User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10
  1. #1
    Silente
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Località
    Oesterreichisch Schuler
    Messaggi
    3,072
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito agcom più che inutile dannosa

    http://www.agcom.it/comunicati/cs_261108.htm


    Richiesta integrazioni ad impegni Telecom Italia sull’accesso alla rete fissa


    L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, presieduta da Corrado Calabrò, relatori Lauria e Mannoni, ha deciso di chiedere a Telecom Italia integrazioni alla proposta di impegni presentata dalla Società sull’accesso alla rete fissa.
    In particolare, l’Autorità, pur valutando con considerazione gli impegni aggiuntivi proposti da Telecom dopo la consultazione pubblica, li ha ritenuti ancora non sufficienti e ha invitato Telecom a introdurre integrazioni, modifiche e precisazioni al fine di garantire appieno un significativo e strutturale progresso nelle condizioni concorrenziali dei mercati dell’accesso alla rete fissa e a quelli collegati.
    Le aree tematiche per le quali l’Autorità ha ravvisato la necessità di integrazioni sono queste.
    Per garantire la piena parità di trattamento tra operatori alternativi e divisioni interne di Telecom Italia, viene chiesto che i contratti interni di servizio fra le direzioni commerciali e le direzioni wholesale contengano anche le condizioni economiche, ossia i cosiddetti transfer charge. In tal modo, si garantisce la piena equivalenza di condizioni fra divisioni interne e operatori concorrenti.
    L’ Organo di vigilanza sugli impegni deve essere supportato da una struttura e da uno staff adeguato anticipando già le Linee guida del regolamento di funzionamento.
    Per chiarire funzioni ed organizzazione di tale Organo l’Autorità ritiene inoltre che vada chiarito il suo carattere complementare e non sostitutivo rispetto alle prerogative dell’Autorità. Su questi aspetti, gli uffici della Commissione europea hanno manifestato analoghe valutazioni.
    In merito al ruolo della nuova funzione aziendale Open Access rispetto agli Impegni, l’Autorità osserva che tale struttura viene ad essere strettamente connessa con le procedure e con le modalità di funzionamento degli stessi Impegni, e pertanto ogni eventuale modifica di Open Access dovrà essere preventivamente sottoposta alla valutazione dell’Autorità.
    Il nuovo modello regolamentare che si avvia con gli Impegni necessita altresì che Telecom Italia assuma l’impegno di aderire a due nuovi strumenti di governance che l’Autorità istituirà con il concorso di tutti gli operatori: da un lato, un organismo assimilabile all’OTA inglese, incaricato di risolvere le controversie in materia di servizi di accesso alla rete; dall’altro, un Comitato NGN, presieduto dall’Autorità e con la partecipazione di tutti gli operatori, che proporrà all’Autorità soluzioni concrete alle problematiche tecniche ed organizzative del passaggio alle reti di nuova generazione.
    Inoltre, nella transizione alle NGN, si dovranno prevedere Linee guida per i processi di migrazione degli operatori concorrenti verso le nuove reti, con particolare riguardo ai servizi di co-locazione.
    Gli impegni di Telecom Italia in materia di NGN dovranno essere in sintonia con la Raccomandazione comunitaria sulle reti di nuova generazione. In particolare, sulla falsariga degli Undertakings di BT, gli impegni dovranno estendersi ai servizi di rete wholesale che l’azienda renderà disponibili sulle proprie reti di accesso di nuova generazione laddove dominante. Inoltre dovrà essere prevista un’offerta direttamente formulata dalla divisione Open Access e sottoposta all’Autorità per l’accesso e la condivisione delle cosiddette infrastrutture passive (cavidotti, canaline, etc.). Tale offerta dovrà consentire di poter realizzare una struttura di rete aperta.

