User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 25
  1. #1
    Forumista junior
    Data Registrazione
    19 Nov 2008
    Località
    Varese
    Messaggi
    58
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Cristo e la crocifissione: Domanda...

    Da qualche parte (non ricordo dove), ho letto che l'immagine di Gesù crocifisso, secondo la tradizione ortodossa, è raffigurata con i piedi disgiunti e inchiodati separatamente, qualcuno sa dirmi qualcosa di più a riguardo?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Sep 2004
    Messaggi
    1,844
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il particolare storico-artistico mi sfugge completamente. Forse avrà un suo valore. Quello che, comunque, è bene considerare è l'essenziale: l'iconografia della croce in Oriente non ha una grande importanza. Evidentemente la croce è un momento importante della vita di Cristo ma fa parte della Redenzione come ogni altro fatto. Quello che è posto veramente al centro non è la croce ma la resurrezione. Su quest'ultima è data grande enfasi. D'altronde insistere troppo sulla croce ha determinato soluzioni non sempre tra le migliori in Occidente: una certa spiritualità dolorista, l'idea che Dio Padre si rappacifichi con il sangue del Figlio per i peccati umani (soddisfazione vicaria), pensare che Dio abbia bisogno del nostro soffrire come ne ha avuto bisogno da Cristo....

  3. #3
    Forumista junior
    Data Registrazione
    19 Nov 2008
    Località
    Varese
    Messaggi
    58
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Informatore Visualizza Messaggio
    Il particolare storico-artistico mi sfugge completamente. Forse avrà un suo valore. Quello che, comunque, è bene considerare è l'essenziale: l'iconografia della croce in Oriente non ha una grande importanza. Evidentemente la croce è un momento importante della vita di Cristo ma fa parte della Redenzione come ogni altro fatto. Quello che è posto veramente al centro non è la croce ma la resurrezione. Su quest'ultima è data grande enfasi. D'altronde insistere troppo sulla croce ha determinato soluzioni non sempre tra le migliori in Occidente: una certa spiritualità dolorista, l'idea che Dio Padre si rappacifichi con il sangue del Figlio per i peccati umani (soddisfazione vicaria), pensare che Dio abbia bisogno del nostro soffrire come ne ha avuto bisogno da Cristo....
    Si, certo, ovviamente riflettendoci la sua resurrezzione è fatto assai importante, giusto! Devo fare una ricerca e vedere se riesco a trovare qualcosa, che io sappia da qualche parte veniva riportato come qualcosa più che artistico... Ovviamente il come sia stato crocifisso assume aspetto di secondo piano, l'aspetto principale è appunto la crocifissione in se per se e non il modo.

  4. #4
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Sep 2004
    Messaggi
    1,844
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Guaglione Visualizza Messaggio
    Si, certo, ovviamente riflettendoci la sua resurrezzione è fatto assai importante, giusto! Devo fare una ricerca e vedere se riesco a trovare qualcosa, che io sappia da qualche parte veniva riportato come qualcosa più che artistico... Ovviamente il come sia stato crocifisso assume aspetto di secondo piano, l'aspetto principale è appunto la crocifissione in se per se e non il modo.
    Dirò i più. Pare che anticamente non venisse mai rappresentato il corpo di Cristo sulla croce ma si segnasse solo la croce in forma geometrica. Questa consuetudine si rinviene nell'antichità cristiana e in quella bizantina (si pensi ai plutei di san Marco in Venezia).
    Il Cristo che soffre con un corpo sfigurato dai patimenti e appeso in croce sono tematiche totalmente estranee al mondo bizantino. Questo non è un caso e riflette lo stile della sua spiritualità e teologia.

  5. #5
    Forumista junior
    Data Registrazione
    19 Nov 2008
    Località
    Varese
    Messaggi
    58
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ecco cosa ho trovato:

