User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito INTERVENTO - Tremonti, Pera, Ratzinger, Allam: la tribù dei catto-liberali

    All'inizio era Ferdinando Adornato e la Fondazione Liberal. Il proposito manifesto quello di creare un ponte tra la cultura cattolica e quella liberale. Gran sacerdote il teocon americano Michael Novak. Spettatori interessati: ex liberali, ex democratici, ex socialisti, ex diccì, bisognosi di una cultura politica nel circus mediatico berlusconiano.

    Il progetto di un partito di centrodestra cattolico e liberale, a cui ha lavorato pazientemente il buon Adornato, è fallito per la voglia matta di Re Silvio di rompere con l'infido alleato UDC. Al suo posto è nato il PDL (leggi: FI + AN) che si regge unicamente sul carisma berlusconiano e destinato probabilmente ad implodere quando il Cav. lascerà finalmente la politica.

    Tuttavia, nel terreno arido della cultura non di sinistra, se si eccettuano le fantasie comunitariste di Veneziani, il progetto cattolico-liberale o teo-lib è riuscito a crescere autonomamente e trasversalmente, come dimostrano i casi editoriali di Pera, Quagliarello, Fallaci, Tremonti, Ratzinger e, last but not least, Magdi Cristiano Allam.

    Nessuno di costoro si dice conservatore o di destra. La destra per loro è reazionaria, oscurantista, autoritaria, liberista e illiberale… Pochi di loro simpatizzano apertamente per i Repubblicani USA o per i Tories britannici. Si guarda piuttosto al popolarismo e ancor di più agli esponenti del riformismo trasversale quali un Tony Blair o un Nicolas Sarkozy.
    Questo gruppo, che costituisce in Italia oggi l’opposizione più consapevole al liberalism laicista, al multiculturalismo, al relativismo morale e al nichilismo filosofico, vorrebbe essere invece il punto d'incontro tra il cattolicesimo democratico e il liberalismo whig, tra Tommaso d'Aquino e John Locke.

    Quella teo-lib è una cultura fortemente progressista, riformista, egualitarista e cosmopolita, perciò liberale e socialista, che non ha alcuna nostalgia per la tradizione burkeana, è intimamente ostile a tutte le disuguaglianze (sociali ed economiche), e si ritrova suo malgrado al centrodestra, spinta in tal senso dalla deriva pacifista, laicista e multiculturalista della sinistra.
    Ideologicamente i teo-lib costituiscono un centro-sinistra battagliero che è particolarmente affine al neo-conservatorismo americano: conservatore riguardo la cultura, liberale in politica e socialista in economia.

    E' paradossale e degno di nota che quest'area cattolico-liberale sia quanto più di destra esprima oggi la politica italiana, caratterizzata da tante false destre che è praticamente impossibile enumerarle tutte.
    Gli Storace, i Fiore, i Romagnoli, per non parlare di Gianfranco Fini, sono nient'altro che specchietti per allodole, scorie missine alla ricerca di un'impossibile identità, che verranno spazzate via dal prossimo ricambio generazionale. Certamente più incisivi di loro nel contrastare le sinistre sono quelli che si affollano al centro: Berlusconi, un liberale che non disdegna l'amicizia dei socialisti; il federalista populista Bossi; il moderato Casini; e per ultimo il fondamentalista (si fa per dire) Magdi Cristiano Allam...

    E la Destra? Non cercatela più, perchè ha smesso di esistere da un pezzo. Che Iddio l'abbia in gloria.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista junior
    Data Registrazione
    12 Nov 2008
    Messaggi
    30
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Post rapporti tra conservatori, cristiani e liberali

    Caro Florian, ti ringrazio per aver apprezzato i miei interventi su questo forum.
    Il tuo intervento sui teo-lib centra esattamente il punto nevralgico dell'inesistenza in Italia di un discorso politico conservatore.
    A ciò aggiungerei la necessità per noi conservatori di seguire il dibattito interno al Partito Conservatore Inglese sull'opportunità di abbandonare il Partito Popolare Europeo (ritenuto troppo eurocratico e statalista) in vista delle prossime elezioni al parlamento europeo.

