User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    23 May 2006
    Messaggi
    1,105
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito il movimento studentesco sassarese e la questone sarda

    domenica 2 novembre 2008

    Riassunto del documento - Tavolo di Lavoro sulla lingua e cultura sarda

    Il tavolo di lavoro sulla questione sarda tenutosi il 30 ottobre alla Facoltà di Lettere autogestita è stato interessante sotto molteplici aspetti. Hanno partecipato alla discussione molti studenti, lavoratori, insegnanti e sindacalisti che hanno deciso di continuare a mantenere in vita il tavolo. Gli interventi sono stati diversi e naturalmente le posizioni in campo sono molte, talvolta anche contraddittorie tra loro e difficilmente sintetizzabili, almeno su un piano squisitamente politico. Ma il tavolo ha raggiunto un pieno accordo su alcune linee guida che credo di poter sintetizzare così:
    1. Questione linguistica: Rivendicare piena dignità alla lingua sarda, nella ricchezza di tutte le sue varianti, anche se non è un atto di per sé indipendentista, va certamente nella direzione di una affermazione più piena di sovranità e di consapevolezza del popolo sardo. Parlare sardo, scrivere in sardo, pensare in sardo, sognare in sardo significa dare dignità alla nostra lingua dopo 50 anni di repressione linguistica, eliminare le discriminazioni di fatto che esistono per i sardi madrelingua, rispondere ad un principio pedagogico della scuola per l’infanzia quale quello di valorizzare e non reprimere l’habitat linguistico e sociale di appartenenza dei bambini, arginare e combattere la fossilizzazione, la marginalizzazione e la folklorizzazione della lingua e della cultura sarda oggi relegate alla sfera dei sentimenti e della commercializzazione turistica.
    2. Ruolo della scuola e dell’Università nel tessuto sociale sardo: La scuola e l’Università sarde oggi sono tutto tranne che «sarde». Essa infatti è del tutto slegata dal contesto storico, sociale, linguistico, artistico e produttivo della nostra terra. È necessaria una loro profonda riforma; in particolare esse devono dare vita ad un’ampia produzione scientifica bilingue e ripristinare un legame organico con le questioni e i problemi che icaratterizzano la nostra terra.
    3. Cultura sarda e modernità. Oggi la cultura moderna non è in sardo! La scuola e l’Università devono essere all’avanguardia nel fronteggiare il processo di rimozione-fossilizzazione della cultura dei sardi e ripristinare la comunicazione fra la cultura popolare, ancora viva, e la ricerca scientifica.
    4. Lavoro. Una scuola e una Università sarde così concepite sarebbero utilissime alla ripresa economica della nostra economia attualmente in forte crisi. Una volta ripristinato il rapporto fra istruzione e contesto sociale, antropologico e produttivo sardo, i diplomati e i laureati sardi tornerebbero ad essere una risorsa per la comunità sarda e non sarebbero più costretti ad emigrare.
    5. Questione sarda e riforma Gelmini. La riforma Gelmini avrà un impatto devastante non solo sulla scuola, ma anche e soprattutto sull’intera società sarda. Favorirà l’accelerazione dello spopolamento delle zone interne condannando definitivamente decine di paesi. Le Università sarde faticheranno poi a trovare industriali e capitalisti disponibili a finanziare la loro trasformazione in fondazioni e gli studenti sardi che vorranno avere una istruzione universitaria di qualità dovranno emigrare in continente.
    Cristiano Sabino, coordinatore del Tavolo di studio sulla questione sarda

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista
    Data Registrazione
    27 Feb 2008
    Messaggi
    198
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sardignaruja Visualizza Messaggio
    domenica 2 novembre 2008

