User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    CONSERVATORE
    Data Registrazione
    03 Nov 2008
    Messaggi
    105
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Morto Padre Richard John Neuhaus

    L’ex luterano che cambiò l’America
    di Michael Novak [13 gennaio 2009]

    Mio fratello Richard è morto, per la seconda volta. Prima il mio fratello di sangue, Padre Richard Novak, in un gennaio di molti anni fa, in Bangladesh. Adesso, pochi giorni fa (l’8 gennaio) Padre Richard John Neuhaus, a New York. Circondato da molti dei suoi amici e dalla famiglia, Padre Neuhaus sì è spento serenamente nel sonno, dopo essere caduto in stato di incoscienza il giorno prima. Era stato ricoverato in ospedale il 26 dicembre, per la seconda (e ultima) volta in poche settimane. Non molto tempo dopo che gli era stato diagnosticato un brutto cancro, circa un mese fa, era stato colpito da una forte infezione che si è lentamente diffusa fino a raggiungere il cuore.

    Era passato davvero moltissimo tempo da quando un sacerdote cattolico americano aveva avuto una così profonda influenza sul Vaticano, sulla vita politica americana, sulla cultura della cristianità negli Stati Uniti e all’estero, sul dialogo (profondo e appassionato) tra cristiani ed ebrei e, infine, sulla vita intellettuale della sua amata città di New York, dove iniziò a prestare servizio quasi cinquant’anni fa, come pastore luterano in una grande chiesa luterana di Brooklyn a maggioranza afroamericana. Neuhaus, scomparso pochi mesi prima del suo 72° compleanno, è stato il miglior leader di seminario che in molti hanno mai conosciuto. Sembrava sempre avanti a tutti nelle questioni di grande impatto morale, religioso e politico, spesso con molti anni di anticipo rispetto agli altri. Gli amici lo prendevano in giro ricordandogli che le tesi affisse da Martin Lutero sulla porta di una chiesa a Wittenburg erano “soltanto” 95, mentre Padre Richard aiutò ad abbozzare almeno altrettanti manifesti sulle più disparate questioni sociali: sui valori non-negoziabili della fede cristiana, su cosa era moralmente sbagliato nella guerra in Vietnam, sugli studi e sulle conversazioni ecumeniche, sulla cooperazione tra cattolici ed evangelici, sull’aborto.

    Neuhaus fu molte volte ospite alla tavola di Papa Giovanni Paolo II e per almeno due volte, prima di diventare Benedetto XVI, il Cardinale Ratzinger fu oratore, leader di seminario e ospite di Padre Richard al suo Institute for Public Life a Manhattan. Il centro della vita pubblica di Padre Neuhaus è stata la rivista “First Things”, che molti considerano come la migliore (e la più seria) pubblicazione religiosa in tutta la anglosfera e, forse, in tutto il mondo. La sua rubrica mensile - “The Public Square” – era sempre molto ampia e dimostrava, oltre ad una prosa brillante, anche una gamma di letture straordinariamente estesa, finendo con l’essere, immancabilmente, la sezione più interessante di tutta la rivista. I suoi lettori comprendevano che nessun altro era in grado di toccare, a un livello così profondo, una tale quantità di importanti argomenti culturali, per scriverne con tanta ironia e assoluta assenza di pretenziosità. Richard Neuhaus si è sempre mosso nella direzione in cui lo portava l’evidenza dei fatti.

    Approdò sulla sponda più radicale della critica al liberalismo troppo “compiaciuto” dei tardi Anni Sessanta, per poi muoversi lentamente verso la critica di questo radicalismo quando esso perse i suoi ormeggi cristiani per andare alla deriva sospinto dai venti di una passione politica senza controllo. Neuhaus sopportò con grazia l’accusa di essere diventato un “neoconservatore”, quando il termine era adoperato come un insulto, e riuscì perfino a trasformare questa accusa in qualcosa di positivo, creando una nuova miscela di ortodossia cristiana e realismo politico. Negli ultimi anni, riuscì a ritrovare il suo amore per la nobiltà dell’“esperimento americano”. Fu grande amico di Martin Luther King, William F. Buckley Jr., Peter Berger e di molti altri tra i grandi spiriti pubblici del nostro tempo. E poche persone, al mondo, hanno dimostrato il suo stesso “talento” per l’amicizia.

