Ultima beffa su Ecopass: il Comune prima lo proroga e poi indice il referendum
Ticket per altri 12 mesi. Esentati i Diesel Euro 4

MILANO 31/12/2008 - Prorogata fino al 31 dicembre 2009 la sperimentazione dell’Ecopass. La decisione è stata presa ieri dalla giunta comunale, proprio nell’ultima riunione del 2008. Ma le novità non finiscono qui. La squadra del sindaco Letizia Moratti, ha deciso di prorogare per altri 12 mesi l’esenzione dal ticket di ingresso delle auto diesel Euro 4. Ma molto, del futuro di Ecopass, dipenderà anche dalla consultazione cittadina in programma a febbraio.

REFERENDUM
La giunta, infatti, sta predisponendo un bando per trovare una società che si incarichi di eseguire le consultazioni. Ancora “top secret” il numero dei cittadini che verranno contattati e il modo attraverso il quale sarà fatto, ma indiscrezioni parlano di un campione significativo di famiglie (sono 700mila le famiglie milanesi) e di questionari a 3 domande telefoniche, del tipo: abolire Ecopass, modificarlo o mantenerlo?
Gli operatori prima di passare alle domande dirette, spiegheranno quali sono stati i risultati, su traffico e ambiente, nel primo anno di sperimentazione.

LE REGOLE
Nessuna modifica su costi e modalità di pagamento. Tutti gli ingressi giornalieri, multipli (carnet), multipli agevolati, abbonamento residenti e Rid, il sistema di pagamento bancario, resteranno invariati. Rimarranno validi anche i titoli di ingresso giornaliero da 2, 5 e 10 euro e quelli multipli da 20, 50 e 100. Chi, invece, ha acquistato nei mesi scorsi un carnet di ingressi multipli da 1 a 50 o da 51 a 100 ingressi e non li ha utilizzati interamente, non sarà rimborsato. I biglietti singoli con data di scadenza al 31 dicembre 2008 riportata sul retro, invece, sono stati prorogati fino al 31 dicembre 2009. Infine, le attivazioni per il 2009 dei titoli di ingresso multipli agevolati, degli abbonamenti per residenti e le attivazioni con addebito in conto corrente bancario, sono prorogate fino al 20 gennaio 2009, con copertura retroattiva per gli accessi effettuati a partire dal prossimo 2 gennaio.

LE REAZIONI
Critico il presidente della provincia di Milano, Filippo Penati, che ritiene «una scelta sbagliata e miope prorogare per tutto il 2009 l’Ecopass a Milano così com’è, senza modifiche». Anche perché, sostiene, «la salute dei cittadini è un tema importante e questo provvedimento si è rivelato inefficace rispetto agli obiettivi che si era prefisso», ovvero la riduzione dell’inquinamento e del traffico, arrivando a chiedere un vero e proprio referendum il 6 e 7 giugno, giorno in cui si terranno le elezioni europee e per la provincia di Milano.

LE ASSOCIAZIONI
Secondo il Codacons, l’associazione per la difesa dei consumatori, «il Comune di Milano avrebbe dovuto, se veramente voleva ridurre le polveri di Pm10, raddoppiare il costo dei ticket, estendere il pagamento a tutte le auto», quindi una proposta: «estendere il pagamento a tutta Milano» e non solo alla cerchia dei Bastioni. Esulta, invece, il capogruppo di Alleanza Nazionale in consiglio comunale, Carlo Fidanza, spiegando che la giunta ha «recepito in pieno le indicazioni di An e di buona parte della maggioranza, in particolare sulla deroga ai diesel Euro 4 senza filtro e sulla conferma degli abbonamenti». Anche perché, aggiunge, «una scelta diversa avrebbe gravato su migliaia di famiglie in una fase non facile e non sarebbe stata capita dai milanesi». La proroga di Ecopass rappresenta la vittoria dell'ambientalismo del sì e della politica verde del Sindaco Moratti e della sua Lista. «Un altro punto chiave del programma di questa maggioranza è stato portato a compimento». Sono le parole del consigliere comunale della Lista Moratti, Claudio Santarelli.

Andrea Berardi

http://www.cronacaqui.it/news-ultima...m--_17011.html