User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
  1. #1
    Bieco reazionario colonialista
    Data Registrazione
    13 Feb 2007
    Località
    Eurosiberia - Il futuro appartiene a noi.
    Messaggi
    4,614
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Obama Revolution in America, in Europa



    di Karl Hammer

    Barack Husseyn Obama ha vinto, ed era prevedibile, sostenuto e finanziato dalle élites economico-finanziarie più di quanto non sia mai stato fatto nella storia americana con un candidato alla presidenza, uomo-chiave dell’intellighenzija liberal-progressista americana e dal mondo del cosmopolitismo democratico a cominciare dal suo massimo finanziatore George Soros, votato in massa soprattutto dalle comunità etniche di origine non-Europea degli Stati Uniti, proveniente da una famiglia di mussulmani kenyoti poligami, l’elezione di Obama come quarantaquattresimo presidente americano sarà certamente ricordata come una tappa fondamentale del nostro declino.
    Se prima qualcuno poteva ancora con una apparente credibilità guardare agli Stati Uniti d’America, guidati dei neoconservatori, come ad un saldo appiglio a cui reggersi, il cui vessillo sbandierare in nome della difesa della civiltà occidentale nella battaglia contro il multiculturalismo e il politically correct, l’estrema sinistra e la galoppante islamizzazione dell’Europa, sarà difficile che qualcuno possa riporre le proprie aspettative in Barack Husseyn Obama per una politica di contrasto dell’ideologia immigrazionista, della ‘cultura’ della poligamia o dell’islamizzazione e della deeuropeizzazione della nostra cultura. Le cose con Obama, è inutile nasconderlo, si mettono male. La ‘Obama Revolution’ è destinata ad infiammare l’Europa politicamente corretta, progressista, apolide ed innamorata follemente del ‘diverso’, tutto in nome nientemeno che dell’americanismo il quale finalmente si manifesta senze ipocrisie come sinonimo di mondialismo, ma soprattutto la Obama Revolution darà una spinta significativa alla colonizzazione di popolamento allogena sia negli USA che in Europa e affosserà ogni prospettiva politica conservatrice ed identitaria relegandola e boicottandola. Che senso può avere preoccuparsi dell’aumento statistico dei nomi maomettani tra i neonascituri quando lo stesso presidente degli Stati Uniti, che qualcuno vorrebbe guida della nostra civiltà, si chiama “Husseyn”? Che senso ha scandalizzarsi per la poligamia quando la famiglia kenyota di Obama è poligama? Perché angosciarsi per il sindaco di Rotterdam Ahmed Aboutaleb quando il presidente degli Stati Uniti d’America è Barack Husseyn Obama?
    Obama rappresenta la crisi della nostra identità e gli effetti collaterali di questa vittoria elettorale sarano gli Obama d’Europa probabilmente anche peggiori dell’«originale».
    Lodato immediatamente dalla sinistra, anche estrema e fino a ieri antiamericana (che ovviamente non si è assolutamente preoccupata di chi ha finanziato e creato quasi dal nulla «il primo presidente di colore della storia d’America»), dai, parafrasando Bruckner Pascal, ‘masochisti’ dell’Occidente, perfino da Chávez, che lo ho ha definito “una speranza per il Sudamerica”, da Hamas e dall’Iran khomeinista, il nuovo presidente degli Stati Uniti è destinato a fare molti danni all’identità occidentale segnando anche il declino definitivo dell’America profonda a Washington. E se Maurizio Gasparri si preoccupa dell’avvenire della lotta ad al-Qaeda dopo questa “vittoria” forse sarebbe ora che l’Europa conservatrice - non quella della false élites ‘europeiste’ - incominci a guardare con più attenzione a colui che solo è riuscito a sconfiggere al-Qaeda in uno dei suoi potenziali santuari inespugnabili, la Cecenia, ovvero il presidente russo Vladimir Putin. Negli ultimi anni la Russia, che riabilita gli Zar vittime del «terrorismo bolscevico», rivalutate le sue radici profonde imperiali Slave, Cristiane e quindi Europee, sostiene quella Serbia «trincea d’Europa» in Kosovo mentre un presunto «occidente» rappresentato dalla NATO - in cui è inclusa la Turchia, della quale gli USA spingono l’integresso in Europa - fiancheggia la rinascita islamico neo-ottomana nei Balcani, questa Russia torna a possedere una buona rete di storiche amicizie naturali con le comunità cristiane dell’Est in prima linea contro l’imperialismo islamico lungo i cosiddetti confini “grondanti di sangue” dell’islam. L’Europa profonda, l’Europa dei Popoli e delle Patrie, non può ignorare questa grande realtà russa, e bisogna lavorare - come ha anche detto il presidente Silvio Berlusconi - perché la Russia guardi ad Occidente, ma ad un Occidente profondo, anziché ad Oriente finendo per adottare una politica estera di stampo neo-sovietico come risposta all’isolamento e all’accerchiamento mondialista pro-ucraino e pro-georgiano adesso sotto l’egida di Obama.

