User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 27
  1. #1
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Pagliaccionews: "Abolire le province? A Bergamo sarebbe guerra civile"

    Lega - </SPAN>"Se chiudessimo la Provincia di Bergamo scoppierebbe la guerra civile": con questa battuta, prendendo Bergamo come esempio, il Senatur si è detto sostanzialmente contrario all'abolizione delle Province: "E' un problema di identità, di realtà forti che non si possono toccare". Ma l'esempio su Bergamo non sembra del tutto casuale: la Lega vuole assolutamente la candidatura di Pirovano in Via Tasso.

    Una sparata alla Bossi, non c'è dubbio. Stavolta lo storico Senatur ha usato la battuta ad effetto per dire, in buona sostanza, che lui le Province non le abolirebbe. E ha parlato di Bergamo per fare un esempio. "Chiudi la Provincia a Bergamo? Ci fanno la guerra civile", ha risposto il ministro e segretario della Lega Nord ad un cronista. Bossi usciva dal convegno "Padani nel mondo a Ternate", in provincia di Varese, e ha spiegato come quello delle Province sia per molti "un problema di identità, indispensabile per l'esistenza di molte province perchè ci sono alcune realtà con un'identità talmente forte che non si possono toccare". Realtà che per la Lega, quasi scontato dirlo, sono roccaforti: Brescia, Varese, Bergamo, Lecco.
    Non sono tutte Province dove la Lega amministra direttamente le istituzioni provinciali, ma dove alle Politiche di aprile le percentuali per il Carroccio hanno raggiunto e anche superato il 30 per cento. L'esempio giocato su Bergamo, inoltre, non sembra del tutto casuale. La Provincia di Bergamo è stata l'unica dove la Lega abbia amministrato tornando però all'opposizione dopo un solo mandato. Ed è noto che dopo 9 anni di amministrazione Bettoni con il sostegno del centrodestra senza il Carroccio, a Bergamo siano iniziati giochi ai quali la Lega è parecchio interessata. Già prima di aprile Bossi aveva parlato di Roberto Castelli come candidato sindaco e di Ettore Pirovano come candidato presidente della Provincia. Concetto che il Senatur ha ribadito di recente.
    Al di là dei giochi politici in vista delle amministrative 2009 Bossi non è comunque nuovo ad uscite "celoduriste" con uno sguardo attento a Bergamo e alla Bergamasca. Storica l'uscita sui 300 mila valligiani bergamaschi pronti ad imbracciare il fucile (era il lontano 1987), oppure quella dello stesso tenore nell'agosto 2007 a Ca' San Marco: "Non abbiamo mai imbracciato i fucili, ma c'è sempre una prima volta". Sono solo alcune uscite senza freni per un ministro che non si ferma mai e che proprio di recente è tornato al centro delle polemiche per il "dito medio" ostentato durante l'Inno di Mameli. Secondo la magistratura fu "vilipendio da semplice cittadino, non da ministro", quindi non si tratterebbe di un reato giudicabile dal tribunale dei ministri.Sabato 29 Novembre 2008

    http://www.bergamonews.it/politica/articolo.php?id=4660

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    PROGRAMMA DELLA LEGA NORD
    (pubblicato su l’ “EUROPEO” del 6 dicembre 1991)


    TASSE
    Escludere nuove imposte, inpedire ogni aumento delle imposte indirette esistenti e fissare un tetto invalicabile per le imposte dirette non superiore al 30 per cento del reddito.

    IMPIEGO PUBBLICO
    Blocco delle assunzioni ordinarie e ove siano necessarie, assunzioni straordinarie solo attraverso concorsi. Per restituire efficienza al settore: reintroduzione delle note di merito e dei provvedimenti disciplinari; compreso nei casi più gravi, il licenziamento.

    SPIPENDI
    Abolire il contratto unico nazionale di categoria. La rivoluzione leghista degli stipendi mira a ribaltare il livellamento salariale che fu frutto dell’autunno caldo. I lavoratori dipendenti dovrebbero ricevere integro il loro stipendio (senza ritenute fiscali) e pagare le tasse per conto proprio, come i lavoratori autonomi.

