Egregio Direttore,
il presidente del consiglio Silvio Berlusconi ha ribadito con forza nel vertice bilaterale di Smirne il suo convinto sostegno all’entrata della Turchia nell’Unione Europea.
Io invece sono assolutamente contrario e cerco di spiegare schematicamente le mie convinzioni.
a) La Turchia è un paese che non appartiene nè storicamente, nè culturalmente, nè geograficamente al contesto europeo. L'Unione Europea per "contare", per "esistere" deve avere una forte coesione e forti basi comuni, altrimenti continuerà ad essere solo "eurolandia".
Senza contare l'effetto domino: perchè la Turchia si e Israele no? E perchè no all'Egitto, alla Libia, al Marocco?
b) La Turchia non ha mai riconosciuto il genocidio armeno (quasi due milioni di armeni massacrati fra il 1915 e il 1922), ha ripetutamente cercato di arrivare alla "soluzione finale" anche nei confronti del popolo curdo e il rispetto dei diritti umani continua ad essere un "optional" soprattutto nei confronti delle minoranze (pensiamo al trattamento nei confronti dei curdi nelle carceri turche).
Non parliamo poi delle continue intimidazioni nei confronti dei cristiani culminate con diversi assassinii di religiosi negli ultimi anni
c) L'Europa deve restare europea e cristiana: no quindi a concedere il passaporto europeo a quasi settanta milioni di turchi, di islamici con tutte le conseguenze che questo può portare. Qui non si tratta di "blindare" l'Europa: con realtà come la Turchia si possono trovare forme di collaborazione bilaterali particolari, di cooperazione ecc. ma l'Europa deve rimanere europea e cristiana, ancorata alla propria civiltà, alla propria cultura.
Concludo con quanto disse Valery Giscard d'Estaing allora presidente della Costituente Europea "La Turchia non è un Paese europeo e l'entrata della Turchia nella comunità potrebbe rappresentare la fine dell'Europa. Coloro che sostengono l'ammissione della Turchia sono nemici dell'Unione Europea".
Qualcuno può spiegarlo al cavalier Silvio Berlusconi?

ETTORE BEGGIATO
Responsabile cultura
Progetto Nordest
www.ettorebeggiato.org