User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Veneto nel G6 della sanità europea

    Strano, avrei pensato che facessero entrare il Lazio...

    http://www.agi.it/venezia/notizie/20...11075-art.html

    (AGI) - Venezia, 2 gen. - In tema di mobilita' dei pazienti, particolarmente rilevante e' la condivisione dell'esigenza di definire un Accordo Quadro per la gestione della mobilita' sanitaria per i ricoveri ospedalieri e per la specialistica ambulatoriale, che potrebbe avviarsi sin dal primo aprile prossimo e seguire la falsariga di quello gia' in essere tra Veneto ed Emilia Romagna. Sul fronte dell'oncologia e' emersa l'esigenza di regolare il rispettivo impatto economico che comportano le diverse modalita' di erogazione delle cure utilizzate al CRO di Aviano e allo IOV di Padova. Riguardo al sistema dell'accreditamento di qualita' delle strutture, gli incontri tra le Agenzie Sanitarie di Veneto, Friuli ed Emilia Romagna sono sfociati in una bozza di protocollo d'intesa.

    Veneto e Friuli intendono avviare, anche attraverso un Programma Europeo Interreg con la Slovenia, la formazione dei professionisti che effettuano le ispezioni e propongono lo scambio dei valutatori a livello di gruppo strutturato delle Regioni del Nordest. In tema di formazione, l'ipotesi e' legata all'apertura a studenti friulani dei corsi di laurea per Assistenti sanitari di Conegliano, mentre il Friuli potrebbe mettere a disposizione dei veneti l'offerta formativa di lauree sulla prevenzione. Sandri e Kosic hanno concordato sull'opportunita' di riunire attorno ad un tavolo (forse a gennaio a Venezia) le 4 Universita' interessate. In tema di cordone ombelicale e cellule staminali, i tecnici hanno redatto una bozza di accordo (da approvare con rispettive delibere di Giunta) per l'utilizzo della Banca del Sangue del cordone Ombelicale di Padova per gli aspetti di bancaggio. Riguardo ai disturbi alimentari, il problema sul tappeto consiste nei ricoveri e trattamenti che si spostano dal Friuli al Veneto (soprattutto a Portogruaro e Vicenza). In proposito si valutera' la possibilita' di una convenzione e di un protocollo d'Intesa che metta in comune risorse (posti letto), esperienze e ricerca. Veneto e Friuli hanno infine condiviso l'esigenza di uno stretto rapporto per definire metodologie e modalita' integrate e coordinate di lavoro sul piano europeo, sede nella quale il Veneto e' recentemente entrato nel "G6" delle migliori Regioni sanitarie con Catalogna, Fiandre, Bassa Austria, Scozia e North West England, che siederanno per la prima volta ad un tavolo tecnico comune diretto con la Commissione Europea che, sinora, aveva inteso intrattenere rapporti soltanto con gli Stati membri.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Al lavoro con Catalogna, Scozia, North West England, Fiandre e Bassa Austria. Concordati tre tavoli di lavoro

    Sanità: il Veneto a Bruxelles nel G6 delle regioni europee

    Sandri: "Svolta storica: per la prima volta le regioni interlocutrici della Commissione UE"

    http://www.regione.veneto.it/Notizie...+2008/1634.htm

    Per le politiche sanitarie regionali in ambito europeo arrivano ottime notizie dagli “Open Days 2008” di Bruxelles, settimana in corso di svolgimento dedicata ai contatti tra le realtà regionali dei Paesi membri e le Istituzioni dell’Unione Europea. E’ infatti nato il “G6” delle Regioni europee in campo sanitario, un gruppo ristretto di Regioni unanimemente riconosciute come leaders del settore, che si porranno come interlocutore tecnico diretto con la Commissione Europea, in un momento fondamentale per le politiche di salute in campo comunitario, alla vigilia del “via” al Programma Europeo di Salute 2008-2013, dotato tra l’altro di 5 miliardi di euro di finanziamenti. Le sei Regioni sono il Veneto, la Catalogna, la Scozia, il North West England, le Fiandre e la Bassa Austria che, su iniziativa dell’Assessore veneto, Sandro Sandri, hanno incontrato il Direttore Generale della Salute Europea, l’inglese Robert Madeline e successivamente illustrato le loro posizioni alla Commissaria Europea di settore, la cipriota Androulla Vassiliou.

    “Un risultato – commenta un più che soddisfatto Sandri – al quale lavoravamo in silenzio da mesi e che è stato possibile concretizzare anche grazie alla presidenza veneta della rete europea Euregha (European Regional and Local Ealth Authorities) che riunisce oltre 100 Regioni di 17 Paesi. Per la prima volta nella sua storia di contatti esclusivi con gli Stati Membri – aggiunge Sandri – la Commissione Ue ha accettato di avere come interlocutori diretti le Regioni, anche se per ora sul piano tecnico, ed ha accolto con favore la nostra scelta di costituire un gruppo ristretto molto rappresentativo. Ora – aggiunge Sandri - inizia un lavoro tanto delicato quanto importante, che parte però da una base molto solida: il fatto che si riconosca che in materia di sanità sono le Regioni il livello di interlocuzione ideale tra i popoli e le Istituzioni europee. Questo ‘G6’ – aggiunge Sandri – è nato forte e compatto, con Regioni esemplari in fatto di autonomia come la Catalogna, con una Regione italiana come il Veneto che si attende moltissimo dall’avvento oramai irreversibile del federalismo fiscale, con altri partners i cui sistemi sanitari, come quello veneto, sono dei veri e propri modelli per l’intera Europa”.

    Il “G6” delle Regioni europee in sanità non è però solo nato: è già stata infatti concordata con il Direttore Madeline l’attivazione nelle prossime settimane di 3 tavoli specifici di confronto: uno sugli stili di vita salutari, uno sulla prevenzione, ed uno sulla mobilità dei pazienti. Quest’ultimo tema è stato anche al centro di un incontro che le Regioni in questione hanno avuto con alcuni parlamentari Europei, tra i quali i veneti Lia Sartori e Iles Braghetto, tecnici della Commissione Europea, presente anche una delegazione di Direttori Generali delle Ullss venete composta da Claudio Dario (Ulss 9 Treviso), Giusy Bonavina (Ulss 20 Verona) e Paolo Stocco (Ulss 10 San Donà). In proposito Veneto e Catalogna, che hanno questo tema in testa all’agenda del loro Protocollo di Cooperazione Bilaterale siglato a fine settembre, hanno ipotizzato la possibilità di superare le molte disuguaglianze organizzative attualmente esistenti tra le Regioni europee procedendo, pur se con le necessarie cautele, alla definizione di un prontuario di prestazioni riconosciute in tutta Europa ed alla costituzione di un fondo europeo di perequazione per superare le diversità esistenti in materia di costo e di modalità di pagamento delle prestazioni.

    (AVN) Venezia, 8 ottobre 2008

  3. #3
    tra Baltico e Adige
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    terra dei cachi
    Messaggi
    9,567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ma daiiii...tanto lo sappiamo che è tutto merito dei meridionali.

 

 

Discussioni Simili

  1. La futura Federazione Europea e la sanità statale
    Di TEBELARUS nel forum Politica Europea
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 03-08-13, 09:49
  2. Buco di un miliardo nella sanità del Veneto
    Di Antonio nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-09-10, 18:29
  3. Sanità europea
    Di Mitteleuropeo nel forum Friuli-Venezia Giulia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-04-09, 16:41
  4. Sanità Veneto: priorità ai residenti
    Di Asterix (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 16-03-07, 19:36

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226