Messina, indagato Nanni Ricevuto
Il presidente della Provincia è implicato nell'inchiesta che ha portato alla sospensione del rettore Tomasello. Secondo l'accusa, avrebbe favorito l'ex presidente del Consiglio comunale, Bonanno (FI), in un concorso di Medicina del lavoro





MESSINA - Il presidente della Provincia regionale di Messina, Nanni Ricevuto (FI), è indagato nell'inchiesta che ha portato alla sospensione dalle funzioni del rettore dell'Università di Messina, Francesco Tomasello, accusato di abuso d'ufficio per aver favorito, nel concorso di Medicina del lavoro del Policlinico, Umberto Bonanno (FI), al tempo dei fatti presidente del Consiglio comunale. Con Ricevuto risulta indagata anche la moglie del rettore, Melitta Grasso.

Il presidente della Provincia, che nel 2006 era sottosegretario alle Infrastrutture, è accusato di concorso in truffa e falso per aver rilasciato certificati che attestavano le qualifiche professionali di Bonanno.

La moglie del rettore è indagata di concorso in abuso: avrebbe parlato al telefono con Bonanno in relazione al concorso del Policlinico. La donna era già indagata per concussione in relazione agli appalti di pulizia e vigilanza del Policlinico, ed a giorni si attende la decisione su un eventuale rinvio a giudizio.

Intanto, il rettore Tomasello è stato sentito dal gip Mariangela Nastasi, che ha emesso il provvedimento di sospensione. Tomasello, accompagnato dai legali Carmelo Scillia e Nino Favazzo, ha negato ogni addebito.

16/12/2008
http://www.lasicilia.it/index.php?id...e=lasiciliaweb