User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: Il bello della crisi.

  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    21 Oct 2008
    Messaggi
    265
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Il bello della crisi.

    Cita:
    Si aggrava l'impatto della crisi economica globale. Dato il recente deteriorarsi delle prospettive, il Fmi taglia di nuovo le stime di crescita mondiali e ritocca al ribasso anche le previsioni per l'Italia, che va incontro alla recessione già da quest'anno. Il futuro è di forte incertezza: la crescita è molto bassa, vicina allo 0. Per questo il 2009 sarà un anno di recessione per le economie avanzate. Anche se è troppo presto per parlare di recessione globale. Due i pericoli: l'inasprirsi della crisi finanziaria e la deflazione, una diminuzione del livello generale dei prezzi.
    http://tg24.sky.it/tg24/economia/200..._avanzate.html

    Come prevedono ormai i maggiori economisti il 2009 sarà un anno caratterizzato dalla deflazione ossia da un complessivo calo dei prezzi. Quello che invece i giornali dicono di meno è il fatto che la deflazione, pur di per se fenomeno negativo, favorisce una serie di categorie: pensionati, lavoratori pubblici e in generale lavoratori dipendenti a tempo indeterminato che non perderanno il lavoro (cioè la stragrande maggioranza). Mentre è chiaramente nociva per altre categorie: autonomi, precari, in carca di occupazione e prossimi al licenziamento.
    Ma il fatto che per molte famiglie il 2009 sarà essenzialmente un anno in cui i prezzi caleranno non è mai contemplato dai media come un risvolto, se pur marginale, positivo della crisi. Che poi non è altro che un fondamentale meccansimo di mercato (meno consumi prezzi in calo). E invece avete notato che si parla di inflazione molto meno di qualche mese fa? Avete notato che il caro-petrolio ha molto meno spazio del calo-petrolio.
    Sarà pur vero che le notizie dannose fanno più audience di quelle buone, ma il fatto che neanche le autorità politiche perdano qualche secondo a ricordare tutto questo qualche sospetto lo può suscitare...
    Forse in un paese come il nostro dove la concorrenza è latitante in molti settori (di conseguenza meno esposti al periodo deflattivo specie per i beni a domanda rigida) è meglio non evidenziare certe cose.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Sardista po s'Indipendentzia
    Data Registrazione
    31 Aug 2005
    Messaggi
    2,009
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Analisi interessante e non scontata, caro forastiu. Considerata la tua competenza in materie economiche, mi aspetto prima o poi qualche riflessione sulle stesse tematiche, riferite alla nostra Sardegna.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    20 Sep 2008
    Messaggi
    80
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito E bravu foraistu

    Citazione Originariamente Scritto da forastiu Visualizza Messaggio
    Cita:
    Si aggrava l'impatto della crisi economica globale. Dato il recente deteriorarsi delle prospettive, il Fmi taglia di nuovo le stime di crescita mondiali e ritocca al ribasso anche le previsioni per l'Italia, che va incontro alla recessione già da quest'anno. Il futuro è di forte incertezza: la crescita è molto bassa, vicina allo 0. Per questo il 2009 sarà un anno di recessione per le economie avanzate. Anche se è troppo presto per parlare di recessione globale. Due i pericoli: l'inasprirsi della crisi finanziaria e la deflazione, una diminuzione del livello generale dei prezzi.
    http://tg24.sky.it/tg24/economia/200..._avanzate.html

