User Tag List

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 30
  1. #11
    Lombard
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Località
    Milan
    Messaggi
    609
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Rif. Borbonica Visualizza Messaggio
    Grazie per avermi fornito i dati. La mia domanda sorge spontanea: Per malpensa sono stati spesi soldi dello stato itagliano (quindi anche nostri), soldi della comunità europea e soldi (minoritari) delle comunità locali. Ma perchè in questo caso non si grida allo scandalo? Perchè malpensa è del comune di milano? E tutte le mazzette pagate nel 2000, chi erano i beneficiari?

    Chi è esente da peccato scagli la prima pietra, questa frase la diceva un noto meridionale.

    la lombardia è il maggior contribuente, tornano indietro il 30% delle nostre tasse. non è il caso di parlare di soldi dello stato italiano, non riusciamo nemmeno a costruire le metropolitane per Milàn perché lo stato italiano a noi non dà quasi niente. nel computo totale ci perdiamo abbondantemente.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #12
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Corretto, anche se ciò non giustifica lo scialacquamento di soldi, risorse e territorio

  3. #13
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,779
    Mentioned
    45 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Rif. Borbonica Visualizza Messaggio
    Grazie per avermi fornito i dati. La mia domanda sorge spontanea: Per malpensa sono stati spesi soldi dello stato itagliano (quindi anche nostri), soldi della comunità europea e soldi (minoritari) delle comunità locali. Ma perchè in questo caso non si grida allo scandalo? Perchè malpensa è del comune di milano? E tutte le mazzette pagate nel 2000, chi erano i beneficiari?
    Mi posti qualche link che mostri i dati percentuali del finanziamento del progetto Malpensa 2000, che confermino quanto dici?
    No, perchè da quanto sapevo io, il progetto grande Malpensa, della cui necessità si discute dagli anni 70, è stato finanziato per una parte minoritaria dallo stato; oltre il 50% degli investimenti su Malpensa sono stati fatti da terzi, in primo luogo dalla SEA la quale ha avuto accesso a un prestito dalla Bei per la realizzazione dell'infrastruttura, prestito che viene puntualmente ripagato dalla SEA e non dallo stato itagliano; oltre a ciò ci sono stati investimenti di privati.

    Inoltre non vedo perchè si dovrebbe gridare allo scandalo, dal momento che l'infrastruttura rende e consente perciò alla SEA di realizzare utili e allo stato itagliano di incassare introiti, a differenza di quanto avviene solitamente con le infrastrutture realizzate nel centrosud.

  4. #14
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,779
    Mentioned
    45 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Furlan Visualizza Messaggio
    Corretto, anche se ciò non giustifica lo scialacquamento di soldi, risorse e territorio
    già...come le autostrade, le ferrovie e tutti i piccoli aeroporti cittadini...e per non parlare dei porti....

  5. #15
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,779
    Mentioned
    45 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Anders Visualizza Messaggio
    la lombardia è il maggior contribuente, tornano indietro il 30% delle nostre tasse. non è il caso di parlare di soldi dello stato italiano, non riusciamo nemmeno a costruire le metropolitane per Milàn perché lo stato italiano a noi non dà quasi niente. nel computo totale ci perdiamo abbondantemente.
    http://www.covest.org/piano_area_map...lpensa_vol.htm

    1.4. ASPETTI FINANZIARI

    Il costo complessivo del Progetto Malpensa 2000, secondo stime compiute dalla SEA, risulta pari a 1.990 miliardi di lire, ed è articolato come segue:

    · costi di costruzione delle opere (circa 1.780 miliardi);

    · progettazioni direzione lavori, collaudi oneri finanziari, direzione lavori, collaudi, oneri finanziari, acquisizione dei terreni (circa 210 miliardi)

    Lo Stato, mediante l'Atto Aggiuntivo alla Convenzione 4014 del 16.12.1986 stipulata con la SEA ("Concessione di costruzione delle opere ed infrastrutture dell'Aeroporto Intercontinentale di Malpensa"), prevede, attraverso i fondi messi a disposizione dalle leggi 449/85 e 67/88, un finanziamento per la costruzione delle opere di 850 miliardi.

    La SEAe lo Stato hanno recentemente firmato un "Accordo di Programma" mirato a conseguire un razionale e veloce impiego di tali fondi e a garantire l'apertura della nuova area terminale entro il 31.12.1997.

