane, dopo due elezioni, senza una maggioranza assoluta in parlamento. I conservatori di Harper hanno ieri sera ottenuto intatti 144 seggi su 308, 20 in più della precedente consultazione. Il vero sconfitto è invece il leader liberale Stephane Dion il cui partito ha ottenuto solo 76 seggi, 27 in meno rispetto al 2006. Un risultato positivo anche per il leader dell’Ndp Jack Layton che ha ottenuto 34 seggi, ma tale risultato è deludente rispetto alle previsioni fatte nei giorni scorsi. Diversa la situazione per il Bloc di Gilles Duceppe che, nonostante la perdita di 3 seggi rispetto al 2006*, può dire di avere compiuto un vero e proprio miracolo in quanto il suo partito era dato per defunto all’inizio della campagna elettorale. Aumento di consensi per il Partito dei verdi ma la campagna può considerarsi negativa se si pensa che ancora una volta non sono stati in grado di eleggere un loro rappresentante in parlamento, incluso il leader Elizabeth May sconfitta da Peter MacKay.

    Il risultato di ieri sera ha messo in risalto il diverso comportamento dell’elettorato canadese e quindi l’interpretazione della crisi economica e le capacità dei vari leader. Nelle province Atlantiche è cambiato molto poco, come anche nel Québec dove non ci sono state grosse variazioni rispetto a due anni fa. Certo, è mancata l’avanzata dei conservatori come si prevedeva all’inizio della campagna elettorale nella provincia francofona, ma le cose sono rimaste più o meno invariate e quindi Harper può preparare il suo partito per la prossima consultazione elettorale. Per i liberali ci sono anche alcune buone notizie: hanno consolidato il loro appoggio a Montréal dove è stato eletto per la prima volta anche Justin Trudeau, figlio dell’ex primo ministro canadese liberale degli anni settanta fino alla metà degli anni 80. Le più grosse variazioni ci sono state invece nelle province dell’Ontario e della British Columbia che hanno visto un netto calo dei liberali ed una avanzata dei conservatori e, in misura minore, dell’Ndp.

    Il Québec ha dunque tradito Harper negandogli una maggioranza che sembrava molto vicina e l’altra nota dolente giunge dai centri urbani: ancora una volta Harper non è riuscito ad eleggere nessun deputato nei tre più grossi centri canadesi e cioè Toronto, Montréal e Vancouver. Ciononostante il primo ministro, prendendo la parola a Calgary dopo la fine degli scrutinii, ha mostrato la sua soddisfazione per i risultati impegnandosi a portare avanti il suo programma e di fare dell’economia il perno principale della sua futura attività.

    Un Dion nettamente deluso aveva invece preso la parola poco prima a Montréal congratulandosi il primo ministro Harper per la sua vittoria ma senza fare alcun accenno al suo futuro politico, anzi ha fatto chiaramente capire che non intende dimettersi e che farà dell’economia il suo cavallo di battaglia. Molto contento del risultato il leader dell’Ndp Jack Layton il quale ha comunque aggiunto che il risultato porta un messaggio molto importante: «I cittadini canadesi ci hanno detto chiaramente - ha sottolineato - che noi dirigenti politici dobbiamo mettere da parte la retorica e lavorare insieme per il benessere del Paese. E questo è esattamente ciò che faremo nel prossimo parlamento».

    Molto contento del risultato il leader del Bloc Gilles Duceppe il quale ha messo in risalto che il suo partito ha ottenuto per la sesta volta consecutiva la maggioranza dei seggi federali nella provincia del Québec. «Il voto ha detto oggi - ha sottolineato ieri sera Duceppe - una cosa molto importante e cioè il nostro voto è molto importante nel parlamento di Ottawa». Duceppe è stato anche molto fiero nell’affermare che «è stato il nostro partito che ha bloccato il Partito Conservatore dall’ottenere la maggioranza a Ottawa».

    Soddisfatta della campagna, nonostante la sconfitta, è stata Elizabeth May, leader del Partito dei Verdi. May è stata sconfitta anche nel suo distretto dove aveva sfidato il ministro della Difesa Peter MacKay. May ha detto che la sua campagna è stata molto positiva «e - ha detto scherzando - se i bambini avessero avuto la possibilità di votare, certamente avremmo vinto». Nelle Province Atlantiche i liberali hanno praticamente mantenuto i loro voti e tutto ciò che hanno perso i conservatori è andato all’Ndp.