    Come prevedono ormai i maggiori economisti il 2009 sarà un anno caratterizzato dalla deflazione ossia da un complessivo calo dei prezzi. Quello che invece i giornali dicono di meno è il fatto che la deflazione, pur di per se fenomeno negativo, favorisce una serie di categorie: pensionati, lavoratori pubblici e in generale lavoratori dipendenti a tempo indeterminato che non perderanno il lavoro (cioè la stragrande maggioranza). Mentre è chiaramente nociva per altre categorie: autonomi, precari, in carca di occupazione e prossimi al licenziamento.
    Ma il fatto che per molte famiglie il 2009 sarà essenzialmente un anno in cui i prezzi caleranno non è mai contemplato dai media come un risvolto, se pur marginale, positivo della crisi. Che poi non è altro che un fondamentale meccansimo di mercato (meno consumi prezzi in calo). E invece avete notato che si parla di inflazione molto meno di qualche mese fa? Avete notato che il caro-petrolio ha molto meno spazio del calo-petrolio.
    Sarà pur vero che le notizie dannose fanno più audience di quelle buone, ma il fatto che neanche le autorità politiche perdano qualche secondo a ricordare tutto questo qualche sospetto lo può suscitare...
    Forse in un paese come il nostro dove la concorrenza è latitante in molti settori (di conseguenza meno esposti al periodo deflattivo specie per i beni a domanda rigida) è meglio non evidenziare certe cose.
    E' vero foraistu! La tua è una bella voce fuori dal coro dei media...che conosce solo alcune note. Grazie per l'osservazione!

  4. #4
    Forumista
    Data Registrazione
    08 Oct 2011
    Messaggi
    612
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da forastiu Visualizza Messaggio
    Cita:
    Si aggrava l'impatto della crisi economica globale. Dato il recente deteriorarsi delle prospettive, il Fmi taglia di nuovo le stime di crescita mondiali e ritocca al ribasso anche le previsioni per l'Italia, che va incontro alla recessione già da quest'anno. Il futuro è di forte incertezza: la crescita è molto bassa, vicina allo 0. Per questo il 2009 sarà un anno di recessione per le economie avanzate. Anche se è troppo presto per parlare di recessione globale. Due i pericoli: l'inasprirsi della crisi finanziaria e la deflazione, una diminuzione del livello generale dei prezzi.
    http://tg24.sky.it/tg24/economia/200..._avanzate.html

    Come prevedono ormai i maggiori economisti il 2009 sarà un anno caratterizzato dalla deflazione ossia da un complessivo calo dei prezzi. Quello che invece i giornali dicono di meno è il fatto che la deflazione, pur di per se fenomeno negativo, favorisce una serie di categorie: pensionati, lavoratori pubblici e in generale lavoratori dipendenti a tempo indeterminato che non perderanno il lavoro (cioè la stragrande maggioranza). Mentre è chiaramente nociva per altre categorie: autonomi, precari, in carca di occupazione e prossimi al licenziamento.
    Ma il fatto che per molte famiglie il 2009 sarà essenzialmente un anno in cui i prezzi caleranno non è mai contemplato dai media come un risvolto, se pur marginale, positivo della crisi. Che poi non è altro che un fondamentale meccansimo di mercato (meno consumi prezzi in calo). E invece avete notato che si parla di inflazione molto meno di qualche mese fa? Avete notato che il caro-petrolio ha molto meno spazio del calo-petrolio.
    Sarà pur vero che le notizie dannose fanno più audience di quelle buone, ma il fatto che neanche le autorità politiche perdano qualche secondo a ricordare tutto questo qualche sospetto lo può suscitare...
    Forse in un paese come il nostro dove la concorrenza è latitante in molti settori (di conseguenza meno esposti al periodo deflattivo specie per i beni a domanda rigida) è meglio non evidenziare certe cose.

    sai perchè i prezzi calano? perchè la produzione diminuisce e se diminuisce la produzione aumentano i disoccupati se aumentano i disoccupati diminuisce la domanda dei beni e di conseguenza diminuscono i prezzi...per quei, a mio parere, pochi che nn perderanno il lavoro o dei pensionati che nn perderanno la pensione ci sono le famiglie con babbi e mamme che si troveranno senza un soldo, senza un posto di lavoro ,senza un futuro,ci saranno i giovani che appena finito il percorso scolastico nn sapranno che cavolo farci con il loro bellissimo titolo di studio ecc..dall'analisi cosi benefici (usata spesso in economia) mi sembra che nn ci sia niente di positivo in una recessione.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    20 Sep 2008
    Messaggi
    80
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Se il costo della benzina cala pe le famiglie è positivo, o no?

    Cita: Marica "mi sembra che nn ci sia niente di positivo in una recessione".


