SICILIA - LA RIVALUTAZIONE STORICA DEL PERIODO DUOSICILIANO MARCIA A GONFIE VELE.



Cari amici Duosiciliani, buone notizie dal profondo Sud.

Dopo tanto penare, protestare, suggerire, sondaggiare ecc., il Sindaco di Sciacca, Mario Turturici (PDL), ha prenotato un 'posto' nella nuova Storia del Sud, ovvero del Regno delle Due Sicilie, nelle pagine riguardanti la città di Sciacca (AG), e mia città di residenza.

Da qualche settimana, alla chetichella e nel silenzio più assoluto, abbiamo a Sciacca una nuova piazza, nata nella nostra città, e dovuta ai lavori del costruendo depuratore.

Detta piazza ubicata tra la Capitaneria di porto ed i Supermercati R7 ha avuto anche una intitolazione.

Il leggere a chi è intitolata la Piazza mi ha creato notevole commozione, perchè vedo in quella intitolazione anche il riconoscimento del mio impegno nella causa Duosiciliana.

Abbiamo l'onore e la soddisfazione di avere a Sciacca: Piazza Ferdinando II° - Re delle Due Sicilie.

Grazie quindi a Mario Turturici, Sindaco di Sciacca, al Consiglio Comunale nella sua interezza ed in fine alla Commissione Toponomastica.

Abbiamo, in altro luogo, fatto un appello a Mario Turturici !!!!, questo:
"Hai fatto tante inaugurazioni, ma non questa, ti sarà sfuggita??? e poi una piccola targa in marmo non sarebbe male, se il Comune non ha i soldi......, io la pago e tu la inauguri, ti va come proposta ?????Sindaco fai un atto di coraggio e caccia dalla nostra città, cancellandone la memoria storica con l'abolizione dei nomi di due strade del centro città ovvero, la Vie Garibaldi e Vittorio Emanuele, che sono stati gli artefici del saccheggio del Sud con tutti i massacri annessi e connessi, sostituendoli con i nomi di due personaggi che hanno pagato con l'esilio la vile aggressione subita dall'esercito sardo piemontese ovvero:Via Regina Sofia, ultima Regina e Corso Francesco II° di Borbone, ultimo Re delle Due Sicilie"

Se Mario Turturici avesse il coraggio di fare una cosa del genere, oltre a ricevere i voti di tutti i "borbonici" della città (e son tanti) alle elezioni amministrative della primavera prossima, scriverebbe a lettere di fuoco, e di diritto, il proprio nome negli annali storici della città, ma purtroppo sappiamo anche che il coraggio chi non ce l'ha, non se lo può dare.Comunque è pur sempre un inizio e se avremo risposta ne daremo conto.

Pino Marinelli

Segretario Regionale CDS SICILIA

http://comitatosiciliano.blogspot.co...-si-muove.html