Si avvicina la separazione tra il sindaco e Rifondazione comunista

Il primo cittadino ha chiesto a Prc di rimettere le deleghe dell'assessore all'Istruzione, Luigi Saragnese, ma dal partito ha ricevuto un secco no
ultimo aggiornamento: 08 maggio, ore 16:23


Torino, 8 mag. - (Adnkronos) - Si avvicina la rottura tra il sindaco di Torino, Sergio Chiamparino e Rifondazione comunista, uno dei partiti che insieme a Pd, moderati, gruppo comunista, sinistra democratica e Italia dei Valori sostengono la maggioranza di Palazzo Civico. Al termine del vertice conclusosi poco fa in Comune, il primo cittadino ha chiesto a Prc di rimettere le deleghe dell'assessore all'Istruzione, Luigi Saragnese, ma dal partito ha ricevuto un secco no.

Chiamparino, dunque, aspettera' fino a lunedi' dopo di che, come e' probabile, sul suo tavolo non trovera' le deleghe, procedera' lui stesso al ritiro, aprendo di fatto la crisi in Sala Rossa. In caso di rottura con Prc la maggioranza passerebbe dagli attuali 37 consiglieri, compreso il primo cittadino, a 33.
http://www.adnkronos.com/IGN/Regioni...3.0.3293810463