User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 22
  1. #1
    Liberale mai a sinistra
    Data Registrazione
    20 Oct 2008
    Messaggi
    1,054
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Salento come Napoli in emergenza rifiuti e anche qui la colpa è della sinistra

    La situazione rifiuti nel Salento ha preso ormai la forma dell’emergenza
    Una settantina di comuni, per oltre 450mila abitanti, quelli che ricadono nel territorio delle Ato Lecce/2 e Lecce/3, annaspano sotto una coltre di immondizia. L’invito delle autorità ai cittadini, espresso tramite manifesti e ordinanze, è di resistere fino alla soluzione dell’emergenza, non lasciando i sacchetti per strada. Ad Ugento, dove nasce il focolaio che investe come un’onda, di riflesso, ormai metà del Salento, i manifestanti continuano a bloccare l’accesso ai camion della spazzatura, opponendosi energicamente all’utilizzo della discarica. Intanto i rifiuti restano a marcire negli autocompattatori, che già nelle prossime ore potrebbero non essere più in grado di trattenerli.
    E nelle ultime ora sono incominciati gli incendi dei cassonetti
    I vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli, in provincia di Lecce, hanno dovuto effettuare cinque interventi ieri sera, dalle 20,45 ale 23,30, per spegnere le fiamme che si erano sviluppate presso cassonetti di rifiuti e che hanno interessato cumuli di spazzatura accantonati nei pressi. Cassonetti colmi di rifiuti si segnalano in diversi centri del Salento. La situazione sta diventando difficile. Da quattro giorni non viene raccolta la spazzatura.
    Una situazione veramente pericolosa, conseguenza di un certo immobilismo
    La raccolta differenziata che non c’è, gli impianti che ancora tardano, un sistema che continua ad affidarsi quasi interamente sulle discariche. e il sistema resta ancora in equilibrio lo si deve al fatto che la Puglia continua a depositare 1,9 milioni di tonnellate l’anno nelle sue 17 discariche, molte delle quali sono ancora private nonostante una legge regionale che lo vieta. Eppure, per ridurre lo stoccaggio, il piano rifiuti di Vendola puntava al 55% di raccolta differenziata: un obiettivo ancora lontanissimo, dal momento che siamo fermi all’11%. Tutto questo meccanismo ha bisogno di discariche più piccole rispetto a quelle attuali, ma soprattutto di impianti: biostabilizzazione, selezione, compostaggio, per non dire degli inceneritori. Il problema è proprio che non tutti gli impianti sono stati completati. La discarica di Giovinazzo, per dire, è quasi esaurita e dei nuovi impianti nemmeno l’ombra. L’elenco è ancora lungo, nonostante la Regione dica di aver completato «4 impianti su 8». E poi c’è l’impianto di Trani (dove Fitto aveva previsto un termovalorizzatore che Vendola ha cancellato)
    Fortissime le polemiche politiche e le accuse del centrodestra verso una sinistra che anche in questa regione, opponendosi a nuovi impianti e non facendo nulla per risolvere la situazione, sembra intenzionata a copiare il modello indecente di Napoli
    Il Salento come Napoli, titola il principale quotidiano pugliese, noto per la sua meritoria prudenza. La verita’ e’ che a rischio-Campania, in materia di rifiuti, e’ gran parte della Regione Puglia. Ma se parte della Puglia e’ ormai palesemente a rischio-Campania, crediamo che Vendola e Losappio farebbero bene ad evitarci la vergogna rappresentata dal permanere nelle posizioni di vertice di quella Regione di personaggi come Bassolino e Iervolino, che li hanno soltanto anticipati nello stesso fallimento
    e ancora
    La graduale chiusura o dismissione delle discariche della Puglia, quindi anche del Salento, non e’ certo merito del Commissario Vendola era invece prevista dal Piano Fitto e andava di pari passo con le previsioni di entrata in funzione degli impianti i cui contratti Vendola ha firmato con quasi due anni di ritardo. Quando a giugno 2005 Vendola subentro’ a Fitto trovo’ tutte le gare concluse e, nella maggior parte dei casi, l’avvenuta aggiudicazione alle aziende vincitrici. Nonostante il Tar avesse gia’ rigettato gran parte dei ricorsi, Vendola non firmo’ i contratti cominciando a farlo solo nell’autunno del 2006. Nel frattempo unico atto ascrivibile al Governo Vendola fu la follia ideologica con cui venne cambiato il piano dei rifiuti di Fitto, con la soppressione dei termovalorizzatori e la assurda previsione che la Puglia in pochi anni dovesse raggiungere la quota del 55% di raccolta differenziata
    Insomma la regione Puglia è in difficoltà nella gestione dei rifiuti come in Campania e qui come a Napoli governa la sinistra.
    Questi sono i risultanti dal momento in cui si è deciso di non costruire i termovalorizzatori, di rimandarne la loro entrata in funzione e di puntare tutto solo e soltanto sulle discariche. Ma quando gli spazi delle discariche si esauriscono, cosa succede? Questi sono i risultati dell’ottusità della sinistra