    PARTECIPAZIONI STATALI E IMPRESE PUBBLICHE
    Abolire il ministero delle Partecipazioni e abbandonare la logica del salvataggio delle aziende decotte. Non c’è altra misura dell’efficienza se non del mercato. Perciò è possibile cedere subito ai privati almeno metà delle imprese pubbliche, tutte le Casse di Risparmio, gli immobili d’abitazione, la RAI, l’Alitalia. Abolire tutti gli enti inutili come ad esempio le province. Le province dovevano essere abolite quando costituirono le regioni nel 1970.

    SANITA’
    Chiudere le USL e privatizzare il settore, lasciando allo Stato il compito di provvedere a un minimo per tutti, una specie di bonus sanitario, che il cittadino è libero di spendere nelle strutture mediche che preferisce.

    SCUOLA
    Riorganizzazione della scuola pubblica su base regionale. Equiparazione delle scuole pubbliche e private secondo la normativa europea. Dopo l’“obbligo”, trasformare la competenza della pubblica istruzione in un bonus scuola che l’allievo delle superiori può decidere di spendere (senza integrazione) in un istituto pubblico o uno privato (con spese integrative). Idem per l’università. Abolizione del valore legale del titolo di studio.

    CRIMINALITA’
    La mafia va dove ci sono i soldi. E poiché il grosso delle risorse nazionali passa tra le mani della classe politica, per stroncare l’intreccio politico affaristico della criminalità organizzata occorre intervenire alle radici: togliendo dalle mani della classe politica la gestione di tali cospicue risorse. Abbiamo più giudici che negli altri paesi europei, più soldi destinati a finanziare le strutture della giustizia e tuttavia finiamo con l’essere la nazione con più criminali in libertà. Il difetto è nella gestione politica.

    PENSIONI
    Immediatamente: mantenere le pensioni adeguate ai contributi effettivamente versati. In prospettiva: chiudere l’INPS, ridurre il contributo obbligatorio a un minimo uguale per tutti, lasciando libero il lavoratore di integrare questo minimo col tipo di assicurazione privata che preferisce.
    IMMIGRAZIONE
    Ammissione di cittadini extracomunitari solo se hanno un posto di lavoro e un’abitazione. Ammissione in ogni caso secondo “quote” annuali. Espulsione dei clandestini e degli stranieri rei di reati.

    ISTITUZIONI
    Forma dello Stato federale, sovraordinato a tre macroregioni: Nord, Centro, Sud. Le funzioni unitarie dello Stato federale sono: difesa del territorio, amministrazione ella giustizia, sicurezza pubblica, battere moneta. LoStato federale cui miriamo non è diverso dal modello svizzero, tedesco o berga. Lo Stato federale consente una organizzazione più democratica: più lo Stato è articolato nelle autonomie locali, più il potere è visibile e controllabile. La legislazione economica è di competenza delle tre macro regioni e prevede l’integrazione europea.

    NORD - SUD
    Anche l’economia meridionale deve cominciare a operare con criteri di mercato. Se è necessario ancora aiutarla. In questa nuova prospettiva , per esempio con sgravi fiscali, va bene. Ma basta con sussidi al consumo, attraverso pensioni a persone che non ne hanno diritto e finanziamenti agli enti locali spesso destinati a far proliferare le mafie degli appalti.

    SISTEMA ELETTORALE
    La Lega Nord è favorevole al sistema proporzionale corretto da uno sbarramento del 5% dei voti da raggiungere sul complesso dei voti espressi nel paese (diversamente dalla proposta Craxi che richiede il 5% dei voti nella maggioranza dei collegi elettorali). Un altro antidoto al marasma itliano è ritenuto poi il presidenzialismo.

