User Tag List

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 14 di 14
  1. #11
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,695
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Die Freiheitlichen e Südtiroler Freiheit uniti: Ulli Mair candidata sindaco di B

    Citazione Originariamente Scritto da Eridano Visualizza Messaggio
    Il Sud Trirolo ti appartiene.

    Scusate l'errore.

    sempre comunque bello

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #12
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Die Freiheitlichen e Südtiroler Freiheit uniti: Ulli Mair candidata sindaco di B

    Bressanone: i Freiheitlichen portano la Svp al ballottaggio

    Bressanone: i Freiheitlichen portano la Svp al ballottaggio - RISULTATI | Alto Adige

    BRESSANONE. A Bressanone il sindaco uscente Albert Puergstaller non è riuscito a centrare l'obiettivo del secondo mandato: con il 44,1% è andato lontano dalla vittoria al primo turno e al ballottaggio dovrà vedersela non con la candidata degli Ecosociali Elda Letrari, che si è fermata al 15,6% ma con l'esponente di spicco dei Freihietlichen Walter Blaas, vero protagonista del voto con un sorprendente 15,6%.

    Tra gli italiani, la sfida centrista è stata vinta dal Pd che con Gianlorenzo Pedron ha conquistato il 9,8% contro il 7,8% di Insieme per Bressanone di ario Stablum. Il Pdl con Maurizio Vezzali si è fermato al 5,7%.
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

  3. #13
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Die Freiheitlichen e Südtiroler Freiheit uniti: Ulli Mair candidata sindaco di B

    Il blocco a destra della Svp

    di Mauro Fattor

    Il blocco a destra della Svp | Alto Adige

    Bolzano fa storia a sé, e fino qui tutti d’accordo. Ma questa tornata elettorale ha molto altro da raccontare, perchè se nel capoluogo a tenere banco era la sfida tra centrosinistra e centrodestra, sul resto del territorio, lontano dai centri urbani più grandi, la partita era ed è un’altra. Le elezioni provinciali del 2008 avevano sancito la nascita di un blocco elettorale molto robusto a destra della Volkspartei, con i Freiheitlichen a fare la parte del leone.

    Si tratta quindi di vedere se e come questa tendenza trova conferma alla luce del voto di domenica, senza per questo sovraccaricare il voto amministrativo di significati politici che, per sua natura, non può avere. Ciò detto, è evidente che, anche limitandosi ad una semplice lettura dei dati elettorali, alcune linee di tendenza emergono in modo abbastanza netto. La prima è che il quadro politico, nel suo complesso, si muove verso una maggiore frammentazione e una moltiplicazione dell’offerta elettorale. In altre parole, più liste e più partiti, così come sta accadendo quasi dappertutto in Italia e in Europa. La seconda è che la presenza di un blocco elettorale - se non proprio di un blocco sociale - che vota a destra della Stella Alpina si conferma e si consolida.

    Vediamo il primo punto. Nel 2005 a rompere il quadro monolitico della supremazia Svp erano state le liste civiche. In quella tornata se ne presentarono 87. Molte rispetto al passato, quasi un’esplosione. Nate per la maggior parte nell’area del dissenso cattolico, ecosociale e interetnico, alla fine si rivelarono capaci di intercettare anche il semplice voto della protesta antisistema, magari ideologicamente non omogenea. In quest’ultima tornata elettorale la presenza delle liste civiche si conferma come un elemento ormai stabile del quadro politico altoatesino. In termini numerici le civiche passano infatti da 87 a 94, quello che cambia invece - in molti casi - è il loro peso specifico. E questo perchè è il quadro complessivo a risultare fortemente mutato. La protesta antisistema ha preso infatti in molto casi la strada del voto ai Freiheitlichen e, in misura minore, degli altri partiti della destra tedesca. Le liste civiche, insomma, hanno cambiato pelle. Va detto, oltretutto, che a differenza di quanto accadde nel 2005, questa volta si sono presentate agli elettori anche un buon numero di liste liste civiche di centrodestra o di destra, segnale di uno sdoganamento definitivo dalla sudditanza psicologica nei confronti della Volkspartei.

