User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10
  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Talking TAV, occhio al Duro......

    Anche se domani smentira' di averlo detto.......

    http://www.ilsole24ore.com/art/SoleO...732f6&DocRules


    Tav, Berlusconi: «Useremo anche la forza per garantire il corridoio 5»


    Per garantire la ripresa dei lavori per il "Corridoio 5" che dovrebbe collegare Lisbona con Kiev Berlusconi non esclude l'uso della forza «esattamente come a Napoli». Gli interventi sulla rete ferroviaria ad alta velocità sono stati più volte oggetto di polemiche: proprio agli oppositori si è rivolto Berlusconi affermando che «una minoranza organizzata che pretende di fermare un cantiere, un'autostrada non è un'espressione di democrazia ma una violenza contro i cittadini» a cui viene impedito di lavorare e muoversi.

    Il "corridoio 5" partendo da Venezia, raggiunge Trieste, prosegue per Lubiana, capitale della Slovenia, avanza fino a Budapest, per poi valicare il confine dell'Ucrainafino all'ultima fermata rappresentata da Kiev. Il suo sviluppo è di 1.600 km, senza contare le diramazioni secondarie del tragitto. «Riprenderemo con determinazione il piano sulle infrastrutture che avevamo iniziato con l'altro governo e che poi la sinistra ha bloccato – ha detto il premier – Hanno bloccato anche i lavori per trafori come quello del Frejus. Le decisioni prese democraticamente devono essere attuate e lo Stato garantirà che i lavori per il "corridoio 5" vadano avanti».

    INDIPENDENZA

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,692
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ma noooooooooo .... è stato frainteso

  3. #3
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito



    «Giornalisti faziosi e comunisti! Mi consenta! Cribbio! Mi hanno frainteso!»

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Berlusconi ha compreso che in momenti drammatici come gli attuali, la gente preferisce riconoscersi in un decisionista che si atteggi a duro.
    Pertanto nasce la comica battuta di mandare le forze armate per risolvere il problema del canale 5.
    Si vede che Berlusconi ha sempre avuto un debole per l canali specialmente se portano il numero cinque.

    Berlusconi si è sempre lasciato trascinare dalle sue inclinazioni. Una fra tutte, in cui riesce meglio, è quella di fare i soldi. Però purtroppo ha trascurato molti elementi culturali.
    Infatti ha trascurato quello che oggi non viene considerato, appunto per uccidere le eredità culturali, ossia lo studio della storia specialmente quella recente.
    In Val di Susa e nella valle del Chisone vi furono le più agguerrite forze partigiane


    Esempio.
    Mentre in Emilia le forze partigiane apparvero nella loro forza specialmente a guerra finita , invece quelle della Valsusa furono le prime a regolarizzarsi.
    Infatti dopo l’armistizio del 1943 non vi era più un esercito italiano, ma un corpo italiano che combatteva insieme agli alleati, però le mostrine indicavano chiaramente che non erano un esercito autonomo.
    Si dice che le prime mostrine da vero esercito italiano furono quelle messe in Valsusa.

    Credere a roma fu uno sbaglio in quanto avessero continuato oggi la Valsusa sarebbe autonoma come la Valdaosta.
    Ma adesso di quello sbaglio ne hanno fatto tesoro.

    Queste dimostra che la mentalità alpina è mentalità di ordine, però bisogna che ne siano convinti.
    I partigiani valsusini fino alla fine della guerra combattevano contro i tedeschi, ma il giorno dopo si opponevano ai francesi che a seguito alla resa tedesca occuparono la Valsusa arrivando con un carro armato alla pianura nella città di Rivoli.

    Questa capacità di prendere decisioni repentine e fortemente persuasive, secondo la linea tetragona della cultura alpina, potrebbe essere dissepolta dalle parole non soppesate del Presidente del Consiglio.

    Il senso della difesa della terra non va sottovalutato.
    Forse il cavaliere pensa con l’esercito e con i soldi ai politici di risolvere il problema. Chissà:???

    SARA’ DURA

  5. #5
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'unico "canale" che interessa al berlusca è Canale 5, a seguire Ita(g)lia1 e Retemilio4.

  6. #6
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E forse il secondo canale di qualche ministro...

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Furlan Visualizza Messaggio
    E forse il secondo canale di qualche ministro...
    lasciamo perdere le calendariste alle pari opportunità, per favore...


    INDIPENDENZA

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Tusculum
    Messaggi
    3,831
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    6 Novembre 2008
    Il forzuto di Arcore

    www.beppegrillo.it

    Il forzuto di Arcore ci riprova. Alla Fiera del ciclo e del motociclo ha affermato, riferendosi alla Val di Susa: “Useremo la forza contro i blocchi, non c’è comunità o minoranza che possa pretendere di fermare un cantiere…”. Ha straparlato di “16 miliardi già a disposizione” per fare un buco nel Frejus. Il problema è che il tunnel nel Frejus è già stato realizzato nel lontano 1800 e lui non era stato informato da Lunardi. Forse alludeva al Moncenisio. Al supertunnel di 23 chilometri che finirà tra 15 anni. Un’opera che non serve a nulla, ma che distribuisce un fiume di denaro.

