User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    21 Oct 2008
    Messaggi
    265
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Franchising Europa. L’indipendenza secondo Maninchedda.

    Il recente intervento dell’On. Maninchedda a Macomer ha suscitato l’entusiasmo di una grossa fetta del mondo sardista e indipendentista, raccogliendo apprezzamenti anche al di fuori del Partito Sardo.
    Finalmente dopo anni e anni di censura la parola magica torna nuovamente a vibrare nell’aria in tutta il suo melodico impeto. Probabilmente il rispolvero della parola chiave, della ragion d’essere, dell’articolo primo deve aver avuto un effetto tanto ammaliante da indurre in molti un senso di intorpidimento, che deve essere evidentemente durato almeno sino alla fine del dibattito dell’abile professore. In particolare mi sembra che a molti sia sfuggita la spiegazione delle modalità attraverso cui Maninchedda vuole condurre il popolo sardo verso l’indipendenza. L’Europa si prenda pure quattro robette: moneta, difesa, esteri, giustizia, al resto pensiamo noi. Il problema è quindi interrogarsi su cosa sia questo resto.
    E’ curioso allora ricordare che nella concezione liberista dello stato al di fuori di queste quattro cose vi è solo il mercato, il privato, sfera sacra inviolabile per la politica e per lo stato. In sostanza quindi arrivando a limite ad affidare anche istruzione e previdenza/sanità al mercato al di la di queste quattro bazzecole (ripetiamo moneta, difesa, esteri e giustizia) vi sarebbe il nulla, lo zero, il rigido e amaro fondo di un barattolo ripulito.
    Anche senza scomodare il liberismo puro, ormai prevalentemente concetto astratto, allo stato ipotizzato da Maninchedda non resta comunque tantissimo; fondamentalmente istruzione, salute, welfare, programmazione economica, territoriale e relative attività di supporto. Non che sia poco ma non mi sembra sufficiente per parlare di indipendenza, tantomeno di sovranità.
    Ora il discorso si può capire per quanto riguarda la moneta visto lo stato di avanzamento della moneta unica, ma che dire degli altri punti? Come può definirsi sovrano uno stato che delega i suoi rapporti con l’estero ad un unità sovrannazionale? Vogliamo rinunciare volontariamente ad un ruolo centrale nel mediterraneo che ci sarebbe facile per posizione e tipicità storico-culturale? Bene basta chiarirlo.
    E che dire della difesa? Mi chiedo che dignità abbia uno stato non in grado di difendersi da se. Ci siamo dimenticati di quanto abbia pesato la nostra debolezza militare nella formazione di quel complesso che ancora oggi ci portiamo dietro?
    E cosa dire poi della giustizia. Dopo quella cartaginese, romana, aragonese, genovese, pisana. piemontese, italiana mi sembra giusto provare anche quella di Bruxelles. Così alla fine possiamo stilare una bella classifica. Non sono abbastanza esplicative le connotazioni che questa parola (sa giustizia) ha finito per avere nelle tante frasi tipiche della nostra lingua? Tra l’altro non si specifica se in questo concetto di giustizia rientrano anche le funzioni di pubblica sicurezza. Piccoli particolari.
    In definitiva che sovranità vi è in un popolo che rinuncia a rapporti diplomatici diretti, ad un proprio sistema giudiziario, ad una minima forma di difesa autonoma?
    E’ chiaro, chiarissimo che quanto prospettato non ha nulla a che fare ne con l’indipendenza ne con la sovranità del popolo sardo. Al massimo possiamo chiamarlo federalismo.
    Ma c’è qualcosa di ancora più inquietante. In uno scenario di questo tipo la Sardegna rischia di andare a perdere sovranità per un problema di peso specifico. Infatti un conto è confrontarsi con l’Italia un altro paio di maniche e farlo con l’Europa. Ma dico ve lo immaginate Pili che va a trattare l’eventualità di una guerra con Barroso. O vogliamo parlare della Barracciu che impugna un nuovo regolamento europeo sulla giustizia.
    Recuperare sovranità dall’Italia per girarla all’Europa.
    Si parla di dogma Italia da superare e contemporaneamente ci si affida al dogma Europa in maniera del tutto acritica. Non mi pare infatti si sia parlato del disastro Euro (scandalosamente camuffato da Istat e Eurostat) . Non mi pare si sia parlato dell’effetto della PAC sul nostro sistema agricolo, ne delle conseguenze che Basilea II avrà su un sistema produttivo basato su micro-imprese come il nostro. Ci si dimentica inoltre che le limitazioni di spesa sono un conseguenza non della scarsa autonomia ma dei tetti Europei. E neanche una accenno sulle imbarazzanti sconfitte referendarie subite dal trattato di Lisbona allorquando si è confrontato con il voto democratico del popolo.
    L’Europa va bene a prescindere soprattutto in quanto artifizio logico utile a spacciare come indipendentista qualcosa che ne è il contrario. Devono crederci veramente stupidi se pensano di rifilarci questo Franchising Europa facendo leva su istinti anti-italici più o meno giustificabili.
    E nel mentre si dimentica (non solo a Macomer ma anche nei famosi cinque punti) la questione identitaria, il discorso sulla lingua, il condizionamento dei media globalizzanti (generalmente super europeisti) sugli adolescenti. Molto meglio gettare un po’ di ombra sui giudicati e sui simboli più o meno condivisi del sardismo. Si smantella insomma la nazione per prospettare un miraggio di stato monco. E parimenti non si parla di smilitarizzazione e si tace vergognosamente sull’ipotesi sempre più probabile di una centrale nucleare nell’isola.
    Comincio a sospettare che la formazione medioevalista e la provenienza cattolica del professore inducano in lui un certo tipo di nostalgia: Imperium Romanum Sacrum. Ma questa è solo una battuta. Per tutto il resto, purtroppo, carta canta.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista
    Data Registrazione
    21 Oct 2008
    Messaggi
    265
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Si comincia a parlare di smilitarizzazione negli accordi elettorali...a giochi fatti.

    http://www.sardegnaeliberta.it/?p=1376

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-01-13, 21:09
  2. Franchising Europa. L’indipendenza secondo Maninchedda.
    Di forastiu nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-12-08, 21:32
  3. maninchedda:L’indipendenza della Sardegna e Lussu
    Di Plùminus (POL) nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 07-10-08, 16:04
  4. La strada per l'indipendenza secondo voi...
    Di AnnoPDN nel forum Padania!
    Risposte: 85
    Ultimo Messaggio: 28-06-06, 10:50

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226