    L'insufficienza dei fondi statali rispetto al costo complessivo del Progetto Malpensa 2000 ha comportato la ricerca sul mercato degli ulteriori finanziamenti.

    Il riconoscimento da parte della Comunità Europea del Progetto Malpensa 2000 tra le opere ad alta priorità a livello comunitario, ha consentito alla SEA di accedere a linee di credito per 400 miliardi di lire presso la Banca Europea degli Investimenti e per 60 miliardi di lire presso Comunità Europea del Carbone e dell'Acciaio. La partecipazione di terzi alla realizzazione di alcune opere di Malpensa 2000 (ad es. refuelling, centrale tecnologica, catering, ecc.) consentirà di coprire la totalità dei costi previsti.

    In sintesi, i costi di costruzione delle tre successive fasi di sviluppo in cui si articola il Progetto ammontano a:

    · opere di prima urgenza del Polo funzionale

    (circa 1.060 miliardi)

    · opere di seconda urgenza delPolo Funzionale

    (circa 330 miliardi)

    · completamento del Progetto Malpensa 2000

    Totale (circa 390 miliardi circa 1.780 miliardi)

    Considerando il già ricordato finanziamento statale, pari a 850 miliardi di lire, si evidenzia come la quota di investimento a carico dei privati (SEA e terzi) nel Progetto Malpensa 2000 risulti superiore al 50% del costo totale di costruzione.




    Considerando quanto di quegli 850 miliardi statali vengono da Milano e dalla Lombardia, si può stimare più o meno quanto Malpensa 2000 è stata finanziata direttamente dai contribuenti milanesi e lombardi

  6. #16
    Civitella del Tronto
    Data Registrazione
    16 Apr 2008
    Messaggi
    2,715
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    A Bruxelles l’europarlamentare leghista Mario Borghezio ha presentato un’interrogazione sottolineando che «la realizzazione dell'hub di Malpensa è stata resa possibile dello stanziamento di ingenti fondi europei e la stessa realizzazione della linea ad alta velocità del Corridoio 5, finanziata con fondi europei, prevedeva una logica complementarietà con il collegamento diretto con l'hub di Malpensa, in coerenza con il sistema di nodi prioritari della rete di trasporti paneuropea». Per questo Borghezio chiede di difendere Malpensa, in ottemperanza delle linee perseguite dalla strategia di Lisbona: «Faremo le barricate anche qui in Europa - conclude Borghezio - costringendo anzitutto gli eurodeputati del Nord dei partiti di Governo a mettere ben in chiaro da che parte stanno, se con il Nord o, come sempre, con Roma ladrona».

    http://www3.varesenews.it/gallarate_...o.php?id=88985

  7. #17
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,779
    Mentioned
    45 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Rif. Borbonica Visualizza Messaggio
    A Bruxelles l’europarlamentare leghista Mario Borghezio ha presentato un’interrogazione sottolineando che «la realizzazione dell'hub di Malpensa è stata resa possibile dello stanziamento di ingenti fondi europei e la stessa realizzazione della linea ad alta velocità del Corridoio 5, finanziata con fondi europei, prevedeva una logica complementarietà con il collegamento diretto con l'hub di Malpensa, in coerenza con il sistema di nodi prioritari della rete di trasporti paneuropea». Per questo Borghezio chiede di difendere Malpensa, in ottemperanza delle linee perseguite dalla strategia di Lisbona: «Faremo le barricate anche qui in Europa - conclude Borghezio - costringendo anzitutto gli eurodeputati del Nord dei partiti di Governo a mettere ben in chiaro da che parte stanno, se con il Nord o, come sempre, con Roma ladrona».

    http://www3.varesenews.it/gallarate_...o.php?id=88985
    Appunto, Malpensa è stata realizzata con un ingente prestito da parte della Bei alla SEA, che la SEA ripaga, come è spiegato nel link che ho riportato:

    "Il riconoscimento da parte della Comunità Europea del Progetto Malpensa 2000 tra le opere ad alta priorità a livello comunitario, ha consentito alla SEA di accedere a linee di credito per 400 miliardi di lire presso la Banca Europea degli Investimenti e per 60 miliardi di lire presso Comunità Europea del Carbone e dell'Acciaio."