    http://fazioso.wordpress.com/2009/01...ella-sinistra/

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    14 Jan 2005
    Messaggi
    7,839
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Probabilmente in vista delle prossime provinciali tra i sindaci della zona di Ugento (LE) è scattata la corsa politica per la candidatura. Di pari passo è iniziata la gara a chi più soffia sul fuoco del populismo...


    Innanzitutto diciamo subito che i cittadini di Ugento hanno ragione a temere per la loro salute, e a richiedere le massime garanzie possibile. Una volta chiarito questo è bene fare un po di luce rispetto al can-can politico\mediatico alla Emilio Fede che in questi giorni politicanti di basso livello hanno contribuito ad erigere. Il piano dei rifiuti con le relative localizzazioni porta la firma del fu Presidente Raffaele Fitto, come si sa la Provincia di Lecce si compone di tre ato (ato LE\1, ato LE\2, ato LE\3). Il fu presidente si limitò soltanto alla bella redazione del piano, ma nei 13 anni della sua Presidenza nulla fu fatto relativo agli impianti. La Puglia secondo quel piano doveva aprire nuovi impianti per un numero di otto. Di cui appunto 3 in Provincia di Lecce (Ugento cave, zona di Cavallino e Corigliano d'Otranto).

    Anno 2005, inizia la legislatura Vendola e si propone con tutta la sua complessità il problema rifiuti in Puglia visto lo zero amministrativo in tema proveniente dalla vecchia giunta. Si comincia a lavorare e fino al 31/12 2008 sugli 8 impianti previsti in Puglia se ne aprono già 4, tra cui quello di Cavallino. E gli altri due? Sono in effetti sorti problemi "straordinari" e quindi non previsti.

    A Corigliano durante il processo di costruzione ci si è resi conto che da lì passa la falda che fornisce acqua potabile a tutta la Provincia di Lecce, quindi i lavori si son fermati, è ripartita la valutazione di impatto ambientale per fare in modo da salvaguardare quanto più è possibile la salute dei salentini. Ad Ugento Cave è successo che i costruttori si sono trovati dei regalini non da poco, una zona infestata dall'amianto smaltito per anni contro ogni norma di legge. Motivo per il quale si è dovuto bonificare prima l'area con ulteriori ritardi dovuti alla contingenza del caso. Questi due impianti una volta terminati chiuderanno il ciclo dei rifiuti per l'intera Provincia di Lecce. Chi doveva controllare in precedenza tutto questo e non lo ha fatto?

    Per tali problemi più volte la Provincia di Lecce ha chiesto aiuto ai cugini della Provincia di Taranto per lo smaltimento dei rifiuti, l'anno scorso sia Grottaglie che Fragagnano hanno accettato i rifiuti proveniente dagli ato sia di Ugento che di Corigliano. Visto i problemi di Corigliano (ato le\2) relativi a un impianto non ancora terminato e quindi l'impossibilità di conferire la spazzatura, il Presidente Vendola con decreto urgente ha indicato che i rifiuti debbono essere smaltiti nell'ato LE\3 (Ugento) fino al 31 Gennaio 2009 e nel frattempo si è impegnato a cercare una soluzione transitoria. Il presente decreto è stato poi ratificato dal Tar Lecce (visto che c'era stato il ricorso del Sindaco di Ugento).

