User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
  1. #1
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,350
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito DIBATTITO - I mille volti dell'Identità

    Quando parliamo di Identità (di una persona in primis, e poi di una comunità, di un popolo) ci troviamo di fronte a mille possibili sfaccettature.
    L'Identità, infatti, può essere analizzata in modo multiscalare, a più livelli, possibilmente anche uniti, fusi fra loro.
    Pensiamo all'Identità territoriale: mi sento più -poniamo caso- un abitante del mio Comune (il cosiddetto "campanilismo"), della mia provincia, o della mia regione, o ancora un italiano, un europeo, o, addirittura, un "cittadino del mondo" ("globalismo")?
    Pensiamo poi all'Identità religiosa: mi sento cattolico nel senso più puro e genuino del termine, o un cattolico tendente al massimo ecumenismo, fin troppo aperto, oppure più superficialmente un credente non praticante, o un appartenente ad altre fedi religiose, o ateo, o agnostico?
    Pensiamo ancora all'Identità politica: sono in primo luogo un Conservatore, o genericamente simpatizzo per il centrodestra, sono un conservatore-liberale, o un cristiano-conservatore...?
    Un tempo (ora un pò meno) esisteva l'Identità di classe: sono un operaio, un proletario, oppure un borghese, un appartenente al ceto medio, o alla classe più elevata ed aristocratica...?


    Tanti modi per definire l'Identità. Noi "cosa siamo"?
    Siamo in primo luogo cattolici, oppure italiani, o mettiamo al primo posto la nostra fede conservatrice? (Faccio un esempio, come si è visto le combinazioni sono molteplici).
    Proviamo quindi, in linea generale, ad auto-definirci.

    Cosa sono io?
    Prima di tutto, un cattolico. La mia fede religiosa svetta indubitabilmente sul resto. Mai potrei cedere sulle mie più intime convinzioni, sull'esistenza di Dio, sulla fede nella Santa Chiesa Cattolica ed Apostolica.
    E poi, sono italiano. La lealtà alla Patria e alla Bandiera è irrinunciabile. Anche se apprezzo notevolmente le tradizioni e le peculiarità della mia regione (nel caso specifico, il Veneto, con la sua Storia, con il richiamo a Venezia e alla gloriosa tradizione della Serenissima), non posso porre in secondo piano, su questo campo, la mia italianità.
    E infine, ovviamente, sono un Cristiano-Conservatore, senza se e senza ma. Non rinuncerei mai alla mia identità politica, all'Amore per la Tradizione, infusa nelle radici cristiane.

    E voi?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non è facile per me delineare con sicurezza e precisione la mia identità perché da un lato c’è la persona reale, calata in un determinato contesto sociale e culturale, dall’altra c’è Florian, la sua proiezione ideale su POL. A volte le due figure coincidono, altre volte no.

    Che cosa sono, dunque? Sicuramente un anticomunista, uno che non scende a patti con l’ideologia di sinistra, anche se è costretto forzatamente a conviverci essendosela trovata eternamente tra i piedi prima in casa, poi tra i parenti, quindi gli amici, infine al lavoro. Questa mia croce, forse anche provvidenziale, ha fatto sì che io vivessi per anni in perenne stato di assedio, alla ricerca affannosa di una dimensione altra dal mio quotidiano, e ad evadere il belmondo propinatoci dalle riviste commerciali, dalla tv e soprattutto dal cinema.

