User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Becero Reazionario
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Königreich beider Sizilien
    Messaggi
    18,031
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito CULTURA - Patti Lateranensi, Duce, Fuhrer e Chiesa

    di don Linus Dragu Popian
    http://www.asiweb.biz/popian/

    Mercoledì,11 febbraio,2004.

    INTERESSANTI, oggi le coincidenze che incidono anche sul mio discorso. Mi avete
    invitato proprio oggi a tenervi una conferenza. Ma oggi festeggiamo la Madonna di Lourdes, la sua
    prima apparizione nella Sacra Grotta, nel 1858.
    Festeggiamo anche i Patti Lateranensi, fra La Santa sede e il Regno d’Italia, guidati allora, dal Papa
    Pio XI-emo, rispettivamente dal Duce, Benito Mussolini, il quale il giorno dopo, in tutta fretta, ma
    ragionata, fu chiamato dal Papa, “l’uomo della Provvidenza”.
    Perciò, in un giorno come questo, siamo obbligati a ricordare, assieme alla Madonna di Lourdes,
    con il Papa, anche il Duce, col suo autoritarismo, che rese possibile un trattato mai più realizzato,
    dai tempi di San Costantino il Grande.
    Anzi, siamo obbligati a ricordare anche il Fuhrer, Adolf Hitler, col suo sottomesso alleato, generale
    Pétain, senza i quali, oggi, Lourdes, con le sue basiliche e la sua attività fiorente forse non
    esisterebbe.
    Guardate dunque, quanti soggetti, adatti a provocare oggi lo scandalo delle mie alunne
    dell’Università di Civitavecchia.
    PATTI LATERANENSI.
    I nemici della Chiesa avevano ragione - in parte - ad accomunare la Chiesa, la Cristianità, col
    Fascismo e poi col Nazismo. O chiamare fasciste organizzazioni nazional-tradizionaliste-cristiane,
    che fasciste non erano, come i legionari romeni di Codreanu, l’Action française di Maurras, i
    rexisti di Léon Dégrelle, le dittature di Primo di Rivera e di Franco, di Salazar, del generale
    Pangalos o Metaxas in Grecia, il movimento “Ordine e tradizione” della Svizzera, le formazioni di
    Mons. Hlinka o Tiso, in Slovacchia, di Horty, Gombos, Le Croci di Szalasi, in Ungheria, del
    Maresciallo Pilsudski, del Re Alexandru della Serbia, del Re Carol II, del Re Boris III, o il partito di
    Doriot in Francia, di Mons. Seipel, Dollfuss, Schuschnigg in Austria;
    Pur essendo diverse, avevano in comune quanto segue:
    - l’ideale tradizionale cristiano;
    - nostalgia della società pre-urbana e pre-individualistica;
    - corporatismo, contro il liberalismo economico e politico;
    - dittatura della salvezza pubblica, davanti ai nemici della società (terrorismo, nichilismo,
    ecc);
    - stato etocratico, morale cristiana o almeno naturale;
    - stato autoritario, dottrinale.
    Tutte queste caratteristiche sono specifiche del Mondo cristiano classico.
    Il socialismo ha conservato da tutto questo l’autoritarismo dottrinale, la dittatura, usate all’inverso,
    per distruggere questi valori, per promuovere con violenza: il colettivismo, l’amoralità nichilistica,
    l’individualismo spirituale, (leggi isolamento), soprattutto della Religione. Socialismo vuol dire
    dunque rivoluzione. Ma solo per la gente senza potere (le masse). Conservando per i gerarchi un
    capitalismo selvaggio, mafioso, esclusivo, segreto, (cioè le ricchezze, il potere e gli onori). Il
    socialismo, componente anche dei regimi, fascismo e nazismo, è il vero responsabile della parte
    terroristica di questi regimi, che si volevano anche rivoluzionari.
    Il Socialismo democratico si confonde, anche senza volere con la democrazia liberale, capitalista, di
    cui parleremo in seguito.
    Ma che c’entra il Fascismo e il Nazismo con la Chiesa e con la Cristianità?
    Non lo sappiamo bene. Lo statalismo assoluto e la morale fascista degli inizi era pagana, cesarista.
    La religione del super-uomo; nel nazismo, quella del sangue, degli ideali pagani cantati da Wagner,
    Nietzsche, ecc. Romanticismo utopico. Razzismo egoistico. Antisemitismo assurdo.
    Però, tutto questo si presentava in parallelo alla difesa ed alla promozione di valori cristiani che
    hanno sinceramente impressionato le masse e la Chiesa Stessa:
    -l’uso continuo del Segno della Croce, presente su tutte le uniformi e medaglie e decorazioni naziste
    e pro-naziste, che la Democrazia stessa non usa.
    -difesa pratica della Cristianità: chiese, scuole, concordato, privilegi, ecc, in tutti i paesi occupati,
    anche durante la guerra, dove prima c’è stata la persecuzione religiosa, vedi l’URSS. In Italia, il
    Cattolicesimo diventa Religione di Stato solo con il Concordato ed i Patti Lateranensi del 1929,
    dopo 50 anni di persecuzione e disprezzo esilarante della Chiesa e della Cristianità.(Fatto non
    riconosciuto neppure oggi dalla storia officiale, ipocrita e faziosa, che trasforma nemici acerrimi
    della Chiesa e del Papato, come Garibaldi, Mazzini, Cavour, Manzoni, o eretici come Rosmini, in
    eroi nazionali.)
    Il Vaticano diventa Stato indipendente, rispettato scrupolosamente dai due regimi, sino alla fine.
    Su Hitler, ecco il parere del Papa del tempo e del Vaticano: vedi B. Bokun, Una spia in Vaticano:
    pag.61; e pag. 131.
    Voce del popolo romano, anni’40:
    “ Il suo intervento, (del Papa, Pio XII) ha salvato la Polonia e la Francia dalla liquidazione totale a
    opera dei tedeschi. Quei due paesi hanno sempre combinato pasticci in Europa”.
    Il Papa desiderava l’occupazione del Vaticano da parte di Hitler.(pag.131).
    O: “Hitler sapeva che il papa aveva sofferto per colpa del governo sovietico, dopo la I guerra
    mondiale ed avrebbe fatto tutto il possibile per impedire che la situazione si ripetesse”.
    L’odio fra il Vaticano e Hitler è una balla del dopoguerra, per salvarsi dalla vendetta dei capitalistocomunisti
    vittoriosi.
    Il vero fenomeno che si può chiamare simpatia fra nazi-fascismo e Catolicità tradizionale si