    Da ultimo, al fine di risolvere rapidamente l’elevato contenzioso con i consumatori soprattutto in materia di servizi non richiesti e di bollette elevate a causa di servizi a sovrapprezzo, Telecom Italia dovrà semplificare i relativi processi aziendali anche con appropriate modifiche e semplificazioni organizzative.

    Napoli, 26 novembre 20

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Silente
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Località
    Oesterreichisch Schuler
    Messaggi
    3,072
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    11/12/2008 16:45 - Telecom: ok dell’Agcom agli impegni assunti
    L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, per bocca del Presidente Corrado Calabrò, ha giudicato positivamente gli impegni assunti da Telecom Italia (sollecitati dalla stessa Authority lo scorso novembre) in tema di apertura della rete fissa agli altri operatori.

    http://www.borse.it/News.php?IDNews=129231

  3. #3
    Silente
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Località
    Oesterreichisch Schuler
    Messaggi
    3,072
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    apro questo thread per postare, con gradualità, la storia della cd "liberalizzaione del settore delle telecomunicazioni) e le ragioni che mi inducono a dare un giudizio estremamente severo del lavoro svolto dall'autorità in questi dieci anni di sua deleteria esistenza per il mercato dell'accesso a internet in modalità narrow e soprattutto broad band. Anticipo qui la tesi che intendo dimostrare cioè quella della assoluta mancanza di indipendenza dell'Autorità in una sua prima fase di lavoro corrispondente alla presidenza del prof Enzo Cheli (quel fenomeno che gli economisti chiamano cattura del regolatore da parte del regolato) e di una seconda fase caratterizzata da estrema lentezza nel prendere le decisioni, nell'essere le stesse adottate in una ottica di preconfezionamento del modello strutturale del mercato regolato e di parecchi errori di fondo che, guarda caso, sono andati nella direzione favorire la perpetuazione di un monopolio di fatto da parte di Telecom Italia quale non si riscontra più in nessun paese europeo (tanto che gli altri incumbent europei hanno dovuto affrontare piani di ristrutturazione interna anche più gravi di quelli presentati dall'attuale ad di Telecom Italia).

    Comcluderò con una analisi del provvedimento che approverà le condizioni offerte da telecom per la gestione della rete di accesso esistente e della futura NGAN (condizioni che saranno precisate solo dal nuovo comitato istituendo a termini del comunicato di AGCOM)

  4. #4
    Silente
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Località
    Oesterreichisch Schuler
    Messaggi
    3,072
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    in considerazione dell'importanza concreta della questione chiedo cortesemente ad Alexeievic di porre in rilievo in thread perchè mi aiuterebbe nel lavoro.

  5. #5
    Silente
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Località
    Oesterreichisch Schuler
    Messaggi
    3,072
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    una prima idea e qualche informazione in questo position paper, nella parte da me scritta intitolata "Telecomunicazioni", integrata dalle osservazioni di Alberto Mingardi relative all'allora ipotizzato intervento della Cassa Depositi e Prestiti nel tentativo di rinazionalizzare la rete di accesso.

    http://brunoleonimedia.servingfreedo...n_Paper_03.pdf

    spero di ritrovare la versione integrale di questo intervento

  6. #6
    Silente
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Località
    Oesterreichisch Schuler
    Messaggi
    3,072
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito dirigismo sulle tariffe spacciato per concorrenza sui prezzi

