User Tag List

Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 54
  1. #1
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Ateismo a go-go: questa è l'Italia che ci tocca da vivere

    Dopo Londra, Washington e Barcellona dal 4 febbraio nella città ligure
    due mezzi pubblici diffonderanno il messaggio lanciato dall'Unione atei
    Spot sull'ateismo, anche a Genova i bus
    che promuovono l'inesistenza di dio


    di RITA CELI





    Un fotomontaggio illustra come sarà la campagna sugli autobus genovesi


    "LA CATTIVA notizia è che Dio non esiste. Quella buona è che non ne hai bisogno". E' questa la versione italiana della campagna a favore dell'ateismo che dal 4 febbraio tappezzerà due autobus pubblici a Genova. Ma sarà solo l'inizio. O forse la fine di questa promozione dell'incredulità, a giudicare dalle animate polemiche e controffensive religiose seguite alla stessa iniziativa sui bus di Londra, in Spagna, a Washington e anche in Australia, dove è stata bloccata prima ancora di apparire per le strade.

    Non a caso l'apertura della campagna lanciata dall'Unione atei e agnostici razionalisti (Uaar) partirà da Genova. "E' una specie di sfida atea in casa di Angelo Bagnasco, presidente della Cei" spiega Raffaele Carcano, segretario generale della Uaar. "Dopo le polemiche sul gay pride di Genova, reo di essere stato fissato per il 13 giugno, giorno del Corpus Domini, e dopo le parole di Bagnasco per ostacolare lo svolgimento della manifestazione, dopo le frequenti uscite del cardinale in materia di scienza, diritti, riproduzione, l'Uaar ha deciso di riprendersi un po' di par condicio. E di fare pubblicità all'incredulità".

    Ricorrere agli spot scegliendo di mandare messaggi come se si trattasse di una nuova auto o di un detersivo dà l'idea delle condizioni degli atei costretti a riaffermare la propria presenza di fronte alla pervasività della presenza cattolica. "La chiesa ha e deve continuare ad avere libertà di parola" prosegue Carcano. "Purché vi sia adeguato spazio anche per chi cattolico non è. Pagando questa campagna pubblicitaria l'Uaar intende riconquistare all'incredulità un po' di quella par condicio che i mass media stentano a riconoscerle", con un messaggio "che vuole invitare a riflettere, con l'aggiunta di un pizzico di fiducia e ottimismo in chiave umanista".

    L'idea dei bus atei è stata della British Humanist Association e il successo è stato tale che è stata poi ripresa negli Stati Uniti, in Australia, in Spagna. Come già accaduto all'estero, anche gli atei italiani hanno lanciato una campagna per raccogliere i fondi necessari per estendere l'iniziativa con altri mezzi e in altre città. Reazioni permettendo. "Non abbiamo idea di cosa ci aspetta perché è sempre difficile fare previsioni" prosegue Carcano. "Per fare un esempio nel mondo dell'editoria, la chiesa non critica i libri di Augias o di Maltese quando escono ma solo quando se ne comincia a parlare, allora si scatenano, come hanno fatto anche con Dan Brown. Anche noi avremmo potuto lanciare la nostra campagna partendo da Roma, ma abbiamo preferito evitare di fare del facile vittimismo".

    L'Unione degli atei italiani è quindi pronta e anche curiosa di vedere che tipo di reazioni ci saranno. "Vedremo cosa succederà nella laica Genova quando gireranno per la città mezzi pubblici che, al posto delle solite pubblicità, incoraggeranno a vivere senza il conforto della fede".

    Intanto la campagna sull'inesistenza di dio si diffonde nelle metropoli non solo europee. In Spagna - da oggi a Barcellona, presto a Madrid e Valencia, poi anche a Saragozza, Siviglia e Bilbao - lo slogan è stato tradotto da quello inglese: "There's probably no god. Now stop worrying and enjoy your life" (Probabilmente dio non esiste. Smettila di preoccuparti e goditi la vita). Il messaggio scelto dalla American Humanist Association per i bus di Washington è "Why believe in a god? Just be good for goodness' sake" (Perché credere in dio? Sii buono per amore della bontà). In Australia lo slogan creato suona come "gli atei dormono la domenica mattina".