    verifica soprattutto nel 1940: ad ogni occupazione nazista di qualche paese, cominciando con la
    Francia, malgrado la violenza pagana del regime, assistiamo a un risveglio istintivo dell’Europa
    pre- rivoluzionaria, nobile, pre-urbana, quella del rispetto e delle gerarchie; sale dai luoghi
    sommersi il mondo tradizionale, la cristianità classica, quella della devozione, della morale severa,
    della vita ascetica. Questa gente sente istintivamente nei nemici del capitalismo liberale e del
    socialismo comunista i difensori della Religione, dei valori eterni. Ed ecco la Francia di Vichy, con
    la nostalgia del suo re, la sua nobiltà, il suo senso del sacro, le sue feste cattoliche, la sua civiltà prerivoluzionaria.
    Questa cristianità tradizionale non si sente violentata dal nazismo. Anzi vi vede
    l’unica sua chance, in Francia, come in Croazia, Slovacchia, o Giappone, (che dopo la guerra è stata
    obbligata a rinunciare sulla carta al dogma shintoista dell’essenza divina dell’Imperatore, alla faccia
    della tolleranza ecumenica). E i capi nazisti e pro-nazisti accontentano subito i desideri oppressi dei
    cattolici: il Santuario di Lourdes, alla richiesta dell’Episcopato francese presso il generale Pétain,
    approvato immediatamente da Adolf Hitler, - diventa proprietà della Chiesa, tolto dal ricatto
    permanente di un comune e di un regime anticlericale, democratico, ritornato dopo la guerra.
    La Croazia, la Slovacchia diventano stati religiosi, ed autonomi, rioccupati, dopo la sconfitta, da
    vecchi e nuovi nemici.
    Sotto il Nazi-fascismo si è sentita difesa e incoraggiata la Cristianità ascetico-mistica, claustrale,
    eroica, non agitata, crociata, che si occupa di se stessa, che non diventa istituzione filantropica o
    sociale.
    Invece, dopo la guerra, la Chiesa è stata obbligata a una vera “pulizia etnica”, dovendo privarsi di
    moltissimi dei suoi gerarchi accusati di simpatie pro-nazi-fasciste, (la grande maggioranza). Ciò che
    non è successo sotto i due regimi, salvo qualche fatto isolato. Sotto la democrazia moderna, la
    Chiesa non è libera; Si sente tollerata, ma anche derisa, ironizzata, e perciò obbligata ad agitarsi, a
    ballare, giocare, rinunciare agli eterni principi, per accontentare le masse ed i governi piuttosto
    anticlericali o indifferenti. Obbligata a rinunciare alla predicazione della Fede, per “aggiornarsi”
    cioè rinunciare a se stessa. Il Papa, obbligato a finire nel gioco, nel ballo, nel superficiale, nel
    politicamente corretto. La banca vaticana obbligata a sottomettersi alle regole amorali dell’alta
    finanza occulta, che detta legge. Tutto questo era inaccettabile sotto il nazi-fascismo, che menò una
    lotta spietata e disuguale contro le forme occulte.
    Finale: Le accuse di nazi-fascismo portate contro la Chiesa erano in parte giuste. I due regimi, in
    parallelo alle loro pretese peccaminose, (che la Chiesa sperava di eliminare nel tempo), sono stati
    gli unici a difendere gli interessi della Chiesa e della Cristianità nel XX-esimo secolo, attraverso
    fatti concreti. E questo era evidente per i Capi delle Chiese in quell’epoca.
    Le democrazie salvano la Chiesa attraverso l’unica virtù che esse possiedono: la libertà. Essendo
    però una libertà amorale, anarchica, esse lasciano la Chiesa e la Fede cristiana da sole davanti ai
    nemici. Noi siamo soli, da cristiani, davanti a un mondo che ironizza Dio, preparandosi, secondo la
    Dottrina biblica al massacro. Sotto il fascismo o nazismo la bestemmia era punita, Dio era difeso,
    ufficialmente, come nei tempi dell’Impero Cristiano.
    Il fatto incontestabile è questo: Sotto il nazi-fascismo, come sotto l’Impero classico, il
    Cristianesimo è andato avanti, si è organizzato in modo duraturo.
    Gli unici regimi, sotto i quali la Chiesa, o meglio dire, la Fede sta scomparendo sono il Comunismo
    e la Democrazia liberale.
    Fra i due, ai fatti, l’ultima è più perniciosa. Il Comunismo ha ucciso le persone, ma non è riuscita a
    distruggere la Fede. Ha distrutto le strutture, ma non la Sacra Dottrina. La democrazia liberale non
    uccide le persone, non distrugge le strutture. Ma attraverso meccanismi raffinati, forse neppure del
    tutto programmati, ha distrutto la Sacra Dottrina, sta compromettendo l’Istituzione in una maniera
    nuova, apocalittica. Umanamente, la Cristianità è scomparsa. Sono rimasti solamente i cristiani
    segreti, in mezzo a una Chiesa spettacolo, apparenza, teatro, circo. Il 95 % per cento della Gerarchia
    non ha Fede, o ha una fede irragionevole, assurda, contraddittoria, non biblica. Il popolo cristiano è
    più diviso che mai, fra cattolici e sette, al 90% senza Fede biblica, con il solo istinto religioso che
    lo salva e lo fa ancora venire nelle chiese.
    Oggi, a Lourdes si dice ufficialmente che la sorgente scoperta da Bernadette c’è sempre stata, fu la
    coincidenza dell’apparizione a renderla pubblica. E noi che sapevamo che proveniva dalla pietra
    secca! Cosa cercano questi teologi senza Fede a Lourdes, se non un podio per il loro teatro?
    Ed i Patti Lateranensi ? Oggi sono quasi inutili. Servivano per rendere indipendenza al Papa ed alla
    Chiesa, di fronte al mondo ed alle sue ideologie. Ma oggi, la Chiesa Vaticana è perfettamente
    adattata al mondo, alla fede massonica, all’ecumenismo, al formalismo, al politicamente corretto,
    alla lotta alla tradizione. Ora, per quest’atteggiamento non hai bisogno di indipendenza. L’unico
    vantaggio che offre oggi l’indipendenza dello Stato del Vaticano è la sua Banca, attraverso la quale,
    ricchi e poveri riempiono il mondo di beneficenze e di opere buone e sante, come lo stesso nome di
    questa Banca dice: IOR, cioè L’Istituto per le opere della Religione. Amen