    Come mai quindi il sindaco sceriffo di Ugento ora rifiuta di accettare la spazzatura dei suoi fratelli salentini dell' ato Lecce 2? A chi crede di fare un danno seguendo la scia populista? Crede di ricavarne probabilmente qualcosa a livello di immagine (ragionamento condiviso dal fu Presidente e dal fu assessore al bilancio Rocco palese). Ma forse non ha ancora capito che se i rifiuti terminano in strada i primi a pagarne le conseguenze saranno proprio i cittadini. Proprio in questi giorni la Grecìa Salentina ha emesso un comunicato che prende le distanze dal Sindaco di Ugento e anzi ha dato mandato a un professore universitario di impugnare al Tar la delibera del Sindaco Ozza.

    E' inoltre simpatico vedere gente come Rocco Palese, il Sindaco Ozza, Polibortone che si ergono a paladini lottatori contro le discariche, quando il Governo da loro sostenuto con Fitto ministro usa i militari per aprire le discariche e il decreto di zona strategica nazionale per farle funzionare.

    Veramente ridicoli.

    Curiosità: qualcuno ricorda che quando nel 2004 fu disposta la sopraelevazione della discarica (già satura), gli ugentini si organizzarono per partire alla volta di Bari per protestare contro il governatore e commissario Raffaele Fitto (centrodestra) ma la manifestazione sfumò. Alla guida della città anche allora c'era Eugenio Ozza, di An. VERGOGNA!

    http://www.grandesalento.org/index.p...populismo.html

  3. #3
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    14 Jan 2005
    Messaggi
    7,839
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il Salento non è Napoli, solo che il PDL vuole farlo diventare per sfruttare la situazione alle prossime provinciali. Ora vi spiego io come stanno le cose:

    2001: fitto vara il piano dei rifiuti, consiste in 8 nuovi impianti per chiudere il ciclo dei rifiuti. Per il Salento vennero indicati i siti di Cavallino (realizzato quest'anno), Corigliano e Ugento (nuovo)

    2001-2004: il nulla

    2005: vinciamo le elezioni e la Puglia si trova in una situazione critica. parte subito la costruzione degli impianti. Al 31/12/2008 dopo 3 anni sono 4 quelli funzionanti, solo che Corigliano e Ugento sono stati stoppati perchè durante la costruzione degli impianti ci si è resi conto che Corigliano stava sulla falda che da acqua a tutto il Salento (quindi per difendere la salute dei salentini si sta studiando il modo di farla senza intaccare la falda), Ugento invece era pieno zeppo di amianto e così vi è in atto una procedura di bonifica.
    Visto la straordinarietà dell'evento si è chiesta la proroga di 1 mese (su 18 anni che funziona) della vecchia discarica di ugento, il sindaco visto che è di AN e visto che quest'anno si vota ha alzato un casino andando a utilizzare la legittima protesta dei cittadini.

    Ribadisco che la discarica di ugento è stata voluta da Fitto, nel 2004 da Fitto è stata già sopraelevata di 3 mt e allora la popolazione era pronta per andare a manifestare a Bari, ma chissà perchè tutto si bloccò.

    Dai fate ridere, spero ve ne rendiate conto. Fare i blocchi alla discarica da aprte di chi in Campania usa l'esercito è proprio esilarante. Vorrei far notare al sindaco di ugento che nella sua bella città la differenziata è ferma a nemmeno il 10%.