    Questo mio rifiuto della civiltà contemporanea ha fatto sì divenissi un reazionario, che mi interessassi del tradizionalismo politico e religioso, che ho scorrazzato in lungo e in largo, con abbagli non da poco, fino a che non ho trovato un punto d’arrivo nel cattolicesimo controrivoluzionario secondo l’esposizione di Plinio Correa de Oliveira. Successivo a questo inquadramento politico-culturale è l’anelito ad una dimensione storica della Tradizione, con il recupero dell’eredità buona del fascismo e del MSI, grazie agli studi di Piero Vassallo. Quindi l’approdo ad una Tradizione vissuta anche nel territorio, con Alianello e Vitale, grazie ai quali sono riuscito a riconciliarmi con la mia città di Napoli.
    Politicamente guarderei, se vi fosse, ad un partito della destra cattolica. Ho votato per l’estrema destra, per la destra moderata e persino per il centro-destra. Mai però sceglierò un partito che si definisce di centro, ragion per cui tanto Berlusconi, quanto Allam il mio voto oggi se lo scordano. Con i mille difetti che si porta dietro preferisco votare per La Destra di Storace, una scelta questa dettata da ragioni storiche, ideali e perfino estetiche: non posso rimanere impassibile dinanzi al tentativo manifesto di oscurare, in Italia come in Europa, la voce della destra politica.

    Dunque, per tornare alla domanda iniziale, è stato l’anticomunismo a portarmi al Tradizionalismo di Destra, che vissuto sul piano religioso, storico e locale mi consente di avere una forma mentis del tutto alternativa a quella delle persone di sinistra.

    Ad ogni modo è una strada irta di ostacoli la mia e la Tradizione è ancora più un qualcosa a cui tendere continuamente che una dimensione raggiunta concretamente.



  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    10 Dec 2007
    Messaggi
    2,041
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    io invece credo che l italianità sia piu frutto di un falso identitarismo indotto storicamente dalle elites politiche unitarie per perpetuare il propio potere e per conferire prestigio ed altisonanza alle propie tesi.le italie esistevano e sussistevano anche molto prima che il l regno sardo-piemontese occupasse illecitamente e col consenso dei rivoluzionari massoni dell epoca i territori di stati sovrani

  4. #4
    Forumista junior
    Data Registrazione
    12 Nov 2008
    Messaggi
    30
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Post

    Sono Cristiano perché credo in un solo Dio e in Gesù Cristo Suo Figlio, disceso dal Cielo, morto sulla Croce per la nostra salvezza e Risorto. Sono cattolico perché nato da genitori cattolici che mi hanno fatto battezzare ed entrare nella Chiesa di Cristo. Sono rimasto cristiano perché pur dopo una crisi di coscienza dopo l'adolescenza, ho continuato a credere in Cristo. Sono rimasto cattolico perché giunto all'età della ragione ho deciso di rimanere cattolico.

    Sono Italiano perché sono nato in terra italiana da genitori italiani. Sono fiero di appartenere alla nazione italiana, unita e indipendente, e mi dispiace che molti miei connazionali siano relativisti in materia e vagheggino di secessioni o passate dominazioni straniere.

    Sono conservatore perché difendo e valorizzo ciò che di buono ci hanno lasciato i nostri avi e perché non voglio vivere senza radici in un vortice di idee e schemi astratti. Sono conservatore perché presumo la bontà di ciò che è antico e stabilizzato.

  5. #5
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,350
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da luigi maria op Visualizza Messaggio
    io invece credo che l italianità sia piu frutto di un falso identitarismo indotto storicamente dalle elites politiche unitarie per perpetuare il propio potere e per conferire prestigio ed altisonanza alle propie tesi.le italie esistevano e sussistevano anche molto prima che il l regno sardo-piemontese occupasse illecitamente e col consenso dei rivoluzionari massoni dell epoca i territori di stati sovrani
    Sicuramente dopo l'unificazione vi fu una intensa opera di "italianizzazione" (fatta l'Italia, bisogna fare gli italiani!). Ma non considero certo l'italianità come un'illusione, una menzogna, una falsità: Patria e Tricolore non sono -almeno per me- parole vuote. Ricordo che centinaia di migliaia di soldati, durante la Grande Guerra, sacrificarono la loro vita per la difesa dei confini, per la Vittoria sugli Imperi Centrali.
    Non fu vana la loro opera...

  6. #6
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da straight con Visualizza Messaggio
    Sono conservatore perché presumo la bontà di ciò che è antico e stabilizzato.
    Antico... quanto?

    E per stabilizzato intendi anche il liberalismo e la democrazia?