    Marco Ponti professore al Politecnico di Milano, uno dei maggiori esperti di economia dei trasporti in Europa e consulente della Banca Mondiale, scriveva tre anni fa:
    "Si è partiti promettendo che il progetto si sarebbe ripagato al 60%. Poi si è scesi al 40% e infine è stato stabilito che bastava il 40% dei costi, esclusi quelli per i 'nodi' in prossimità delle città, molto dispendiosi. Secondo le mie simulazioni si arriverebbe al 20%; altri stimano il 23%. Il sistema è destinato al default: pagherà lo Stato. Molti di questi lavori verranno inaugurati, ma poi non ci saranno i soldi per proseguirli e saranno ri-inaugurati a ogni tornata elettorale. La Torino-Lione è un monumento alla dissipazione: costerà almeno 13 miliardi (fu ottimista, ndr), come 3 o 4 ponti sullo Stretto. Per sviluppare l'innovazione si deve puntare sulle tecnologie, non sul cemento.
    Quanto all'occupazione, oggi le grandi opere hanno un moltiplicatore modesto: non si mobilitano più, come nell'Ottocento, i braccianti. È poi evidente che il nostro è un territorio con un grande valore turistico per il futuro. Quindi ci sono modi più redditizi per spendere. A meno che qualcuno non si riprometta, per se stesso, grandi affari sulle grandi opere".
    Il referendum per la nuova base americana a Dal Molin a Vicenza è stato annullato, a Chiaiano sono stati picchiati i residenti, a Piazza Navona è arrivato un camion pieno di manganelli tricolori sotto gli occhi della Polizia (neppure una multa per sosta vietata, belin).
    E’ il governo del manganello. L’uso della forza come politica del consenso. Non credo che gli italiani siano informati sulla Val di Susa e sullo spreco colossale di risorse pubbliche. Decine di miliardi per far viaggiare tra vent’anni una mozzarella da Lisbona a Kiev mentre il Piemonte chiude i battenti. Un’impresa piemontese su quattro sta fallendo. Tremila i prossimi licenziati, quarantamila i cassintegrati L’Olivetti perde lo stabilimento di Agliè, 250 dipendenti. Motorola lascia a casa dall’oggi al domani 370 tecnici. Dayco, 470 operai in mobilità. Bertone, 1.200 lavoratori in cassa integrazione. 700 operai della Pininfarina (700 milioni di euro di debiti) a rischio. La Fiat sbarra i cancelli di Mirafiori fino al 16 novembre, 3.500 operai in cassa integrazione.
    Le aziende chiudono e si aprono i buchi nelle montagne con altri buchi di bilancio. Loro non molleranno mai, noi neppure.

    Diffondi le informazioni sul tuo blog sullo spreco della Tav in Val di Susa.

    Ma non c'era anche Borghezio con i no-TAV?

    E tutti i leghisti della Val di Susa?

    Ormai la Lega fa il contrario rispetto a dieci anni fa. Non delle piccole o grandi variazioni strategiche o tattiche...proprio il contrario, c--zo!

    C'è rimasto un comico come Grillo, qualche ambientalista e le popolazioni locali intimidite dalla mafia di stato, che oltre a fargli un culo così con le grandi opere non vuole neanche che protestino.

  9. #9
    PADANIA NEL CUORE
    Data Registrazione
    07 Apr 2003
    Località
    dall'amata Padania
    Messaggi
    1,731
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    c'è un tempo per seminare
    ... e c'è un tempo per raccogliere.
    tempo al tempo.
    TIOCH FAID AR LA'

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Su un muro di una montagna della Val di Susa a meno di mille metri da una scritta mastodontica NO TAV è apparsa la scritta “ NO MAFIA”.


    Questo è il simbolo del salto popolare dei valligiani valsusini.
    In questo forum è stato spiegato più volte che dal 1945 lo stato italico è una confederazione tra i due stati; roma e Mafia.

    Non è un processo semplice accettare questa incontestabile verità. .


    In modo autonomo, sperimentando sulla propria pelle, il popolo valsusino ha compreso che la lotta per la sopravvivenza dell’abitabilità della loro terra non va solamente indirizzata verso roma ma anche verso l’altro stato federale della Mafia.

    E’ stato un processo di presa di conoscenza autoctono.
    Da come si sono alzate subito le contestazioni governative si è capito che la sapienza popolare montana ha centrato il problema.
    Da lunedì pare che gli automobili con l’adesivo NO TAV avranno anche l’adesivo NO MAFIA:

    Il deputato rappresentativo della zona che si chiama “NAPOLI” di cognome ha incominciato a condannare duramente questa nuova presa di posizione.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-09-13, 11:31
  2. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 19-08-07, 19:06
  3. Occhio per occhio, o ama il tuo nemico?
    Di niocat55 (POL) nel forum Cattolici
    Risposte: 95
    Ultimo Messaggio: 22-07-06, 22:53
  4. Occhio X Occhio Secondo Lo Stato Ebraico
    Di valerio500 nel forum Politica Estera
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 15-07-06, 20:04
  5. chi ce l'ha più duro?
    Di ariel nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 03-09-02, 03:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226