    http://www.agcom.it/comunicati/cs_271108.htm
    Nuove tariffe terminazione

    Calabrò: nuove tariffe terminazione, vantaggi per mercato e consumatori.
    L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, presieduta da Corrado Calabrò, ha approvato in via definitiva il provvedimento che riduce del 10% entro il 2011 le tariffe di terminazione per gli operatori di telefonia mobile.
    La decisione, che formalizza il piano strategico dell’Agcom presentato a Bruxelles lo scorso 13 novembre dal presidente Calabrò e accolto con favore dal Commissario europeo alle telecomunicazioni Viviane Reding, punta a far sviluppare ulteriormente la concorrenza nel mercato mobile italiano ed è in linea con la bozza di raccomandazione della Commissione europea riguardo le tariffe di terminazione, ovvero i costi che un operatore paga ad un concorrente quando la chiamata di un suo abbonato raggiunge il cellulare di un altro gestore.
    Per effetto della delibera dell’Autorità entro i prossimi tre anni le tariffe di terminazione scenderanno a 5,3 centesimi per Tim, Vodafone e Wind, dagli attuali 8,85 centesimi al minuto dei primi due operatori e dai 9,51 centesimi di Wind. Per H3g si passerà a 6,3 centesimi in luogo degli attuali 13.
    Nel 2012, infine, sarà raggiunta la piena simmetria per tutti i gestori mobili, con una tariffa di terminazione pari, per tutti, a 4,5 centesimi al minuto.
    EFFETTI SUI CONSUMATORI - Tale manovra, che completa il percorso di riduzione iniziato dall’Agcom nel luglio 2005 con l’approvazione di un intervento urgente in materia,produrrà ulteriori benefici per i consumatori italiani.
    Ciò nell’ambito di un mercato che, come evidenziato dal rapporto del Regolatore britannico Ofcom del 20 novembre, presenta già prezzi finali più bassi di quelli praticati nei principali mercati mondiali (Francia, Germania, Spagna, Stati Uniti).
    Dall’analisi svolta da OFCOM con la consueta precisione risulta che per tutti i servizi di comunicazione (telefonia fissa e mobile, larga banda e servizi televisivi) l’Italia e il Regno Unito presentano i prezzi migliori sia per i singoli servizi sia per quanto riguarda le offerte congiunte (i cosiddetti pacchetti).
    “Come si evince dal Rapporto OFCOM – ha dichiarato il Presidente dell’AGCOM Corrado Calabrò - la politica dell’Autorità sulle le tariffe di terminazione produce gli effetti più favorevoli per i consumatori e incentiva la concorrenza, tanto è vero che il mercato italiano della telefonia mobile è il più conveniente e il più sviluppato e, al tempo stesso, quello più aperto alla competizione, anche internazionale. L’obiettivo è stato conseguito attraverso una strategia di lungo periodo volta a promuovere per gli utenti durevoli miglioramenti economici e della qualità del servizio, con continue innovazioni di prodotto e investimenti infrastrutturali da parte degli operatori”.
    Roma, 27 novembre 2008
    qui c'è una strana confusione semantica L'agcom realizza PIANI in conseguenza dei quali si produce una economia di concorrenza: Lenin e i suoi epigoni si sarebbero messi a ridere o cristare..

  7. #7
    Aderisci a Radical
    Data Registrazione
    31 May 2008
    Località
    unità dei radicali su POL
    Messaggi
    5,979
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Grandissimo thread di Hayek.

  8. #8
    Silente
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Località
    Oesterreichisch Schuler
    Messaggi
    3,072
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    15.12.08 164 - Tlc: Caio, a fine gennaio task force si pronuncera'
    ROMA (MF-DJ)--"Entro fine gennaio" la task force sulla banda larga si pronuncera' su "come impostare il lavoro in base alle esigenze che stanno emergendo".
    Lo ha detto durante la tavola rotonda degli operatori con l'Agcom Francesco Caio, coordinatore della Broadband Review inglese, specificando che quello sulla banda larga e' un "lavoro che si innesta in una molteplicita' di iniziative" e che "in settimana faremo un punto con Romani".
    Caio ha rilevato che "sicuramente e' un momento di fortissima discontinuita' nel settore tlc, sono tematiche obiettivamente complesse" per le quali "nessuno ha la soluzione in tasca".
    Il problema che si pone e' dunque quello della "ricostituzione di una rete d'accesso che non e' quella dell'incumbent in situazioni di monopolio naturale". Per l'unbundling "bisogna inventarsi un asset che non c'e'" e si dovrebbero "ridefinire le linee tra la concorrenza e la collaborazione". In particolare andrebbe chiarita la qualita' della rete, la copertura o, meglio, l'universalita' del servizio e i suoi utilizzi.
    Forte della sua esperienza in Gran Bretagna, Caio ha lamentato che "in Italia non c'e' una misura di rilevazione della qualita' della banda larga" come invece avviene per il settore delle tlc inglesi, e che la partita si gioca nell' "efficienza dell'allocazione della risorsa pubblica nel settore".