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Becero Reazionario
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Königreich beider Sizilien
    Messaggi
    18,031
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mi ha fatto "tornare in mente" questo scritto, la bella discussione fra giò e florian in altro 3d di questo forum, sul tema della seconda guerra mondiale e sul capire chi fosse "più anticristiano": le democrazie o i fascismi?

    penso che don Lino - forse - piacerà ad entrambi i contendenti...

  3. #3
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E' un articolo interessante, tuttavia bisogna tenere conto che la politica nazista fu assolutamente spregiudicata - basti pensare all'accordo Ribbentrop-Molotov che durò ben due anni -, e dunque va valutata nel suo complesso, al di là di avvenimenti singoli pur rilevanti - come il sostegno alle forze franchiste nella guerra civile spagnola.

 

 

Discussioni Simili

  1. Transatlantico] Discussione sui Patti Lateranensi
    Di Laico nel forum Laici e Laicità
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 19-06-13, 14:38
  2. una ricorrenza infausta: i patti lateranensi
    Di pietroancona nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 68
    Ultimo Messaggio: 19-02-10, 22:58
  3. Patti Lateranensi
    Di lupodellasila nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-02-08, 17:11
  4. Che ne pensate di cancellare i patti lateranensi?
    Di Agares nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 21-10-07, 14:04
  5. In ricordo dei Patti Lateranensi
    Di Vassilij nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 17-02-03, 16:14

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226