    Nella cattolica Spagna i fondi sono stati raccolti dall'Unione atei e liberi pensatori (Ual) attraverso il sito busateo.org ma, mentre a Barcellona la campagna è partita oggi, a Madrid l'associazione degli atei (Amal) sta ancora negoziando l'affitto dello spazio pubblicitario su due autobus urbani con l'impresa di trasporti locale.

    A Londra l'iniziativa degli atei britannici ha raccolto donazioni che hanno ampiamente superato le aspettative al punto che la campagna sarà estesa in tutto il territorio nazionale su bus e metropolitane. Intanto Christian Voice, un'associazione cristiana, ha fatto pervenire una protesta ufficiale alla Advertising Standards Authority (Asa), sostenendo che la campagna viola le leggi sulla veridicità degli slogan perché il messaggio viene "presentato come un dato di fatto e ciò significa che, per non trasgredire le regole, dev'essere provato". L'associazione degli umanisti britannici non si è lasciata intimidire dalla lamentela e la sua direttrice, Hanne Stinson, ha dichiarato: "Mi dispiacerebbe per l'Asa, se venisse richiesto all'autorità di pronunciarsi sull'esistenza di Dio. Se comunque decidessero di aprire un'inchiesta, siamo disposti a collaborare".


    (12 gennaio 2009)

    http://www.repubblica.it/2009/01/sez...i-autobus.html

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,350
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito

    Ecco, questa è una delle occasioni che mi rende furente e che fa vacillare le mie pur buone convinzioni democratiche.
    Io mi chiedo: come è possibile utilizzare mezzi pubblici per propagandare queste idiozie? E soprattutto: come è concepibile pubblicizzare l'ateismo?
    Qui c'è gente che si dà la zappa sui piedi. Posso comprendere che una persona non creda in Dio. Non esiste un obbligo, una costrizione, tale da riflettersi dalle convinzioni più intime e personali.
    Ma mi domando: lo sanno, lo capiscono gli atei che, senza Dio, tutto si riduce a fredda materia, ad insieme inutile di atomi e molecole?
    Che senso hanno l'amore e la bontà se in ultima analisi siamo materia, se al di là della vita terrena ci aspetta il vuoto, il nulla, il buio assoluto ed eterno?
    Perchè rispettarci, amarci, perchè dialogare, collaborare per il bene comune, se quello che ci aspetta è il nulla?
    Una società dove trionfa l'ateismo, a mio parere, è una società morta, o destinata presto a soccombere.
    Fortunatamente queste iniziative sono ancora estreme e in fin dei conti isolate, ma non abbassiamo la guardia. La tendenza è inquietante.

  3. #3
    simposiante
    Data Registrazione
    16 Jul 2007
    Località
    abitante della terra isolata
    Messaggi
    3,117
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da zaffo Visualizza Messaggio
    Ecco, questa è una delle occasioni che mi rende furente e che fa vacillare le mie pur buone convinzioni democratiche.
    Io mi chiedo: come è possibile utilizzare mezzi pubblici per propagandare queste idiozie? E soprattutto: come è concepibile pubblicizzare l'ateismo?
    Qui c'è gente che si dà la zappa sui piedi. Posso comprendere che una persona non creda in Dio. Non esiste un obbligo, una costrizione, tale da riflettersi dalle convinzioni più intime e personali.
    Ma mi domando: lo sanno, lo capiscono gli atei che, senza Dio, tutto si riduce a fredda materia, ad insieme inutile di atomi e molecole?
    Che senso hanno l'amore e la bontà se in ultima analisi siamo materia, se al di là della vita terrena ci aspetta il vuoto, il nulla, il buio assoluto ed eterno?
    Perchè rispettarci, amarci, perchè dialogare, collaborare per il bene comune, se quello che ci aspetta è il nulla?
    Una società dove trionfa l'ateismo, a mio parere, è una società morta, o destinata presto a soccombere.
    Fortunatamente queste iniziative sono ancora estreme e in fin dei conti isolate, ma non abbassiamo la guardia. La tendenza è inquietante.
    Quindi si tratta d puro utilitarismo? meglio propagandare l'esistenza di valori eterni e di usi e costumi intramontabili per evitare il caos? Scrivi "a tuo parere", appunto: un'opinione, non una verità incontrovertibile, e chi lo dice che tutto ciò provocherebbe il caos?