    Il fatto che il prezzo della benzina e del gasolio siano calate di un bel pò, non è meglio così, a livello pratico, per le famiglie? Che il lavoro lo abbiano o meno. Ecco questo aspetto credo si volesse evidenziare come positivo....non tutto il resto ...che è ovviamente negatio.

  6. #6
    Forumista
    Data Registrazione
    21 Oct 2008
    Messaggi
    265
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    sai perchè i prezzi calano? perchè la produzione diminuisce e se diminuisce la produzione aumentano i disoccupati se aumentano i disoccupati diminuisce la domanda dei beni e di conseguenza diminuscono i prezzi
    Lo so benissimo e son cose di cui ho parlato, lo so tanto bene che mi permetto pure di correggerti: il meccanismo ha origine da un calo dei consumi e non da un calo della produzione che ne è solo una conseguenza.

    ...per quei, a mio parere, pochi che nn perderanno il lavoro
    Le persone che perderanno il lavoro saranno molte meno di quelle che lo manterranno altrimenti non sarà recessione ma apocalisse..per dare un idea in america si prevedono circa 1.8 mln di disoccupati (su 300 mln di abitanti)

    o dei pensionati che nn perderanno la pensione ci sono le famiglie con babbi e mamme che si troveranno senza un soldo, senza un posto di lavoro ,senza un futuro,
    Non ho mai detto che sia una cosa bella

    ci saranno i giovani che appena finito il percorso scolastico nn sapranno che cavolo farci con il loro bellissimo titolo di studio ecc..
    infatti ho inserito le persone in cerca di lavoro tra quelle per i quali questa situazione è nociva

    dall'analisi cosi benefici (usata spesso in economia) mi sembra che nn ci sia niente di positivo in una recessione.
    La mia non era un analisi costi/benefici, ne un analisi degli effetti di questa situazione nel suo complesso. Infatti ho chiaramente detto che la deflazione è di per se un fenomeno negativo, se vuoi aggiungo pure negativissimo e ne sono fermamente convinto.
    Ho solo fatto notare che da questa situazione alcune categorie non proprio marginali ricaveranno dei vantaggi. Poi se per te il fatto che i carburanti siano scesi di oltre il 30% (e scenderano ancora pare), il fatto che una giovane coppia che compra casa adesso risparmi magari 50000 Euro, o il fatto che i prezzi del grano in discesa darà cibo a tante persone che in quest'ultimo anno di grano-record hanno patito la fame, se per te son cose che non hanno valore è un problema tuo.
    Infatti la mia era una critica al sistema di comunicazione dei media e della politica (ponendomi il questito "cui prodest"?) non certo una lode della deflazione.
    A si biri

  7. #7
    Forumista
    Data Registrazione
    21 Oct 2008
    Messaggi
    265
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ClaudiaPibiri Visualizza Messaggio
    E' vero foraistu! La tua è una bella voce fuori dal coro dei media...che conosce solo alcune note. Grazie per l'osservazione!
    Ti ringrazio molto. Ho letto diversi tuoi commenti e ho visto il tuo sito, ti faccio i complimenti per la passione e l'impegno.
    Ho pochissimi anni in più di te e spero che presto questo nostro partito abbia una sezione giovanile o qualcosa che ne abbia almeno la forma.
    A si intendi kizi.

  8. #8
    Forumista
    Data Registrazione
    08 Oct 2011
    Messaggi
    612
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da forastiu Visualizza Messaggio
    Lo so benissimo e son cose di cui ho parlato, lo so tanto bene che mi permetto pure di correggerti: il meccanismo ha origine da un calo dei consumi e non da un calo della produzione che ne è solo una conseguenza.


    non ho detto l'incontrario,il mio ragionamento è partito dal calo dei prezzi che è l'ultima cose e sono andata a ritroso
    Le persone che perderanno il lavoro saranno molte meno di quelle che lo manterranno altrimenti non sarà recessione ma apocalisse..per dare un idea in america si prevedono circa 1.8 mln di disoccupati (su 300 mln di abitanti)


    si sono molte di meno, per ora! la recessione è appena iniziata e nessuno sa quanto potrebbe andare avanti
    Non ho mai detto che sia una cosa bella
    si questo te lo concedo..ti chiedo scusa per il mio tono


    infatti ho inserito le persone in cerca di lavoro tra quelle per i quali questa situazione è nociva
    sai com'è qui parlavo di me e dalla situazione che vivo e che noi giovani viviamo visto che la domanda che ci stiamo rivolgendo è ''ma perchè sto studiando?''