    Riassunto del documento - Tavolo di Lavoro sulla lingua e cultura sarda

    Il tavolo di lavoro sulla questione sarda tenutosi il 30 ottobre alla Facoltà di Lettere autogestita è stato interessante sotto molteplici aspetti. Hanno partecipato alla discussione molti studenti, lavoratori, insegnanti e sindacalisti che hanno deciso di continuare a mantenere in vita il tavolo. Gli interventi sono stati diversi e naturalmente le posizioni in campo sono molte, talvolta anche contraddittorie tra loro e difficilmente sintetizzabili, almeno su un piano squisitamente politico. Ma il tavolo ha raggiunto un pieno accordo su alcune linee guida che credo di poter sintetizzare così:
    1. Questione linguistica: Rivendicare piena dignità alla lingua sarda, nella ricchezza di tutte le sue varianti, anche se non è un atto di per sé indipendentista, va certamente nella direzione di una affermazione più piena di sovranità e di consapevolezza del popolo sardo. Parlare sardo, scrivere in sardo, pensare in sardo, sognare in sardo significa dare dignità alla nostra lingua dopo 50 anni di repressione linguistica, eliminare le discriminazioni di fatto che esistono per i sardi madrelingua, rispondere ad un principio pedagogico della scuola per l’infanzia quale quello di valorizzare e non reprimere l’habitat linguistico e sociale di appartenenza dei bambini, arginare e combattere la fossilizzazione, la marginalizzazione e la folklorizzazione della lingua e della cultura sarda oggi relegate alla sfera dei sentimenti e della commercializzazione turistica.
    2. Ruolo della scuola e dell’Università nel tessuto sociale sardo: La scuola e l’Università sarde oggi sono tutto tranne che «sarde». Essa infatti è del tutto slegata dal contesto storico, sociale, linguistico, artistico e produttivo della nostra terra. È necessaria una loro profonda riforma; in particolare esse devono dare vita ad un’ampia produzione scientifica bilingue e ripristinare un legame organico con le questioni e i problemi che icaratterizzano la nostra terra.
    3. Cultura sarda e modernità. Oggi la cultura moderna non è in sardo! La scuola e l’Università devono essere all’avanguardia nel fronteggiare il processo di rimozione-fossilizzazione della cultura dei sardi e ripristinare la comunicazione fra la cultura popolare, ancora viva, e la ricerca scientifica.
    4. Lavoro. Una scuola e una Università sarde così concepite sarebbero utilissime alla ripresa economica della nostra economia attualmente in forte crisi. Una volta ripristinato il rapporto fra istruzione e contesto sociale, antropologico e produttivo sardo, i diplomati e i laureati sardi tornerebbero ad essere una risorsa per la comunità sarda e non sarebbero più costretti ad emigrare.
    5. Questione sarda e riforma Gelmini. La riforma Gelmini avrà un impatto devastante non solo sulla scuola, ma anche e soprattutto sull’intera società sarda. Favorirà l’accelerazione dello spopolamento delle zone interne condannando definitivamente decine di paesi. Le Università sarde faticheranno poi a trovare industriali e capitalisti disponibili a finanziare la loro trasformazione in fondazioni e gli studenti sardi che vorranno avere una istruzione universitaria di qualità dovranno emigrare in continente.
    Cristiano Sabino, coordinatore del Tavolo di studio sulla questione sarda
    Jai fiat ora de che ponner in mesu sa chistione de sa Sardigna, in sa batalla de sas iscolas e de s'Universidade!
    As fatu bene Sardignaruja a ponner custu artìculu: atentu e abbistu tue, cumente a Cristianu Sabinu (no isco chie est) e a sos istudiantes de Tàtari, chi ades bogadu a pare su chi pertenet a sos sardos, puru in s'iscola e in sa limba (po cussu est chi lia fùrrio in limba sarda, mencari male cumbinada!).

    Su chi mi piaghet est chi sa limba e sa cultura sun postas paris cun sa polìtica e s'economia; ca est gasi, non b'at a ue fuire.

    Faghie a modu de pessighire s'argumentu: si si moven sos zòvanos, tenimus bonu isperu de la bier, s'arbèschida de Sardigna!

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    23 May 2006
    Messaggi
    1,105
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da su gurthu Visualizza Messaggio
    Jai fiat ora de che ponner in mesu sa chistione de sa Sardigna, in sa batalla de sas iscolas e de s'Universidade!
    As fatu bene Sardignaruja a ponner custu artìculu: atentu e abbistu tue, cumente a Cristianu Sabinu (no isco chie est) e a sos istudiantes de Tàtari, chi ades bogadu a pare su chi pertenet a sos sardos, puru in s'iscola e in sa limba (po cussu est chi lia fùrrio in limba sarda, mencari male cumbinada!).

    Su chi mi piaghet est chi sa limba e sa cultura sun postas paris cun sa polìtica e s'economia; ca est gasi, non b'at a ue fuire.

    Faghie a modu de pessighire s'argumentu: si si moven sos zòvanos, tenimus bonu isperu de la bier, s'arbèschida de Sardigna!
    cristiano sabino io!! :-)

  4. #4
    Forumista
    Data Registrazione
    27 Feb 2008
    Messaggi
    198
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sardignaruja Visualizza Messaggio
    cristiano sabino io!! :-)
    Bae e sona!
    Abbistu tue (non semper!), e puru Cristiano Sabino (no isco chie at a esser) e sos iatudiantes chi an sortidu a fagher su documentu.

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    23 May 2006
    Messaggi
    1,105
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da su gurthu Visualizza Messaggio
    Bae e sona!
    Abbistu tue (non semper!), e puru Cristiano Sabino (no isco chie at a esser) e sos iatudiantes chi an sortidu a fagher su documentu.
    presto uscirà fuori il documento degli studenti del movimento di Sassari per una scuola e una università laica, popolare, gratuita, antifascista, antisessista e sarda. uno dei punti programmatici è appunto il ruolo dell'istruzione nella società sarda e la questione del bilinguismo.
    appena è pronto lo giro in rete..

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22-12-10, 12:22
  2. Mishima ed il Movimento studentesco: Zengakuren
    Di Hagakure nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 09-08-10, 13:57
  3. movimento studentesco sassarese e questione sarda
    Di sardignaruja nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04-11-08, 01:47
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-10-08, 21:23

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226