  8. #18
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Interessante...
    soprattutto dove marione difende le strategie di Lisbona.
    Più eloquente di 1000 comizi

  9. #19
    Civitella del Tronto
    Data Registrazione
    16 Apr 2008
    Messaggi
    2,715
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

  10. #20
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Tornando all'attualita', nubi nere su molti lavoratori......


    http://www.corriere.it/vivimilano/cr...sa_cargo.shtml


    Cai annuncia l'abbandono dell'attività Sea. Si cerca un compratore
    Malpensa, cargo a terra. A rischio mille posti
    Da dicembre stop agli aerei merci di Alitalia. «Rifornimenti in pericolo». Il sindacato: è emergenza, ora intervenga il Pirellone




    MILANO - Crisi di Malpensa: il problema non sono solo i passeggeri. Presto anche le merci non decolleranno più. Lo scalo varesino è un'importante porta di ingresso e partenza delle merci da e per il Nord Italia. Ma dal 15 dicembre i cinque cargo Md11 della compagnia di bandiera resteranno a terra. Con la pancia vuota. Da tempo Cai ha annunciato l'abbandono di questa attività. E per ora nessuno ha deciso di rilevarla. Secondo gli operatori del settore, a rischio sarebbero circa un migliaio di posti di lavoro. Perché è vero che le merci fino a oggi trasportate da Alitalia da domani potrebbero decollare con altri vettori. Ma la lunga mano del mercato ha i suoi tempi. E, nell'attesa, c'è chi resterà senza lavoro. Nella migliore delle ipotesi con un assegno di cassa integrazione. Senza contare che nel concitato periodo natalizio la riorganizzazione dei trasporti con altre compagnie potrebbe risultare più difficile del previsto.

    C'è preoccupazione, per esempio, al quartier generale di Prato del gruppo Alha, primo handler aeroportuale privato del Paese, con base operativa principale a Malpensa. «Presso lo scalo varesino abbiamo 300 dipendenti diretti e 200 indiretti. Alitalia ci dà oltre la metà del lavoro. Stando così le cose, non avremo scelta: cassa integrazione e mobilità », allarga le braccia il vicepresidente del gruppo Alha, Lorenzo Schettini. Ma non ci sono solo i dipendenti Alha a temere per il posto. Alitalia ha circa 380 addetti all'area Cargo. Senza contare i lavoratori di Sea handling che movimentano le merci sul piazzale. E tutto l'indotto di trasportatori, spedizionieri, operatori doganali, addetti alla pulizia degli aeromobili. Dal canto suo Sea invita il commissario liquidatore di Alitalia, Augusto Fantozzi, «a vendere velocemente l'attività Cargo perché ha tutti i poteri per farlo».

    Il problema è che le offerte sul piatto oggi si sarebbero volatilizzate. E tre settimane per affrontare e risolvere la questione sono davvero poche. Il sindacato si appella al presidente alla Regione. «Il Pirellone si faccia promotore di un tavolo in cui si affronti la questione », rilancia Nino Cortorillo, segretario generale della Filt Cgil della Lombardia. «Finora i riflettori sono stati tutti puntati sul trasporto passeggeri. Senza tenere conto che rischiamo di avere un danno pesante e non recuperabile sul fronte del traffico merci», aggiunge Cortorillo. L'attività cargo di Malpensa è un business da poco meno di 500 mila tonnellate l'anno. Il trasporto merci nello scalo lombardo è cresciuto del 161 per cento nel decennio '96-2006 contro i 45 per cento della media europea. Alitalia a pieno regime trasportava 250 mila tonnellate di merci all'anno di cui il 50-60 per cento tramite voli all cargo. La restante parte veniva imbarcata nelle stive dei voli passeggeri. Ma anche questi ultimi oggi sono drasticamente ridotti.


    Rita Querzé



    25 novembre 2008


    INDIPENDENZA

 

 
Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Siamo al ridicolo!
    Di bianconero (POL) nel forum Cattolici
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 23-09-05, 19:06
  2. Qui siamo proprio al ridicolo
    Di O'Rei nel forum Fondoscala
    Risposte: 169
    Ultimo Messaggio: 01-09-05, 13:02
  3. Siamo al ridicolo, leggete!!!!
    Di Oli nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 02-07-04, 19:19
  4. Siamo al ridicolo!!!
    Di Zingano nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-10-03, 14:39
  5. Siamo al ridicolo!
    Di Aug83 nel forum Termometro sportivo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-02-03, 20:16

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226