  4. #4
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    14 Jan 2005
    Messaggi
    7,839
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La posizione della Grecìa Salentina sul caso della discarica di Burgesi

    “Si è ormai giunti al baratro dei rifiuti per strada; molto ci si è impegnati per evitare ciò, ma alcune irresponsabilità hanno determinato questo desolante risultato”. Tanto si è lavorato in questi anni per far crescere il Salento turistico, per sviluppare l’economia, recuperandone la tradizione culturale e salvaguardando il paesaggio salentino. Oggi si rischia di offrire l’indecente spettacolo della spazzatura in mezzo alle strade, vanificando anni di duro lavoro. Chiediamo ai cittadini, che in questo momento ad Ugento protestano con tanta forza, di assumere atteggiamenti di moderazione, consentendo per i prossimi giorni (si tratterebbe di attenderne solo quattro o cinque) lo smaltimento dei rifiuti ad Ugento e lavorando, al contempo, per la ricerca di efficaci soluzioni alternative”.

    “Come Giunta dell’Unione, ritenendo illegittima l’ordinanza del sindaco di Ugento, che vieta lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani dei Comuni dell’Ato Le/2 presso la discarica “Burgesi”, abbiamo deciso di conferire al professor Pier Luigi Portaluri, l’incarico di impugnare tale ordinanza dinanzi alle magistrature competenti. Inoltre, essendo mutata la situazione complessiva, aggravata dagli ultimi preoccupanti episodi, chiediamo al prefetto di Lecce, Mario Tafaro, di anticipare ad horas la riunione già prevista per il giorno sette gennaio prossimo, non potendo consentirci di far trascorrere ben cinque giorni di assoluta emergenza”

    http://www.grandesalento.org/index.php/news/680.html

  5. #5
    Liberale mai a sinistra
    Data Registrazione
    20 Oct 2008
    Messaggi
    1,054
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La colpa è di Vendola che pensava di risolvere tutto con la differenziata. E ha bloccato la costruzione dei termovalorizzatori, gli impianti previsti sono in ritardo, l'unica soluzione trovata è riaprire una discarica colma. In questi 2 anni non ha fatto nulla, e non lo dico io ma i principali giornali del luogo.

    Dove ci sono problemi con i rifiuti c'è sempre la sinistra che governa. Vedi napoli, lazio, calabria e puglia.

  6. #6
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    14 Jan 2005
    Messaggi
    7,839
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sai leggere ? Se si leggi quello che ho scritto.
    Comunque state solo facendo una pessima figura, niente di più.
    Questo è uno dei commenti che si susseguono nei giornali locali per la strumentalizzazione in atto:

    Sig. Luceri forse lei non ha capito....qui non c'è nessuno disposto a farsi manipolare....il sindaco di Ugento non ha nessun merito, come tutti i politici e solo buono a farsi pubblicità sfruttando anche le occasioni più al limite! siamo noi abitanti di queste zone che non vogliamo la VOSTRA spazzatura!!!forse lei non è venuto a dare un occhiata alla discarica, e quindi parla perchè le fa comodo che la sua spazzatura venga depositata altrove, lontana da Galatina, a gemini.....tanto a lei che gliene importa, le dico solo che co sta monnezza si è andati davvero oltre!!! impariamo a differenziare i rifiuti e a creare centri di stoccaggio, non continuiamo con questo stupido accumulo...io sono di un paese vicino alla discarica, provi a mettersi nei nostri panni! altro che politica qui ci rimettiamo la salute, se non ci crede venga a prendere due boccate d' "ARIA".... e tenga conto che la nostra terra, è anke la sua!

    e ancora:

    Mi chiedo!
    Siete in grado di lasciar perdere la politica e pensare un po' a noi che viviamo nelle vicinanze della discarica?
    E che in questo momento la politica ci interessi poco?
    E che abbiamo più volte gridato con forza che non vogliamo politici sul presidio ? Proprio per evitare la strumentalizzazione !
    Ora vi chiedo!
    Solo solidarieta' e collaborazione
    Non critiche inutili, false e stupide!!!