  9. #9
    Silente
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Località
    Oesterreichisch Schuler
    Messaggi
    3,072
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Il Governo E La Banda Larga

    Intanto il ministro Scajola annuncia che il CIPE metterà sul piatto soldi pubblici per la banda larga:

    http://finanza.repubblica.it/News_De...LB&codnews=655
    Crisi: Scajola, al CIPE 17 mld per infrastrutture


    (Teleborsa) - Roma, 15 dic - Alla riunione del CIPE, giovedì prossimo, il Governo proporrà risorse per 17 mld di euro destinate alle infrastrutture, per la mobilità, lo sviluppo della banda larga, l'ammodernamento degli edifici scolastici e lo sviluppo delle energie rinnovabili. E' quanto ha annunciato oggi il Ministro dello sviluppo economico, Claudio Scajola, intervenendo alla cerimonia per la consegna dei premi Leonardo 2008, in Quirinale.
    L'intento è quello di puntare su un rilancio della domanda pubblica per stimolare la crescita e risollevarsi dalla crisi in atto.
    "Dobbiamo prepararci ad agganciare meglio la ripresa quando si manifesterà", ha sottolineato Scajola rivolgendosi agli imprenditori presenti.
    Supponiamo che il tema dominante sarà all'insegna della solita solfa sul digital divide.

    ma il vero problema è come realizzare l'infrastruttura della NGAN (una in ossequio al principio che una una sola rete proprietaria realizzata secondo un piano si eviterebbero duplicazioni e sprechi che sarebbero prerogativa esclusiva di un mercato) per la quale servono più di 8 mld di euro.

    con la futura creazione di un tavolo permanente presiduto da AGCOM con tutti gli operatori incaricato di definire le strategie per la realizzazione della NGAN ci sembra che non sia andati oltre la logica dirigista che ha connotato, per es, la realizzazione del sistema di alta velocità in Italia (consorzi, assegnazione di appalti ad aziende italiane, molti sprechi, costi elevati, e alla fine un prezzo elevato per il biglietto del treno, nessuna reddittività presumibile). (vedasi il comunicato nel quale AGCOM informa del reinvio a TI Spa della prima versione degli Impegni vincolanti in tema di separazione funzionale della rete di accesso)

    partendo dai sussidi pubblici a un sistema indebolito da scelte troppo regolatorie, troppo ideologiche e troppo parziali a favore dell'incumbent non mi pare possibile immaginare che si instaurerà un mercato della banda larga in Italia.

  10. #10
    Forumista junior
    Data Registrazione
    05 Dec 2008
    Messaggi
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Arrow Happiness

    thanks a lot , bump up up up!!-------------------------THE website offer Fast and Secure wow powerleveling service. wow power leveling 60-80, Cheap wow power leveling. Buy WoW Gold The Professional WoW Power Leveling! Powerlevel now. WOrld of warcraft Power Leveling, wow power leveling bloom of true love associated with this time of year!

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 53
    Ultimo Messaggio: 25-03-13, 16:25
  2. La Tobin Tax? Più che inutile è dannosa
    Di salvo.gerli nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 26-06-12, 10:18
  3. Troppa razionalità: dannosa?
    Di gerty80 nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 25-10-10, 15:33
  4. quale sostanza è meno dannosa?
    Di dedelind (POL) nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 49
    Ultimo Messaggio: 30-07-08, 17:24
  5. Musica dannosa
    Di Kornus nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 19-09-07, 12:39

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226