    Ancora meno persone possedevano una risata più contagiosa e una battuta altrettanto pronta. Quasi nessuno, poi, possedeva una gamma così completa di letture e profonde osservazioni. I suoi giudizi sulle idee e sugli eventi erano insolitamente convincenti e spesso più “centrati” di quelli altrui. Accoglieva di buon grado le obiezioni, le critiche e l’aperto disaccordo, accettandoli con generosità, anche quando gli facevano male. Neuhaus era uno straordinario pastore di anime. Influenzò, perfino diresse, migliaia di viaggi personali attraverso tempi oscuri e difficili, e parlò con immediatezza a molti cuori agitati. Incoraggiò molti talenti in erba e fece esordire molti giovani scrittori e predicatori.

    Cresciuto come il figlio di un pastore luterano, il giovane Neuhaus fu adottato, dai giorni del suo seminario in poi, dalla comunità di quei luterani secondo i quali l’obiettivo di Lutero era di riportare alle origini la Chiesa cattolica, contribuendo alla tanto desiderata riunione delle due comunità separate. Con dolore, il giovane Pastore Neuhaus si rese conto che in quei giorni la Chiesa cattolica prendeva molto seriamente la necessità di un’auto-riforma, proprio mentre la maggioranza dei luterani stava scivolando verso una posizione lontana dall’unità con i cattolici. Si sentì allora obbligato a seguire la propria vocazione, riabbracciando la Chiesa cattolica, non come una “conversione” ma come una dichiarazione pubblica di quello in cui aveva sempre creduto. E lo fece non senza dover vincere una certa resistenza culturale, anche nella sua nuova comunità. Padre Neuhaus è stato il cristiano più coerente dai tempi Reinhold Niebuhr. Ed è stato il cattolico più coerente dai tempi del Reverendo John Courtney Murray e del Monsignore Fultin J. Sheen. È stato un degno successore di una lunga catena di grandi testimoni.

    http://www.liberal.it/dettaglio.asp?id=1293

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    10 Dec 2007
    Messaggi
    2,041
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    è una perdita per la chiesa e per noi

  3. #3
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mi dolgo naturalmente della sua morte, tuttavia devo far notare come Neuhaus politicamente abbia causato più di un problema al conservatorismo americano in quanto è stato battistrada di quel neoconservatorismo liberale e democratico che negli anni ottanta relegherà ai margini i paleoconservatori. Neuhaus era un liberal legato al partito democratico. Sostenitore dei diritti civili e di Martin Luther King è diventato un riferimento per quei neocons disgustati dalla deriva marxista e antioccidentale della new left.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    10 Dec 2007
    Messaggi
    2,041
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Parte Condivido Però Ricordo Le Sue Battaglie Per La Difesa Della Propietà Privata Ed Il Suo Isolamento Presso Il Clero Americano

  5. #5
    CONSERVATORE
    Data Registrazione
    03 Nov 2008
    Messaggi
    105
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Si era uno dei maggiori esponenti dei cosidetti "teocon" assieme a Micheal Nvak e George Weigel.

 

 

Discussioni Simili

  1. OT: È morto Richard Wright [Pink Floyd]
    Di Eridano nel forum Padania!
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: Ieri, 20:47
  2. E' morto John Kleeves
    Di antonio84 nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-09-10, 19:06
  3. è morto richard wright
    Di Kowalsky nel forum Musica
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 16-09-08, 14:04
  4. Il silenzioso genocidio femminile Di Padre John Flynn, L.C.
    Di millenomi nel forum Tradizionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-09-07, 09:40
  5. E' Morto John K. Galbraith
    Di benfy nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 30-04-06, 14:27

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226