OMNIA SUNT COMMUNIA



Ieri il Conare, un organo del ministero della Giustizia brasiliano, ha stabilito che Cesare Battisti non ha diritto all’asilo politico in Brasile, paese dove si trova detenuto dal 2007. Appare ormai una pura formalità il via libera da parte del Supremo Tribunale Federaleall’estradizione in Italia di Battisti. Sembrerebbe, dunque, che stia per concludersi nel peggiore dei modi la caccia alle streghe portata avantitanto dal centrodesta quanto dal centrosinistra. Pubblichiamo di seguito un articolo di Valerio Evangelisti che inquadra benissimo la questione. Sul sito carmillaonline.com potrete trovare molto altro materiale su Battisti e la persecuzione dei compagni negli anni ‘70. Corri forte, ragazzo, corri.


SEGUE http://www.militant-blog.org/?p=179#more-179

ARDITI NON GENDARMI