    e


    A quanti stanno manifestando bloccando l'accesso alla discarica di Ugento vorrei dire SVEGLIATEVI! Gli amministratori che hanno attizzato questa pagliacciata "napoletana" vi stanno usando, manipolando a loro comodo, per i loro interessi politici. a questa gente non importa un cavolo dei vostri presunti o meno problemi o del rischio per la salute, presunto o meno, rappresentato dalla discarica di Gemini. Questa è gente pronta a vendervi al migliore offerente (ai loro amici) e voi ci state rimettendo la dignità per colpa loro che la dignità ce l'hanno solo di fronte al denaro. SVEGLIA SALENTO, SVEGLIA O FARAI LA FINE DI NAPOLI!!!

  7. #7
    Liberale mai a sinistra
    Data Registrazione
    20 Oct 2008
    Messaggi
    1,054
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da cyber81 Visualizza Messaggio
    Sai leggere ? Se si leggi quello che ho scritto.
    Comunque state solo facendo una pessima figura, niente di più.
    E tu sai leggere quanto ha scritto la gazzetta del mezzogiorno? Mica grandesalento
    Vendola ha bloccato i termovalorizzatori o no?
    Sta fallendo nella politica della differenziata o no?
    Gli impianti sono in ritardo o no?
    Come soluzione cerca di riaprire una discarica colma o no?

    E' un fatto che dove ci sono problemi con i rifiuti c'è la sinistra

  8. #8
    Made in SUD
    Data Registrazione
    10 Oct 2008
    Località
    Lupiae, Italia
    Messaggi
    267
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io sono Salentino, Vendola non ha fatto nulla, solo parole e filosofia, ma piuttosto mangerei la merda che ridare la regione a Fitto e la sua combriccola...
    In alcuni paesi la differenziata porta a porta funziona benissimo, il problema è che questo tipo di raccolta riduce la massa da smaltire ma non l'elimina...
    Io rientro nell'ATO LE/1 che non ha problemi, ma speriamo bene per i miei conterranei del Capo

  9. #9
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    14 Jan 2005
    Messaggi
    7,839
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io il 28 DIcembre sono stato a Zollino (Grecìa Salentina), e lo sapete che a Zollino non esistono cassonetti dei rifiuti? La raccolta viene fatta porta a porta e il paese era pulitissimo.
    Per quanto riguarda la differenziata il problema è del Comune, la regione ha istituito anche una ecotassa per i Comuni che non rispetteranno gli impegni della finanziaria 2008. E sul sito della Regione puoi vedere in tempo reale la quantità di immondizia differenziata e non di ogni comune.

    http://www.rifiutiebonifica.puglia.it/index.php - La gazzetta del mezzogiorno non è che sia proprio un faro di equidistanza.

    L'impianto di Cavallino (ato 1, quello dell'amico forumista sopra) funziona e chi lo ha messo a regime è stata la Giunta Vendola, per gli altri due il ritardo c'è ovvio, ma per ragioni straordinarie. Se avessi letto quello che ho pocanzi scritto avresti capito.
    Che facciamo inquiniamo la falda che da acqua al Salento e lasciamo tonnellate di Amianto smaltiti illegalmente? Chi doveva controllare non controllava, punto.

  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,829
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Mi viene in mente che anche la provincia di Milano, governata dalla sinistra, sta bloccando la costruzione del secondo termovalorizzatore di Milano: ad opporsi sono i soliti verdi, rifondazione comunista, comunisti itagliani ecc..., che impediscono a Penati di risolvere il problema.

    Non è possibile pensare di astenersi alle prossime elezioni provinciali, dunque

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Rifiuti tossici, “tombati anche in Salento”
    Di Napoli Capitale nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 27-11-13, 11:35
  2. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 21-12-10, 19:59
  3. Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 04-08-08, 16:28
  4. Risposte: 46
    Ultimo Messaggio: 23-04-08, 18:01
  5. Emergenza rifiuti a Napoli
    Di Oli nel forum Campania
    Risposte: 51
    Ultimo Messaggio: 25-09-07, 17:58

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226