    LE NOSTRE OSSERVAZIONI
    Dobbiamo ricordare che nei 5 anni in cui la Lega Nord governò il paese insieme agli alleati quasi nessuna delle proposte elencate in questo programma fu realizzata; l’unica proposta che vide la luce fu la legge Bossi-Fini, ma fu concepita talmente male che il numero degli immigrati clandestini dal 2001 al 2006 aumentò del 50%.. Del resto se analizziamo nei dettagli tutte le proposte, dobbiamo dedurre che sembrano fatte da persone totalmente senza una cultura politica-istituzionale-economica. Prendiamo come esempio la prima proposta del programma: i leghisti sono convinti che “riducendo le tasse possa essere inferto un colpo mortale alla gigantesca e improduttiva spesa pubblica”. Non è necessario essere esperti di economia per sapere che, se non entrano soldi nelle casse dello Stato, non si possono pagare i pensionati e tutti i dipendenti di ospedali, scuole, esercito, polizie, clero, ecc. ecc. Infatti il governo Berlusconi che era partito con lo slogan “MENO TASSE PER TUTTI” ha dovuto ricredersi e, le poche tasse tolte ai ricchi, le ha recuperate tagliando le rimesse agli enti locali i quali hanno poi dovuto tassare i cittadini.

    IMPIEGO PUBBLICO - Su questo punto la Lega aveva ragione, ma quando andò al potere dimenticò la proposta. I voti dei dipendenti pubblici fanno gola a tutti…
    STIPENDI - Se i lavoratori dipendenti pagassero le tasse come gli autonomi si dovrebbe aumentare la burocrazia per il controllo e i lavoratori dipendenti dovrebbero pagare anche i commercialisti per le denunce dei loro redditi.
    PARTECIPAZIONI STATALI E IMPRESE PUBBLICHE - Lo Stato interviene per non creare disoccupazione. La Lega quando si trovò in crisi a causa del fallimento della sua banca Credieuronod, difese il governatore della Banca d’Italia Fazio che appoggiava il loro “salvatore” Fiorani.
    SANITA’ - Privatizzare il settore e consegnare un bunus sanitario ai cittadini è una grande stupidaggine: primo perché ci sono molte persone che hanno molte malattie e altre sane. Con quale criterio si consegnano il bonus ? Le assicurazioni private esistono per guadagnare, non per perdere soldi. Chi ha gravi malattie paga di più. I poveri malati sono rifiutati dalle assicurazioni serie e persino dagli ospedali come negli USA.
    SCUOLA - Anche qui si propone un bonus scuola che si può spendere in scuole pubbliche e private. Se il 90% dei cittadini scegliesse la scuola privata, dovremmo chiudere la scuola pubblica ? e i 700 mila insegnanti, bidelli ecc. dove li mettiamo ?
    CRIMINALITA’ - “La mafia va dove ci sono i soldi. E poiché il grosso delle risorse nazionali passa tra le mani della classe politica - afferma la Lega - per stroncare l’intreccio politico affaristico della criminalità organizzata occorre togliere dalle mani della classe politica la gestione di tali cospicue risorse”. Sono assurdità. Infatti quando la Lega salì al potere dimenticò tutto…
    PENSIONI - Qui si propone di chiudere l’INPS e di pagarsi le assicurazioni per la pensione. Sappiamo che molti cittadini sono incoscienti e finirebbero per non pagare le assicurazioni. La società si troverebbe con migliaia di disperati ( e di disoccupati: vedi tutti i dipendenti dell’Inps).
    IMMIGRAZIONE - Dal 2001 al 2006, durante il governo della Casa delle Libertà, gli immigrati clandestini sono aumentati del 50%. La legge Bossi-Fini è stata un fallimento.
    ISTITUZIONI - In teoria la proposta è buona. Ma il problema non è solo di buone istituzioni, ma di governanti capaci e di cittadini attivi controllori. E i governanti italiani (destre e sinistre) sono i più incapaci d’Europa. E i cittadini attivi controllori non esistono, e forse in Italia non esisteranno mai. Gli italiani sono attivi solo per le raccomandazioninon per i controlli.
    NORD - SUD - Nei cinque anni di governo sono aumentati gli enti inutili (vedi le province e i finanziamenti ai partiti bocciati da un referendum). Dopo Tangentopoli non sono scomparse le tangenti. Anzi sono più numerose di prima del 1992. E il Nord spreca denaro pubblico come il Sud.
    SISTEMA ELETTORALE - “Lo sbarramento del 5% dei voti sul complesso dei voti espressi nel paese”, molti lo sognano ma tutti lo rifiutano. E oggi lo rifiuta anche la Lega Nord.