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    10 Dec 2007
    Messaggi
    2,041
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    si sacrificarono er una causa pseudotradizionale de facto rivoluzionaria contro un impero plurisecolare piu conservatore del regno d italia

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    10 Dec 2007
    Messaggi
    2,041
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    in pi non è nichilista,ma antiutopista difendere una patria esistita con alterne vicende per 700 anni ed esistente nei cuori di chi non ignora la storia

  9. #9
    Forumista junior
    Data Registrazione
    12 Nov 2008
    Messaggi
    30
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Post A Florian

    Florian: Antico... quanto?

    R. la maggior parte delle istituzioni civili non hanno certificati di nascita. Posso dire che i concetti di matrimonio, contratto, crimine, giustizia, governo, diritto, siano abbastanza stabilizzati. Da migliaia di anni chi commette un crimine incorre in una pena. Poi arriva la sociologia dell'ottocento e comincia ad erodere il concetto di pena, arrivano i social-comunisti che mi dicono che la colpa del crimine è soprattutto nella società. Credo che qui i dubbi per un vero conservatore siano pochi.
    Fra poco le banche saranno considerate associazioni a delinquere e chi non onora un contratto l'eroe dei "consumatori".

    Florian: e per stabilizzato intendi anche il liberalismo e la democrazia?

    R. il liberalismo è una dottrina politica, non un'istituzione. La democrazia è un concetto politico. Se anziché di liberalismo parliamo di libertà concrete, dovremmo fare un'analisi dettagliata. In prima approssimazione potrei dirti che, da conservatore, mi sento di difendere le libertà che discendono dal diritto naturale classico (quello che secondo Coke "è stato scritto nel cuore dell'uomo dalle dita di Dio"); quindi, ad esempio, mi sento di difendere il diritto di proprietà. Da conservatore, invece, non mi sento di sostenere un diritto al lavoro, perché Dio ci ha creato in un mondo in cui le risorse sono scarse.

    Sulla democrazia, il discorso si fa complicato. Istintivamente non sono democratico. Il Parlamento mi sembra però un'istituzione sufficientemente stabilizzata. Quanto al suffragio universale, penso che l'accettazione di esso da parte di conservatori intelligenti mi sembra un espediente dettato dalla necessità di salvare la società da probabili rivoluzioni che avrebbero fatto più danni della democrazia, così come penso che un conservatore intelligente dovrebbe cercare di rendere la Costituzione il più rispondente al diritto naturale classico.

  10. #10
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da straight con Visualizza Messaggio
    Da conservatore, invece, non mi sento di sostenere un diritto al lavoro, perché Dio ci ha creato in un mondo in cui le risorse sono scarse.
    Su questo punto dissento decisamente.

    Riguardo al lavoro, Dio ha imposto all'uomo la pena del sudore della fronte, ma le risorse naturali per un dignitoso sostentamento per tutti non sono mai mancate in natura... fino a quando l'uomo, mosso dalla sua avidità, non è diventato il lupo dell'uomo.

    Siamo arrivati al punto che oggi la rendita di un megamiliardario farebbe felici comunità di persone. Questa non è demagogia, tanto meno sinistrismo, ma pura constatazione dei fatti. Se c'è qualche cretino, a destra, che difende questi parassiti sociali è affare puramente suo.

    In una prospettiva cristiana (che è l'unica ad interessarmi) le ricchezze faraoniche usate per il proprio esclusivo godimento sono da considerarsi immorali. E in un mondo in crisi di risorse quale quello attuale, a mio avviso, addirittura criminali.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 21-08-13, 12:31
  2. I due volti dell'imperialismo all'attacco dell'Iran
    Di Sabotaggio nel forum Politica Estera
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 22-06-08, 23:40
  3. I mille volti della Vergogna, il simbolo del riscatto
    Di Italianhawk83 nel forum Conservatorismo
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 31-05-07, 23:55
  4. L'eroe Dai Mille Volti
    Di ScimmioneNudo nel forum Paganesimo e Politeismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29-06-03, 18:14
  5. il padanista filo americano dalle mille identità
    Di Shambler nel forum Destra Radicale
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 08-04-03, 00:42

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226