"Euskadi - Catalunya. La Spagna tra nazionalismo e indipendentismo"

Partido Nacionalista Vasco, Ezker Abertzalea, Uniòn Progreso y Democrazia, Eusko Alkartasuna, Esquerra Repubblicana sono solo alcune delle tante anime che compongono la Spagna.

di Flaviano Masella



http://www.rainews24.it/ran24/rainew...008_catalunya/

L'inchiesta "Euskadi - Catalunya. La Spagna tra nazionalismo e indipendentismo" di Flaviano Masella è un viaggio tra i Paesi Baschi (Euskadi) e la Catalogna (Catalunya) dove si trovano i principali movimenti separatisti spagnoli.

“Siamo una popolazione diversa rispetto alle altre che coabitano nello stato spagnolo” ci dice Unai Ziarreta - presidente di Eusko Alkartasuna, “noi abbiamo sempre auspicato che lo stato spagnolo fosse uno stato plurinazionale”.

Ma nei Paesi Baschi l’indipendentismo è sinonimo anche di Eta, Euskadi ta Askatasuna ("paese basco e libertà"), che nasce nel 1958 da una scissione col Partito Nazionalista Basco e che in quarant’anni ha ucciso più di 800 persone.

A Bilbao, nell'Università di Deusto, università gesuita privata, considerata una delle principali di tutta la Spagna, Rafel Agirre, docente di teologia, ci introduce però ad un altro tema molto delicato e discusso: il rapporto della chiesa cattolica basca con il nazionalismo, l'indipendentismo e la lotta armata dell'Eta.

Siamo riusciti a scovare in un monastero di Astigarraga, nei pressi di San Sebastian, uno dei protagonisti più discussi della chiesa basca, José Maria Setien, vescovo emerito di San Sebastiàn che ha determinato per circa 30 anni, una linea non da tutti condivisa.

Quando nel 2000 lasciò il suo incarico l'agenzia di notizie ANSA lo definì il vescovo amico dell’Eta.


Nel link qui sotto il video

http://www.rainews24.it/ran24/rainew.../video_ITA.asp