    http://eurosiberiacristiana.splinder.com/


    carlomartello

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    20 Jan 2011
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    15,362
    Mentioned
    196 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

    Predefinito

    Oggi i popoli europei ricordano solo vagamente le loro antiche tradizioni, che per centinaia di generazioni hanno consentito all'Europa di essere l'unico luogo del pianeta dove il diritto e la giustizia avessero un reale significato. Asserviti come siamo dalle oligarchie sinistroidi, che mirano solo a riempirsi le tasche e godersi una vita di stravizi (prima che i loro occasionali alleati allogeni gli taglino la testa, fra qualche decennio quando potranno ambire a gestire direttamente il potere). Stiamo rinunciando alla nostra identità, all'essenza di noi stessi: i valori non sono più la famiglia, il lavoro, la difesa della patria, ma solo la prostituzione morale e fisica, che viene proposta ogni giorno ai giovani dalla TV. L'Europa ha due polmoni: uno è quello slavo, l'altro è quello latino-germanico. Dobbiamo tornare a respirare con entrambi.

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    15 Apr 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,279
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Quello che dici è sicuramente un gran verità se prima la nostra destra tradizionalista poteva guardare a mio avviso con molto ipocrisia agli USA in quanto sinonimo stesso di progresso e globalizzione adesso ciò non può più accadere.
    L'elezione di Obama e solo un accelerazione ad un totale decadimento europeo che è in corso da molto tempo; forse ti dirò è anche un bene non perchè riaccende quei sinistrodi che sconfortati delle sconfitte in casa festeggiano vittorie all'estero, ma perchè così abbiamo le cose davanti agli occhi non si può più essere americanisti e filo-americanista ma il nostro alleato deve essere soltanto la Russia di Putin ultimo baluardo della civiltà europea.

  4. #4
    Reazione
    Data Registrazione
    25 Sep 2007
    Località
    Basilicata,Italia,Europa
    Messaggi
    2,659
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Sabaudo Visualizza Messaggio
    Quello che dici è sicuramente un gran verità se prima la nostra destra tradizionalista poteva guardare a mio avviso con molto ipocrisia agli USA in quanto sinonimo stesso di progresso e globalizzione adesso ciò non può più accadere.
    L'elezione di Obama e solo un accelerazione ad un totale decadimento europeo che è in corso da molto tempo; forse ti dirò è anche un bene non perchè riaccende quei sinistrodi che sconfortati delle sconfitte in casa festeggiano vittorie all'estero, ma perchè così abbiamo le cose davanti agli occhi non si può più essere americanisti e filo-americanista ma il nostro alleato deve essere soltanto la Russia di Putin ultimo baluardo della civiltà europea.
    Concordo oggi più che mai,specialmente con l'elezione di Obama avversare il sitema americano e l'america è un dovere di ogni europeo,così come dovere è sostenere la Russia di Putin e Medvedev.Sono contento per le dichiarazioni del nostro premier,Silvio Berlusconi,che auspica che si promette che l'Italia diventi il primo partner della Russia.Questa elezione di Obama potrebbe rivelarsi molto positiva per i nuovi assetti geopolitici italiani,sperando di abbandonare lo sterile filo-americanismo.

  5. #5
    Forumista storico
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    47,758
    Mentioned
    1004 Post(s)
    Tagged
    38 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da cavalierenero6 Visualizza Messaggio
    Oggi i popoli europei ricordano solo vagamente le loro antiche tradizioni, che per centinaia di generazioni hanno consentito all'Europa di essere l'unico luogo del pianeta dove il diritto e la giustizia avessero un reale significato. Asserviti come siamo dalle oligarchie sinistroidi, che mirano solo a riempirsi le tasche e godersi una vita di stravizi (prima che i loro occasionali alleati allogeni gli taglino la testa, fra qualche decennio quando potranno ambire a gestire direttamente il potere). Stiamo rinunciando alla nostra identità, all'essenza di noi stessi: i valori non sono più la famiglia, il lavoro, la difesa della patria, ma solo la prostituzione morale e fisica, che viene proposta ogni giorno ai giovani dalla TV. L'Europa ha due polmoni: uno è quello slavo, l'altro è quello latino-germanico. Dobbiamo tornare a respirare con entrambi.
    ottimo come sempre, quoto questo bell'intervento