  4. #4
    Io non esisto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Sono solo frutto della tua immaginazione
    Messaggi
    9,731
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da zaffo Visualizza Messaggio
    Ecco, questa è una delle occasioni che mi rende furente e che fa vacillare le mie pur buone convinzioni democratiche.
    Io mi chiedo: come è possibile utilizzare mezzi pubblici per propagandare queste idiozie? E soprattutto: come è concepibile pubblicizzare l'ateismo?
    Perchè, non si può?

  5. #5
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Πλάτων Visualizza Messaggio
    un'opinione, non una verità incontrovertibile
    Per un cattolico la Verità di Gesù Cristo è incontrovertibile.

  6. #6
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da )!()!( Visualizza Messaggio
    Perchè, non si può?
    Non si può perchè Dio esiste, noi esistiamo e il mondo in cui viviamo è reale, NON il frutto della nostra immaginazione.

  7. #7
    simposiante
    Data Registrazione
    16 Jul 2007
    Località
    abitante della terra isolata
    Messaggi
    3,117
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio
    Per un cattolico la Verità di Gesù Cristo è incontrovertibile.
    Per un cattolico è incontrovertibile significa che per qualcuno è incontrovertibile e qualcuno no, significa che non è comunemente riconosciuta come tale e dunque è un opinione, non l'incontrovertibile.

  8. #8
    simposiante
    Data Registrazione
    16 Jul 2007
    Località
    abitante della terra isolata
    Messaggi
    3,117
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio
    Per un cattolico la Verità di Gesù Cristo è incontrovertibile.
    La domanda cmq non è se la legge di Dio e la fede in Cristo sia l'incontrovertibile, ma se sia l'incontrovertibile che il venir meno di questa fede provochi il caos (di questa come di qualsiasi altra), e questa è anch'essa un'opinione.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    14,716
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Πλάτων Visualizza Messaggio
    La domanda cmq non è se la legge di Dio e la fede in Cristo sia l'incontrovertibile, ma se sia l'incontrovertibile che il venir meno di questa fede provochi il caos (di questa come di qualsiasi altra), e questa è anch'essa un'opinione.
    Bè, se l'alternativa è il "nichilismo attivo" la vedo veramente dura.
    Realisticamente: sì, la convinzione che Dio non esista provoca il caos, poiché, anche se non consapevolmente, le masse cominciano a credere che tutto sia permesso.

  10. #10
    Mistica Fascista
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    117,904
    Mentioned
    534 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da dasein Visualizza Messaggio
    Bè, se l'alternativa è il "nichilismo attivo" la vedo veramente dura.
    Realisticamente: sì, la convinzione che Dio non esista provoca il caos, poiché, anche se non consapevolmente, le masse cominciano a credere che tutto sia permesso.
    "Se Dio non esiste, tutto è permesso"

 

 
Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Siete contenti di vivere in questa epoca?
    Di Segesto II nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 85
    Ultimo Messaggio: 14-06-13, 18:42
  2. Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 26-01-09, 00:34
  3. Sei felice di vivere in Italia?
    Di Enrico1987 nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 35
    Ultimo Messaggio: 24-06-06, 12:05
  4. E ora tocca alla CDL salvare l'Italia da questa sinistra
    Di Ardito86 nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 11-05-06, 20:09
  5. Censura: questa volta tocca a Vauro
    Di vlad84 nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 11-01-05, 17:00

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226