    La "Crocifissione del nostro Signore Gesù Cristo" è una delle immagini più tragiche e maestose createsi nell'iconografia della Rus' antica. Sulla croce è crocifisso il Figlio di Dio e il Figlio dell'uomo, Gesù Cristo. Lui, come l'agnello condotto al macello, è portato in sacrificio per la redenzione dei nostri peccati, per la salvezza del genere umano.
    Ai piedi della croce è rappresentata una spaccatura, sono le viscere della terra. In esse vediamo un teschio che ci mostra quello che è invisibile, nascosto. La polvere del primo uomo, Adamo, simbolizzata da questo cranio, è bagnata dal sangue che cade dai piedi trafitti di Cristo, il sangue della redenzione.
    La Crocifissione, la croce con il corpo di Cristo, si alza dalla terra verso il cielo. È il ponte che unisce la terra con il regno del cielo. L'uomo può alzarsi verso questo regno, verso l'eternità dalla sua peccaminosità terrestre, dalla sua vita vanagloriosa, superba.
    E Cristo stesso è il nuovo Adamo: "Come in Adamo tutti sono morti, così in Cristo tutti rivivranno. Ognuno nel suo ordine: Cristo come il primogenito, dopo quelli che sono di Cristo..."
    La crocifissione e la morte di Gesù Cristo sulla croce vengono accompagnati da fatti terribili e terrificanti: "Da mezzogiorno fino alle tre del pomeriggio si fece buio su tutta la terra. Verso le tre, Gesù gridò a gran voce: Elì, Elì, lemà sabactanì, che significa: Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?" (Mt 27,45-46).
    Uno dei soldati prese la spugna e, imbevutala di aceto, la fissò su una canna e così gli dava da bere. E Gesù, emesso un alto grido, spirò. "Ed ecco il velo del tempio si squarciò in due da cima a fondo, la terra si scosse, le rocce si spezzarono, i sepolcri si aprirono e molti corpi di santi morti risuscitarono. E uscendo dai sepolcri, dopo la sua risurrezione, entrarono nella città santa e apparvero a molti" (Mt 27,51-53). Dopo la morte di Gesù, uno dei soldati gli trafisse il fianco con la lancia, e subito ne uscì sangue ed acqua. Il grande atto della redenzione si è compiuto.
    Il centurione Longino, vedendo questi fatti terrificanti che accompagnavano la passione e la morte di Gesù Cristo, credette in Lui come Figlio di Dio. Nell'icona il centurione sta alla destra della croce, dietro l'Evangelista Giovanni, che sta piangendo. A lui il Cristo crocifisso affidò la cura di sua madre: "Ecco la tua madre". Alla sinistra della croce è la Vergine Maria, dietro a Lei, l'altra Maria (solitamente Maria Maddalena) oppure tutte e tre le Marie. La Madre di Dio porta le vesti scure.Il suo atteggiamento, il suo volto, esprimono un dolore che non può essere consolato.
    Sopra la testa di Cristo è affissa una tavola con la scritta di Ponzio Pilato: "Gesù Nazareno Re Giudei" (INRI). La parola "nazareno" viene associata soprattutto alla città di Nazareth, dove viveva la Vergine Maria dopo essere stata promessa a Giuseppe, e dove ebbe luogo l'Annunciazione e l'Immacolata Concezione per opera dello Spirito Santo, dove Gesù ha passato la sua infanzia e la sua giovinezza. Però è più probabile l'altra versione: "nazareno" può venire anche dalla parola ebraica "nazir", che si può tradurre come "giusto" (esisteva il voto del nazireato, dell'offerta di se stesso a Dio). Un'altra versione ancora lega queste parole con la profezia di Isaia (11,1), in cui si parla della provenienza del Messia dal germoglio uscito dal tronco di Iesse ("germoglio" in ebreo si dice "nezer").
    Nella parte alta della Crocifissione si rappresentano due angeli che volano. Le lettere cirilliche che spesso si possono leggere su queste immagini, significano: - testa di Adamo; - monte Golgotha; - il luogo del cranio era il paradiso; K. - lancia (con la quale è stato trafitto il fianco di Cristo); T. - canna (sulla quale fu portata alla bocca di Gesù la spugna imbevuta d'aceto); - "vince", "vittoria".
    Nelle icone russe Gesù è inchiodato alla croce con quattro chiodi (su quelle cattoliche con tre). Nelle icone antiche della "Crocifissione" Gesù Cristo è raffigurato con molta discrezione. Le sue sofferenze non sono mostrate con esagerazione, si sottintende che non è possibile trasmetterle.
    Cristo ha accettato la dolorosa morte: "Tutto è compiuto". L'icona è soltanto un'immagine simbolica del suo Divino sacrificio, la cui natura profonda non può essere raggiunta né raffigurata.
    Nei quadri europei della Crocifissione, le sofferenze di Cristo sono rappresentate spesso in modo naturalistico. A ciò ha contribuito la larga diffusione nell'Europa dei secoli XV-XVI delle rivelazioni di Brigitta di Svezia (1303-1373). Le è stato "rivelato" che "quando Gesù spirò, le sue labbra si aprirono, così che gli spettatori potevano vedere la lingua, i denti e il sangue sulle labbra. Gli occhi erano semichiusi. Le ginocchia si sono curvate da una parte, le piante dei piedi hanno avvolto tortuosamente i chiodi, come se fossero slogati. Le dita e le mani curvate convulsamente si sono stese". Le rivelazioni di Brigitta hanno trovato la sua incarnazione nei quadri della Crocifissione eseguiti, per esempio, da Grunvald (circa 1470-1528).
    Le antiche immagini russe della Crocifissione sono più raccolte e, si può dire, avare nell'esprimere i sentimenti. Quello che sta succedendo non può essere misurato in nessun modo, e il linguaggio dei simboli, severo, laconico e convenzionale, sembra essere in questo caso più conveniente.