  6. #6
    Forumista storico
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    47,758
    Mentioned
    1004 Post(s)
    Tagged
    38 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Forfy Visualizza Messaggio
    Concordo oggi più che mai,specialmente con l'elezione di Obama avversare il sitema americano e l'america è un dovere di ogni europeo,così come dovere è sostenere la Russia di Putin e Medvedev.Sono contento per le dichiarazioni del nostro premier,Silvio Berlusconi,che auspica che si promette che l'Italia diventi il primo partner della Russia.Questa elezione di Obama potrebbe rivelarsi molto positiva per i nuovi assetti geopolitici italiani,sperando di abbandonare lo sterile filo-americanismo.
    forse si apre una stagione nuova sia per gli USA che per l'Italia, speriamo che qualla di Berlusconi sia una vera volontà di avvicinarsi alla Russia e non solo una tattica

  7. #7
    Reazione
    Data Registrazione
    25 Sep 2007
    Località
    Basilicata,Italia,Europa
    Messaggi
    2,659
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da [email protected] Visualizza Messaggio
    forse si apre una stagione nuova sia per gli USA che per l'Italia, speriamo che qualla di Berlusconi sia una vera volontà di avvicinarsi alla Russia e non solo una tattica
    Speriamo che questa volta Berlusconi faccia sul serio.

  8. #8
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    08 Oct 2011
    Messaggi
    6,762
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'ho sempre detto che una delle poche cose che mi piacciono di Berlusconi sono i rapporti che ha costruito con Mosca durante gli anni: questo si nota anche dagli Italiani che in Russia sono visti bene, molto meglio rispetto ad altre parti.

  9. #9
    Con Il Popolo Palestinese
    Data Registrazione
    02 Nov 2005
    Località
    IL DOMANI APPARTIENE A NOI
    Messaggi
    26,696
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sperare in Berlusconi è quantomeno da ingenui.
    L'uomo è totalmente inaffidabile ed ha un complesso verso gli USA.
    Non ricordo infatti che il suo"amico" (che parolone!) Putin fosse favorevole alla guerra in Iraq,eppure il berlusca ci mandò le truppe italiane lo stesso.
    Chi spera in quell'individuo è destinato solo ad avere delusioni.
    Mi auguro che si tolga dai coglioni il prima possibile per avere in Italia una vera destra e non un gruppo politico al servizio di mediaset...Berlusconi va abbattuto con ogni mezzo,se non ci si riesce col consenso bisognerà permettere alla magistratura di indagare su di lui..che di roba ce n'è tanta su cui indagare

  10. #10
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    08 Oct 2011
    Messaggi
    6,762
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da BOY74 Visualizza Messaggio
    Sperare in Berlusconi è quantomeno da ingenui.
    L'uomo è totalmente inaffidabile ed ha un complesso verso gli USA.
    Non ricordo infatti che il suo"amico" (che parolone!) Putin fosse favorevole alla guerra in Iraq,eppure il berlusca ci mandò le truppe italiane lo stesso.
    Chi spera in quell'individuo è destinato solo ad avere delusioni.
    Mi auguro che si tolga dai coglioni il prima possibile per avere in Italia una vera destra e non un gruppo politico al servizio di mediaset...Berlusconi va abbattuto con ogni mezzo,se non ci si riesce col consenso bisognerà permettere alla magistratura di indagare su di lui..che di roba ce n'è tanta su cui indagare
    Quoto, ed aggiungo anche che non ho avuto il coraggio di votarlo alle ultime elezioni, ma è un dato di fatto che i rapporti italo-russi esistono, molte nostre imprese stanno andando lì ad investire (oggi un pò meno per la crisi). Poi sulle sue scenette ridicole e sulle sue porcherie interne hai ragione...

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. America in crisi, Obama ora punto il dito sull'Europa
    Di Martyinthesky nel forum Politica Estera
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-09-11, 15:49
  2. «Con Obama l’America è cambiata per sempre»
    Di zwirner nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 10-09-09, 12:06
  3. L'america In Festa Per Il Presidente Obama
    Di SPYCAM nel forum Fondoscala
    Risposte: 92
    Ultimo Messaggio: 21-01-09, 12:20
  4. Obama cambierà l'America?
    Di Antonio Nemo nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 29-08-08, 14:39
  5. Obama - Radiografia di un America in difficoltà
    Di Fuori_schema nel forum Politica Estera
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-01-08, 01:48

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225