  3. #3
    WARLIGHT
    Data Registrazione
    24 Jul 2008
    Messaggi
    335
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    che spariscano le provincie,per quel che contano...

  4. #4
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,408
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Il problema non sono le province ma i prefetti.

  5. #5
    Pensiero Libero
    Data Registrazione
    16 Jun 2009
    Messaggi
    2,341
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io abolirei il parlamento Italiano.

  6. #6
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,692
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    - prefetture e prefetti via subito
    - la scelta su cosa tenere/abolire va fatta in un contesto di completa riforma di tutto l'apparato statale (l'ideale sarebbe abolire lo stato itagliano e poi decidere su come riorganizzare tutta la macchina burocratica)
    - la dimensione x abiante dei Cantoni Svizzeri corrisponte circa alle nostre prov., mentre da sola Lombardia ha gli stessi abitanti e pil di uno stato medio Europeo

  7. #7
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,692
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da MirkoPNE Visualizza Messaggio
    Io abolirei il parlamento Italiano.
    quoto

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    1,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Angry Chì paga?.

    Siamo sempre lì. Quanto costano le provincie al "tax payer" del nord..e poi soprattutto a Milano? Quindi chì paga? . La prima cosa che "i parlamentari del nord" dovrebbero fare è anche : tassazione rapportata al costo della vita. Non si può tassare alla stessa maniera chì guadagna ad esempio 20.000 euro a Milano e chì li guadagna in un piccolo paese o città del nord e del sud. Questa è una delle maggiori macroscopiche ingiustizie dello sctatu itagliano. Che vergogna!

  9. #9
    Pensiero Libero
    Data Registrazione
    16 Jun 2009
    Messaggi
    2,341
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da armida Visualizza Messaggio
    Siamo sempre lì. Quanto costano le provincie al "tax payer" del nord..e poi soprattutto a Milano? Quindi chì paga? . La prima cosa che "i parlamentari del nord" dovrebbero fare è anche : tassazione rapportata al costo della vita. Non si può tassare alla stessa maniera chì guadagna ad esempio 20.000 euro a Milano e chì li guadagna in un piccolo paese o città del nord e del sud. Questa è una delle maggiori macroscopiche ingiustizie dello sctatu itagliano. Che vergogna!
    Altra domanda: Quanto costano le province e comunità montane del sud ai contribuenti del nord?
    Ripeto, le province saranno inutili, ma un parlamento come quello italiano è 100 volte più inutile.!

    Possibile che ci sia un ministro per l'attuazione del programma? Le barzellette pensavo fossero finite al tempo delle elementari...invece continuano...

  10. #10
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Se in Lombardia vogliamo avere 14 province, 25 cantoni, 43 comunità montane e 3000 comuni sono cavoli nostri e noi dovremmo poterlo decidere in base alla nostra disponibilità fiscale. Pagare invece con i nostri quattrini le province o i comuni al collasso di altre latitudini, i loro debiti, o gli stipendi autoaumentati degli onorevoli siculi, questo invece mi fa alquanto incazzare.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. 1861-70, la prima "guerra civile" dell'Italia unita
    Di Majorana nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-10-10, 00:17
  2. Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 16-12-03, 21:09
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 16-12-03, 12:42
  4. La verità su Mani Pulite. Altro che "guerra civile".
    Di DrugoLebowsky nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 49
    Ultimo Messaggio: 31-07-03, 10:17

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226