    * = in realtà nel 2006 i seggi furono 51 e oggi 50 (quindi uno solo in meno, non tre come erroneamente scritto nell'articolo), anche se c'è da dire che alla chiusura della legislatura i deputati del BQ erano 48, quindi alla fine della fiera c'è da registrare al netto un +2.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Una conferma per Harper

    Il Partito conservatore ha vinto le elezioni in Canada.

    http://www.internazionale.it/home/pr...o.php?id=20492

    Il suo leader, Stephen Harper, si appresta a formare un nuovo governo di minoranza più solido di quello che guidava in precedenza. I tory pagano però gli errori commessi durante la campagna elettorale in Québec, dove si è affermato il Bloc Québécois, impedendo ad Harper di raggiungere la maggioranza assoluta.

    "Il leader dei conservatori canadesi Stephen Harper ha vinto la sua scommessa", scrive Hélène Buzzetti sul quotidiano canadese Le Devoir. "Aveva imposto una data fissa per le elezioni per approfittare della debolezza degli avversari e ottenere un ampio mandato, ed è riuscito in questo modo a rinforzare la sua posizione alla camera dei comuni. Solo il Bloc québécois ha arginato l'ondata conservatrice. Gli obiettivi del rieletto premier sono tre: rappresentare tutti i canadesi, gestire la crisi economica dialogando con l'opposizione e portare a termine il programma di governo".

    Buzzetti dà una visione d'insieme del nuovo parlamento canadese: "Con il 37 per cento dei voti i conservatori (Pc) conquistano sedici seggi in più rispetto alla passata legislatura, dodici in meno di quelli necessari a formare un governo di maggioranza. Il Partito liberale (Plc) si attesta sul 27 per cento e perde diciotto seggi. I democratici (Npd) si mantengono al 18 per cento e il Bloc québécois realizza l'ottimo risultato di cinquanta seggi".

    Il tabloid conservatore Toronto Sun esprime soddisfazione: "Harper non ha ottenuto la maggioranza che desiderava, ma ha guadagnato una minoranza forte. Si allontanano quindi le ipotesi di coalizioni tra liberali, Npd e Bloc per sbarazzarsi della maggioranza conservatrice. Per ironia della sorte, è stato proprio l'Ontario - un fortino dei liberali fino a pochi anni fa - a fare la differenza. Alla luce di questi risultati non avremo più bisogno di nuove elezioni fino al 2012".

    "Nessuno può davvero dirsi soddisfatto del risultato", si legge nell'editoriale del Globe and Mail, che si sofferma sulle personalità di spicco della competizione, Harper e il leader dei liberali Stéphane Dion. "Harper ha scelto di costruire il partito intorno alla sua persona, senza condividere le responsabilità e i compiti. La scarsa abilità argomentativa e nei dibattiti, l'assenza di una piattaforma chiara fino alla vigilia delle elezioni, le rassicurazioni tardive e poco convincenti riguardo la crisi dei mercati: solo imparando da questi errori Harper potrà dimostrare di essere l'uomo forte di cui il Canada ha bisogno".

    Altrettanto duro è il giudizio su Dion: "Non è riuscito a conquistare la fiducia della sua base e ha portato il partito sotto la soglia minima del 30 per cento. Si è spinto troppo a sinistra, dimenticando le radici centriste della sua formazione e ha spacciato agli elettori un complicato piano di risanamento in cui non credeva nemmeno lui. Dion dovrebbe farsi da parte e lasciare al prossimo leader il compito di invertire la rotta".

  3. #3
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

  4. #4
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito


  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    20 Jan 2011
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    15,362
    Mentioned
    205 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

  6. #6
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Tra l'altro proprio quest'anno ricorre il 60° anniversario dall'adozione ufficiale come bandiera del Quebec del Fleurdelisè.


  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem Visualizza Messaggio
    Tra l'altro proprio quest'anno ricorre il 60° anniversario dall'adozione ufficiale come bandiera del Quebec del Fleurdelisè.

    nonche' il 400 anniversario di fondazione della citta' di Quebec

    http://it.youtube.com/watch?v=4krO25...eature=related

    http://it.youtube.com/watch?v=jdf9aq...eature=related



    INDIPENDENZA

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 17-12-12, 14:11
  2. Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 10-09-12, 18:17
  3. Quebec: Bloc Quebecois sempre più in alto
    Di Bèrghem nel forum Padania!
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 25-01-06, 22:18
  4. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 25-01-06, 09:33
  5. Elezioni Canada: Vince il CentroSinistra
    Di Danny nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 30-06-04, 16:30

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226