    La mia non era un analisi costi/benefici, ne un analisi degli effetti di questa situazione nel suo complesso. Infatti ho chiaramente detto che la deflazione è di per se un fenomeno negativo, se vuoi aggiungo pure negativissimo e ne sono fermamente convinto.
    ok
    Ho solo fatto notare che da questa situazione alcune categorie non proprio marginali ricaveranno dei vantaggi. Poi se per te il fatto che i carburanti siano scesi di oltre il 30%
    (e scenderano ancora pare), il fatto che una giovane coppia che compra casa adesso risparmi magari 50000 Euro, o il fatto che i prezzi del grano in discesa darà cibo a tante persone che in quest'ultimo anno di grano-record hanno patito la fame, se per te son cose che non hanno valore è un problema tuo.
    Infatti la mia era una critica al sistema di comunicazione dei media e della politica (ponendomi il questito "cui prodest"?) non certo una lode della deflazione.
    A si biri


  9. #9
    Forumista
    Data Registrazione
    21 Oct 2008
    Messaggi
    265
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    sai com'è qui parlavo di me e dalla situazione che vivo e che noi giovani viviamo visto che la domanda che ci stiamo rivolgendo è ''ma perchè sto studiando?''
    Sai studiando per te e visto che hai la passione politica anche per gli altri e visto che sei pure sardista stai studiando pure per la Sardegna...Su questo non avere mai dubbi. Te lo dice uno che si è laureato da pochi anni, non fa di certo il lavoro a cui aspirava mentre faceva le ore piccole per sabrcare gli esami e comunque si rende conto che tutto ciò che è seminato un giorno potrà essere raccolto...
    Anche a te rivolgo il pensiero di quanto sarebbe bello e utile per il Psd'Az una sezione giovanile.
    Grazie per la discussione.
    Ciao.

  10. #10
    Forumista
    Data Registrazione
    21 Oct 2008
    Messaggi
    265
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito cartelli di pasta

    Citazione Originariamente Scritto da forastiu Visualizza Messaggio
    Cita:
    Forse in un paese come il nostro dove la concorrenza è latitante in molti settori (di conseguenza meno esposti al periodo deflattivo specie per i beni a domanda rigida) è meglio non evidenziare certe cose.
    Riporto questa mia considerazione in virtù di un articolo uscito sull'Unione Sarda del 29/11/2008: "Calano gli acquisti e l'inflazione" (Pag 16). A fronte di un rallentamento record dell'inflazione (per trovarne uno superiore si deve tornare al '59) si continuano a registare aumenti nei generi alimentari. In particolare la pasta conferma il 30% rispetto all'anno passato. Ma se quest'aumento è stato giustificato a suo tempo con un aumento del prezzo del grano (oltre che dell'energia) non si spiega come mai ora che il grano ha più che dimezzato il suo prezzo dall'inizio dell'anno, non si assiste a nessun ribasso nel prezzo della pasta.
    O forse basta rendersi conto che in un sistema economico regolato da pochi, pochissimi signori la pratica dei cartelli è un gioco da ragazzi. E forse è per questo che nonostante qualche sussulto è sempre meglio non dare troppa luce a questi prezzi che scendono.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-03-13, 22:08
  2. Il Concertone del Primo Maggio: bello, bello, bello!
    Di Zorro nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 141
    Ultimo Messaggio: 30-04-12, 16:20
  3. La crisi non è finita.. anzi.. il bello deve ancora arrivare...
    Di alexeievic nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 27-09-09, 00:47
  4. Il bello della crisi.
    Di forastiu nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-11-08, 15:58
  5. Alemanno: “Non c’è crisi della politica, ma crisi della società”
    Di simonespiga nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 16-09-07, 14:17

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226