    E veniamo ora al secondo punto: il consolidamento della destra tedesca, perfettamente in linea con il trend evidenziato alle elezioni provinciali del 2008. Destra tedesca in questo momento vuol dire soprattutto Freiheitlichen. A parlare sono le cifre. Nel 2005 i blu di Leitner si erano presentati in 9 Comuni raccogliendo 13 consiglieri in 8 Comuni, 3 dei quali nella sola Predoi, in Val Aurina. In queste elezioni amministrative i liberali sudtirolesi si sono presentati in 56 Comuni con il proprio simbolo, a cui vanno aggiunte 7 liste civiche con candidati sostenuti dal partito. Il risultato è eclatante: il numero dei consiglieri eletti passa da 13 a 117 e i Comuni «presidiati» passano da 8 a 51. Ai candidati eletti nelle file dei blu, vanno aggiunti i consiglieri eletti dagli altri due partiti della destra sudtirolese, Union e Süd Tiroler Freiheit, che messi insieme raggiungono quota 34. Il blocco dei consiglieri che - nei vari consigli comunali della provincia di Bolzano - si posizionano oggi a destra del partito di raccolta sale dunque a quota 151. Cinque anni fa erano solamente 59, poco più di un terzo. Dal punto di vista numerico il risultato più clamoroso è senza dubbio quello di Vandoies, dove i Freiheitlichen toccano il 36% dei consensi passando da 1 a 7 consiglieri.

    Dietro il dato, apparentemente rassicurante per il partito di Theiner, dei 101 sindaci eletti al primo colpo, quello che emerge è dunque un quadro ancora in movimento con forti aree di erosione dei consensi nei confronti dela Svp, a vantaggio di liste posizionate a destra del partito. Si tratta comunque di un processo lento, con situazioni fortemente differenziate da un comune all’altro e da un’area all’altra della provincia. Se infatti la Volkspartei perde consensi in 49 Comuni, sono 32 quelli in cui mantiene le posizioni o guadagna, poco o tanto che sia. Nessuno tra i partiti concorrenti è ancora infatti in grado di competere con la macchina organizzativa e la presenza capillare della balena bianca altoatesina.

    18 maggio 2010
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

  4. #14
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Die Freiheitlichen e Südtiroler Freiheit uniti: Ulli Mair candidata sindaco di B

    Elezioni comunali, la lunga onda blu



    di Mauro Fattor

    Elezioni comunali, la lunga onda blu | Alto Adige

    Il consolidamento di un blocco di elettori a destra della Volkspartei, è uno degli elementi più significativi della tornata elettorale di domenica, sul quale vale la pena di ritornare. A parlare sono i numeri. I Freiheitlichen passano da 13 consiglieri a 124.