    Segnalo qui di seguito un mio articolo in cui sostengo la necessità per noi conservatori di non confonderci con altre culture politiche.

    Il "Canone" Conservatore

  3. #3
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da straight con Visualizza Messaggio
    Caro Florian, ti ringrazio per aver apprezzato i miei interventi su questo forum.
    Il tuo intervento sui teo-lib centra esattamente il punto nevralgico dell'inesistenza in Italia di un discorso politico conservatore.
    A ciò aggiungerei la necessità per noi conservatori di seguire il dibattito interno al Partito Conservatore Inglese sull'opportunità di abbandonare il Partito Popolare Europeo (ritenuto troppo eurocratico e statalista) in vista delle prossime elezioni al parlamento europeo.

    Segnalo qui di seguito un mio articolo in cui sostengo la necessità per noi conservatori di non confonderci con altre culture politiche.

    Il "Canone" Conservatore

    Caro straight con, grazie a te per aver trovato qualche spunto valido nel mio intervento. Devo dire che il tuo splendido saggio sul Canone conservatore mi sta aiutando a capire alcune cose fondamentali sul conservatorismo. Spero non ti dispiacerà la mia intenzione di pubblicare in un thread apposito una serie di tuoi interventi. Ritengo infatti che possano aiutarci molto a comprendere la vera politica conservatrice in questo periodo di grande confusione.

  4. #4
    Libertarian
    Data Registrazione
    20 Mar 2008
    Messaggi
    3,882
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio


    Nessuno di costoro si dice conservatore o di destra.
    Non so se questo argomento sia già stato discusso, ma l'ostilità al termine "conservatore" penso che sia dovuto al fatto che in Italia è quasi un insulto. Nonostante molti politici da te citati abbiano molti legami con il pensiero conservatore non perdono occasione per discostarsi da esso. Credo tutti ricordino quando Tremonti si offese quando fu definito conservatore. A mio avviso vanno comunque considerati politici conservatori.
    Personalmente non darei molta importanza a questioni relative alla terminologia...l'importante è l'azione politica.

  5. #5
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    20 Jun 2010
    Messaggi
    7,877
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da straight con Visualizza Messaggio
    Caro Florian, ti ringrazio per aver apprezzato i miei interventi su questo forum.
    Il tuo intervento sui teo-lib centra esattamente il punto nevralgico dell'inesistenza in Italia di un discorso politico conservatore.
    A ciò aggiungerei la necessità per noi conservatori di seguire il dibattito interno al Partito Conservatore Inglese sull'opportunità di abbandonare il Partito Popolare Europeo (ritenuto troppo eurocratico e statalista) in vista delle prossime elezioni al parlamento europeo.

    Segnalo qui di seguito un mio articolo in cui sostengo la necessità per noi conservatori di non confonderci con altre culture politiche.

    Il "Canone" Conservatore

    Ho letto l'articolo e , da ignorante qual sono ,ho trovato il tuo articolo come un gran calderone molto dispersivo e , sopratutto, non mette a fuoco i cardini del problema . Come molti articoli di questa impostazione , girano attorno al problema , cioè intuscono cosa potrebbe essere davvero una cultura conservatorista ma sono lontani anni luce da una visione chiara e unitaria del problema .

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 12-09-13, 08:27
  2. Ratzinger e Pera: non c'è liberalismo senza Dio
    Di (Controcorrente (POL) nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 24-11-08, 16:23
  3. Riformatori Liberali: i liberali ed i radicali liberisti nel Centro-Destra
    Di GionataPacor (POL) nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 47
    Ultimo Messaggio: 03-01-08, 14:11
  4. Marcello Pera invita a leggere i libri Ratzinger
    Di Caterina63 nel forum Cattolici
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 06-11-05, 18:40

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226