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Sep 2004
    Messaggi
    1,844
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E' una bella spiegazione. Peccato che sia assai occidentalizzante: ad modum recipiendis recipitur!!
    Quando un critico di arte di formazione occidentale si avvicina a queste cose lo fa con i canoni religiosi occidentali. Ci possono essere molti studi sul mondo bizantino, ma piuttosto fuorvianti per questo esatto motivo: uno legge le cose con i suoi occhiali!
    Lo stesso quadro della crocefissione che si vede qui è completamente occidentale; non è una icona.

  7. #7
    Forumista junior
    Data Registrazione
    19 Nov 2008
    Località
    Varese
    Messaggi
    58
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Informatore Visualizza Messaggio
    E' una bella spiegazione. Peccato che sia assai occidentalizzante: ad modum recipiendis recipitur!!
    Quando un critico di arte di formazione occidentale si avvicina a queste cose lo fa con i canoni religiosi occidentali. Ci possono essere molti studi sul mondo bizantino, ma piuttosto fuorvianti per questo esatto motivo: uno legge le cose con i suoi occhiali!
    Lo stesso quadro della crocefissione che si vede qui è completamente occidentale; non è una icona.
    C'era anche un quadro russo ortodosso del XVI secolo se non sbaglio, ma non si è caricato, comunque era un articolo preso da Orthodoxia.ru

  8. #8
    Forumista junior
    Data Registrazione
    19 Nov 2008
    Località
    Varese
    Messaggi
    58
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

  9. #9
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Sep 2004
    Messaggi
    1,844
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Guaglione Visualizza Messaggio
    C'era anche un quadro russo ortodosso del XVI secolo se non sbaglio, ma non si è caricato, comunque era un articolo preso da Orthodoxia.ru
    [IMG]file:///C:/DOCUME%7E1/ALICET%7E1/IMPOST%7E1/Temp/moz-screenshot-1.jpg[/IMG]
    [IMG]file:///C:/DOCUME%7E1/ALICET%7E1/IMPOST%7E1/Temp/moz-screenshot.jpg[/IMG]
    Il mondo ortodosso in certi periodi storici è stato molto influenzato da mode occidentalizzanti il che può creare un certo disorientamento e una certa confusione in chi vi si avvicina oggi senza tenerne conto.
    Ad esempio nel mondo russo si può pure trovare l'icona della "Madonna dai sette dolori". Questo tema tipicamente cattolico è entrato in russia ed è stato assorbito acriticamente. Però questo non è assolutamente un tema ortodosso ma è solo espressione di un certo pietismo dolorifico occidentale. A ben vedere questo ed elementi simili non possono che stonare.
    Per capirci qualcosa di più bisogna risalire alle fonti e all'identità vera e propria dell'Ortodossia. Questo genere di lavoro di riscoperta è già avvenuto da un certo tempo nel mondo ortodosso, per quanto rimangano ancora elementi di commistione di altre epoche.

  10. #10
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Sep 2004
    Messaggi
    1,844
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Guaglione Visualizza Messaggio
    E' una immagine tradizionale. Si tratta di una icona.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Domanda su Cristo
    Di Spetaktor nel forum Destra Radicale
    Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 20-12-09, 21:23
  2. Risposte: 63
    Ultimo Messaggio: 21-03-08, 19:07
  3. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 19-07-07, 10:09
  4. La crocifissione di Brunik
    Di Paolo Arsena nel forum Repubblicani
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 18-10-05, 22:57
  5. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 23-12-02, 21:39

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226