    La loro è ormai una presenza che tocca 53 Comuni, contro gli 8 di prima. Se a questi si aggiungono poi i consiglieri di Union e Süd-Tiroler Freiheit, il blocco dei partiti a destra della Svp, su scala provinciale, compresi quindi i principali centri urbani, è forte di 159 consiglieri. Nel 2005 erano appena 59, poco più di un terzo. Una situazione nuova, che conferma comunque in pieno il trend emerso alle elezioni provinciali del 2008. A farne le spese è in primo luogo la Vokspartei, anche se non sempre e non dappertutto. Da questo punto di vista, il radicamento capillare del partito di raccolta ha certamente contribuito a contenere l’emorragia di voti, disegnando una geografia politica del territorio tutt’altro che omogenea. Chi dentro la Volkspartei gioisce per una perdita, su base provinciale, grosso modo del 2% in termini assoluti, dimentica che la Stella alpina era presente col proprio simbolo in 109 Comuni su 111, mentre i blu di Pius Leitner erano presenti in appena 63 Comuni, e solo in 56 col proprio simbolo. Il successo dei liberali sudtirolesi è infatti troppo recente per poter competere con la macchina organizzativa Svp, ma la musica sta cambiando velocemente. Se consideriamo quei 63 ambiti amministrativi, i Freheitlichen hanno una media di 1,97 consiglieri eletti per Comune. Facendo una proiezione su 109 Comuni, a parità di condizioni quindi con la Stella alpina, la pattuglia dei consiglieri eletti sfonderebbe quota 200 attestandosi, per la precisione, a quota 214. Lo scenario è virtuale ma quanto mai realistico in prospettiva delle prossime tornate elettorali. Tornando invece ai dati oggettivi relativi al voto di domenica, è interessante cercare di capire dove i Freiheitlichen abbiano pescato in termini di consenso. Certamente nel bacino elettorale della Volkspartei, ma non solo. Ci sono casi evidenti di travaso di consensi da un partito all’altro della destra tedesca - anche se in alcuni casi sarebbe più corretto parlare di cannibalizzazione - così come non è trascurabile il lavoro di erosione dei blu nei confronti del voto verde-alternativo, grazie alla presenza di liste civiche più o meno camuffate, e quello nei confronti delle liste civiche vere e proprie. Da questo punto di vista il caso di Bressanone è il più clamoroso. Politicamente parlando, nel caso dei liberali sudtirolesi, si può parlare dunque di opportunismo. Insomma, l’appeal antisistema dei Freheitlichen, va oltre la tradizionale area di riferimento. Ancora una volta a dirlo sono i numeri: i consiglieri persi dalla Volkspartei nel complesso dei 111 Comuni, è infatti pari a 73 unità, passando da 1452 a 1379. Se a questi si sommano i 15 consiglieri perduti dall’Union e che oggi vanno spalmati tra Süd Tiroler Freiheit e Union stessa - passando da 50 a 35 - si arriva appena a quota 88, ben al di sotto della quota di 124 eletti raggiunta dai blu di Pius Leitner. Evidente quindi che il resto dei voti ha un’altra provenienza.

    Questo ipotizzando, naturalmente, che tutti i voti perduti dalla vecchia Union di Eva Klotz sia finito ai liberali sudtirolesi, cosa che certamente non è. In alcuni casi la Volkspartei ha dimostrato infatti di riuscire a riassorbire il voto in libera uscita verso la destra più tradizionalista, come è successo a Nalles, a Sluderno, a Rifiano, a Moso in Passiria, in parte a Montagna. Spostandosi su posizioni più conservatrici, verosimilmente. Ma trarre conclusioni in questo senso è difficile, i dati sono infatti troppo disomogenei. E così la Svp scende sotto la soglia del 50% ad Appiano ed Egna, dove addirittura crolla dal 52,7% al 40,1%, ma nel Comune di Valle Aurina risale dal 47,3% del 2005 al 58,5% di domenica scorsa. E ancora: risale a Laces dal 65,1% all’83,8%, ma precipita a Vizze dall’80,7% al 53,6%. Alla fine il vero dato è proprio questo, un quadro in movimento che riserverà ancora sorprese. Aspettare per credere.

    19 maggio 2010
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

 

 
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Discussioni Simili

  1. Risposte: 63
    Ultimo Messaggio: 17-11-10, 08:36
  2. Landesversammlung Südtiroler Freiheit
    Di Mitteleuropeo nel forum Trentino Alto Adige/Süd Tirol
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-10-08, 12:57
  3. ++ Giorgia Meloni candidata sindaco del Cdx ++
    Di Gianfranco nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 70
    Ultimo Messaggio: 13-02-08, 14:02
  4. Susanna Torretta Candidata A Sindaco
    Di D.BOMBACCI nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 26-11-03, 20:10

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226